[VIDEO] CATTOLICA TEST MATCH 2020, BATTESIMO ONLINE PER LA FINESTRA D’AUTUNNO PDF Stampa E-mail
Slide
Mercoledì 11 Novembre 2020 15:55

lancioctm2020Roma - Lo studio virtuale della FIR, in diretta sulla pagina Facebook e sul canale Youtube dell’organo di governo del rugby italiano, ha ospitato questa mattina il battesimo dei Cattolica Test Match e della Autumn Nations Cup 2020, finestra internazionale che da sabato e per quattro settimane vedrà impegnata la Nazionale Italiana maschile contro Scozia (Firenze, 14 novembre), Fiji (Ancona, 21 novembre) e Francia (Parigi, 28 novembre) prima del turno finale del 5/6 dicembre.  

Copertura integrale della nuova manifestazione autunnale, le cui gare interne di Bigi e compagni portano la firma del main sponsor federale Cattolica Assicurazioni, garantita da Sportmediaset con le dirette sul canale 20 del digitale terrestre (151 del bouquet Sky) degli Azzurri e le altre dodici partite della Autumn Nations Cup in diretta streaming su http://sportmediaset.mediaset.it e sull’app mobile. 

Il Presidente della FIR, Alfredo Gavazzi, ha aperto la conferenza stampa con un proprio video-messaggio di augurio all’Italrugby e di ringraziamento a partner e istituzioni: “Voglio innanzitutto rivolgere un sentito ringraziamento al nostro main sponsor Cattolica Assicurazioni, che firma questa finestra autunnale, alle istituzioni delle città e delle Regioni che ospiteranno la Nazionale nelle settimane a venire, ai nostri sponsor che continuano a garantirci il loro prezioso supporto, a Mediaset che sarà partner prezioso per muovere un nuovo passo avanti nella promozione del nostro sport in Italia. Oggi, in questo delicato momento storico, la necessità di giocare a porte chiuse non deve farci dimenticare quanto importante sia scendere in campo a livello internazionale per la continuità e la sostenibilità del Gioco. Rivolto agli Azzurri e allo staff un sincero, appassionato in bocca al lupo per le sfide che li attendono. La Scozia viene da un grande Sei Nazioni e vorrà confermarsi, la Francia ha chiuso nel migliore dei modi il Sei Nazioni con una grande prestazione contro gli irlandesi che è valsa loro il secondo posto nel Torneo, Fiji ci ha abituato a sfide equilibrate e mai scontate nei dodici scontri diretti. Saranno incontri difficili, ma confido nella capacità della Nazionale di imporre il proprio rugby”.

Alberto Brandi, Condirettore Sport di Mediaset, ha presentato l’offerta del polo televisivo che manderà in onda le gare dell’Italia in diretta in chiaro su Canale 20 e garantirà la copertura integrale dell’Autumn Nations Cup in streaming sul proprio sito e sull’app mobile: “Abbiamo scelto una coppia di commentatori consolidata e conosciuta, con Gianluca Barca alla cronaca e Mauro Bergamasco per l’analisi tecnica, ma non ci limiteremo alla sola messa in onda delle partite. Sul nostro sito sarà possibile seguire tutte le partite in diretta e consultare una sezione totalmente dedicata all’Autumn Nations Cup. Non mancheranno servizi  di approfondimento su Italia 1 nelle news sportive delle 13.15, rinnovando una tradizione che, a più riprese, ha visto sin dal 1984 il rugby sui nostri canali. Non possiamo che augurarci che quello contro la Scozia di sabato sia il primo passo di una nuova, entusiasmante avventura”.

L’Assessore allo Sport del Comune di Firenze, Cosimo Guccione, ha dato il bentornato all’Italia dopo le visite del 2016, 2017 e 2018 nel capoluogo toscano: “Siamo felici di ospitare questa partita nella nostra città. Il rugby cresce a Firenze e in tutta la Toscana a ogni livello, nonostante le difficili sfide poste in questi mesi dalla pandemia. Ringrazio il Presidente Gavazzi e la FIR per aver scelto Firenze per questa gara e mi auguro si possa celebrare un nuovo pomeriggio da ricordare come quello del 2016, così come l’inizio di una nuova proficua collaborazione tra il Comune e la FIR”.

Andrea Guidotti, Assessore allo Sport del Comune di Ancona, non ha nascosto la soddisfazione per il lo sbarco dell’Italia nel capoluogo marchigiano: “Il Comune ed il movimento rugbistico locale collaborano con successo da anni. Il complesso sportivo intitolato a Nelson Mandela è un punto di riferimento per lo sport nella nostra città e, di questo, dobbiamo ringraziare l’Unione Rugby Anconetana ed il suo Presidente Cimino per il grande contributo allo sviluppo del Gioco. Negli anni scorsi le Feste del Rugby organizzate da FIR hanno portato migliaia di giovani rugbisti da tutta Italia e avviato una collaborazione tra le istituzioni che oggi muove un nuovo passo avanti con l’arrivo della Nazionale. Resta il rammarico per ospitare questa gara a porte chiuse, ma confido gli Azzurri potranno tornare al Del Conero, di fronte al pubblico delle grandi occasioni, in un futuro non lontano”.



Giorgia Latini, dallo scorso settembre nuovo Assessore allo Sport della Regione Marche, ha completato il panel di relatori istituzionali: “Ricordo con entusiasmo i precedenti dell’Italia ad Ascoli Piceno e San Benedetto del Tronto negli ultimi anni, successi organizzativi e sportivi che hanno caratterizzato le sfide con Samoa e Russia. Siamo felici di ospitare gli Azzurri nel capoluogo, veicolando i valori di cui il rugby è portatore presso la nostra comunità. Mi unisco al collega Guidotti nell’augurare un pronto ritorno dell’Italia nelle Marche quando sarà possibile tornare a popolare gli stadi”. 

Luca Bigi, capitano della Nazionale Italiana Rugby, ha sintetizzato: “Veniamo da due gare differenti tra loro, Inghilterra è stata prestazione di carattere. Tanta energia e consapevolezza di aver fatto passo in avanti. Stiamo costruendo una settimana importante con fiducia e allenamenti di altissima qualità che ci permettano di arrivare pronti alla Scozia. Vogliamo mettere in campo prestazione davvero di alto livello e iniziare i Cattolica Test Match e la Autumn Nations Cup con il piede giusto”.

Le prossime settimane rappresentano una grande opportunità per continuare il nostro percorso, consolidare questo nuovo gruppo e instaurare il nostro metodo di lavoro”  ha detto Franco Smith, capo allenatore degli Azzurri. “Affrontiamo tre avversari molto diversi tra loro nella fase a gironi. A febbraio, contro la Scozia, avevamo appena iniziato il nostro cammino e non eravamo preparati come siamo oggi. C’è forte consapevolezza nel gruppo di essere oggi molto più pronti a sfidarli.  Troveremo un gruppo scozzese in fiducia dopo l’ottimo Sei Nazioni, una squadra che lavora insieme da anni e che è ben organizzata nel gioco. Sicuramente cercheranno di dare continuità al proprio gioco d’attacco e al loro buon momento, ma noi siamo molto focalizzati sui progressi che vogliamo fare. Fiji - ha proseguito Smith nell’analisi degli avversari delle settimane a venire - non ha avuto la stessa continuità degli scozzesi e la gara di sabato contro la Francia sarà la prima occasione per vedere questo gruppo giocare insieme. Lo stile figiano è diverso, imprevedibile: una sfida affascinante.  La Francia, infine, ha evidenziato una grande crescita sotto la guida di Galthiè, hanno una grande difesa, capace di salite repentine della linea, ed individualità come Dupont in grado di fare la differenza.Saranno tre sfide interessanti, difficili, diverse tra loro ma con una finalità unica per quanto ci riguarda: concentrarci sul nostro rugby e aumentare la nostra fiducia, la nostra consapevolezza. E’ quello di cui abbiamo bisogno per consolidare ulteriormente questa nostra Nazionale”.

 

facebook bar2 Facebook Twitter YouTube

  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR

covid-faq-fir

Banner 300x150

banner cattolica

banner sitofederugby

 

banner-newsletter-2020

seguici su Spotify


I cookie vengono utilizzati per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo si utilizza. I cookies necessari per il funzionamento essenziale del sito sono già stati impostati. Per maggiori dettagli vai qui privacy policy.

Ho letto e accetto i cookies di questo sito