©2023 Federazione Italiana Rugby

15

Nazionale Italiana Seven Maschile per il Torneo Internazionale di Haguenau

La Nazionale Seven maschile debutterà nella stagione 2023/24 prendendo parte nel fine settimana del 1 e 2 giugno, al Torneo Internazionale 7’s di Haguenau (Francia). La cittadina del Basso Reno ospiterà la seconda edizione della manifestazione che quest’anno vedrà la partecipazione, oltre all’Italia, delle formazioni a Sette di Germania, Polonia e Belgio, di New Zealand Sevens Development e di due Selezioni del Sud Pacifico e della Francia.   L’appuntamento di Haguenau anticipa di una settimana  quello di Makarska (Croazia, 7-9 giugno) cui seguirà dal 28 al 30 giugno quello di Amburgo (Germania), tappe del Rugby Europe Sevens Championship Series 2024. Un’occasione, dunque, per l’Italseven di Matteo Mazzantini di scaldare i motori in vista dei due appuntamenti targati Rugby Europe. La comitiva azzurra si ritroverà a Pordenone il prossimo 27 maggio per trasferirsi in Francia giovedì 30. La lista degli atleti selezionati si compone di sedici nomi che verranno ridotti mercoledì 29 ai tredici che prenderanno parte al torneo. Di seguito l’elenco dei convocati:Albert Eistein BATISTA (HBS COLORNO)Filippo BOZZONI (ZEBRE RUGBY CLUB)Andrea BRUNIERA (RANGERS RUGBY VICENZA)Loreno Maria BRUNO (SITAV RUGBY LYONS)Aramis CORONA (HBS COLORNO)Federico CUMINETTI (SITAV RUGBY LYONS)Filippo DI MARCO (FIAMME ORO RUGBY)Matthias Leon DOUGLAS (MOGLIANO VENETO RUGBY)Paul Marie FORONCELLI (RANGERS RUGBY VICENZA)Francesco KRSUL (FEDERAZIONE ITALIANA RUGBY)Cristian LAI (FIAMME ORO RUGBY)Michael MBA (FIAMME ORO RUGBY)Pietro RODINA (SITAV RUGBY LYONS)Gianluca TOMASELLI (FIAMME ORO RUGBY)Flavio Pio VACCARI (FEMI-CZ RUGBY ROVIGO)Giacomo VANZELLA (MOGLIANO VENETO RUGBY
21 May 2024 - 18 hours fa
Leggi articolo
25

Serie A Elite Femminile, Beatrice Smussi sarà l’arbitro della finale tra Valsugana e Villorba

Sarà la bresciana Beatrice Smussi a dirigere la finale di Serie A Elite Femminile tra Valsugana Rugby Padova e Arredissima Villorba Rugby, che si disputerà sabato 25 maggio alle ore 17.30 allo Stadio Eugenio di Casale sul Sile (partita trasmessa in diretta su DAZN).Classe 1996, Smussi è alla prima direzione in una finale Scudetto. Questa designazione arriva dopo una stagione in cui l'arbitro lombardo ha diretto gare di Serie A Elite Femminile per sette volte, compreso uno dei derby tra Valsugana e Villorba, quello del 4 febbraio 2024 disputato a Villorba e finito con il risultato di 5-32 in favore delle campionesse d'Italia in carica.Smussi sarà coadiuvata dalle assistenti Clara Munarini e Maria Clotilde Benvenuti, con Alice Torra e Michela Giordani a completare il team e con Giuseppe Vivarini designato per il TMO. Le direzioni di Beatrice Smussi in Serie A Elite Femminile nella stagione 2023/2419 novembre 2023Furie Rosse Rugby Colorno v Benetton Rugby Treviso 48-017 dicembre 2023CUS Milano Rugby v Rugby Calvisano 61-514 gennaio 2024Arredissima Villorba Rugby v Furie Rosse Rugby Colorno 21-1328 gennaio 2024Rugby Calvisano v IVECO Cus Torino 5-244 febbraio 2024Arredissima Villorba Rugby v Valsugana Rugby Padova 5-3225 febbraio 2024Valsugana Rugby Padova v CUS Milano Rugby 33-019 maggio 2024Benetton Rugby Treviso v IVECO Cus Torino 17-31
21 May 2024 - 21 hours fa
Leggi articolo
35

BKT URC: Benetton, ancora 80′ per i playoff. L’analisi del 17° turno.

Poteva diventare una bruttissima giornata, ma il Benetton è riuscito a trarne comunque qualcosa di molto positivo: un punto di bonus che tiene dietro i Lions e vale l’8° posto in classifica a una giornata dalla fine dello United Rugby Championship. I biancoverdi sono stati sconfitti 56-35 a Pretoria dai Bulls, ma grazie al bonus offensivo sono ancora padroni del proprio destino: il 1 giugno a Treviso basterà una vittoria contro Edimburgo per qualificarsi ai playoff, senza guardare ai risultati degli avversari. I Lions, infatti, con la vittoria su Glasgow hanno raggiunto i biancoverdi, ma a parità di punti sono rimasti dietro avendo vinto una partita in meno della squadra di Bortolami, che adesso si giocherà tutto nella sfida-spareggio con gli scozzesi. Venerdì Zebre sconfitte 18-32 dagli Scarlets nell’ultima partita casalinga della stagione: ultima sfida il 31 maggio in Scozia, contro Glasgow. La fisicità dei Bulls A Pretoria l’impatto fisico dei Bulls è stato devastante, com’era già successo la settimana scorsa a Durban contro gli Sharks. Questa volta, però, il Benetton non ha retto e ha concesso 4 mete nei primi 26 minuti che di fatto hanno chiuso la partita. A quel punto la squadra di Bortolami è stata brava a “resettarsi”, ponendo l’obiettivo sulle 4 mete e raggiungendole con una grande reazione, e anche qualche rimpianto: sì, perché al 45’ la meta di Uren con trasformazione di Smith aveva riportato il Benetton sul 31-21, riaprendo di fatto la partita. Purtroppo, proprio nel momento più importante un paio di errori hanno compromesso la grande rimonta dei biancoverdi: prima una penaltouche concessa nei propri 22 che ha portato alla meta da maul di Van der Merwe, poi un intercetto subito da Brex che ha permesso a Kriel di involarsi in mezzo ai pali. Bravo comunque il Benetton a reagire ancora, segnando con Halafihi la meta che vale un bonus forse decisivo per il destino del campionato biancoverde. Il match si è chiuso con una meta per parte, con Zanon ad accorciare e Grobbelaar a fissare il punteggio sul 56-35 Le chiavi del match In attacco il Benetton ha fatto quello che doveva fare, segnando ben 5 mete e conquistando un punto. In particolare ha brillato un grandissimo Rhyno Smith, ispiratore di gran parte delle azioni offensive biancoverde e fondamentale anche nel contrastare il gioco aereo dei sudafricani. Ottimo anche Onisi Ratave: una meta, 5 difensori battuti e 2 clean breaks. Bene anche Zanon, entrato per Menoncello al 21’, autore di 8 carries e una meta. È mancata però, a sorpresa, la difesa: 24 placcaggi sbagliati su 119 sono tanti (solo un biancoverde in doppia cifra, Lucchesi con 10 placcaggi riusciti) e alla lunga hanno pesato permettendo ai Bulls di guadagnare metri ad ogni carica, prima di allargare su giocatori rapidissimi e pericolosi come Arendse e Moodie, capaci di finalizzare ogni occasioni.  Zebre sconfitte tra i rimpianti Tanti rimpianti per le Zebre, battute 32-18 da degli Scarlets che erano parsi tutto sommato alla portata. Il match era cominciato bene per la squadra di Roselli, subito in vantaggio con Licata, ma gli Scarlets si sono rivelati più cinici rispondendo subito con Elias e Gareth Davies, ma hanno palesato anche dei problemi di disciplina e di continuità, concedendo alle Zebre due occasioni per ribaltare il punteggio con il piede di Montemauri. Alla fine è stata decisiva la differenza di esperienza, come dimostra l’intercetto subito da Montemauri proprio ad opera di Gareth Davies, bravo con la sua esperienza a leggere prima di tutti le intenzioni del numero 10 italiano e a segnare la meta che di fatto spacca la partita. Nella ripresa bravo Hasa a rispondere alla meta di Lewis e a tenere aperta la partita, messa poi in cassaforte dai calci di Costelow per il 32-18 finale.
20 May 2024 - 2 days fa
Leggi articolo
45

Serie A Elite Femminile, Villorba vince a valanga, Valsugana di misura nell’ultimo turno

I risultati dell'ultimo turno di Serie A Elite Femminile regalano una grande prestazione al Villorba, che vince con un roboante 61-5 sul CUS Milano tra le mura amiche e si presentano al meglio alla finale scudetto di Casale del 25 maggio, dove affronteranno il Valsugana, che nella sfida di Colorno mantiene l'imbattibilità in campionato, vincendo con il risultato di 19-20 in terra emiliana. Il girone Playoff si conclude dunque con le Valsugirls in prima posizione, le Ricce in seconda, le Furie Rosse in terza e le Erinni in quarta.Nel girone Playout si disputava oggi una sola partita perché il testa-coda tra Capitolina e Calvisano si era giocato già ieri sera (e aveva visto vincere le romane con il risultato di 22-19). A sorridere, nell'incontro tra Benetton Treviso e Cus Torino, è stata la formazione Serie A Elite Femminile – II Fase – VI GiornataGirone Playoff19 maggio 2024, ore 15:30, Colorno, Campo Paolo PavesiFurie Rosse Rugby Colorno v Valsugana Rugby Padova 19-20 (1-5)19 maggio 2024, ore 15:30, Villorba, Campo Comunale (in diretta su DAZN)Arredissima Villorba Rugby v CUS Milano Rugby 61-5 (5-0)Classifica: Valsugana Rugby Padova 29; Arredissima Villorba Rugby 18;Furie Rosse Rugby Colorno 1; CUS Milano Rugby 5Girone Playout18 maggio 2024, ore 19:00, Roma, Campo dell’UnioneUnione Rugby Capitolina v Rugby Calvisano 22-19 (5-1)19 maggio 2024, ore 16:30, Treviso, Campo Federale San Paolo Benetton Rugby Treviso v Iveco Cus Torino 17-31 (0-5)Classifica: Unione Rugby Capitolina 22*; Iveco Cus Torino 21*; Benetton Rugby Treviso 11; Rugby Calvisano 1*una partita in meno Villorba – domenica 19 maggio 2024Serie A Elite Femminile, II fase - VI giornata  Arredissima Rugby Villorba v CUS Milano Rugby 61-5 (42-0)Marcatori: p,t: 5’ m. Barattin tr. Capomaggi (7-0), 11’ m. Muzzo tr. Capomaggi (14-0), 14’ m. Gurioli tr. Capomaggi (21-0), 17’ m. D’Incà tr. Capomaggi (28-0), 19’ m. D’Incà tr. Capomaggi (35-0), 28’ m. Muzzo tr. Capomaggi (42-0). s.t: 7’ m. Curto (42-5), 14’ m. Zanette (47-5), 20’ m. Capomaggi tr. Capomaggi (54-5), 30’ m. Muzzo tr. Capomaggi (61-5)Rugby Villorba:  Capomaggi; Muzzo, D’Incà (1’ Busana), Busato, Cipolla; Cavina, Barattin (C)(23’ Brugnerotto); Bragante(4’ Triolo), Copat, Gazzi (1’ Puppin); Frangipani (1’ Pin), Tiani (11’ Bonotto); Casagrande (4’ Zanette), Gurioli, Stecca (1’ Crivellaro). All. TubiaCUS Milano: Verocai Galli; Curto (27’ Rapaccioli), Corsini, Severgnini (4’ Maffia), Petrik Vidal; Paganini, Barachetti; Elemi(C), Satragno, Ivashchenko (27’ Carraro); Pagani (36’ Gaglia), Galleani (11’ Liccardo); Turolla, Giampaglia (17’ Logoteta), Cassaghi.All. RigosaArb. Cagnin FrancescoCartellini: nessunoCalciatori:Verocai (0/1)), Capomaggi (8/9)Punti in classifica a: Cus Milano 0, Villorba 5Note: Terreno di gioco in buone condizioni, giornata calda e serena. Spettatori 200.Player of the match: Cipolla (Vil) Colorno, domenica 19 maggio 2024:Serie A Élite Femminile, VI giornata Seconda FaseFurie Rosse Colorno vs Valsugana 19-20 (15-12)Marcatori: 8’ Stevanin (0-5); 12’ m. Antonazzo (5-5); 22’ m. Veronese (5-10); 30’ m. Ostuni (5-15); 34’ Corradini tr. Buso (12-15). s.t. 6’ m. Antonazzo tr. Buso (19-15); 39’ m. Vecchini (19-20).Furie Rosse Rugby Colorno: Catellani; Corradini, Buso, Mannini; Serio (15’s.t. Bonaldo); Capurro, Bertelé (CAP)( 15’ s.t. Rosini); Antonazzo, Locatelli; Jelic (26’s.t. Merusi) , Carnevali (15’ s.t.  Prosperococco); Andreoli (Boledi); Pilani (20’s.t. Dosi), Cheli (26’s.t. Tedeschi), Cuoghi (26’s.t. Casolin).All.: MordacciValsugana Rugby Padova: Zampieri; Vitadello (17’st Rasi), Folli, Stevanin, Ostuni; Bitonci (11’ st Aggio), Stefan; Giordano, Tonellotto (17’s.t Da Lio Rita), Veronese; Della Sala (17’s.t. Margotti), Duca, Fortuna (11’ st Gai); Cerato (11’ st,Vecchini) Jeni (14’s.t. Benini). A disposizione:; Zeni.All.: BezzatiArbitro: Torra, AliceCartellini: 40’p.t. giallo Fortuna (Val); 24’ s.t. giallo Vecchini (Val)Calciatrici: Mannini 0/1 (Col); Buso 2/2 (Col); Stevanin 0/3 (Val); Bitonci 0/1 (Val)  Note: Pomeriggio soleggiato, campo sintetico, circa 250 spettatori Player of the Match: Alice Antonazzo (Col) Campo San Paolo (TV) – domenica 19 maggio 2024 ore 16.30Serie A Élite FemminileBenetton Rugby Treviso v Iveco Cus Torino Rugby 17-31 (10-12)Marcatori: p.t. 2’ meta Segato tr. Dall’Antonia (7-0); 19’ p. Dall’Antonia (10-0); 22’ meta Hu (10-5); 29’ meta Tognoni tr. Gronda (10-12); s.t. 15’ meta Piva tr. Gronda (10-19); 17’ meta Agosta tr. Dall’Antonia (17-19); 33’ meta Piva tr. Gronda (17-26), 40’ meta De Robertis (17-31)Benetton Rugby Treviso: Menotti; Barattin, Agosta, Pellizzon, Di Lorenzo (13’ st Zorzi); Dall’Antonia, Campigotto; Giacomini, Celli, Bacci (34’ st Porricelli); Segato, Este; Franco, Fent (C) (34’ st Sandron), Bottaro (13’ st Stocco). A disposizione: Bado, Vignozzi, Lera.All. Candiago-ZaniIveco Cus Torino Rugby: Pantaleoni; Comazzi, Bruno, Piva, Luoni; Gronda (C), Toeschi; Zoboli, Epifani, Fulcini (35’ pt Gai); Ponzio (34’ st De Robertis), Tognoni; Salvatore (34’ st Reverso), Hu, Dambros Da Silva (8’ st Zini).All. MarshallsayArb. SmussiCartellini: 32’ st giallo a Este (Ben)Calciatori: Dall’Antonia (Ben) 2/2; Gronda (Tor) 3/5;Note: Giornata nuvolosa, campo in buone condizioni.
19 May 2024 - 3 days fa
Leggi articolo
55

Campionati nazionali maschili, i risultati di playoff e playout

Serie A Maschile, Lazio corsara a Verona mentre I Cavalieri fermano il Cus TorinoUnder 18, la Finale per il tricolore tra L’Aquila e Benetton il 25 maggio a Calvisano La Lazio Rugby ipoteca un posto nella Finale di Serie A che l’1 giugno determinerà la promozione nella Serie A Elite Maschile 2023/24 espugnando per 26-8 il Payanini Center di Verona nel turno d’andata delle semifinali della seconda divisione nazionale. I biancocelesti conquistano quattro punti, senza concederne agli scaligeri, e tra una settimana saranno chiamati a difendere il vantaggio sul campo di casa del “Giulio Onesti” di Roma. Vittoria interna con bonus, nell’altra semifinale d’andata, per I Cavalieri PratoSesto che fermano per 37-24 sul prato del “Chersoni” l’Iveco Cus Torino, dominatore del Girone 1 del campionato: un 5-0 per i toscani che il XV sabaudo dovrà cercare di ribaltare tra una settimana sul campo di casa per continuare a sognare un rapido ritorno nella massima serie dopo la retrocessione dell’anno passato.  Tempo di playout in Serie B per decretare l’unica retrocessione nella Serie C 2024/25: a Favaro Veneto gli Squali della Pro Recco soffrono contro i Leoni del San Marco Venezia Mestre ma strappano un successo esterno pesante, 41-43, in attesa di ricevere i lagunari tra una settimana al “Carlo Androne”. Combattutissima anche l’altra semifinale d’andata tra gli Highlanders Formigine e il Rugby Benevento, con gli emiliani a spuntarla di misura, 18-16, in attesa del secondo round sempre sul neutro di Viterbo. Saranno la Rugby L’Aquila Experience e la Benetton Rugby a contendersi sabato 25 maggio al “San Michele” di Calvisano il titolo di Campione d’Italia Juniores Maschile dopo che sia gli abruzzesi che i giovani Leoni hanno conquistato il diritto a disputare la Finale aggiudicandosi i due incontri di ritorno del turno di semifinale.Experience L’Aquila ha superato anche sul campo di casa la Femi-CZ Rovigo, bissando con un successo per 25-19 la vittoria di misura per 20-17 ottenuta la settimana passata al “Battaglini”.Più netta l’affermazione di Benetton Rugby che, dopo aver espugnato per 38-24 domenica scorsa il campo di casa delle Fiamme Oro per 38-24 ha bissato il successo sul campo di casa, vincendo per 37-21.Negli incontri d’andata delle semifinali U16, valide per la Finale del Trofeo “Mario Lodigiani”,  Valsugana Padova e Benetton Rugby hanno centrato la vittoria rispettivamente in casa per 50-26 sui Cavalieri Prato Sesto e in trasferta 21-41 in casa delle Fiamme Oro Rugby. Gare di ritorno domenica 26 maggio per definire le due finaliste di sabato 1 giugno a Pasian di Prato. Serie A Maschile - Playout promozione - semifinali - andataVerona Rugby v Lazio Rugby 1927 8-26 (0-4)Cavalieri Union PratoSesto v Iveco Cus Torino 37-24 (5-0) Serie B Maschile - Playout salvezza - semifinali - andata San Marco Rugby v Pro Recco Rugby 41-43 (2-5)Highlanders Formigine v Rugby Benevento 18-16 (4-1) Under 18 Maschile - Playoff titolo - semifinali - ritornoRugby Experience L’Aquila v Femi-CZ Rovigo 25-19 (4-1) (and. 20-17)Benetton Rugby v Fiamme Oro Rugby 37-21 (5-0) - (and. 38-24)Under 16 Maschile - semifinali andataValsugana Rugby Padova v Cavalieri Union PratoSesto 50-26 (5-1)Fiamme Oro Rugby v Benetton Rugby 21-41 (0-5)
19 May 2024 - 3 days fa
Leggi articolo

Serie A Maschile: i tabellini delle semifinali di andata

Di seguito i tabellini delle semifinali di andata del Campionato di Serie A maschile disputati ieri a Verona e Prato VERONA – LAZIO 8-26 (0-20) – VERONA: Venter; Viel, (6’ st Sardo), Reale, Quintieri, M. Belloni; Ormson, Balzi (6’ st Di Tota); L. Rossi, Ale. Rossi (19’ temp. Galanti; 24’ st Eschoyez), M. Zago (18’ pt Tonetta); Parolo, Riedo (1’ st Redondi); Chistolini (d1’ st Galanti; 26’ st Schiavon), Zorzetto (10’ st L. Bertucco), Schiavon (1’ st Pisani). All. Good. LAZIO: Giovannini; Sodo Migliori (25’ st Mi. Bianco), Cioffi, T. Cruciani, Santarelli; D. Donato, Albanese; J. Donato, Pilati (38’ st Urbani), Parlatore (25’ st Cannata); Cicchinelli (30’ st Tomasini), Sommer; Silla (7’ st D’Aleo), Gisonni (27’ st Hliwa), G. Moscioni (35’ st Criach Montilla). All. De Angelis. Arbitro: Locatelli di Bergamo. Marcatori: 4’ m. Santarelli tr. D. Donato, 10′ m. Cicchinelli tr. D. Donato, 19’ e 30′ cp Donato; st: 10’ cp D. Donato, 18’ cp Ormson, 32’ m. Sardo, 34’ cp D. Donato. Note: esp.temp. di Chistolini e Giovannini UNIONE PRATO SESTO – CUS TORINO 37-24 (20-17) – PRATO SESTO: Puglia; Vi. Fattori, Marioni (28’ st Nistri), Pancini, Pesci; Magni (37’ st Dardi), Renzoni (30’ st Marzucchi); Morelli (27’ st Facchini), Dalla Porta (18’ st Reali), Righini; Casciello (18’ st Mardegan), Ciampolini; Pesucci, Giovanchelli (15’ st Di Leo), Rudalli (15’ st Sansone). All. Chiesa. CUS TORINO: E. Reeves; E. Monfrino (31’ st Perrone), Torres, Groza, Civita; Zanatta (7’ st Imberti), M. Cruciani (32’ st Malavasi); Quaglia, Mastrodomenico, Piacenza (15’ st Spinelli); S. Ursache (1’ st Ciotoli), Andreina; Barbotti (30’ st Liguori), Caputo (35’ st Ronco), Liguori (36’ pt Cataldi). All. D’Angelo. Arbitro: Chirnoaga di Roma. Marcatori: 4’ m. Piacenza tr. Zanatta, 11’ m. Pesci tr. Puglia, 14’ m. Civita tr. Zanatta, 20’ cp Puglia, 31’ cp Zanatta, 35’ m. Magni tr. Puglia, 40’ cp Puglia; st: 7’ m. Magni tr. Puglia, 18’ cp Puglia, 38’ m. Pesci tr. Puglia, 40’ m. E. Reeves tr. Torres. Note: esp.temp. di Sansone (35’ st).

Campionati | 20/05/2024

Bisegni e Fabiani lasciano il rugby giocato

Roma – Ultima partita, ancora insieme, da giocatori sul campo per Oliviero Fabiani e Giulio Bisegni che in occasione del match tra Colorno e Vicenza valido per la Serie A Elite Cup lasceranno il rugby giocato. Sarà per i due ex Azzurri – 10 caps per Fabiani e 16 per Bisegni – quella che nel mondo sportivo viene chiamata “The Last Dance” dopo 14 stagioni disputate insieme tra club e Nazionale. “Da quando ho iniziato a giocare a rugby mi sono sempre impegnato al massimo cercando di darmi obiettivi da raggiungere. Questo sport mi ha dato tanto e mi ha insegnato altre cose che spero di riportare nella vita quotidiana. Ho avuto il privilegio e l’onore di indossare la maglia azzurra e di scendere in campo in un mondiale. Il mio esordio, così come la partita contro la Namibia nel 2019 in Giappone, sono ricordi indelebili” ha dichiarato Fabiani. “Ho iniziato divertendomi a giocare a rugby, ho continuato a farlo durante la mia carriera e lo farò in questa ultima partita. Così come nella vita cerco di trarre il buono da tutto quello che mi si presenta e di non scartare gli aspetti meno positivi, come alcuni momenti della mia carriera, ma di prenderli come opportunità di crescita. Ho vestito la maglia Azzurra, ero in campo contro il Sudafrica nel 2016 e ho partecipato ad un Mondiale dando tutto quello che potevo in campo. Auguro ad ogni rugbista di trarre piacere ed imparare da ogni momento che questo sport ti dona” ha sottolineato Giulio Bisegni

Campionati | 19/05/2024

Serie A Elite Femminile, la Capitolina vince 22-19 con Calvisano nell’anticipo dell’ultimo turno

Una vittoria per concludere la stagione casalinga, in attesa del recupero del 26 maggio a Torino con il Cus: è questo il modo con cui la Capitolina si è congedata dai suoi tifosi, battendo Calvisano (che conclude la Serie A Elite Femminile a digiuno di vittorie) con il risultato di 22-19. Una partita divertente, in cui le romane hanno subito il forcing finale delle lombarde, che, mai dome, hanno messo in campo tutte loro stesse nonostante la certezza della retrocessione in Serie A, togliendosi però la soddisfazione di prendere il primo punto in classifica nella seconda fase del massimo campionato domestico femminile Serie A Elite Femminile – II Fase – VI GiornataGirone Playoff19 maggio 2024, ore 15:30, Colorno, Campo Paolo PavesiFurie Rosse Rugby Colorno v Valsugana Rugby Padova19 maggio 2024, ore 15:30, Villorba, Campo Comunale (in diretta su DAZN)Arredissima Villorba Rugby v CUS Milano RugbyClassifica: Valsugana Rugby Padova 24; Arredissima Villorba Rugby 13;Furie Rosse Rugby Colorno 6; CUS Milano Rugby 5Girone Playout18 maggio 2024, ore 19:00, Roma, Campo dell’UnioneUnione Rugby Capitolina v Rugby Calvisano 22-19 (5-1)19 maggio 2024, ore 16:30, Treviso, Campo Federale San Paolo Benetton Rugby Treviso v Iveco Cus TorinoClassifica: Unione Rugby Capitolina 22; Iveco Cus Torino 16*; Benetton Rugby Treviso 11; Rugby Calvisano 1 Roma “Campo dell’Unione N.1” Sabato 18/05/2024 Ore 19:00Campionato serie A  VI Giornata di Ritorno: Unione Rugby Capitolina-Rugby Calvisano ARL:  22-19 (I° tempo: 17-07)Marcatori: 7’ pt m Farina tr Granzotto (07-00); 13 pt m Mazzoleni tr Signorini (07-07); 17’ pt m Negroni (12-07); 28’ pt m Granzotto (17-07); 12’ st Mazzoleni (17-12); 15’ st m Stasi (22-12); 34’ st Mazzoleni tr Signorini (22-19)Formazioni: Unione Rugby Capitolina: Negroni (2’ st Rossetti); Francolini, Granzotto, Trinca (8’ st Errichiello), Stasi; Gizzi, De Angelis (27’ st Mastrangelo); Farina, Albanese, Pietrini (13’ st Corbucci); Panfilo (13’ st Praitano), Tricerri ( 27’ st Cacciotti); Nobile, Belleggia (16’ st Fiorenza), GirottoAll.: MURER/ AMADIORugby Calvisano ARL: Pirpiliu; Ghironzi, Marzocchi, Moioli, Domenghini; Romersa, Mazzoleni; Armanasco, Mazzola, Mazza; Zazzera, Signorini; Costantini, Ramirez, GereviniAll.: MORELLIArbitro: BENVENUTI Maria Clotilde Cartellini:  26’ st giallo Errichiello (URC)Calciatrici: Granzotto 1/4 ; Signorini 1/3Punti conquistati in classifica: Unione Rugby Capitolina – Rugby Calvisano ARL 5-1Note: Serata tiepida e serena, campo in buone condizioni, circa 250 spettatoriPlayer of the Match: Mazzola (Cal)

Campionati | 18/05/2024

Serie A Elite Femminile, aspettando la finale di Casale va in scena l’ultimo turno

Con i verdetti già emessi, va in scena domani l’ultima giornata del campionato di Serie A Elite Femminile (al netto del recupero di Cus Torino-Capitolina, che si disputerà il prossimo 26 maggio). A retrocedere in Serie A è il Rugby Calvisano, mentre la finale scudetto, che si giocherà a Casale sul Sile (TV) il 25 maggio alle 17.30, in diretta anche su DAZN, sarà tra Valsugana Rugby Padova e Villorba Rugby. Prima però, le gare dell’ultimo turno: Nel girone Playoff il Valsugana viaggia a Colorno, mentre Villorba ospita il CUS Milano (gara trasmessa da DAZN in diretta). Girone Playout che contrappone invece Capitolina e Calvisano, Benetton Treviso e Cus Torino.Qui di seguito il programma dell’ultima giornata: Serie A Elite Femminile – II Fase – VI GiornataGirone Playoff19 maggio 2024, ore 15:30, Colorno, Campo Paolo PavesiFurie Rosse Rugby Colorno v Valsugana Rugby Padova19 maggio 2024, ore 15:30, Villorba, Campo Comunale (in diretta su DAZN)Arredissima Villorba Rugby v CUS Milano RugbyGirone Playout18 maggio 2024, ore 19:00, Roma, Campo dell’UnioneUnione Rugby Capitolina v Rugby Calvisano19 maggio 2024, ore 16:30, Treviso, Campo Federale San Paolo Benetton Rugby Treviso v Iveco Cus TorinoLE ULTIME DAI CAMPI UNIONE RUGBY CAPITOLINAA parlare per le romane è coach Martire: “Sabato sera è l’ultima partita in casa, verrà a Via Flaminia una squadra che non ha più nulla da perdere e alla ricerca dei primi punti in classifica della stagione. Noi dovremo scendere in campo con tutta la concentrazione del mondo per portarci a casa un risultato che non possiamo dare per scontato.”La formazione Negroni; Francolini, Granzotto, Trinca, Stasi; Gizzi, De Angelis;  Farina, Albanese, Pietrini; Panfilo, Tricerri; Nobile (cap), Fiorenza, Girotto. A disposizione: Belleggia, Cittadini, Praitano, Errichiello, Cacciotti, Mastrangelo, Corbucci, Rossetti RUGBY CALVISANOA parlare è il direttore sportivo Luca Marzocchi: ““Il progetto Leonessa Rugby, nato dalla sinergia tra le Società bresciane, nello specifico Calvisano, Rovato,  Centurioni e Brescia, è stato vissuto con passione e dedizione dalle ragazze, pertanto confido che la squadra voglia dare continuità al duro lavoro svolto durante la stagione puntando ad un pronto riscatto nel prossimo campionato di serie A. Nell’immediato abbiamo ancora un appuntamento da onorare e sono convinto che le ragazze scenderanno in campo col giusto impegno e tanta voglia di divertirsi per poter lasciare il palcoscenico dell’Elite con un sorriso e la certezza che la strada intrapresa prima o poi le ripagherà”.La formazione: Pirpiliu; Ghironzi, Marzocchi, Moioli, Domeneghini; Romersa, Mazzoleni; Armanasco (Cap.), Mazzola, Mazza;Zazzera, Signorini; Costantini, Ramirez, Gerevini. A disposizione: Bonfiglio. FURIE ROSSE RUGBY COLORNO“Siamo arrivati agli ultimi 80’ della stagione 2023/2024: il nostro impegno e il nostro desiderio sono di entrare in campo e di far bene questa partita” commenta Michele Mordacci, Head Caoch delle Furie Rosse Colorno, che prosegue: “Domenica sarà una giornata indimenticabile per le Furie Rosse che si apprestano a celebrare tre compagne di squadra – vincitrici dello scudetto 2017/2018 – che hanno deciso di terminare il loro percorso da atlete: Giulia Barbieri, Susanna Boledi e Alice Merusi. A loro va il nostro ringraziamento per tutto l’impegno e la passione dimostrati in questi anni per far crescere la nostra squadra e tutto il movimento rugbistico femminile. Per loro ci sarà sicuramente il giusto tributo. L’unico rammarico non aver potuto inserire in formazione Giulia Barbieri causa infortunio.”La formazione: Catellani; Corradini, Buso, Mannini; Serio; Capurro, Bertelé (CAP); Antonazzo, Locatelli; Jelic, Carnevali; Andreoli; Pilani, Cheli, Cuoghi. A disposizione: Casolin, Tedeschi, Dosi, Boledi, Prosperococco, Merusi, Bonaldo, Bortolotti, Rosini. VALSUGANA RUGBY PADOVA L’head coach Nicola Bezzati ha sottolineato l’importanza di questa sfida: “Ultima partita di campionato ma una partita di rientro dopo lo stop del Sei Nazioni, che prevede la finale scudetto già annunciata. La stiamo preparando con attenzione ai dettagli perché servirà come prova e collaudo per lo scontro finale. Nelle ultime tre settimane, dopo un riposo concesso alle ragazze azzurre, abbiamo accelerato il ritmo in particolare nelle fasi di collettivo, con particolare attenzione ai dettagli delle fasi statiche.” Il coach ha anche evidenziato la natura dell’avversario: “Il Colorno è una squadra fisica che vorrà onorare il campionato mettendoci sotto pressione nel combattimento uno a uno. La nostra attitudine è di rientrare nel sistema di gioco e accettare a viso aperto la sfida.”La formazione: Zampieri; Vitadello, Folli, Stevanin, Ostuni; Bitonci, Stefan; Giordano, Tonellotto, Veronese; Della Sala, Duca, Fortuna; Cerato, Jeni. A disposizione: Vecchini; Benini, Gai, Margotti; Da Lio Rita, Zeni, Aggio; Rasi, Da Lio Emma, Costantini, Ravani. ARREDISSIMA VILLORBA RUGBYIl commento di coach lario Tommasini “Affrontiamo l’ultima partita di campionato consapevoli che sarà l’ultimo impegno davanti al nostro pubblico prima della finale. Sappiamo che la partita non sarà semplice, contro un avversario sempre ostico, forte in touche e aggressivo in difesa. Saremo pronti a dare battaglia e a chiudere nel migliori dei modi il campionato. Sulla formazione abbiamo ancora qualche nodo da sciogliere, ma scenderà in campo la migliore formazione possibile”.La formazione: Capomaggi; Muzzo, D’Incò, Busato, Busana; Cavina, Barattin (C); Frangipani, Copat, Bragante; Pin, Tiani; Casagrande, Gurioli, Stecca. A disposizione: Puppin, Crivellaro, Simeon, Zanette, Triolo, Gazzi, Brugnerotto, Cipolla. CUS MILANO RUGBY”Incontrare squadre forti è sempre un occasione di crescita – ha dichiarato la capitana del CUS Milano, Martina Elemi – anche se nulla c’è sul piatto, sarà per noi un occasione per misurarci e valutare la nostra consistenza di determinazione e carattere”.La formazione: Verocai; Curto, Corsini, Severgnini, Petrik; Paganini, Barachetti; Elemi, Yvashchenko, Satragno; Pagani, Galleani; Turolla, Giampaglia, Cassaghi.A disposizione: Logoteta, Gaglia, Piuselli, Liccardo, Carraro, Maffia, Calini, Rapaccioli. BENETTON RUGBY TREVISO “Ultima partita di campionato, dopo una lunghissima pausa, che ci ha dato la possibilità di continuare il nostro percorso di crescita e sviluppo. Le ragazze vogliono finire con un ottimo risultato che chiuderebbe un anno in crescita. Credo che un fattore chiave per la squadra sia il voler dare un saluto come si deve a Giordana Di Lorenzo che dà il suo addio” commenta prima della gara coach Federico Zani. La formazione: Menotti; Barattin, Agosta, Pellizzon, Di Lorenzo; Dall’Antonia, Campigotto; Giacomini, Celli, Bacci; Segato, Este; Franco, Fent (C), Bottaro. A disposizione: Sandron, Stocco, Bado, Porricelli, Vignozzi, Zorzi, Lera. IVECO CUS TORINOQueste le parole di coach Paul Marshallsay: “domenica ci aspetta una trasferta molto dura, l’ultima di quest’anno. Treviso è una squadra che ha fatto molti progressi rispetto alla scorsa stagione, e che sta facendo vedere alcune cose interessanti, soprattutto in attacco. Hanno ottime individualità e una buona dose di esperienza che sicuramente le rendono avversarie temibili. Per quanto ci riguarda, ci sentiamo ben preparate e pronte ad andare là per vincere”.La formazione: Pantaleoni; Comazzi, Bruno, Piva, Luoni; Gronda (Cap.), Toeschi; Zoboli, Epifani, Fulcini; Ponzio, Tognoni; Salvatore, Hu, Dambros Da Silva. A disposizione: Reverso, Zini, De Robertis, Gai.

Campionati | 18/05/2024

Gori detto Ugo

Lingua sciolta e passaggio veloce: poteva chiamarsi Edoardo uno così? E infatti Gori ha deciso di chiamarsi Ugo, di esser contenuto, tutto intero, in sette lettere. Comodo per la vita, perfetto per il ruolo. Un nome da titolo, dicevano i vecchi giornalisti dell’età del piombo. Ugo è fiorentino di Borgo San Lorenzo, luogo di scontri tra guelfi e ghibellini e di prime esperienze per un giovane Giotto. Anche Gori, cresciuto e legatissimo ai Cavalieri di Prato, era molto giovane, meno di 20 anni, quando è stato chiamato per la prima volta in Nazionale: a Firenze, contro l’Australia, era Nick Mallett che lo avrebbe portato ai Mondiali neozelandesi del 2011. Da quella volta – era il 2010 – le presenze sono diventate 69, passate a a picchiettare il pallone sulle schiene degli avanti, a pensare rapido. A provare a risolvere da solo: gli è riuscito in Coppa del Mondo, nel 2015, contro la Romania. Jacques Brunel aveva fiducia in lui. Brunel, appassionato enologo e produttore a Auch, serve a introdurre quel che può apparire come un particolare curioso: la carriera dimostra che Ugo deve aver predilezione per i luoghi dove nasce il vino: dal luogo natio (appena a sud c’è il Chianti), è finito, per nove anni, al Benetton: nella Marca trevigiana il bianco ha la meglio sul rosso. Poi, e sino a oggi, a Colomiers, Occitania o Alta Garonna, appena a nord di Tolosa la rossa. Intorno, molta vigna bassa e vini non troppo impegnativi, perfetti per chiacchierare di rugby in un luogo dove il gioco permea le coscienze e occupa le passioni. Per il brindisi finale a una vita da mediano lo lasciamo libero di scegliere tipo, etichetta e gradazione. Di sicuro – con quel suo sorriso contagioso, con quella sua dialettica efficace – non stapperà una bottiglia banale.

News | 17/05/2024

Bingham Cup, a Roma il mondiale di rugby inclusivo dal 22 maggio

 Presso la sala della “Protomoteca” del Campidoglio si è svolta la conferenza stampa di presentazione dell’XI edizione della “Bingham Cup – Roma 2024”, il torneo di rugby amatoriale LGBTQIA+ più importante al mondo, davanti alle massime autorità capitoline, della Regione e dello Sport italiano. A sottolineare il valore sociale della “Bingham Cup”, la presentazione del campionato mondiale di rugby inclusivo cade nella data, il 17 maggio, che le Nazioni Unite e l’Unione Europea hanno istituito come Giornata internazionale contro l’omofobia, la bifobia e la transfobia. Presenti all’evento, moderato dal giornalista Daniele Piervincenzi: l’Assessore allo Sport, Turismo, Moda e Grandi Eventi di Roma Capitale, Alessandro Onorato, il Direttore regionale degli Affari della Presidenza, Turismo, Audiovisivo e Sport della Regione Lazio, Paolo Giuntarelli, il Presidente della Federazione Italiana Rugby, Marzio Innocenti, il Presidente del Comitato Organizzatore della “Bingham Cup – Roma 2024), Gianmarco Forcella, Antonio Parrilla (Funzionario apicale del Servizio Comunicazione, Affari internazionali, Studi e Ricerche del Dipartimento dello Sport della Presidenza del Consiglio dei Ministri) e Mario Colamarino (Presidente del circolo di cultura omosessuale “Mario Mieli”). La “Bingham Cup”, prende il nome da Mark Bingham, il rugbista eroe statunitense morto nello schianto del volo United 93 l’11 settembre 2001, e, dopo la cerimonia ufficiale di inaugurazione che avrà luogo mercoledì 22 maggio alle 19.30 a Roma nella suggestiva location del Palatiziano, dal 23 al 26 maggio oltre 3.500 rugbisti e più di 100 squadre provenienti da quattro continenti daranno vita al torneo, su otto campi collocati nell’area del quartiere EUR. «È stato un onore supportare questa candidatura, Roma ha un appeal internazionale legato ai grandi eventi e al turismo, inoltre con la Bingham Cup si aggiunge un messaggio sociale fortissimo – ha dichiarato l’Assessore allo Sport, Turismo, Moda e Grandi Eventi di Roma Capitale, Alessandro Onorato – È surreale pensare che nel 2024 in Italia e nel mondo esistano ancora forme di esclusione e che il voler vivere apertamente la propria sessualità possa portare all’esclusione dalla pratica sportiva. La Capitale e il rugby hanno un rapporto unico, Roma è la casa del rugby italiano e siamo orgogliosi che questo evento si disputerà su numerosi impianti, dei quali ben tre comunali. La Bingham Cup sarà un grande evento internazionale che porterà migliaia di persone, atleti e appassionati nella nostra città». «Avere la possibilità di ospitare a Roma un evento mondiale importante come la Bingham Cup è motivo di orgoglio per l’intero movimento del rugby italiano – ha dichiarato il Presidente della Federazione Italiana Rugby, Marzio Innocenti – Ancora una volta voglio esprimere un concetto importante: il nostro sport, fatto di impegno e sacrificio, è di tutti ed è per tutti. Per questo plaudo alla scelta di organizzare un’importante manifestazione come la Bingham Cup, che accoglie in Italia atlete e atleti appartenenti alla comunità LGBTQIA+ provenienti da tutto il mondo, a ulteriore riprova dello spirito di fratellanza e di coesione che vogliamo sostenere ogni volta in cui c’è la possibilità di farlo». Un torneo particolarmente importante, che muove un’importante fetta di turismo sportivo e che da mettere insieme non è sicuramente semplice: più di 100 squadre, 3500 partecipanti e tante migliaia di tifosi che seguiranno le partite – ha detto il Direttore regionale degli Affari della Presidenza, Turismo, Audiovisivo e Sport della Regione Lazio, Paolo Giuntarelli – C’è, dunque, bisogno di una rete organizzativa molto diffusa e capillare e anche in questo vedo l’aspetto dell’inclusività e della partecipazione. Siamo orgogliosi che questo torneo si tenga nella nostra Regione e rinnoviamo il nostro sostegno a questa bella iniziativa. «La Bingham Cup – ha dichiarato Antonio Parrilla, Funzionario apicale del Servizio Comunicazione, Affari internazionali, Studi e Ricerche del Dipartimento dello Sport della Presidenza del Consiglio dei Ministri – è un evento la cui parole d’ordine sono inclusione e coesione e tutto questo si incastra perfettamente con il progetto che stiamo portando avanti con molti Paesi: “Combating hate speech in sport” promosso dal Consiglio d’Europa e che vuole combattere il fenomeno dei discorsi d’odio nello sport con il claim “Sport is respect”. Lo sport è rispetto e i discorsi di odio che partono dal disprezzo non possono esistere». «Siamo fieri e non vediamo l’ora di poter celebrare, per la prima volta a Roma, un evento che siamo sicuri segnerà un importante momento di sport – ha detto il Presidente del Comitato Organizzatore, Gianmarco Forcella – Sarà un’occasione imperdibile non solo per godere di uno spettacolo sportivo unico nel suo genere, ma anche per promuovere, oltre ai valori intrinseci del rugby come rispetto dell’avversario, rispetto delle regole e sostegno, anche quelli di inclusione e diversità. Non vediamo l’ora di accogliere così tante persone nella Città Eterna e di far conoscere a tutti la nostra realtà». I campi di gara Stadio delle Tre Fontane (Via delle Tre Fontane 5, Roma) Dabliu EUR (Viale Egeo, 98, 00144 Roma RM) Rugby Roma Olimpic (Via di Tor Pagnotta, 351, 00143 Roma RM Stadio Alfredo Berra (Via Giuseppe Veratti, 00146 Roma Stadio del rugby di Corviale (Via Degli Alagno, 37, 00148 Roma RM Polisportiva Ostiense (Lungotevere Dante, 3, 00146 Roma RM

Impegno Sociale | 17/05/2024

Campionati

FIR Informa

Altri articoli

Nuova normativa sul vincolo sportivo e premio di formazione tecnica

Con la riforma del vincolo sportivo, introdotta dal D.Lgs 36/2021 e successivamente modificata dal decreto-legge n. 75 del 22 giugno 2023, sono state modificate le disposizioni regolamentari che hanno interessato, preliminarmente, lo Statuto Federale e il Regolamento Organico attraverso apposita deliberazione della Giunta Nazionale del CONI. La modifica normativa principale consiste nella definizione in massimo due stagioni sportive della durata del vincolo regolamentare e la revisione del premio di formazione tecnica. Il vincolo consiste nell’obbligo per l’atleta di praticare lo sport del rugby e di tutte le rispettive specialità e varianti esclusivamente nell’interesse dell’associato con il quale è tesserato e nel divieto di praticare il medesimo sport con altro associato, salvo il consenso vincolante dell’associato. Il vincolo si costituisce con la procedura di tesseramento mediante la compilazione della modulistica predisposta dalla FIR (art. 34 del Regolamento Organico, comma 1 e 2).Il regime del vincolo sportivo è determinato dall’età del giocatore al momento del tesseramento. Gli effetti regolamentari prodotti dal compimento degli anni di età durante la stagione sportiva, si producono dal 1° luglio della stagione sportiva successiva. Il vincolo sportivo vincola il tesserato giocatore al soggetto affiliato fino al 30 giugno della stagione sportiva in cui termina (art. 35 del Regolamento Organico). Le nuove disposizioni sul vincolo REGOLAMENTARE prevedono:  La nuova disciplina del vincolo sportivo entra in vigore dal 1° luglio 2024 con la nuova stagione sportiva 2024/2025. Sino a tale momento rimangono vigenti le precedenti disposizioni sia in tema di vincolo sportivo sia di indennità di formazione. Per i giocatori dal 14° anno al 26° anno di età il vincolo sportivo è biennale e l’atleta resterà vincolato al soggetto affiliato di appartenenza per un periodo pari a due stagioni sportive. Il tesseramento per la seconda stagione sportiva si intende rinnovato automaticamente. Per i giocatori delle restanti età il vincolo sportivo è annuale e limitato alla stagione sportiva per cui l’atleta è tesserato con il soggetto affiliato ed il trasferimento non è subordinato al rilascio del nulla osta Al termine dell’anno sportivo che conclude il periodo di vincolo, l’atleta è libero di rinnovare il tesseramento con il soggetto affiliato di appartenenza o di chiedere il tesseramento con altro associato. In quest’ultimo caso, qualora previsto, previo versamento di un Premio di formazione tecnica da parte del soggetto affiliato a cui il giocatore si trasferisce. In particolare, nella stagione in cui scade il solo vincolo biennale, l’atleta dovrà comunicare all’affiliato, entro e non oltre il termine stabilito dal Consiglio Federale, la volontà di non rinnovare il vincolo; in caso contrario l’atleta dovrà intendersi vincolato e la società sportiva potrà esercitare il rinnovo del tesseramento per un nuovo periodo. Tale volontà dovrà essere esercitata in forma scritta attraverso posta elettronica certificata o mezzo equivalente tale da dimostrare l’avvenuta ricezione (si fa riferimento alla data di arrivo della comunicazione alla società sportiva) direttamente alla società sportiva di appartenenza. Ai fini della prima applicazione delle nuove disposizioni il termine entro cui manifestare la volontà di svicolo è il 20 maggio 2024. L’atleta comunque, durante il vincolo, entro il termine stabilito annualmente dal Consiglio Federale, ha la facoltà di essere trasferito con il consenso dell’affiliato di appartenenza ad altro soggetto affiliato, con il quale si stabilirà analogo vincolo, fatto salvo il versamento di un Premio di formazione tecnica, qualora previsto, da parte del soggetto affiliato a cui il giocatore si trasferisce. https://www.youtube.com/live/X5NVyLeLWn4?si=pKUcDs0o7z3VkrwG Il vincolo sportivo VOLONTARIO, invece, è il vincolo che si determina tra tesserato giocatore maggiorenne e soggetto affiliato in conseguenza di un accordo tecnico agonistico tra essi intervenuto, della durata massima di quattro stagioni sportive, che deve risultare, a pena di nullità, da atto scritto. In tal caso il tesseramento si rinnoverà di stagione in stagione sportiva per la durata stabilita dall’accordo e ne seguirà le vicende. Durante la vigenza dell’accordo il giocatore potrà essere trasferito con nulla osta da parte del soggetto affiliato di appartenenza od a seguito di lodo arbitrale che preveda la risoluzione dell’accordo. La validità e la opponibilità di tali accordi devono risultare da un “memorandum”, conforme al modello stabilito dalla Federazione che, debitamente sottoscritto dal Presidente del soggetto affiliato e dal giocatore, deve essere depositato entro 30 giorni dalla sua stipula presso l’ufficio Affiliazione e Tesseramento, che lo annoterà in apposito registro, anche in formato digitale. Il vincolo sportivo volontario, salvo quanto espressamente previsto, prevale sul vincolo sportivo regolamentare. L’indennità di formazione viene sostituita dal PREMIO DI FORMAZIONE TECNICA, riconosciuto per i soli giocatori maggiorenni (ovvero che compiono il 18° anno nella stagione sportiva), ha lo scopo di indennizzare, di norma, il soggetto affiliato di appartenenza del giocatore, in costanza di affiliazione, a partire dal quadriennio di formazione, in caso di trasferimento dello stesso ad altro soggetto affiliato, per le spese sostenute e per le attività svolte e finalizzate alla formazione fisica, atletica e tecnica del giocatore e del vivaio. Il premio è dovuto per i soli giocatori che hanno iniziato la loro attività sportiva in Italia nelle categorie Propaganda o Juniores. Ai fini del calcolo del premio, si tiene altresì conto di: età del tesserato ed il momento in cui si verifica il trasferimento; delle effettive stagioni sportive di tesseramento; del massimo campionato Seniores a cui è iscritto il soggetto affiliato di destinazione. Le modalità e le procedure di versamento del Premio di formazione tecnica saranno definite con successivo provvedimento dal Consiglio Federale. La Federazione comunicherà le attività previste per illustrare la nuova normativa alle società sportive che si faranno pertanto parte diligente per informare tutti i propri tesserati. Slide Vincolo e premio_def Materiali disponibili per il download Fac simile lettera di mancato rinnovo vincolo sportivoDownload

FIR Informa | 22/04/2024

Consiglio Federale, approvato il Bilancio Preventivo 2024

Roma – Il Consiglio Federale della FIR, riunito martedì 26 marzo in video-conferenza, ha approvato a maggioranza il Bilancio Preventivo 2024.  L’esercizio evidenzia una sostanziale tenuta dei ricavi che, pur al netto delle contribuzioni straordinarie ricevute nel 2023 da Sport&Salute, si mantengono superiori ai 41 milioni di euro garantendo la piena continuità delle progettualità sportive internazionali e nazionali, con l’82% delle risorse economiche investite nell’attività sportiva, tanto di alta prestazione che di partecipazione.  La partecipazione alle manifestazioni internazionali registra un incremento lievemente superiore al milione di euro rispetto al dato 2023, per un totale di ricavi di €25.365.000, pari al 61% del valore complessivo della produzione FIR, mentre i contributi deliberati da Sport&Salute quale quota ordinaria finalizzata alle attività sportive di alta prestazione, nazionale e di funzionamento si attestano a €5.967.045,00. Il costo della produzione è pari a 48.9 milioni di euro, contro i 50.4 milioni dell’esercizio 2023, a fronte di un incremento degli investimenti necessari per porre le basi per la competitività delle Squadre Nazionali seniores e juniores e della contestuale riduzione delle entrate derivanti dai diritti televisivi internazionali, solo in parte compensati da un confortante sviluppo dei proventi commerciali e dalle accresciute contribuzioni istituzionali derivanti dai protocolli sottoscritti con l’agenzia governativa ICE per la promozione del made in Italy all’estero, dall’accordo con il Ministero dell’Agricoltura e con le Regioni di Lazio e Abruzzo. Il risultato negativo dell’esercizio preventivo 2024, pari a €7.832.330,55, non risulta inficiare in alcun modo la continuità aziendale e istituzionale, consentendo di contro sia di continuare negli investimenti opportuni allo sviluppo dell’attività sportiva di alta prestazione – ed ai conseguenti, fondamentali ricavi da essa derivanti – sia di ridurre progressivamente lo stato di sovra-patrimonializzazione di FIR, così come da raccomandazioni degli organi di controllo istituzionale, scongiurando una diminuzione strutturale dei contributi dell’Ente Erogatore nei futuri esercizi.  Al momento dell’approvazione del Preventivo 2024, il patrimonio netto della FIR è superiore ai 23 milioni di euro, il quarto tra le Federazioni Sportive Nazionali, garantendo la piena continuità della struttura in un contesto post-pandemico che ha fortemente impattato e continua a impattare sui principali competitor europei di FIR, con la sola Rugby Football Union – forte di un valore della produzione cinque volte superiore a quello italiano – in grado di generare profitti nel corso del 2023, seppur in quantità sensibilmente ridotta rispetto ai precedenti esercizi.  Per il triennio 2024/2027 la Federazione Italiana Rugby proseguirà nel percorso di sviluppo e ottimizzazione degli asset produttivi e di contestuale razionalizzazione dei costi, con l’obiettivo di raggiungere un sostanziale pareggio nel corso dell’esercizio 2027. Il Bilancio Preventivo 2024 verrà pubblicato sul sito internet istituzionale successivamente all’approvazione degli organi di controllo preposti.

FIR Informa | 27/03/2024

Contributo per oneri previdenziali in favore delle associazioni e società sportive dilettantistiche

A partire dalle ore 12 di lunedì 11 marzo 2024 e fino alle ore 23,59 di lunedì 22 aprile 2024 sarà possibile presentare, attraverso la apposita funzionalità messa a disposizione sulla piattaforma del Registro Nazionale delle attività sportive dilettantistiche, la domanda per l’accesso al contributo di cui al comma 8 sexies dell’art. 35 del decreto legislativo 2021, n. 36, che ha stanziato a tal fine oltre 8 milioni di euro. Il contributo è pari all’ammontare dei contributi previdenziali versati dalle ASD o SSD, a loro carico, sulle quali grava l’obbligo di denuncia e versamento, sui compensi dei lavoratori sportivi titolari di contratti di collaborazione coordinata e continuativa. I compensi devono essere stati erogati nei mesi di luglio, agosto, settembre, ottobre e novembre 2023. L’ammontare dei contributi concessi non potrà in alcun caso superare lo stanziamento totale di 8,3 milioni di euro, di cui al comma 8-decies dell’articolo 35 del d.lgs. 28 febbraio 2021 n.36; in caso di presentazione di domande di accesso al contributo in misura eccedente al predetto stanziamento, si procederà alla rimodulazione proporzionale dei contributi concessi. Per l’accesso al contributo dovranno sussistere i seguenti presupposti: essere una associazione sportiva dilettantistica (ASD) o società sportiva dilettantistica (SSD) iscritta al Registro nazionale delle attività sportive dilettantistiche di cui al d. lgs 28 febbraio 2021 n.39, alla data del 4 settembre 2023; la cancellazione dal Registro comporta la decadenza dal contributo e il recupero dello stesso limitatamente alla quota del contributo fruita nel medesimo anno successivamente alla data di cancellazione; non avere conseguito, nell’anno di imposta 2022, ovvero, per le associazioni o società sportive dilettantistiche con bilancio infrannuale, nell’anno di imposta conclusosi nel corso del 2022, ricavi, di qualsiasi natura, superiori a 100.000,00 euro; avere versato contributi previdenziali in favore di lavoratori sportivi, regolarmente censiti sul Registro Nazionale delle Attività sportive Dilettantistiche, titolari di un rapporto di collaborazione coordinata e continuativa, riferiti a compensi erogati, nei mesi da luglio a novembre 2023. Per presentare la domanda di contributo le ASD e le SSD dovranno utilizzare l’apposita funzionalità messa a disposizione sulla piattaforma del Registro nazionale delle attività sportive dilettantistiche. Si rappresenta che l’ordine di arrivo delle domande non è rilevante ai fini dell’accesso al contributo. Si pubblica il decreto del Ministro per lo Sport e i Giovani, di concerto con il Ministero dell’Economia e delle Finanze del 2024 che definisce le modalità e i termini di concessione e di revoca del contributo; sulla piattaforma del registro saranno pubblicate le istruzioni operative per la presentazione della domanda per la corresponsione del contributo. Per eventuali chiarimenti è possibile inviare una email all’indirizzo registro@sportesalute.eu  Ulteriori informazioni sul sito del Dipartimento per lo Sport

FIR Informa | 11/03/2024

Presentato il francobollo ufficiale del rugby italiano

Il Ministero delle imprese e del Made in Italy ha emesso l’8 marzo 2024 un francobollo ordinario, appartenente alla serie tematica “Lo Sport dedicato alla Federazione Italiana Rugby, con indicazione tariffaria B.Nella vignetta, su un fondino azzurro, entro un ovale bianco, è riprodotto il logo della Federazione Italiana Rugby, affiancato dal caratteristico pallone della Nazionale italiana rugby su cui si stagliano il logo e i colori della bandiera italiana.Il francobollo è stato presentato ufficialmente nel pre-partita di Italia v Scozia, unitamente ai prodotti filatelici sviluppati in collaborazione con Poste Italiane e Istituto Poligrafico Zecca dello Stato, dal Presidente federale Marzio Innocenti e dal Vicario Giorgio Morelli unitamente ai vertici di Ministero, Zecca e Poste Italiane, accompagnato da una serie di esclusivi prodotti filatelici sviluppati. Presenti alla cerimonia anche l’ex Capitana della Nazionale Italiana Femminile Paola Zangirolami e l’atleta dell’Italia Femminile U20 Angelica Cittadini, che hanno ufficialmente svelato il francobollo.“Siamo entusiasti di poter svelare il primo francobollo di forma ovale nella storia del nostro Paese – ha detto il Presidente della FIR, Marzio Innocenti – lanciando idealmente, con oggi, il cammino che ci porterà verso le celebrazioni per i cent’anni della Federazione nel 2028. Confidiamo anche questo rappresenti un passo nel percorso di contaminazione della cultura italiana che abbiamo intrapreso con la nostra governance”. Sabato 9 marzo, al Peroni Nastro Azzurro Terzo Tempo Village sarà presente uno stand dedicato di Poste Italiane dove sarà possibile acquistare lo speciale folder ovale con tutti i prodotti filatelici (cartolina, busta primo giorno di emissione, etc.) oltre al francobollo e, nel programma ufficiale, sarà riservata una pagina speciale con uno spazio “bianco” dedicato per francobollo e annullo.

Area Stampa | 08/03/2024

Bando per le borse di studio “In Campo con Fede Sport”

L’ Associazione In Viaggio con Fede, con il patrocinio della Federazione Italiana Rugby, promuove un concorso rivolto alle società sportive con l’obiettivo di sensibilizzare le giovani generazioni ai valori di altruismo e condivisione. I riconoscimenti verranno concessi a coloro che incarnano valori etici di generosità, di sensibilità, di solarità che sono emersi durante la stagione sportiva 2023-2024 attraverso gesti di accoglienza, di empatia, di aiuto e di condivisione nei confronti dei compagni o avversari di squadra o, in generale, all’interno delle proprie comunità. Verranno ammesse a partecipare al concorso le società sportive di tutta Italia affiliate FIR. Le borse di studio saranno assegnate a un giocatore o un gruppo di giocatori o una squadra che hanno manifestato con il loro comportamento una o più delle seguenti caratteristiche:• accoglienza e sensibilità nei confronti degli altri (compagni di squadra, allenatori, avversari, arbitri, pubblico),• capacità di ascolto ed empatia;• capacità di osservazione, condivisione e pazienza;• capacità di prendersi cura e carico dei problemi e dei bisogni degli altri;• capacità di portare equilibrio, serenità e positività nelle varie situazioni;• volontà di sentirsi parte integrante di un gruppo e voler essere un elemento propositivo. I vincitori saranno premiati durante il torneo under 18 “In viaggio con Fede” , che si terrà il giorno 18 maggio 2024, presso lo Stadio Invernici di Brescia. Clicca qui per scaricare il bandoClicca per il modulo per la candidatura

FIR Informa | 29/02/2024

Documenti

Vedi di più

Scopri la collezione 23/24

Visita il nostro store

Newsletter FIR

Iscriviti