©2023 Federazione Italiana Rugby

15

Nazionale Under 20, deciso il XV per il playoff contro la Spagna: Bellucci non recupera, Mirko Belloni ok

Cape Town – Mancano ormai meno di 48 ore al match più importante del Mondiale degli Azzurrini: a Stellenbosch, teatro dell’ultima uscita contro la Georgia, il match tra Italia e Spagna aprirà alle ore 14:00 il pomeriggio dei playoff iridati, con le sei partite destinate a decidere gli accoppiamenti del giorno delle finali, a calendario il 19 luglio. La sconfitta di martedì scorso con la Georgia ha spinto la squadra al quarto posto nella Pool B, determinando il secondo incrocio nel giro di un mese con le giovani Furie Rosse, classificatesi al quarto posto con zero punti nella Pool A (tre sconfitte contro Nuova Zelanda, Galles e Francia, 35 punti fatti, 125 subiti). Per l’Italia la fase di qualificazione si è chiusa a quota 4 in classifica, con due sconfitte (Irlanda e Georgia) e un successo (Australia), per un totale di 49 punti fatti e 95 subiti. A San Benedetto del Tronto, nel warm-up test del 15 giugno, Botturi & co. si imposero per 36 a 5 nell’unica amichevole pre-Mondiale, un contesto che chiaramente a Cape Town sarà completamente diverso. Dopo la seduta mattutina sul campo della UCT, con il reintegro pieno di Mirko Belloni dopo la conclusione positiva del protocollo HIA e la conferma dell’indisponibilità del flanker Luca Bellucci e del tallonatore Nicholas Gasperini (toccato duro poco poco dopo la sua meta con la Georgia), oltre che di Lorenzo Elettri, lo staff Azzurro ha ufficializzato pochi minuti fa i 23 giocatori per la sfida al XV iberico, in programma al “Danie Craven Stadium”. Partendo dalla linea veloce, il triangolo arretrato conferma per l’appunto Mirko Belloni estremo con l’ingresso tra i titolari di Scalabrin e Imberti alle ali. Ai centri si riforma la coppia Bozzo-Zanandrea, mentre in mediana non cambia la composizione con Brisighella all’apertura e Casilio a dirigere il pack. Tra gli avanti Capitan Botturi battezza la prima da titolare di Nelson Casartelli, protagonista di un ottimo impatto sulla gara contro la Georgia al momento del suo ingresso in campo, con Milano che torna a giocare flanker per chiudere il reparto. In seconda linea nuovamente affiancati Gritti e Mirenzi, dietro al trio all’ingaggio che conta Siciliano in mezzo ad Ascari a destra e Pellicioli a sinistra. In panchina scelta la formula 5+3, con Padoan, Pucciariello e Zucconi di nuovo in lista gara. “Il test di un mese fa non va preso come riferimento se non davvero parzialmente”, commentano Alessandro Lodi e Andrea Marcato, assistenti dell’head-coach Roberto Santamaria proprio dall’amichevole in terra marchigiana contro gli spagnoli. “Abbiamo studiato attentamente la Spagna nei tre match fin qui giocati al Mondiale, e la crescita rispetto a un mese fa è evidente: giocano un rugby veloce, con alcune individualità interessanti sia in fase aperta che nella gestione del breakdown. Noi dobbiamo restare focalizzati sulla nostra identità e sul nostro piano di gioco, consapevoli del nostro valore e rispettosi al massimo di un avversario e di una competizione che meritano la nostra migliore prestazione possibile. Del peso specifico di una partita così tutti noi, staff e giocatori, siamo ben consci: la capacità di gestire la pressione in momenti così delicati è parte del percorso di crescita di questi ragazzi che sono in uscita dal rugby giovanile e pronti a diventare atleti maturi, ma lo stesso discorso vale anche per noi dello staff”. Per Nelson Casartelli, flanker al debutto tra i titolari, un equilibrio delicato tra l’emozione della prima volta e la tensione per una partita senza rete: “Sono felicissimo, orgoglioso di partire dal primo minuto e pronto a dare il 100% assieme a tutti i miei compagni contro un avversario che è cresciuto molto rispetto a quando ci abbiamo giocato contro prima del Mondiale”, racconta il terza linea della Benetton Rugby. “Sappiamo di non poter sbagliare questo passaggio, così come sappiamo che questa Italia vale di più di quello che ha dimostrato finora. Sta a noi sistemare le cose e continuare nel nostro percorso di crescita, il match di domenica lo abbiamo preparato bene e tutto dipende solo da noi adesso”.     Arbitra l’incontro l’argentino Nehuén Jauri Rivero, gli assistenti saranno entrambi sudafricani con designazione attesa nella giornata di domani. ITALIA U20 v SPAGNA U20 | la formazione annunciata:15 BELLONI Mirko (2004, Verona Rugby)14 SCALABRIN Marco (2004, Rugby Vicenza)13 ZANANDREA Federico (2005, Mogliano Veneto Rugby)12 BOZZO Nicola (2004, USA Perpignan)11 IMBERTI Francesco (2004, CUS Torino)10 BRISIGHELLA Simone (2004, Rugby Viadana 1970)9 CASILIO Lorenzo (2004, Rugby Vicenza)8 BOTTURI Jacopo - Capitano (2004, Petrarca Rugby)7 MILANO Giacomo (2005, U.R. Capitolina)6 CASARTELLI Nelson (2005, Benetton Rugby)5 GRITTI Piero (2005, AS Montferrandaise)4 MIRENZI Samuele (2004, VII Rugby Torino)3 ASCARI Davide (Rugby Colorno 1975)2 SICILIANO Valerio (2004, CA Briviste Corrèze)1 PELLICCIOLI Sergio (2005, Rugby Lyons) A disposizione:16 PADOAN Vittorio (2004, Mogliano Veneto Rugby)17 GENTILE Francesco (2004, Mogliano Veneto Rugby)18 PISANI Federico (2004, Verona Rugby)19 MIDENA Mattia (2005, Rugby Paese)20 ZUCCONI Cesare (2004, Cavalieri U.R. Prato Sesto)21 JIMENEZ Mattia (2004, Rugby Petrarca)22 PUCCIARIELLO Martino (2004, CUS Milano)23 DE VILLIERS Patrick (2004, Rugby Noceto) World Rugby conferma la trasmissione in live streaming, gratuito e in chiaro per tutti gli utenti dei Paesi privi di un broadcaster accreditato (quindi anche l’Italia), sulla propria piattaforma Rugbypass.tv, comunicando le seguenti modalità operative:  Accedi al sito rugbypass.tv o scarica l’applicazione RugbyPassTV da AppStore o PlayStore+ Seleziona “Crea un Account” Fornisci i dati di base richiesti: ora puoi seguire il Mondiale U20 e tutti gli altri contenuti gratuiti di RugbyPass.tv ITALIA U20 - verso il Mondiale22-25 aprile: raduno a Parma18-30 maggio: raduno a Treviso3-6 giugno: raduno a Parma12-16 giugno: raduno a San Benedetto del Tronto15 giugno: warm-up test Italia U20 v Spagna U20 (36-5)21 giugno: raduno pre-Mondiale a Treviso23 giugno: partenza da Venezia per CapetownWORLD RUGBY U20 CHAMPIONSHIP Pool A: Francia, Nuova Zelanda, Galles, Spagna
Pool B: Irlanda, Australia, Italia, Georgia 
Pool C: Sudafrica, Inghilterra, Argentina, Fiji Fase di qualificazione
Giornata 1: Sabato 29 giugno Italia U20 v Irlanda U20 55-15 (Cape Town Stadium, k.o. 16:30)Giornata 2: Giovedì 4 luglio Australia U20 v Italia U20 12-17 (Athlone Stadium, k.o. 19:30)Giornata 3: Martedì 9 luglio Italia U20 v Georgia U20 (Danie Craven Stadium, k.o. 16:30) Playoff e FinaliGiornata 4: Domenica 14 luglio (Playoff)
Giornata 5: Venerdì 19 luglio (Finali)
12 Luglio 2024 - 1 giorno fa
Leggi articolo
25

Italia v Argentina, dal 15 luglio i biglietti per il 9 novembre al BluEnergy Stadium di Udine

La Federazione Italiana Rugby informa che, dalle ore 15 di lunedì 15 luglio, saranno disponibili per la vendita al pubblico e alla community FIR i biglietti per il test-match Italia v Argentina di sabato 9 novembre al BluEnergy Stadium di Udine, turno inaugurale delle Autumn Nations Series 2024. Per il derby latino tra gli Azzurri di Gonzalo Quesada e i Pumas, che mette per la prima volta in carriera il CT azzurro di fronte alla Nazionale la cui maglia ha indossato in trentanove occasioni, la community FIR e gli appassionati potranno acquistare i biglietti accedendo al portale federugby.ticketone.itPrezzi a partire da 30€ per il pubblico, mentre tutti i membri della community FIR in possesso di un codice di tesseramento o del numero di token collegato alla sottoscrizione al FIR Honour Club potranno usufruire da subito di condizioni agevolate sui prezzi dei biglietti  Settori e prezzi interi/PromoFIRCurva Nord e Curva Sud 30€/15€Distinti 45€/23€Tribuna Laterale Nord/Sud 50€/35€Tribuna Distinti Special 55€/39€Tribuna Centrale Nord/Sud 75€/53€ PromoFIRI membri della community FIR, in possesso di un codice di tesseramento o del numero di token FIR Honour Club, potranno acquistare accedendo a federugby.ticketone.it e seguendo i seguenti step: a. Cliccare sulla partita Italia v Argentinab. Inserire il codice di tesseramento FIR o il numero di token FIR Honour Club nella sezione "Sblocca Evento" c. Cliccare "Invia"d. Scegliere i posti preferiti, sino a un massimo di dieci biglietti per transazione Nota: Per ogni biglietto verrà applicato il diritto di prevendita pari a 2 Euro. Non è necessario indicare i riferimenti anagrafici dei singoli acquirenti. Gruppi Per richieste superiori ai dieci biglietti le Società potranno inviare una email a biglietteria@federugby.it
12 Luglio 2024 - 1 giorno fa
Leggi articolo
35

Italrugby, Quesada: “Contento della reazione dopo la partita contro Samoa”

Nuku’alofa (Tonga) – Torna alla vittoria l’Italia che nella prima partita della storia azzurra a Tonga batte i padroni di casa 36-14 a Nuku’alofa. “Sono soddisfatto della partita. Sono molto contento della reazione dei ragazzi dopo la partita di Samoa. Ci siamo allenati da subito con tanta qualità. Abbiamo ancora tante piccole cose che possiamo fare molto meglio - ha dichiarato Gonzalo Quesada - ma penso che abbiamo meritato la vittoria gestendo bene l’incontro e controllandolo per tutti gli 80 minuti” “La settimana scorsa abbiamo perso tanti palloni e rimesse laterali che hanno inficiato le nostre opportunità di segnare, anche per la grande umidità che rendeva difficile giocare con il pallone. Oggi abbiamo invece potuto gestire meglio il possesso e soprattutto il gioco tattico, andando a giocare di più con il piede rispetto a Samoa.” “Nel secondo tempo abbiamo potuto aggiustare un po’ il tiro, abbiamo cercato meno passaggi con il salto dell’uomo e cercato il giocatore più vicino invece di quello più lontano. Abbiamo fatto bene, credo, a cercare di giocare il pallone al largo il più possibile, perché se entriamo in una partita come quella di Samoa dove giochiamo in maniera più diretta, con un passaggio soltanto, potenza contro potenza, non è il tipo di gara che vogliamo giocare contro un avversario così”. “La nostra intenzione per questa seconda partita era dare un’opportunità a qualche giocatore che abbiamo visto bene in allenamento e dar loro un’occasione di mettersi ulteriormente in mostra in gara. Per il Giappone non abbiamo intenzione di limitarci a ruotare la formazione. Avremo pochissimo tempo di allenamento. Partiamo domani notte da Auckland per un lunghissimo viaggio fino a Tokyo. Ci alleneremo solo mercoledì e giovedì e proveremo a trovare la miglior formazione per la prossima partita, che sarà molto diversa da queste due ultime” ha concluso Quesada.
12 Luglio 2024 - 1 giorno fa
Leggi articolo
45

Summer Tour 2024: l’Italia domina in mischia e batte Tonga 36-14

L'Italia riscatta la sconfitta di venerdì scorso con le Samoa e con una bella partita batte Tonga 36-14 a Nuku’alofa. Azzurri bravi a reggere la prima sfuriata tongana, a reagire attaccando gli spazi con i propri trequarti e soprattutto a fissare un punto importante con la mischia ordinata, sempre dominante dall'inizio alla fine. Alla fine la squadra di Quesada segna 5 mete con Trulla, Ioane, Lamaro, Alessandro Garbisi e nel finale una meta di punizione conquistata con la mischia, mentre il fratello Paolo mette a segno 3 trasformazioni e un calcio di punizione. Gli Azzurri chiuderanno il loro tour estivo domenica 21 luglio a Sapporo, contro il Giappone. La cronaca di Tonga-Italia Rispetto alla sfida di Apia l'Italia prova a muovere di più il pallone al largo, ma soprattutto difende bene il prevedibile primo assalto di Tonga, che sfrutta i suoi chili alla ricerca di un avanzamento che però non arriva. Qualche difficoltà in più in rimessa laterale, dove Coleman e Kaifa mettono tanta pressione, ma in generale la squadra di Quesada tiene bene il primo impatto col match. Dopo 15 minuti di assestamento, tra reset e calci liberi, l'Italia mette un primo punto e mischia con la prima linea guadagna il primo calcio della sua partita. In attacco gli Azzurri ritrovano anche concretezza: bella carica dritto per dritto di Lorenzo Cannone, poi pallone mosso al largo su Trulla che sfugge a un primo tentativo di placcaggio alle gambe, elude il secondo avversario e vola in meta. Tonga inizia a soffrire particolarmente nel gioco tattico al piede, con gli errori di Halo e Faiva che permettono all'Italia di restare nella metà campo avversaria: al 23' una gran carica di Menoncello frutta un altro calcio di punizione, ma Garbisi non trova i pali. La successiva reazione di Tonga sbatte ancora contro una buona difesa azzurra e sul bel turnover di Lorenzo Cannone. Al 28' si accende Page-Relo con un bel calcio per sé stesso, entra nei 22 e trova il sostegno di Fischetti, sul cui placcaggio non rotola via Lopeti-Moli. Altro calcio di punizione e stavolta Garbisi è preciso per l'8-0. Alla mezz'ora Capuozzo trova un gran calcio che riporta gli Azzurri nei 22 tongani, seppur con lancio avversario: Lamaro intercetta la touche lunga di Lopeti-Moli e ottiene anche un calcio. La scelta è coraggiosa - mischia - ma vincente, perché la spinta azzurra è netta. Al primo tentativo arriva un altro calcio, al secondo c'è ancora vantaggio e alla fine è Monty Ioane a marcare dopo il pallone ben posso da Page-Relo. Al 35' è 15-0. Nel finale Ioane sfiora la terza meta dopo una bella azione in prima fase da mischia, ma Halo è bravo a portarlo fuori prima della bandierina. Anche nella ripresa è Tonga a dare la prima accelerata, mentre Zambonin sostituisce Ruzza e Vintcent entra al posto di Zuliani. La prima occasione degli isolani arriva con una penaltouche ai 5 metri: il sacking azzurro è ottimo, poi Taulani sorprende gli azzurri sul lato destro del raggruppamento e trova la meta. La reazione azzurra però è immediata, e arriva con un'azione lunga e ben costruita, che comincia con una devastante azione di Menoncello che si porta dietro 3 avversari fino a metà campo. Ioane poi allarga bene su Vintcent a sinistra, poi riceve nuovamente il pallone attaccando direttamente la linea: arriva il sostegno prima di Nicotera con un bell'offload da terra e poi di Fischetti, prima della meta di capitan Lamaro. Garbisi trasforma per il 22-7. La partita scivola sempre di più nelle mani italiane e al 64' arriva anche la quarta meta: dopo una serie di cariche degli avanti Alessandro Garbisi sorprende la difesa tongana che lascia un buco al lato destro del raggruppamento, accelera e schiaccia per il 29-7 con la trasformazione del fratello Paolo. Tonga accorcia le distanze con una meta di Paea, che si porta avanti col piede un pallone vagante a metà campo e sorprende in velocità gli Azzurri, che nel finale chiudono in bellezza: un'altra mischia avanzante costringe per 3 volte di fila la prima linea tongana al fallo, con Felemi che paga per tutti. La squadra di Quesada insiste chiamando ancora mischia, e la scelta è vincente perché arriva direttamente la meta di punizione: finisce 36-14 Nuku’Alofa, Teufaiva Stadium - venerdì 12 luglio 2024Test-matchTonga v Italia 14-36Marcatori: p.t. 18’ m. Trulla (0-5); 29’ cp. Garbisi P. (0-8); 33’ m. Ioane tr. Garbisi P. (0-15); s.t. 4’ m. Taulani tr. Faiva (7-15); 9’ m. Lamaro tr. Garbisi P. (7-22); 23’ m. Garbisi A. tr. Garbisi P. (7-29); 36’ m. Paea F. tr. Faiva (14-29); 44’ m. di punizione Italia (14-36)Tonga: Filimone; Inisi, Paea F., Fekitoa (25’ st. Foliaki), Saumaki; Faiva (37’ st., Ma’asi, 44’ st. Tameifuna), Aisea Halo; Taulani (10’ st. Moala-Liava’a), Lokotui (31’ st. Paea M.), Kaifa; Mataele (32’ st. Finau), Coleman; Tameifuna (cap, 20’ st. Felemi), Lopeti-Moli (20’ st. Sakalia), Fukofuka (37’ pt. Koloamatangi)all. Tu’ifuaItalia: Capuozzo; Trulla, Brex, Menoncello, Ioane; Garbisi P. (25’ st. Marin), Page-Relo (17’ st. Garbisi A.); Cannone L., Lamaro (cap, 24’ st. Cannone N.), Zuliani (3’ st. Vintcent); Ruzza (1’ st. Zambonin), Iachizzi (6’-18' st. Cannone N.); Riccioni (17’ st. Ferrari), Nicotera (28’ st. Lucchesi), Fischetti (12’ st. Spagnolo)all. Quesada arb. Schneider (Argentina)Cartellini: 44’ st. Koloamatangi (Tonga)Calciatori: Faiva (Tonga) 2/2; Garbisi P. (Italia) 4/6Note: terreno in buone condizioni, 3000 spettatori circa. In tribuna il Principe ereditario del Regno di Tonga, Tupouto'a Ulukalala.
12 Luglio 2024 - 2 giorni fa
Leggi articolo
55

Summer Tour 2024: la presentazione di Tonga-Italia

A Nuku’alofa è già il crocevia del tour estivo azzurro: l’Italia, dopo la sconfitta di Apia contro le Samoa, è in cerca di riscatto e ha bisogno di un successo contro Tonga per rimettersi subito in carreggiata. Non sarà una partita facile, perché i tongani hanno delle caratteristiche fisiche molto simili ai samoani affrontati venerdì scorso e anche perché alcuni giocatori che saranno in campo conoscono bene il rugby italiano: i due centri Paea e Fekitoa giocano rispettivamente alle Zebre e al Benetton, mentre il numero 10 James Faiva ha giocato 4 stagioni al Petrarca dal 2019 al 2023 e Siosiua Kaifa ha concluso l’ultima annata alle Zebre. Dall’altra parte, Quesada ritrova Ange Capuozzo e schiera due giocatori che mancavano da tempo in azzurro: Marco Riccioni, che aveva saltato il Sei Nazioni per un infortunio, e Jacopo Trulla, la cui ultima volta in Nazionale risale al giugno 2022. Calcio d’inizio di Tonga-Italia alle 4.30 italiane nella notte tra giovedì e venerdì, diretta su Sky Sport Max e NOW. Come arriva Tonga Per i tongani non sarà una partita come le altre: raramente le nazionali tier 1 arrivano nell’arcipelago (la prima fu l’Irlanda nel 2003) e di conseguenza l’incontro con gli Azzurri ha già un valore storico di per sé. Inoltre, è la prima partita del nuovo ciclo di coach Tevita Tu’ifua, così come la scorsa settimana per le Samoa si trattava del primo match della gestione di Mahonri Schwalger. Infine, il valore della formazione tongana è assolutamente da non sottovalutare: detto dei giocatori ben conosciuti in Italia, la squadra di Tu’ifua può contare sul blocco dei Moana Pasifika. In particolare, Fine Inisi ha segnato 6 mete in 14 presenze per nell’ultima stagione di Super Rugby, mentre Hosea Saumaki gioca in Premiership, nei Leicester Tigers. Attenzione anche al pacchetto di avanti, con il capitano e pilone Ben Tameifuna sempre pericolosissimo e con Adam Coleman, seconda linea, che ha giocato 38 volte con i Wallabies prima di ricongiungersi alla nazionale tongana. Entrambi, inoltre, giocano a Bordeaux in Top 14. Come arriva l’Italia La sconfitta contro le Samoa è stata un passo falso inaspettato che ha interrotto la striscia positiva di risultati della seconda parte del Sei Nazioni. Ciò che bisogna evitare, però, è rimettere tutto in discussione dopo un inizio di percorso sotto la guida di Gonzalo Quesada che è e rimane assolutamente positivo. Venerdì scorso molte cose non hanno funzionato, dalla rimessa laterale alla collisione quasi mai avanzante, ma le rotazioni del tecnico per garantire maggiore freschezza e la voglia di riscatto degli Azzurri saranno due fattori chiave per ritrovare il successo e rimettere nei binari giusti questo tour estivo. C’è attesa per il ritorno in azzurro di Ange Capuozzo, che manca in azzurro da Italia-Scozia (dove si infortunò a una mano) così come per quello di Marco Riccioni e Jacopo Trulla. Davanti, Quesada concede un’importante occasione da titolare a Edoardo Iachizzi, al fianco di Federico Ruzza in seconda linea, mentre cambiano anche le terze linee accanto a capitan Lamaro: stavolta tocca a Zuliani (flanker) e Lorenzo Cannone (numero 8). Tutte le informazioni per seguire Tonga-Italia Tonga-Italia, seconda partita del tour estivo degli Azzurri, si giocherà venerdì 12 luglio alle 4.30 ora italiana al Teufaiva Sport Stadium di Nukuʻalofa. Il match sarà trasmesso in diretta tv su Sky Sport Max e in streaming su NOW. L’arbitro del match sarà l’argentino Damian Schneider, coadiuvato dagli assistenti neozelandesi James Doleman e Marcus Playle. Non è previsto TMO. Le formazioni di Tonga-Italia Tonga: 15 Taniela Filimone, 14 Fine Inisi, 13 Fetuli Paea, 12 Malakai Fekitoa, 11 Hosea Saumaki, 10 James Faiva, 9 Aisea Halo, 8 Viliami Taulani, 7 Fotu Lokotui, 6 Siosiua Kaifa, 5 Harison Mataele, 4 Adam Coleman, 3 Ben Tameifuna (c), 2 Sekope Lopeti-Moli 1 Isikeli Fukofuka A disposizione: 16 Sosefo Sakalia, 17 Tau Koloamatangi, 18 Jethro Felemi, 19 Kelemete Finau, 20 Kuki Moala-Liava’a, 21 Manu Paea, 22 Semisi Ma’asi, 23 Nikolai Foliaki Italia: 15 Ange Capuozzo, 14 Jacopo Trulla, 13 Juan Ignacio Brex, 12 Tommaso Menoncello, 11 Monty Ioane, 10 Paolo Garbisi, 9 Martin Page-Relo, 8 Lorenzo Cannone, 7 Michele Lamaro (c), 6 Manuel Zuliani, 5 Federico Ruzza, 4 Edoardo Iachizzi, 3 Marco Riccioni, 2 Giacomo Nicotera, 1 Danilo Fischetti A disposizione: 16 Gianmarco Lucchesi, 17 Mirco Spagnolo, 18 Simone Ferrari, 19 Niccolò Cannone, 20 Andrea Zambonin, 21 Alessandro Garbisi, 22 Leonardo Marin, 23 Ross Vintcent
11 Luglio 2024 - 2 giorni fa
Leggi articolo

Trofeo Italiano Beach Rugby, il Vittoria for Women Tour in scena nel Lazio, Sardegna e Veneto le altre location del settimo weekend di gare

Roma – San Felice Circeo, Alghero e Alpago: due splendide spiagge naturali e una creata artificialmente sulle sponde del Lago di Santa Croce tra le montagne bellunesi: tre gli appuntamenti del beach rugby nel settimo fine settimana del Trofeo, di seguito i dettagli. San Felice Circeo – Vittoria for Women Tour  Alghero  Alpago SAN FELICE CIRCEO – LATINA (Vittoria For Women Tour)Data: sabato 13 + domenica 14 luglioLuogo: stabilimento “Il Veliero” Organizzazione Takiwatanga RugbyProgramma: il litorale laziale ospita la quarta tappa del “Vittoria for Women Tour”, circuito itinerante realizzato dal main sponsor delle Nazionali Azzurre Seniores Vittoria Assicurazioni in collaborazione con Fondazione Specchio dei Tempi e FIR per sensibilizzare l’opinione pubblica sul tema della prevenzione delle malattie oncologiche femminili. La tappa di San Felice Circeo spalma tra sabato e domenica le attività del “VittoriaBus”, un centro di informazione e prevenzione itinerante, acquistato grazie alla raccolta fondi avviata nel 2023 in occasione della prima edizione del Tour e donato alla Fondazione Specchio dei Tempi, che sarà adibito a sala medica per una visita senologica gratuita. Inoltre, per l’intera durata dell’iniziativa, verrà promossa una nuova raccolta fondi volta quest’anno a supportare l’acquisto di uno o più ecografi mobili per ampliare ulteriormente l’operato sul territorio nazionale. Presente sull’arenile la testimonial ufficiale del Tour, l’ex Capitana Azzurra Manuela Furlan. Sabato il clou della due-giorni, con 13 squadre iscritte al torneo tra cui i Campioni in carica dei Crazy Crabs ed alcune delle più serie pretendenti al titolo 2024, ma ampio spazio sarà dato anche al beach rugby per persone con disabilità e ai tanti eventi collaterali che riempiranno il fine settimana tra sport, divertimento, musica e festa. Squadre Maschili iscritte:Crazy RatsCrazy CrabsBelli DentroBelli De NotteThe RocketsI RazziCimina BrothersWild PorkSand BullsTren BullsPirati Di NisidaSpruzzi PazziTrepuzzi Rugby Beach Rugby Integrato:StregAbili della Rugby Factory BeneventoImplaccAbili dell’Unione Rugby CapitolinaTakiwatanga RugbySora Rugby ALGHERO Data: sabato 13 luglioLuogo: Lido San Giovanni – Summer BeachOrganizzazione: Amatori Rugby AlgheroProgramma: penultima tappa della Sardinia Cup ad Alghero. La giornata inizierà alle 9:30 con la presentazione delle squadre, seguita dalle competizioni di minirugby per le categorie Under 14 e Under 16. Le gare del Trofeo Italiano Beach Rugby inizieranno alle 15:30, culminando con le premiazioni e il Terzo tempo finale alle 19:00.Le squadre iscritte:Trenicotteri – CapoterraBulldog SassariAmatori Alghero7 Fradis Sinnai Mosquitos Burrachos ALPAGOData: sabato 13 luglio + domenica 14 luglioLuogo: Lago di Santa Croce – Beach ArenaOrganizzazione: Rugby AlpagoProgramma: L’evento, giunto ormai alla sedicesima edizione, si conferma come una delle tappe ormai tradizionali del Trofeo Italiano Beach Rugby. Presenti quest’anno 10 squadre maschili e 6 femminili, con atlete ed atleti tutti militanti nei campionati nazionali dalla serie C alla Serie A Elite. 4 o 5 squadre sono ormai prossime a staccare il pass per accedere alle Finali nazionali di Capaccio-Paestum, mentre le altre sono quasi tutte interessate alla conquista dell’Adriatic CUP. L’appuntamento è fissato per Sabato 13 luglio alle ore 9.00, con l’avvio delle gare con squadre maschili e femminili che si alterneranno nella Beach Arena fino alle 18.00, orario previsto per la finalissima. Domenica invece, dopo il classico terzo tempo trascorso in spiaggia in compagnia di tutti i partecipanti, il torneo OPEN, dedicato a bambini, neofiti e squadre “coloratissime” pronte a cimentarsi nel Beach Rugby. Divertimento e spettacolo quindi assicurato per due giorni sul all’insegna del Beach Rugby e in compagnia dello staff del Rugby Alpago, immersi nella splendida cornice della conca alpagotta. Squadre Maschili iscritte:MonstersPadova BeachI DiscepoliSabbie MobiliGabbie MobiliBeach BustersRimini BeachMonsters da Collezione  Squadre Femminili iscritte:Sabbie MobiliLe NutrieFoxSabbiettePadova BeachPatavium TROFEO ITALIANO BEACH RUGBY 2024(calendario soggetto a possibili variazioni, la versione aggiornata è presente al link https://rugbyxtutti.federugby.it/rugby-a-5/beach) 01.06 | Pizzo Calabro – Vibo Valentia01.06 | Ardea – Roma 08.06 | Pescara (rinviata a data da destinarsi)08.06 | Terracina – Latina08.06 | Uboldo – Varese (rinviata a data da destinarsi) 15.06 | Castel Volturno – Caserta15.06 | Solanas – Sinnai15.06 | Tuoro sul Trasimeno – Perugia15.06 | Fregene – Roma16.06 | Catania 22.06 | Milano Marittima – Ravenna (VITTORIA FOR WOMEN TOUR)22.06 | Ostia Roma22.06 | Sassari22.06 | Marina di Grosseto22.06 | Montebelluna – Treviso22.06 | Messina23.06 | Palmi – Reggio Calabria 29.06 | Pescara (VITTORIA FOR WOMEN TOUR)29.06 | Cagliari 29.06 | Caorle 06.07 | Lignano Sabbiadoro – Udine06.07 | Viterbo06.07 | Oristano 06.07 | Marina di Ragusa06.07 | Rosignano Marittimo – Livorno06.07 | Rosolina Mare – Rovigo (VITTORIA FOR WOMEN TOUR) 13.07 | San Felice Circeo – Latina (VITTORIA FOR WOMEN TOUR)13.07 | Lido San Giovanni – Alghero13.07 | Lago Santa Croce – Puos d’Alpago 20.07 | Viareggio (VITTORIA FOR WOMEN TOUR)20.07 | Senigallia – Ancona20.07 | Porto Ferro – Sassari FINALI TROFEO ITALIANO BEACH RUGBY: sabato 27 luglio a Capaccio-Paestum (VITTORIA FOR WOMEN TOUR)

Campionati | 12/07/2024

World Rugby U20 Championship, gli aggiornamenti sulla situazione medica degli Azzurrini

Cape Town. A seguito degli infortuni di gioco verificatisi durante il match contro la Georgia, valido per il terzo turno della Pool B del World Rugby U20 Championship in corso a Cape Town, il bollettino medico degli Azzurrini è il seguente: LORENZO ELETTRI: il trequarti ala è stato sottoposto nella giornata di ieri, mercoledì 10 luglio, a RMN presso una clinica specializzata, i cui esiti trasmessi nella mattinata di oggi evidenziano la rottura del legamento crociato anteriore ed un parziale danno al collaterale laterale del ginocchio sinistro, con conseguente necessità di intervento ricostruttivo. Il giocatore farà rientro in Italia nella giornata di sabato 13 luglio, per intraprendere poi il proprio percorso chirurgico e riabilitativo in stretta condivisione tra gli staff sanitari della Nazionale e del Club di appartenenza del giocatore, Rugby Rovigo Delta. Al suo posto lo staff ha convocato Francesco Bini, trequarti ala classe 2004 anch’egli tesserato per il Rugby Rovigo Delta, già presente al Mondiale 2023, atteso in arrivo a Cape Town sabato 13 luglio. MIRKO BELLONI: uscito per concussion nel terzo quarto della partita, l’estremo degli Azzurrini ha superato pienamente le due fasi di verifica successive alla prima (già negativa in campo, quindi con rientro in partita) prevista del protocollo HIA di World Rugby ed è quindi da oggi reintegrato a pieno titolo col gruppo. LUCA BELLUCCI: uscito per sospetta concussion al minuto 45, il flanker è attualmente in fase di monitoraggio. Il suo eventuale impiego nella fase di playoff sarà valutato sulla base degli esiti completi del protocollo HIA in corso di svolgimento. Nel frattempo, dopo quindici giorni ininterrotti di attività la Nazionale U20 si è dedicata ad una mezza giornata di stacco dal lavoro di campo: dopo la seduta mattutina in palestra, ieri la squadra si è infatti impegnata in un vero e proprio Gran Premio di go-kart, suddividendosi in cinque squadre. A spuntarla, al termine dei 60 minuti di gara a staffetta, il team capitanato da Lorenzo Casilio, peraltro autore del giro più veloce del circuito “Cape Town Century Karting”. Squadra e staff hanno poi concluso la serata in qualità di invitati speciali di “Pizza Connection”, considerato uno dei templi della cucina italiana in città. Enrico, romano doc e titolare del locale, trasferitosi in Sud Africa dieci anni fa, ha di fatto dedicato tutti i posti a sedere del piccolo ristorante alla delegazione Azzurra, ricevendo complimenti entusiasti per la qualità delle pizze, particolarmente gradite dopo due settimane rigidamente a base del classico menu dell’atleta. WORLD RUGBY U20 CHAMPIONSHIP Pool A: Francia, Nuova Zelanda, Galles, Spagna
Pool B: Irlanda, Australia, Italia, Georgia 
Pool C: Sudafrica, Inghilterra, Argentina, Fiji Fase di qualificazione
Giornata 1: Sabato 29 giugno Irlanda U20 v Italia U20 55-15 (Cape Town Stadium, k.o. 16:30)Giornata 2: Giovedì 4 luglio Australia U20 v Italia U20 12-17 (Athlone Stadium, k.o. 19:30)Giornata 3: Martedì 9 luglio Georgia U20 v Italia U20 28-17 (Danie Craven Stadium, k.o. 16:30) Playoff e Finali
Giornata 4: Domenica 14 luglio Italia U20 v Spagna U20 (Playoff – Danie Craven Stadium, k.o. 14:00)
Giornata 5: Venerdì 19 luglio (Finali)

Italia U20 maschile | 11/07/2024

Verso Tonga v Italia: le dichiarazioni di Quesada e la formazione tongana

Nuku’alofa (Tonga) – Nella tarda serata di mercoledì 10 luglio (11 ore di fuso orario rispetto all’Italia) la Nazionale Italiana Maschile è atterrata a Nuku’alofa, capitale di Tonga, dove venerdì 12 luglio alle 15 locali (4 italiane) affronterà i padroni di casa nel secondo Test Match del Summer Tour 2024, partita che sarà trasmessa in diretta su Sky Sport Uno, Sky Sport Arena e in streaming su NOW. “Come avevo detto la scorsa settimana, l’obiettivo della partita contro Samoa era riuscire a gestirla come volevamo, non era giocare il nostro miglior rugby o esprimere tutto il nostro talento. Non so se è una questione di attitudine, però avremmo potuto sicuramente controllare in maniera migliore la parte finale della gara. Loro hanno davvero sfruttato bene tutte le opportunità, con azioni anche molto positive, potenza e grande energia. La sconfitta con Samoa ci ha fatto male. Un tipo di partita che dobbiamo imparare a vincere, perché nonostante tutti i problemi era alla portata. La sola buona notizia è che abbiamo una nuova opportunità per farlo”. “Abbiamo ora l’opportunità di giocare una partita quasi uguale. Anzi, forse le condizioni logistiche relative a Tonga saranno ancora più dure. Dall’Italia è difficile capirlo ma tutto l’avvicinamento alla partita è molto complesso in termini di spostamenti, sistemazioni, cibo, campi d’allenamento, gestione del giorno di gara, ci sono state continue sorprese. Questi non sono alibi, sono fattori che incidono sulla preparazione della squadra, sulla testa dei giocatori. Abbiamo comunque l’occasione di dimostrare di aver imparato la lezione e giocare la partita che vogliamo giocare noi”. “Hanno a disposizione qualche giocatore chiave, ma è una squadra largamente in ricostruzione dopo il Mondiale. È previsto molto vento, un po’ meno caldo e umidità rispetto a Samoa, forse della pioggia. Ci siamo allenati con dei palloni bagnati durante la settimana per simulare questa evenienza. I nostri giocatori non si sono nascosti, non hanno cercato il minimo alibi. Siamo felici di essere qua insieme a rappresentare l’Italia in questa tournée. Prendiamo questo lungo volo aereo per arrivare a Tonga e dimostrare quello che vale questa squadra venerdì.” Questa la formazione di Tonga per il match contro gli Azzurri: 15 Taniela Filimone14 Fine Inisi13 Fetuli Paea12 Malakai Fekitoa11 Hosea Saumaki10 James Faiva9 Aisea Halo8 Viliami Taulani7 Fotu Lokotui6 Siosiua Kaifa5 Harison Mataele4 Adam Coleman3 Ben Tameifuna – Capitano2 Sekope Lopeti-Moli1 Isikeli Fukofuka A disposizione: 16 Sosefo Sakalia17 Tau Koloamatangi18 Jethro Felemi19 Kelemete Finau20 Kuki Moala-Liava’a21 Manu Paea22 Semisi Ma’asi23 Nikolai Foliaki

Italia | 10/07/2024

Campionati

Italia U20 v Galles U20 – U6N Summer Series 2024

FIR Informa

Altri articoli

“Rugby cardio-protetto”, Puglia prima regione rugbistica italiana interamente coperta dai protocolli BLSD, sabato a Locorotondo una giornata speciale tra formazione e donazioni 

Roma – Si chiude sabato 22 giugno, con una giornata dedicata alla formazione per i Club pugliesi e la consegna dei sette dispositivi DAE donati dalla Onlus Orizzonti Futuri, partner primaria dell’iniziativa, l’articolato percorso del progetto “Rugby Cardio-Protetto”, promosso dalla Federazione Italiana Rugby attraverso il Comitato Regionale e l’area di Promozione & Partecipazione con l’obiettivo di innalzare drasticamente il livello di tutela della sicurezza e della prevenzione in ambito cardiaco del movimento pugliese. Grazie al supporto della Onlus Orizzonti Futuri il progetto-pilota, infatti, parte a livello nazionale proprio dalla Puglia, con la donazione di sette defibrillatori e di dodici corsi di formazione BLSD, cui si sono aggiunti gli ulteriori sei acquistati dalla FIR andando così a garantire la fornitura completa all’intero panorama regionale: l’obiettivo generale è quello di replicare poi il modello anche a tutto il resto del Paese, facendo del rugby italiano un movimento particolarmente avanzato sul piano culturale, delle dotazioni e delle competenze a livello nazionale. Il progetto – coordinato con il supporto del vice-Presidente FIR Antonio Luisi per Promozione & Partecipazione dalla fund-raiser FIR di Area 4 Vitanna Convertini, in collaborazione con il Responsabile Nazionale Francesco Grosso  – nasce dalla semplice constatazione di come la presenza di un defibrillatore sia fondamentale non solo negli impianti di gioco, ma anche nelle Club House, cuore pulsante dell’aggregazione sociale legata alla disciplina, andando a strutturare una rete protettiva allargata sul territorio utile non solo al bacino d’utenza del rugby, ma all’intera comunità. L’impegno della Federazione Italiana Rugby su questo delicato versante parte dall’obbligatorietà delle idoneità sportive agonistiche imposta a partire dalla categoria Under 14, una normativa che in termini epidemiologici ha consentito di individuare come il 74% delle patologie cardiovascolari riguardino la fascia d’età al di sotto di 16 anni.  Secondo i dati diffusi dal Ministero della Salute, in Italia circa una persona su 1.000 ogni anno viene colpita da morte cardiaca improvvisa. Fondamentale è l’intervento coi defibrillatori entro 3 minuti per evitare danni cerebrali, mentre in generale il tasso di sopravvivenza nei centri dotati di dispositivi DAE è del 93%. Un’indagine interna alla Federazione ha evidenziato come molte società affiliate utilizzino defibrillatori pubblici messi ad uso comune nelle strutture sportive, di proprietà, il più delle volte, delle Amministrazioni locali. Pur ottemperando alla normativa vigente, ciò si traduce in un limite oggettivo alla possibilità di estendere le attività del Club al di fuori del proprio impianto, impedendo di fatto quelle attività di diffusione e di avviamento alla pratica rugbistica anche in spazi diversi, in totale e costante sicurezza. Alla giornata di sabato 22 giugno, ospitata a partire dalle 10:30 nella prestigiosa location di Villa Mitolo a Locorotondo (BA), gli apparati DAE donati alla FIR da Orizzonti Futuri Onlus saranno a loro volta trasferiti al Comitato Puglia e ai presidenti dei Club coinvolti nel progetto, mentre nella stessa mattinata, con inizio alle ore 09:00, la Club House del Valle d’Itria Rugby presterà i suoi locali per il corso di formazione BLSD destinato a 18 discenti tra tecnici, personale operativo e/o dirigenti degli stessi Club e del Comitato regionale Puglia (che avrà dunque in dotazione diretta un defibrillatore e tre collaboratori interni formati al suo utilizzo).  Alla cerimonia di Villa Mitolo saranno presenti il vice-Presidente FIR Antonio Luisi, il consigliere nazionale della Orizzonti Futuri Onlus dott. Antonio Laghezza e l’Amministratore unico della “Informare i Medici – Commercial srl” dott. Fabio Morini. A margine dell’evento, i lavori proseguiranno con le premiazioni per i risultati sportivi pugliesi 2023-2024 e con l’assemblea dei Club di Puglia e Basilicata, con un momento particolarmente emozionante quando sarà assegnato il riconoscimento “Una vita per il rugby” a Grazio Menga, storica figura del rugby pugliese vissuta nei ruoli di giocatore, tecnico, dirigente e di attuale Consigliere Federale. Destinatari donazione DAE Comitato Regionale Puglia  Asd Duchi dei Normanni  Asd Granata Asd Old Salento  Asd Taranto Rugby Generation Asd Tigri Rugby Bari 1980 Asd Valle d’Itria Rugby Destinatari corsi BLSD Comitato Regionale Puglia 1 Comitato Regionale Puglia 2 Appia Rugby Puglia asd Asd Bisceglie rugby Asd Draghi BAT Amatori Sport Taranto  Pol. Trepuzzi Rugby Salento XV asd F.C. Rugby Taranto asd Asd Amatori Rugby Monopoli 2019  Asd Amatori Rugby Bitonto SCALETTA DELLA GIORNATA  ore 8.45 accreditamento corsisti presso Club house Valle d’Itria Rugby  ore 9:00 inizio corso di formazione BLSD ore 10:30 c/o Villa Mitolo  Benvenuto del vice-Presidente FIR  Saluti istituzionali Presentazione del progetto “Rugby Cardio-Protetto”  Premiazione per la promozione in Serie B del Tigri Rugby Bari 1980 Premiazione 1° Classificato nel Campionato Interregionale U16 – Coppa Appia Antica al Tigri Rugby Bari 1980 Riconoscimento “Una vita per il rugby” a Grazio Menga A seguire assemblea Club Puglia e Basilicata.

FIR Informa | 21/06/2024

L’Aquila, presentato il “Progetto Poli Vittoria” per la formazione di giovani rugbisti

Mettere a fattore comune la formazione dei giovani rugbisti abruzzesi, per migliorare il sistema territoriale, valorizzare le metodologie virtuose e contribuire allo sviluppo dei club. È questo, in estrema sintesi, l’obiettivo del “Progetto Poli Vittoria”, presentato giovedì 13 giugno al Comune dell’Aquila dalla Federazione Italiana Rugby, Vittoria Assicurazioni e dai club abruzzesi coinvolti nella progettualità. A farlo, in particolare, sono stati Giorgio Morelli (vice presidente vicario Fir), Carlo Checchinato (direttore commerciale Fir), Luciano Chillemi (responsabile comunicazione istituzionale e customer care di Vittoria Assicurazioni), Luca Morelli (agente Vittoria Assicurazioni L’Aquila Ovest), Francesco Urbani (responsabile rugby di base Fir) e i responsabili delle società coinvolte. Con l’obiettivo di contribuire alla crescita qualitativa e quantitativa del rugby in Italia – e quindi al rafforzamento del tessuto sociale del Paese – Vittoria Assicurazioni (main partner di Fir), ha deciso di sostenere cinque Poli di Sviluppo U16 per club, che costituiscono il primo momento di aggregazione qualitativa degli atleti previsto dal progetto tecnico federale. I Poli selezionati per la progettualità sostenuta da Vittoria Assicurazioni sono quelli di Treviso, Padova, Parabiago, Parma e appunto L’Aquila. Si tratta di “poli pilota”, che rappresentano un esperimento da estendere successivamente ad altri territori. Il nuovo polo di formazione aquilano sarà coordinato da Fir e dal club del capoluogo abruzzese Rugby Experience quale riferimento tecnico e logistico, supportato concretamente dagli altri club aderenti alla progettualità. I Poli U16 costituiscono il primo momento di aggregazione qualitativa del progetto tecnico federale, offrendo ai club e agli atleti un momento di formazione e sviluppo, con condizioni analoghe per metodologia di allenamento, nutrizione e lavoro fisico a quelle previste dagli step successivi del percorso FIR. Inoltre, i giovani che ne faranno parte avranno l’occasione di misurarsi in appuntamenti di livello ed eventi di crescita. Non solo, grazie al sostegno di Vittoria Assicurazioni, saranno messe a disposizione anche borse di studio per alcuni dei giovani aderenti al progetto. “Crediamo che la formazione sia un vero e proprio investimento strutturale perché offre risultati concreti e duraturi – ha affermato Giorgio Morelli nel corso della presentazione dell’iniziativa – offrire ai ragazzi dei modelli di riferimento e delle occasioni per crescere dal punto di vista sportivo culturale e sociale per FIR è il modo per cogliere al meglio i propri obiettivi istituzionali ponendosi come riferimento nel contesto sociale”. Si vuole costruire anche in Abruzzo un polo di sviluppo che tenga conto sia dei valori tecnico-sportivi sia dell’importanza dell’educazione, dello studio e della socialità, e che quindi costituisca un momento di crescita per tutti: “Vittoria vuole declinare sul territorio insieme a noi questa filosofia, per questo ha scelto L’Aquila come luogo dove inaugurare questo impegno. È una sfida per noi e per i club, ma anche per i ragazzi che possono avere un’occasione per divertirsi crescendo”. Il ruolo di Vittoria Assicurazioni, però, non si esaurirà in un sostegno economico. La Compagnia avvierà, infatti, un’importante campagna educativa e di sensibilizzazione volta a diffondere la cultura assicurativa per rendere le persone più informate e consapevoli del valore sociale dell’assicurazione. Un progetto ambizioso per il quale metterà a disposizione delle società aderenti all’iniziativa “Poli Vittoria” e di tutti i tesserati la professionalità e le competenze dei propri agenti presenti sul territorio e un’offerta su misura, performante e competitiva.  “Siamo orgogliosi di essere tra i sostenitori attivi di questo progetto perché crediamo fermamente che lo sport sia un elemento cruciale nello sviluppo e nel benessere dei giovani. – ha dichiarato Luciano Chillemi – insieme a Fir in questi anni abbiamo intrapreso un viaggio che sin da subito è andato oltre i meri confini commerciali trasformandosi in un progetto comune di sostenibilità sociale. E questa opera a favore del movimento ne è la perfetta testimonianza”.

FIR Informa | 14/06/2024

Trofeo Italiano Touch Rugby, terzo titolo consecutivo per Pesaro, Tres Amigos imbattibili tra le mura amiche 

L’Azzurra Lucia Gai, marchigiana doc, premia le squadre partecipanti Roma – I Tres Amigos del Rugby Pesaro, Club ospitante, hanno sollevato per il terzo anno consecutivo il Trofeo Italiano Touch Rugby al termine della giornata dedicata alle Finali nazionali svoltesi sabato 1 giugno al “Teknowool Rugby Park”. Le Finali del capoluogo marchigiano hanno entusiasmato il pubblico al seguito delle dodici squadre partecipanti, selezionate dai rispettivi Comitati Regionali di appartenenza sulla base di più criteri al termine di una stagione cominciata a metà marzo, con oltre 60 appuntamenti spalmati tra i territori di Sardegna, Calabria, Campania, Lazio, Toscana, Marche, Emilia-Romagna, Lombardia, Veneto e Friuli Venezia-Giulia. Le finaliste erano le seguenti: Pontedera (Toscana)Tres Amigos (Marche) Scottadito (Marche)Los Hombres (Marche)Cus Torvergata, (Lazio) Ciampino Rugby Old (Lazio)Elefanti Toccati (Friuli Venezia Giulia)Vecchi Arieti (Friuli Venezia Giulia)Romanos (Lombardia)Free Time (Lombardia)Amatori Napoli Touch (Campania)Terni (Umbria) La formula per l’assegnazione del titolo prevedeva la composizione di due gironi da sei (teste di serie Tres Amigos e CUS Torvergata), con le prime due classificate a sfidarsi poi nelle due semifinali incrociate per accedere alla finale.  Dopo il briefing iniziale tra arbitri e capitani, il via alle gare è stato dato alle 14:00, proseguendo con semifinali e finali a partire dalle 18:00 Dopo un pomeriggio di gare combattutissime i pronostici sono stati rispettati, qualificando alle due semifinali tutte e tre le squadre marchigiane Los Hombres, Scottadito e Tres Amigos più i laziali del CUS Torvergata. Senza storia la semifinale 1, con i Tres Amigos andati ad imporsi per 7 a 0 nel derby contro Los Hombres, mentre decisamente più equilibrata è stata la semifinale 2 tra Scottadito e CUS Torvergata, con i primi a prevalere di una sola lunghezza al termine di un match teso dal primo all’ultimo minuto, chiuso sul punteggio di 3 a 2. Finale tutta pesarese, quindi, con i Campioni in carica dei Tres Amigos favoriti d’obbligo in opposizione agli Scottadito: circondate dal pubblico delle grandi occasioni, le due compagini cittadine hanno dato vita ad un derby vibrante, veloce e spettacolare, con azioni bellissime capaci di entusiasmare gli spettatori. Al fischio finale il 3 a 1 per i Tres Amigos sancisce la superiorità dei ragazzi del Rugby Pesaro, che mantengono il tricolore dando il via alla grande festa proseguita poi fino a sera inoltrata. Nella finale per il terzo posto, il CUS Torvergata si è imposto sui Los Hombres per 3 a 1, salendo meritatamente sul terzo gradino del podio. Grande la soddisfazione del Presidente del Comitato Regionale Marche della FIR, Vittorio Petretti: “Una grande giornata di rugby. Grande soddisfazione per il movimento marchigiano aver ospitato la finale del Campionato Italiano di Touch Rugby. 12 squadre in rappresentanza di 9 regioni italiane, in finale sono arrivate due squadre pesaresi, un successo per tutto il movimento marchigiano. Bello vedere tanti ragazzi giocare a touch rugby, una disciplina aperta a tutti senza distinzioni di età o genere. Un trofeo che ha premiato Pesaro, ma anche tutte le Marche”. “Complimenti al Comitato e al Rugby Pesaro per l’organizzazione impeccabile, e davvero un grazie speciale agli arbitri della manifestazione, per tutti in particolare a Maria Francesca Novelli, una giovane preparatissima che ha ben rappresentato la categoria”, si allinea Zeno Zanandrea, Responsabile FIR Nazionale Rugby a 5. “La presenza di Lucia Gai, Azzurra e perno delle Valsugirls, ha impreziosito il momento delle premiazioni, testimoniando quanto forte sia per la gente delle Marche il senso di appartenenza al proprio territorio e al proprio movimento rugbistico, esattamente la molla che ha portato il titolo nuovamente a Pesaro. La prestazione del Torvergata, terza classificata, merita però il massimo rispetto, per il gioco messo in mostra e per il potenziale che l’anno prossimo potrebbe incidere non poco nel puntare a migliorare il piazzamento ottenuto. Come Federazione siamo molto soddisfatti, anche per aver condiviso pienamente con atleti e staff un piccolo, grande salto culturale nell’aver eliminato la fornitura di bottigliette d’acqua preferendo l’allestimento di più punti di abbeveraggio per riempire ognuno la propria borraccia. Un segno di responsabilità verso l’ambiente, che come FIR intendiamo promuovere sempre di più anche tramite gli eventi del Trofeo, che dopo queste finali intendiamo migliorare ulteriormente”.

FIR Informa | 05/06/2024

Documenti

Vedi di più

Scopri la collezione 23/24

Visita il nostro store

Newsletter FIR

Iscriviti