©2023 Federazione Italiana Rugby

15

World Rugby U20 Championship, il XV degli Azzurrini per la Georgia-bis, in palio il nono posto finale

Cape Town – Lo staff tecnico coordinato da Roberto Santamaria ha deciso i 23 Azzurrini che venerdì pomeriggio, con kick-off alle 14:30 sul terreno dell’Athlone Stadium, chiuderanno con la seconda sfida alla Georgia nell’arco di dieci giorni il Championship 2024. Conquistata la permanenza nel gruppo delle migliori dodici anche per l’edizione del prossimo anno, l’Italia punta a conquistare il nono posto nella classifica generale, interrompendo la serie positiva dei caucasici nei tre confronti diretti cominciata nel Mondiale 2023. Il precedente più vicino è naturalmente quello del 9 luglio scorso, terza gara della Pool B, in cui i georgiani riuscirono a prevalere per 28 a 17 scavando il gap decisivo nell’ultimo quarto al termine di una partita come di consueto estremamente ruvida. Alla quinta partita in venti giorni, l’infermeria è piuttosto affollata al quartier generale del XV italiano: sono fuori dai 23 Nelson Casartelli, non completamente recuperato da un importante affaticamento muscolare dopo il match con la Spagna, e Nicholas Gasperini, ancora alle prese con i postumi traumatici del precedente match con la Georgia,   Per contro, sono pronti a fare l’esordio assoluto in un match ufficiale di Under 20 il mediano di mischia Giulio Sari, classe 2005 in forza ai francesi di Oyonnax, e Luca Belloni, classe 2004 del Verona Rugby e gemello dell’estremo Mirko. Per tutto il gruppo del 2004 si tratta dell’ultima partita con la maglia della Nazionale Under 20, come sempre motivo di grandi emozioni prima, durante e dopo il match sia per chi esce, sia per chi rimane. “Siamo arrivati agli ultimi chilometri di questa lunga maratona che è il Mondiale, sta a noi decidere se farli sprintando per provare a vincerla, o limitarci a correrli per arrivare fino in fondo”, il commento del responsabile tecnico Roberto Santamaria al termine della riunione con la squadra per l’annuncio dei 23. “Alcune scelte sono fatte per avere il massimo della motivazione e della freschezza possibili, fermo restando che tutti i 30 ragazzi che fanno parte di questo gruppo meritano a pieno titolo di vestire la maglia scendendo in campo”. “Sono davvero felice per gli esordi di Luca Belloni e di Giulio Sari, due ragazzi che hanno saputo stringere i denti dando tutto per il benessere della squadra in queste settimane pur senza entrare mai nei 23. Siamo fiduciosi che il loro approccio alla gara sarà il migliore possibile, pronti a dare il massimo in una chance di questo livello: i ragazzi rimasti fuori, per contro, hanno dato tanto negli ultimi due anni avendo spazio anche in questo Mondiale, il gruppo è gruppo proprio in momenti come questi, e l’Italia degli ultimi due anni ha dimostrato di valere molto proprio come gruppo, quindi saranno proprio loro i primi a supportare i compagni”. “Per quanto riguarda la Georgia, c’è poco da dire”, conclude il tecnico degli Azzurrini. “Affrontiamo una squadra che conosciamo bene, che gioca un rugby fisico e che sa leggere bene la partita, noi sappiamo cosa non ha funzionato nel match di dieci giorni fa, e ce la metteremo tutta per evitare di commettere gli spessi errori. Arrivati in fondo la stanchezza sarà comunque un fattore determinante, per noi come per loro: credo che chi avrà più energie ancora da spendere saprà fare la differenza, per il resto le motivazioni si equivalgono al pari dei valori tecnici, di sicuro siamo felici di poterci giocare la rivincita già all’interno della stessa competizione e ce la metteremo tutta per costruire un esito diverso”.   ITALIA U20 v GEORGIA U20 | la formazione annunciata:15 Mirko BELLONI (2004, Verona Rugby)14 Luca BELLONI (2004, Verona Rugby)13 Federico ZANANDREA (2005, Mogliano Veneto Rugby)12 Nicola BOZZO (2004, USA Perpignan)11 Francesco IMBERTI (2004, CUS Torino)10 Martino PUCCIARIELLO (2004, CUS Milano)9 Giulio SARI (2005, Oyonnax Rugby)8 Jacopo BOTTURI - Capitano (2004, Petrarca Rugby)7 Luca BELLUCCI (2004, Rugby Roma Olimpic)6 Cesare ZUCCONI (2004, Cavalieri U.R. Prato Sesto)5 Piero GRITTI (2005, AS Montferrandaise)4 Tommaso REDONDI (2005, Verona Rugby)3 Nicola BOLOGNINI (2005, Rugby Rovigo Delta)2 Vittorio PADOAN (2004, Mogliano Veneto Rugby)1 Sergio PELLICCIOLI (2005, Rugby Lyons) A disposizione:16 Valerio SICILIANO (2004, CA Briviste Corrèze)17 Francesco GENTILE (2004, Mogliano Veneto Rugby)18 Federico PISANI (2004, Verona Rugby)19 Mattia MIDENA (2005, Rugby Paese)20 Giacomo MILANO (2005, U.R. Capitolina)21 Mattia JIMENEZ (2004, Rugby Petrarca)22 Francesco BINI (2004, Rugby Rovigo Delta)23 Patrick DE VILLIERS (2004, Rugby Noceto) World Rugby conferma la trasmissione in live streaming, gratuito e in chiaro per tutti gli utenti dei Paesi privi di un broadcaster accreditato (quindi anche l’Italia), sulla propria piattaforma Rugbypass.tv, comunicando le seguenti modalità operative:  Accedi al sito rugbypass.tv o scarica l’applicazione RugbyPassTV da AppStore o PlayStore+ Seleziona “Crea un Account” Fornisci i dati di base richiesti: ora puoi seguire il Mondiale U20 e tutti gli altri contenuti gratuiti di RugbyPass.tv ITALIA U20 - verso il Mondiale22-25 aprile: raduno a Parma18-30 maggio: raduno a Treviso3-6 giugno: raduno a Parma12-16 giugno: raduno a San Benedetto del Tronto15 giugno: warm-up test Italia U20 v Spagna U20 (36-5)21 giugno: raduno pre-Mondiale a Treviso23 giugno: partenza da Venezia per Capetown WORLD RUGBY U20 CHAMPIONSHIP Pool A: Francia, Nuova Zelanda, Galles, Spagna
Pool B: Irlanda, Australia, Italia, Georgia 
Pool C: Sudafrica, Inghilterra, Argentina, Fiji Fase di qualificazioneGiornata 1: Sabato 29 giugno Irlanda U20 v Italia U20 55-15 (Cape Town Stadium, k.o. 16:30)Giornata 2: Giovedì 4 luglio Australia U20 v Italia U20 12-17 (Athlone Stadium, k.o. 19:30)Giornata 3: Martedì 9 luglio Georgia U20 v Italia U20 28-17 (Danie Craven Stadium, k.o. 16:30)Playoff e FinaliGiornata 4: Domenica 14 luglio Italia U20 v Spagna U20 28-15 (Danie Craven Stadium, k.o. 16:30)Giornata 5: Venerdì 19 luglio Italia U20 v Georgia U20 (Finale 9° posto, Athlone Stadium, k.o. 14:30)
17 Luglio 2024 - 15 ore fa
Leggi articolo
25

Italrugby, Sebastian Negri lascia il raduno Azzurro

Tokyo (Giappone) – Sebastian Negri lascia il raduno della Nazionale Italiana Rugby Maschile a Tokyo. La terza linea azzurra – inizialmente inserito nella formazione in preparazione al match contro Samoa – è rimasto ai box per un trauma toracico che non gli ha consentito di scendere in campo nel primo e secondo Test Match del Summer Tour 2024. Negri ha proseguito la preparazione con la squadra non riuscendo a recuperare al 100% la condizione fisica per essere schierato in campo nel prossimo Test Match internazionale contro il Giappone in calendario domenica 21 luglio alle 14.05 locali (7.05 italiane) a Sapporo. Il giocatore, 55 caps in maglia Azzurra, farà rientro nella serata odierna in Italia. “Ovviamente sono deluso e frustrato per l’infortunio e per non aver recuperato in tempo per il Giappone. È triste perché ogni volta che hai l’opportunità di rappresentare questa squadra e indossare la maglia azzurro è un qualcosa di speciale e che apprezzo. Supporterò a distanza i miei compagni di squadra verso la chiusura del Summer Tour” ha dichiarato Sebastian Negri.
17 Luglio 2024 - 16 ore fa
Leggi articolo
35

Italia, Monty Ioane: “Col Giappone partita molto diversa dalle altre due, e Eddie Jones è un grande allenatore”

L’Italia chiude il suo tour estivo a Sapporo, in Giappone. Domenica 21 luglio alle 7.05 italiane gli Azzurri sfideranno la squadra di Eddie Jones con l’obiettivo di chiudere nel modo migliore la stagione. Non sarà una partita facile, anche perché di fronte c’è una squadra molto diversa da quelle affrontate fino a questo momento. Lo ha spiegato Monty Ioane, ala dell’Italia e del Lione, che ha tracciato anche un bilancio della prima parte del tour e ricordato quanto sarà importante fare attenzione alle strategie del tecnico dei nipponici, Eddie Jones: “Chiaramente all’inizio del tour il nostro obiettivo era di vincere tutte e 3 le partite che avremmo giocato, purtroppo non è andata così e la sconfitta con Samoa ha complicato i piani. Per questo la sfida contro il Giappone è ancora più importante, sappiamo che dobbiamo assolutamente vincere”. Cosa è successo dopo il match contro Samoa? “È stata una delusione, sicuramente, ma dopo quella partita siamo riusciti a riacquistare energia positiva dalla voglia di riscattarci e vincere le altre partite. Sappiamo che questo sarà un match diverso perché il Giappone ha un gioco differente, non sarà la stessa partita”. Quanto hanno inciso le difficoltà di questo tour? “Sicuramente non è una giustificazione. Possiamo considerare la particolarità delle due partite che abbiamo giocato: non c’era TMO, il clima era molto caldo e il campo era molto diverso. Insomma, era una situazione molto diversa da quella che viviamo di solito in Europa quando si gioca nei campionati nazionali o in URC. Questo significa che devi giocare anche un rugby diverso, devi adattarti, e in quella partita non ci siamo riusciti: proprio per questo ci tengo sempre a precisare che tutto questo non deve essere una scusa, perché avremmo dovuto fare meglio di così. Queste partite richiedono un approccio al rugby molto più fisico e contro Tonga siamo riusciti a fare bene, ottenendo la vittoria”. Che partita ti aspetti col Giappone? “Sappiamo che è una squadra molto diversa da quelle che abbiamo affrontato. Samoa e Tonga sotto molti aspetti si equivalevano, magari i samoani avevano una maggiore fisicità mentre i tongani avevano molti più caps e molta più esperienza, ma comunque erano due partite simili. Il Giappone ha un gioco molto rapido, soprattutto in attacco, e un allenatore esperto e di alto livello come Eddie Jones. È un grande tecnico e un grande stratega, sono certo che avrà messo nel mirino questa partita e che la starà preparando nei minimi dettagli. Noi dovremo dare il 100% (detto in italiano, ndr) per vincere questa partita, è una cosa che ci ripetiamo spesso” A proposito di lingua: usi più spesso l’italiano o l’inglese? “Ormai è un mix (ride, ndr). L’inglese è utile in generale, anche perché sono in gruppo anche giocatori di origine francese, il mio italiano non è perfetto ma cerco di parlarlo il più possibile, alla fine qui si sono create delle grandi amicizie e quindi viene naturale usarlo”.
17 Luglio 2024 - 18 ore fa
Leggi articolo
45

Giappone v Italia, domenica su Sky Sport Arena e in streaming NOW l’ultimo test del tour

L’ultimo test-match del tour estivo dell’Italia Maschile, domenica 21 luglio a Sapporto contro il Giappone (ore 14 locali, 7am in Italia) potrà contare, come già le sfide di Apia e Nuku’alofa, sulla copertura in diretta di Sky Sport. Su Sky Sport Arena (canale 204) e in streaming su NOW, gli Azzurri di Gonzalo Quesada scenderanno in campo nel terzo, conclusivo test della finestra internazionale estiva sfidando i Brave Blossoms di Eddie Jones, tornato da poco alla guida del XV del Sol Levante. Telecronaca come sempre affidata a Francesco Pierantozzi, affiancato da Federico Fusetti al commento tecnico.
17 Luglio 2024 - 19 ore fa
Leggi articolo
55

World Rugby U20 Championship, a Vedovelli la direzione del match salvezza tra Spagna e Fiji, Liperini TMO della Finale tra Francia e Inghilterra

Cape Town – World Rugby ha comunicato poco fa le designazioni arbitrali per l’ultima giornata del Mondiale U20, a calendario venerdì 19 luglio. I due rappresentanti italiani nel panel dell’edizione 2024, Federico Vedovelli e Matteo Liperini, sono stati assegnati ai due match in assoluto più delicati, vale a dire rispettivamente la Finale per l’11° posto – che in contemporanea determina la retrocessione nel Trophy dell’anno prossimo – e quella per il titolo iridato. Diversi saranno però i ruoli dei due direttori di gara: per Federico Vedovelli, trentenne originario di Sondrio, dopo la Finale Scudetto 2024 dello scorso 2 giugno e le numerose direzioni sia in URC che nel Sei Nazioni U20, un’importante conferma anche al Championship: il match tra Spagna e Fiji è in programma alle ore 12:00 all’Athlone Stadium, con gli iberici sconfitti per 28 a 15 proprio dagli Azzurrini e i fijiani battuti dalla Georgia per 40 a 36 nelle due gare di playoff disputate domenica scorsa. Il livornese Matteo Liperini, classe 1982, torna a rivestire il ruolo di TMO alla Finale del Mondiale U20 replicando quanto già avvenuto nella scorsa edizione: l’équipe arbitrale dell’attesissimo match tutto europeo tra Francia e Inghilterra al DHL Stadium è completato dal giapponese Takehito Namekawa, arbitro della gara, e dagli assistenti Sam Grove White (SRU) e Adam Jones (WRU).  Cinque ore prima della Finalissima, Liperini sarà inoltre chiamato a rispondere come Bunker Officer del confronto tra Galles e Sudafrica, gara che mette in palio 7° e 8° posto sempre al DHL Stadium. ITALIA U20 - verso il Mondiale22-25 aprile: raduno a Parma18-30 maggio: raduno a Treviso3-6 giugno: raduno a Parma12-16 giugno: raduno a San Benedetto del Tronto15 giugno: warm-up test Italia U20 v Spagna U20 (36-5)21 giugno: raduno pre-Mondiale a Treviso23 giugno: partenza da Venezia per Capetown WORLD RUGBY U20 CHAMPIONSHIP Pool A: Francia, Nuova Zelanda, Galles, Spagna
Pool B: Irlanda, Australia, Italia, Georgia 
Pool C: Sudafrica, Inghilterra, Argentina, Fiji Fase di qualificazione
Giornata 1: Sabato 29 giugno Irlanda U20 v Italia U20 55-15 (Cape Town Stadium, k.o. 16:30)Giornata 2: Giovedì 4 luglio Australia U20 v Italia U20 12-17 (Athlone Stadium, k.o. 19:30)Giornata 3: Martedì 9 luglio Georgia U20 v Italia U20 28-17 (Danie Craven Stadium, k.o. 16:30) Playoff e Finali
Giornata 4: Domenica 14 luglio Italia U20 v Spagna U20 28-15 (Danie Craven Stadium, k.o. 16:30)
Giornata 5: Venerdì 19 luglio (Finali)
17 Luglio 2024 - 21 ore fa
Leggi articolo

Nazionale Maschile U18, i convocati per il raduno di Parma

Sono 30 gli atleti convocati dallo staff tecnico della Nazionale Maschile U18 a prendere parte al raduno che si terrà a Parma dal 22 al 25 luglio. Durante il raduno i 30, tutti nati nel 2007, avranno modo di lavorare con lo staff Azzurro e di accrescere il bagaglio di esperienza nel percorso di sviluppo giovanile.Nella città emiliana, il gruppo si ritroverà e si allenerà agli ordini di coach Paolo Grassi, che ha scelto di chiamare gli atleti classe ’07 per quattro giorni di lavoro in campo e fuori. Qui di seguito la lista dei 30 convocati:Augusto ALESSANDRI (Rugby Perugia Junior)Michele BERNARDI (Bologna Rugby Club)Tommaso BONETTI (Rugby Rovato)Francesco BRAGA (Valpolicella Rugby)Giovanni CHECCUCCI (Unione Rugby Firenze)Jeremy CREPALDI (Rugby San Donà)Edoardo D’AMMANDO (Livorno Rugby)Valerio DE NICOLA (Rugby Experience L’Aquila)Luca DE NOVELLIS (Pesaro Rugby)Jacopo DE ROSSI (Livorno Rugby)Patricio Ettore DINARTE (Valpolicella Rugby)Federico FORTI (Valsugana Rugby Padova)Lorenzo FRANCOLINI (Pesaro Rugby)Tommaso JUVARA (Cus Genova)David LUISATO (Benetton Rugby Treviso)Giovanni MARZOTTO (Benetton Rugby Treviso)Emiliano MASTROPASQUA (Amatori&Union Rugby Milano)Massimo MOLINA (Rugby Experience L’Aquila)Giovanni NOSTRO (CUS Genova)Alex ODA (Mogliano Veneto Rugby)Filippo PARZANI (Rugby Petrarca)Jacopo SALA (Rugby Parabiago)Fabio SALVANTI (Unione Rugby Firenze)Alessio SCARAMAZZA (Rugby Experience L’Aquila)Davide SETTE (Rugby Experience L’Aquila)Alessandro SOLERA (Valorugby Emilia)Michael STOJKOVSKI (Rugby Club Pasian di Prato)Leonardo TOSI (Livorno Rugby)Edoardo VITALE (CUS Milano Rugby)Jaheim Noel WILSON (Rugby Club Pasian di Prato)

Italia U18 | 16/07/2024

Italrugby, Page-Relo verso il Giappone: “Affronteremo una squadra con voglia di rivincita”

Tokyo (Giappone) – Giornata dedicata al recupero e all’analisi video del prossimo avversario per la Nazionale Italiana Rugby Maschile che prosegue la marcia di avvicinamento verso il terzo ed ultimo appuntamento del Summer Tour 2024 in calendario al Sapporo Dome di Sapporo contro i padroni di casa del Giappone domenica 21 luglio alle 14.05 (7.05 italiane). Nella mattinata l’Italurgby ha avuto modo di entrare in contatto con la cultura giapponese, mentre dal primo pomeriggio odierno presso il quartier generale degli Azzurri che da domani saranno impegnati sul campo dell’Urayasu D-Rocks per una due giorni di allenamenti tra campo e palestra. L’avversario che chiuderà il Summer Tour dell’Italia sarà il Giappone, reduce da una sconfitta contro la Georgia nello scorso weekend. Fattore, quest’ultimo, che secondo Martin Page-Relo – intervenuto nell’incontro stampa odierno dal raduno azzurro – non sarà assolutamente un punto a svantaggio della formazione nipponica: “Credo che l’ultima sconfitta del Giappone darà a loro una grande voglia di rivincita. Non credo assolutamente che abbiano perso fiducia nei propri mezzi, anzi” “Dal nostro punto di vista siamo migliorati nella fisicità nella seconda partita. Questo credo sia stato uno dei nostri punti a favore contro Tonga. Competizione tra mediani di mischia? E’ un fattore interessante e stimolante. Siamo amici fuori dal campo, c’è un buon ambiente e ci rispettiamo tra di noi”. Chiusura per l’ultimo match del Summer Tour: “Saremo felici dopo la partita contro il Giappone se avremo conquistato un risultato positivo e soprattutto mostrato il nostro carattere e progressi” ha concluso Page-Relo.

Italia | 16/07/2024

Trofeo Italiano Beach Rugby: Il Vittoria for Women Tour arriva a Viareggio

Il 20 e il 21 luglio nella provincia toscana si terrà la 5a tappa del viaggio itinerante per sensibilizzare sul tema della prevenzione oncologica femminile.     Il 20 e il 21 luglio Viareggio ospiterà presso il Beach Stadium Matteo Valenti (P.le Sebastiano Caboto 1) la 5a tappa della seconda edizione del “Vittoria for Women Tour”, il viaggio itinerante realizzato da Vittoria Assicurazioni in collaborazione con la Fondazione Specchio dei tempi e la Federazione Italiana Rugby (FIR) per sensibilizzare l’opinione pubblica sul tema della prevenzione delle malattie oncologiche femminili. L’evento, organizzato nella cornice del Trofeo Italiano di Beach Rugby, vedrà il coinvolgimento e la partecipazione diretta di alcune agenzie di Vittoria Assicurazioni presenti sul territorio in qualità di punti di riferimento per la comunità, confermando così il proprio impegno per il sostegno e la protezione dei concittadini in prima persona. Accompagnata dal claim “la prevenzione femminile è la nostra meta”, anche questa tappa toscana, come tutte le altre, ospiterà il “VittoriaBus”, un centro di informazione e prevenzione itinerante, acquistato grazie alla raccolta fondi avviata nel 2023 in occasione della prima edizione del Tour e donato alla Fondazione Specchio dei tempi, che sarà adibito a sala medica per una visita senologica gratuita. Inoltre, per l’intera durata dell’iniziativa, verrà promossa una nuova raccolta fondi volta quest’anno a supportare l’acquisto di uno o più ecografi mobili per ampliare ulteriormente l’operato sul territorio nazionale. In questo viaggio per la prevenzione, i partecipanti potranno, inoltre, testare sul posto un’innovativa soluzione di Digital Health sviluppata da Come Stai in collaborazione con il Gruppo De Pasquale. L’applicazione consentirà loro di monitorare i più importanti parametri vitali e di ricevere l’esito del check up direttamente sullo smartphone. Nel weekend targato “Vittoria for Women Tour”, la Salute però non sarà l’unica protagonista, spazio anche a buona musica e sano sport. I tormentoni estivi saranno, infatti, la colonna sonora che accompagnerà tutti gli adulti e i bambini che, affiancati da esperti e giocatori, vorranno imparare le tecniche del rugby e i valori che lo caratterizzano, per un’esperienza di gioco davvero unica. La prossima e ultima tappa del Vittoria For Women Tour si terrà il 27 e il 28 luglio a Capaccio Paestum in provincia di Salerno. “Il Vittoria for Women Tour è un’iniziativa in cui la Compagnia crede molto perché rappresenta una reale e concreta azione per la prevenzione oncologica femminile di cui siamo estremamente fieri. Ancora oggi, la prevenzione è un gesto troppo spesso sottovalutato, per timore, mancanza di opportunità o anche solo pigrizia, ma può davvero fare la differenza nella vita di una persona e di quelle che lo stanno accanto. Ecco perché per il secondo anno consecutivo siamo orgogliosi di proseguire l’impegno preso e trasmettere questo potente messaggio anche durante una bella e spensierata giornata in riva al mare. Ringraziamo i partner che ci supportano in questo straordinario viaggio, la FIR e la Fondazione Specchio dei tempi, e ovviamente il Comune di Viareggio per aver abbracciato il progetto”, dichiara Luciano Chillemi, Responsabile Comunicazione Istituzionale e Customer Care di Vittoria Assicurazioni.    “Attraverso il tour nazionale del 2023, lo SpecchioBus della prevenzione ha offerto screening del seno e consulenze specialistiche a migliaia di donne, consentendo la diagnosi precoce di diverse anomalie e l’avvio tempestivo di trattamenti appropriati. Grazie all’impegno dei medici, questa iniziativa ha contribuito a identificare 31 casi sospetti, consentendo in circa 25 casi l’immediato avvio di terapie”, asserisce Angelo Conti, che è stato il responsabile del progetto in questi anni per la Fondazione Specchio dei tempi. “Dopo aver ospitato un test match della nazionale maschile under 19 ad aprile, Viareggio torna a essere protagonista di un evento ovale di portata nazionale, una bella vetrina estiva per il movimento toscano in una delle cornici balneari per eccellenza della nostra regione. – afferma Riccardo Bonaccorsi, presidente CR FIR Toscana – L’occasione è resa ancora più rilevante dalla causa della ricerca e della prevenzione in campo oncologico sostenuta da questa manifestazione. Un sintomo tangibile, nel segno della festa, dell’allegria e della condivisione, dell’impatto positivo che lo sport e il rugby possono avere sulla società. Desidero inoltre ringraziare l’amministrazione pubblica locale, sempre attenta a questi temi.” Manuela Furlan, storica Capitana della Nazionale Italiana Femminile, ottantanove volte in campo con la maglia azzurra, sarà nuovamente la testimonial del progetto: “Sono molto felice di partecipare anche quest’anno a questo nuovo tour. Lo scorso anno ci ha visti impegnati in 6 diverse tappe in giro per l’Italia e ha fatto sì che tappa dopo tappa i numeri fossero in continua crescita. L’obiettivo di quest’anno è migliorarci ancora, portare su altre spiagge un po’ di divertimento senza mai dimenticare la prevenzione che è il fulcro del nostro tour. Ringrazio la FIR e Vittoria Assicurazioni per questa nuova opportunità, credo molto in questo progetto e farne parte è motivo per me di responsabilità e orgoglio. Non vedo l’ora di ricominciare, venite a trovarci!”

Beach | 16/07/2024

Trofeo Italiano Beach Rugby, le classifiche delle tre tappe del fine settimana, altro super-successo di pubblico per il Vittoria for Women Tour 

Roma – Lo spettacolo del beach rugby è andato in scena nel weekend a San Felice Circeo, Alghero e Alpago, registrando tre tappe di grande peso specifico in ottica delle ormai vicine finali nazionali di Capaccio-Paestum: interessanti i movimenti in classifica generale, come sempre consultabili nella sezione dedicata al beach rugby del sito di Promozione & Partecipazione, www.rugbyxtutti.federugby.it Di seguito gli esiti delle tre tappe: SAN FELICE CIRCEO – LATINA (Vittoria For Women Tour)Data: sabato 13 + domenica 14 luglioLuogo: stabilimento “Il Veliero” Organizzazione Takiwatanga Rugby Programma: la quarta tappa del “Vittoria for Women Tour”, circuito itinerante realizzato dal main sponsor delle Nazionali Azzurre Seniores Vittoria Assicurazioni in collaborazione con Fondazione Specchio dei Tempi e FIR per sensibilizzare l’opinione pubblica sul tema della prevenzione delle malattie oncologiche femminili, ha dato spettacolo nell’iconica cornice di San Felice Circeo. Presente la testimonial ufficiale del Tour, l’ex Capitana Azzurra Manuela Furlan, sono state davvero tante le persone che si sono affidate agli specialisti del progetto in un percorso personale dedicato alla consapevolezza e alla prevenzione. Le 13 squadre iscritte al torneo, tutte maschili tra cui i Campioni in carica dei Crazy Crabs, hanno dato spettacolo laureando campioni dell’evento i Belli Dentro, con i Campioni costretti “solo” al terzo posto finale. Classifica finale:1  Belli Dentro2  Crazy Rats3  Crazy Crabs4  Cimina Brothers5  The Rockets6  San Bulls7  Razzi8  Wild Porks9  Pirati di Nisida10 Tren Bulls11 Spruzzi Pazzi12 Belli di Notte13 Trepuzzi Rugby Beach Rugby Integrato:StregAbili della Rugby Factory BeneventoImplaccAbili dell’Unione Rugby CapitolinaTakiwatanga RugbySora Rugby ALGHERO Data: sabato 13 luglioLuogo: Lido San Giovanni – Summer BeachOrganizzazione: Amatori Rugby AlgheroProgramma: la penultima tappa della Sardinia Cup ha messo di fronte tre squadre regionali, esaltando il pubblico presente nella bellissima Alghero con una serie di derby accesissimi, prima della grande festa che ha chiuso la giornata. Classifica finale:1   Trenicotteri2   Bulldog3   Grifoni di Alghero ALPAGOData: sabato 13 luglio + domenica 14 luglioLuogo: Lago di Santa Croce – Beach ArenaOrganizzazione: Rugby AlpagoProgramma: Per alcune delle squadre iscritte, l’evento era strategico per staccare il pass di accesso alle Finali nazionali di Capaccio-Paestum, con le altre tutte impegnate nella penultima tappa dell’Adriatic CUP. Nove le squadre maschili, sei quelle femminili, tutte protagoniste sula sabbia trasportata in riva al Lago di Santa Croce, circondata dalle montagne venete..Classifica finale Maschile:1   Gabbie mobili2   Padova beach3   Monsters4   Bula Bula5   Discepoli6   Sabbie Mobili7   Monsters da collezione8   Beach Busters9   Rimini beach Classifica finale Femminile1   Sabbiette2   Nutrie3   Sabbie Mobili4   The fox5   Patavium6   Padova Beach TROFEO ITALIANO BEACH RUGBY 2024(calendario soggetto a possibili variazioni, la versione aggiornata è presente al link https://rugbyxtutti.federugby.it/rugby-a-5/beach) 01.06 | Pizzo Calabro – Vibo Valentia01.06 | Ardea – Roma 08.06 | Pescara (rinviata a data da destinarsi)08.06 | Terracina – Latina08.06 | Uboldo – Varese (rinviata a data da destinarsi) 15.06 | Castel Volturno – Caserta15.06 | Solanas – Sinnai15.06 | Tuoro sul Trasimeno – Perugia15.06 | Fregene – Roma16.06 | Catania 22.06 | Milano Marittima – Ravenna (VITTORIA FOR WOMEN TOUR)22.06 | Ostia Roma22.06 | Sassari22.06 | Marina di Grosseto22.06 | Montebelluna – Treviso22.06 | Messina23.06 | Palmi – Reggio Calabria 29.06 | Pescara (VITTORIA FOR WOMEN TOUR)29.06 | Cagliari 29.06 | Caorle 06.07 | Lignano Sabbiadoro – Udine06.07 | Viterbo06.07 | Oristano 06.07 | Marina di Ragusa06.07 | Rosignano Marittimo – Livorno06.07 | Rosolina Mare – Rovigo (VITTORIA FOR WOMEN TOUR) 13.07 | San Felice Circeo – Latina (VITTORIA FOR WOMEN TOUR)13.07 | Lido San Giovanni – Alghero13.07 | Lago Santa Croce – Puos d’Alpago 20.07 | Viareggio (VITTORIA FOR WOMEN TOUR)20.07 | Senigallia – Ancona20.07 | Porto Ferro – Sassari FINALI TROFEO ITALIANO BEACH RUGBY: sabato 27 luglio a Capaccio-Paestum (VITTORIA FOR WOMEN TOUR)

Campionati | 16/07/2024

U20 Women’s Summer Series, il bilancio di un torneo strategico nella crescita delle giovani Azzurre

La prima edizione delle U20 Women’s Summer Series è terminata da meno di un giorno, ma è già tempo di bilanci per un nuovo torneo nel percorso di sviluppo delle giovani atlete, che ha visto l’Italia come paese ospitante e lo Stadio Sergio Lanfranchi come sede delle 9 gare tra le nazionali juniores delle sei Union del Sei Nazioni.  “Prima di tutto ho piacere di annotare che la manifestazione è stata un vero successo – dice il direttore tecnico dell’Alto Livello Daniele Pacini-, che ha determinato i complimenti sia a parte di Six Nations che delle Union presenti, bissando così i risultati organizzativi e di soddisfazione dei partecipanti ottenuti per l’organizzazione del Festival del 6 Nazioni U18 maschile svoltosi nel mese di aprile sempre alla Cittadella di Parma.  Il merito del successo alla capacità del Direttore del torneo, Andrea de Marchi, e di tutto lo staff di supporto di FIR e Zebre che ha lavorato da gennaio su questo progetto con qualità e passione, ed ai quali vanno i più sentiti ringraziamenti. Dal punto di vista sportivo il primo torneo U20 femminile ha mostrato come il livello giovanile delle sei nazioni coinvolte, che ricordo hanno avviato programmi specifici sulle ragazze juniores solo dal 2021 con il primo festival U18 giocato ad Edimburgo nel 2022, cresca velocemente anno dopo anno sia al livello del gioco che relativamente alla prestazione individuale delle giocatrici. La nostra nazionale ha sicuramente su questi due aspetti performato in maniera egregia come collettivo, mettendo in luce la crescita delle ragazze conseguenza della presenza sempre più costante nelle prime squadre dei propri Club e dalla attività federale tramite raduni e competizioni internazionali, compresa la Latin Cup che ha visto molte delle protagoniste di questa squadra nazionale in campo con Zebre e Benetton.  Lo Staff guidato dal capo allenatore Diego Saccà e dalla team manager Paola Zangirolami ha ben gestito in questi 14 giorni la squadra sottoposta alla sfida, non da poco, di giocare partite con soli 4 giorni di recupero per di più in pieno luglio. Ai risultati del campo si aggiungono due importanti indicatori da annotare: la tenuta fisico-atletica delle ragazze, in crescendo durante il torneo, e l’assenza di infortuni rilevanti, conseguenza sicuramente di un livello di allenamento individuale quotidiano adeguato delle nostre giocatrici oltre che dalla capacità di gestione dei nostri preparatori, medici e fisioterapisti durante la competizione.  Il percorso U20 non si misura però solo sull’ “oggi” e, pur essendo tutti molto contenti dei risultati e ricavandone dagli stessi un maggior livello di consapevolezza delle capacità delle nostre giocatrici e del nostro sistema, il focus rimane sulla fase di transizione verso la Nazionale Maggiore, anche in ottica del prossimo Mondiale 2025 in Inghilterra.  Attraverso il lavoro dei Club, delle Franchigie e delle squadre nazionali FIR sono sicuro che riusciremo a garantire buone opzioni nell’immediato futuro, per mantenere ed incrementare i nostri standard nell’élite mondiale”, ha concluso il Direttore Tecnico Pacini. A fine Series solo due squadre sono arrivate a compiere un percorso senza sconfitte: la Francia e l’Italia. Le Azzurrine di coach Saccà hanno saputo battere Scozia, Irlanda e Galles, mettendo in campo buone prestazioni e consolidando un gruppo che ha lavorato molto su se stesso, terminando il torneo in crescendo. Proprio l’allenatore livornese fa il punto dopo due settimane importanti: “Le U20 Women’s Summer Series si inseriscono in un contesto di nuove competizioni per quanto riguarda lo sviluppo del gioco femminile giovanile. Sono il frutto di un lavoro nato tre anni fa con la nascita della Nazionale U18 Femminile. Tutte le ragazze, sia quelle a disposizione ora, che coloro che si snob messe ha disposizione nelle attività di preparazione negli anni hanno lavorato duramente e con impegno e contributo alla crescita del gruppo. Tornando alle Series, abbiamo giocato tre partite da 80 minuti in 11 giorni, con un gruppo di atlete  di età diverse (che va dalle rientranti del 2002 fino alle nate nel 2006) che è  sempre rimasto centrato sugli obiettivi sul campo che fuori, in un contesto in cui il clima positivo ha favorito l’apprendimento. Questo torneo è parte di un percorso fondamentale per le atlete e per lo staff, che ha lavorato in maniera instancabile, mettendo a disposizione la propria esperienza professionale (come quella della tecnica Elena Chiarella e della Video Analyst Arianna Corbucci, ma anche di ex Azzurre, come nel caso di Paola Zangirolami, Michela Tondinelli, Michela Merlo, Elisa Facchini, Melissa Bettoni) e rimanendo allineato nella condivisione di principi e nella comprensione dei bisogni delle atlete.  Siamo felici per le ragazze ed  il risultato finale fa piacere, la priorità resta comunque analizzare le prestazioni sia individuali che di gruppo e supportare le ragazze nel loro percorso di crescita”.

Italia U20 | 15/07/2024

Campionati

FIR Informa

Altri articoli

L’Italrugby a Tokyo per sostenere il patrimonio enogastrnomico italiano quale bene intangibile dell’umanità

Nell’ambito delle azioni a sostegno della candidatura della Cucina Italiana a patrimonio immateriale dell’UNESCO, l’Ambasciata d’Italia in Giappone, in collaborazione con l’Ufficio ICE di Tokyo, ospita giovedì 18 luglio un’iniziativa finalizzata a valorizzare – alla presenza di autorità locali e operatori e chef italiani e giapponesi del settore agroalimentare – il nostro patrimonio enogastronomico come bene intangibile dell’umanità.  La manifestazione a Tokyo fa parte del roadshow promozionale – che ha già fatto tappa a New York, Doha, Las Vegas e Lione – organizzato dal Ministero dell’Agricoltura, della Sovranità Alimentare e delle Foreste (MASAF) e dal Ministero della Cultura, in collaborazione con il MAECI, ICE Agenzia, Ministero del Turismo e ENIT. Gli eventi in Francia e in Giappone sono realizzati anche in sinergia con la Federazione Italiana Rugby con la finalità di rafforzare la diplomazia sportiva e la proiezione del “Sistema Italia” in un’ottica di promozione integrata come sottolineato dal Ministro del Turismo, Sen. Daniela Santanche’: “facendo squadra come nello sport e nel rugby in particolare, portiamo nel mondo l’orgoglio di essere italiani e di appartenere alla Nazione con più siti UNESCO al mondo. E grazie alla nazionale italiana di Rugby promuoviamo la nostra nazione anche in Giappone dove poi, dal 25 agosto, farà tappa anche il Vespucci. Un’azione quindi sinergica che vede tutte le istituzioni scendere in campo per promuovere nel mondo il sistema Italia.”   Alla serata nella Capitale giapponese sarà presente la squadra maschile della Nazionale Italiana Rugby che, nell’ambito di gare amichevoli della Summer Nations Series, disputerà il 21 luglio a Sapporo un incontro con la nazionale giapponese, nonché la Federazione giapponese di Rugby rappresentata dal Presidente Tsuchida Masado e giocatrici della nazionale femminile del Sol Levante. La presenza degli Azzurri rafforza il loro ruolo di ambasciatori della tradizione alimentare italiana e dello stile di vita associato alla Dieta Mediterranea.   Come evidenziato dal Ministro dell’Agricoltura, della Sovranità Alimentare e delle Foreste, On. Francesco Lollobrigida: “legare la qualità della Cucina Italiana, la nostra cultura, la nostra identità e le nostre tradizioni che essa rappresenta allo sport ai massimi livelli all’interno di eventi internazionali come quello che andremo a vivere qui a Tokyo, domenica, con la nazionale Italrugby, vuol dire valorizzare il legame profondo che c’è tra la corretta alimentazione, i corretti stili di vita e l’attività fisica. Accostare il buon cibo italiano allo sport è forse uno dei momenti più alti per dimostrare che la nostra tradizione culinaria non rappresenta solo un insieme di ricette, esperienze, pratiche e contaminazioni ma è il cuore della dieta mediterranea, caratterizzata da prodotti alimentari d’eccellenza, da cibi sani, dalla varietà e dalla biodiversità. Un modello che vogliamo valorizzare ed esportare in tutto il mondo, e che raggiungerà uno dei suoi più alti momenti a settembre, in occasione del G7 Agricoltura e Pesca che si terrà in Sicilia, nell’isola di Ortigia dal 26 al 28 settembre, dove realizzeremo un Expo del sistema agricolo della pesca e dell’agroalimentare per promuovere il “Sistema Italia” e il cibo come elemento culturale identitario. Volgiamo rafforzare ancora una volta la candidatura della Cucina italiana a patrimonio Unesco”.  In vista dell’evento il Presidente della Federazione Italiana Rugby (FIR), Marzio Innocenti ha commentato: “la Federazione Italiana Rugby è orgogliosa di poter rappresentare il nostro Paese nel mondo, contribuendo attraverso la collaborazione con il MASAF e ICE a sostenere la candidatura della cucina italiana a patrimonio immateriale UNESCO dopo che, con il Ministero e ISMEA, abbiamo lavorato durante il Sei Nazioni alla valorizzazione della frutta in guscio”. Il Presidente della FIR ha poi aggiunto “al tempo stesso siamo consapevoli del grande valore dello sport al servizio del turismo e entusiasti di poter continuare ad operare insieme al MiTur nella promozione del nostro Paese. Ringrazio l’Ambasciatore d’Italia in Giappone Gianluigi Benedetti e ICE, per aver splendidamente organizzato questa serata a Tokyo al fianco di tutte quelle istituzioni con cui siamo onorati di fare squadra nella valorizzazione delle eccellenze e delle meraviglie che l’Italia sa offrire”. La Cucina Italiana è nota per la biodiversità del territorio e la sostenibilità delle produzioni DOP/IGP, simboli riconosciuti del Made in Italy, che anche il Giappone tutela grazie all’Accordo di Libero Scambio del 2019. Iniziative come quella organizzata presso l’Ambasciata d’Italia a Tokyo costituiscono un importante volano per il rafforzamento dei prodotti italiano su un mercato strategico come quello giapponese. “Il Giappone è un partner commerciale storico per l’Italia. Anche grazie al supporto dell’ICE, i prodotti alimentari italiani sono facilmente disponibili ai consumatori giapponesi” ha sottolineato il Presidente di ICE Agenzia, Matteo Zoppas che ha ricordato come “negli ultimi anni, l’export di prodotti alimentari italiani sul mercato è cresciuto sistematicamente, raggiungendo quasi un miliardo di euro. Tuttavia, questo risultato non ci deve accontentare, soprattutto alla luce dei solidi rapporti tra i nostri Paesi. Inoltre, in vista di Expo Osaka 2025, sarà cruciale porre l’enogastronomia italiana in primo piano, rafforzando ulteriormente la nostra presenza e il nostro impatto sul mercato giapponese. La candidatura della cucina italiana a patrimonio immateriale dell’Unesco è un’occasione autorevole di racconto dei valori che caratterizzano il Made in Italy enogastronomico anche nei canali oltre l’etnico”  Nel corso della serata un menù di piatti tipici della cucina italiana, firmato dall’Accademia della Cucina Italiana, racconterà le eccellenze del territorio attraverso un percorso di sapori dal mare alle montagne. La cerimonia si concluderà con la consegna di una targa di riconoscimento ad otto associazioni giapponesi del settore agroalimentare che contribuiscono a diffondere la conoscenza della nostra cucina in Giappone.

FIR Informa | 18/07/2024

FIR, approvato il Bilancio Consuntivo 2023

Il Consiglio Federale della FIR ha approvato a maggioranza il Bilancio Consuntivo 2023. Il Bilancio evidenzia un disavanzo di €9.335.341,96, dopo lo stanziamento a carico dello stesso degli accantonamenti ed ammortamenti di competenza consentiti. L’esercizio 2023 registra una contrazione del valore della produzione, che si attesta a €38.809.659,39 dato in larga parte ascrivibile alla mancata disputa dei test-match autunnali maschili – che generano mancate entrate su ticketing e diritti televisivi, sostituiti come ogni quadriennio dalla Rugby World Cup –  e la contestuale riduzione dei contributi ordinari in virtù dello stato di sovrapatrimonializzazione di FIR che, con un patrimonio netto superiore ai ventitré milioni di euro, è quarta tra le Federazioni Sportive Nazionali per volume patrimoniale. Il trend positivo di risultati delle Squadre Nazionali e l’ottimizzazione delle attività commerciali e di marketing si è tradotto, a partire dall’esercizio 2023, in un incremento delle entrate da sponsorizzazioni pari al +28%, pur a fronte della crescente concorrenza sulla scena internazionale dello sport business di un sempre maggior numero di players che ha comportato una significativa riduzione dei ricavi derivanti dai diritti televisivi, ormai persistente dal post-pandemia. Il costo della produzione, nel 2023, si è attestato a €49.771.133,78, di cui €38.873.410,75 interamente ascrivibili ai costi sostenuti da FIR per l’attività sportiva, garantendo di conseguenza sia gli investimenti necessari per lo sviluppo dell’attività di alto livello – strategica per dare continuità ai ricavi da manifestazioni internazionali – che per offrire costante impulso all’attività domestica di base necessaria alla promozione e alla crescita dei vivai giovanili. Sull’incremento dei costi della produzione 2023 grava, in particolare, la richiesta straordinaria di restituzione di due milioni di euro, ascrivibile alla stagione 2019/2020, da parte di United Rugby Championship mentre, più in generale, il contesto storico post-pandemico evidenzia una generale contrazione economico-finanziaria che accomuna le principali Federazioni Tier 1. In una proiezione di medio termine l’incremento delle entrate commerciali – sia per quanto attiene le sponsorizzazioni sia per lo sviluppo delle partnership istituzionali – e la piena uscita dalla crisi pandemica inducono ottimisticamente alla progressiva ripresa dei ricavi necessari per il fabbisogno federale, anche attraverso maggiori entrate da Sei Nazioni e World Rugby, e quindi alla piena sostenibilità delle attività sportive. In conclusione, in pieno accordo con le finalità istituzionali, la dotazione patrimoniale federale mantiene una solida consistenza, con oltre dieci volte il patrimonio minimo richiesto dal CONI, garantendo il serbatoio necessario per gli investimenti tecnico-sportivi funzionali a consolidare e dare continuità al posizionamento delle Squadre Nazionali FIR sul palcoscenico internazionale, essenziale per il progressivo sviluppo di nuove risorse economiche e per costituire l’impulso a supporto di tutto il movimento sportivo di base. Il Bilancio Consuntivo 2023, come previsto dalle regolamentazioni vigenti, è stato approvato dalla Giunta Nazionale del CONI in data 11 luglio 2024.

FIR Informa | 15/07/2024

“Rugby cardio-protetto”, Puglia prima regione rugbistica italiana interamente coperta dai protocolli BLSD, sabato a Locorotondo una giornata speciale tra formazione e donazioni 

Roma – Si chiude sabato 22 giugno, con una giornata dedicata alla formazione per i Club pugliesi e la consegna dei sette dispositivi DAE donati dalla Onlus Orizzonti Futuri, partner primaria dell’iniziativa, l’articolato percorso del progetto “Rugby Cardio-Protetto”, promosso dalla Federazione Italiana Rugby attraverso il Comitato Regionale e l’area di Promozione & Partecipazione con l’obiettivo di innalzare drasticamente il livello di tutela della sicurezza e della prevenzione in ambito cardiaco del movimento pugliese. Grazie al supporto della Onlus Orizzonti Futuri il progetto-pilota, infatti, parte a livello nazionale proprio dalla Puglia, con la donazione di sette defibrillatori e di dodici corsi di formazione BLSD, cui si sono aggiunti gli ulteriori sei acquistati dalla FIR andando così a garantire la fornitura completa all’intero panorama regionale: l’obiettivo generale è quello di replicare poi il modello anche a tutto il resto del Paese, facendo del rugby italiano un movimento particolarmente avanzato sul piano culturale, delle dotazioni e delle competenze a livello nazionale. Il progetto – coordinato con il supporto del vice-Presidente FIR Antonio Luisi per Promozione & Partecipazione dalla fund-raiser FIR di Area 4 Vitanna Convertini, in collaborazione con il Responsabile Nazionale Francesco Grosso  – nasce dalla semplice constatazione di come la presenza di un defibrillatore sia fondamentale non solo negli impianti di gioco, ma anche nelle Club House, cuore pulsante dell’aggregazione sociale legata alla disciplina, andando a strutturare una rete protettiva allargata sul territorio utile non solo al bacino d’utenza del rugby, ma all’intera comunità. L’impegno della Federazione Italiana Rugby su questo delicato versante parte dall’obbligatorietà delle idoneità sportive agonistiche imposta a partire dalla categoria Under 14, una normativa che in termini epidemiologici ha consentito di individuare come il 74% delle patologie cardiovascolari riguardino la fascia d’età al di sotto di 16 anni.  Secondo i dati diffusi dal Ministero della Salute, in Italia circa una persona su 1.000 ogni anno viene colpita da morte cardiaca improvvisa. Fondamentale è l’intervento coi defibrillatori entro 3 minuti per evitare danni cerebrali, mentre in generale il tasso di sopravvivenza nei centri dotati di dispositivi DAE è del 93%. Un’indagine interna alla Federazione ha evidenziato come molte società affiliate utilizzino defibrillatori pubblici messi ad uso comune nelle strutture sportive, di proprietà, il più delle volte, delle Amministrazioni locali. Pur ottemperando alla normativa vigente, ciò si traduce in un limite oggettivo alla possibilità di estendere le attività del Club al di fuori del proprio impianto, impedendo di fatto quelle attività di diffusione e di avviamento alla pratica rugbistica anche in spazi diversi, in totale e costante sicurezza. Alla giornata di sabato 22 giugno, ospitata a partire dalle 10:30 nella prestigiosa location di Villa Mitolo a Locorotondo (BA), gli apparati DAE donati alla FIR da Orizzonti Futuri Onlus saranno a loro volta trasferiti al Comitato Puglia e ai presidenti dei Club coinvolti nel progetto, mentre nella stessa mattinata, con inizio alle ore 09:00, la Club House del Valle d’Itria Rugby presterà i suoi locali per il corso di formazione BLSD destinato a 18 discenti tra tecnici, personale operativo e/o dirigenti degli stessi Club e del Comitato regionale Puglia (che avrà dunque in dotazione diretta un defibrillatore e tre collaboratori interni formati al suo utilizzo).  Alla cerimonia di Villa Mitolo saranno presenti il vice-Presidente FIR Antonio Luisi, il consigliere nazionale della Orizzonti Futuri Onlus dott. Antonio Laghezza e l’Amministratore unico della “Informare i Medici – Commercial srl” dott. Fabio Morini. A margine dell’evento, i lavori proseguiranno con le premiazioni per i risultati sportivi pugliesi 2023-2024 e con l’assemblea dei Club di Puglia e Basilicata, con un momento particolarmente emozionante quando sarà assegnato il riconoscimento “Una vita per il rugby” a Grazio Menga, storica figura del rugby pugliese vissuta nei ruoli di giocatore, tecnico, dirigente e di attuale Consigliere Federale. Destinatari donazione DAE Comitato Regionale Puglia  Asd Duchi dei Normanni  Asd Granata Asd Old Salento  Asd Taranto Rugby Generation Asd Tigri Rugby Bari 1980 Asd Valle d’Itria Rugby Destinatari corsi BLSD Comitato Regionale Puglia 1 Comitato Regionale Puglia 2 Appia Rugby Puglia asd Asd Bisceglie rugby Asd Draghi BAT Amatori Sport Taranto  Pol. Trepuzzi Rugby Salento XV asd F.C. Rugby Taranto asd Asd Amatori Rugby Monopoli 2019  Asd Amatori Rugby Bitonto SCALETTA DELLA GIORNATA  ore 8.45 accreditamento corsisti presso Club house Valle d’Itria Rugby  ore 9:00 inizio corso di formazione BLSD ore 10:30 c/o Villa Mitolo  Benvenuto del vice-Presidente FIR  Saluti istituzionali Presentazione del progetto “Rugby Cardio-Protetto”  Premiazione per la promozione in Serie B del Tigri Rugby Bari 1980 Premiazione 1° Classificato nel Campionato Interregionale U16 – Coppa Appia Antica al Tigri Rugby Bari 1980 Riconoscimento “Una vita per il rugby” a Grazio Menga A seguire assemblea Club Puglia e Basilicata.

FIR Informa | 21/06/2024

Documenti

Vedi di più

Scopri la collezione 23/24

Visita il nostro store

Newsletter FIR

Iscriviti