Joom!Fish config error: Default language is inactive!
 
Please check configuration, try to use first active language

Azzurri per il sociale
Azzurri per il sociale

Le attività sociali che gli Azzurri sostengono, per iniziativa personale, sono per FIR un valore aggiunto in quanto contribuiscono all’attività di sensibilizzazione che la stessa svolge nell’ambito del percorso etico intrapreso.



RUGBY: IL CENTRO CLINICO NeMO IN CAMPO CON L’ITALIA CONTRO L'IRLANDA PDF Print E-mail
CSR
Sunday, 22 January 2017 20:08
There are no translations available.

 

La partita di rugby del torneo “Sei nazioni” tra la nazionale italiana e quella irlandese, in programma a Roma l’11 febbraio, sarà dedicata al Centro Clinico NeMO, centro di eccellenza per il trattamento delle malattie neuromuscolari

Roma, 23 gennaio 2017 – Il Centro Clinico NeMO scende in campo con la nazionale italiana di rugby per il torneo “Sei nazioni”: la Federazione Italiana Rugby, infatti, ha deciso di sostenere il NeMO dedicandogli il secondo incontro del torneo, che vedrà l’Italia affrontare l’Irlanda sabato 11 febbraio 2017 allo stadio Olimpico di Roma. Il Centro Clinico NeMO è un centro di eccellenza ad alta specializzazione per il trattamento delle malattie neuromuscolari, come la Sclerosi Laterale Amiotrofica (SLA), l’Atrofia Muscolare Spinale (SMA) e le distrofie muscolari, patologie fortemente invalidanti che colpiscono oggi in Italia oltre 40.000 persone.

Sottolinea Alberto Fontana, presidente della Fondazione Serena Onlus, l’ente gestore del Centro Clinico NeMO: “Siamo grati per il sostegno che ci è dato dalla Federazione Italiana Rugby e contenti dell’alleanza con questo sport. Con il rugby, infatti, condividiamo uno dei valori fondamentali: lo spirito di squadra. Ciò che rende unico il modello del Centro NeMO, infatti, è che il lavoro degli specialisti e degli operatori, sinergico come quello di una squadra, ruota tutto intorno al paziente e alle sue esigenze. Tutto questo tenendo fissa la nostra ‘meta’: promuovere la migliore qualità di vita delle persone colpite da malattie neuromuscolari e sviluppare la ricerca di terapie efficaci".

Nella giornata del match i tifosi del rugby potranno conoscere di più sulle attività del Centro Clinico NeMO grazie a un video che sarà proiettato allo stadio Olimpico prima dell’inizio dell’incontro, attraverso materiale informativo che sarà distribuito sulle sedute degli spettatori e messaggi che saranno trasmessi sui cartelloni a led dello stadio e diffusi dallo speaker dell’evento.

Inoltre, all’interno del Villaggio del terzo tempo, posto accanto allo stadio, il Centro Clinico NeMO sarà presente con un suo stand in cui sarà possibile avere informazioni sulle sue attività, conoscere medici e volontari e, per chi lo desidera, iscriversi alla newsletter del Centro o effettuare una donazione.

Altri appuntamenti per il pubblico sono previsti nel giorno della partita: è possibile consultare il loro elenco completo, aggiornato regolarmente, sul sito web del Centro Clinico NeMO: www.centrocliniconemo.it

Il Centro clinico NeMO

Il Centro Clinico NeMO è un centro di eccellenza ad alta specializzazione per il trattamento delle malattie neuromuscolari e ha quattro sedi sul territorio nazionale: Milano, Roma, Messina e Arenzano (Genova). Le prestazioni sanitarie effettuate da questi centri sono erogate nell’ambito e per conto del Servizio Sanitario Nazionale (SSN), pertanto senza oneri a carico del paziente.

Obiettivo del Centro Clinico NeMO è la presa in carico globale del malato grazie a un piano clinico-assistenziale multidisciplinare, che pone il paziente al centro dell’attenzione per consentirgli la migliore qualità di vita possibile. Oltre ai servizi riabilitativi, di prevenzione e diagnosi, NeMO si propone di sviluppare anche attività di ricerca clinica sulle malattie neuromuscolari, per poter offrire un servizio secondo i più alti standard di cura e terapia disponibili.

Le caratteristiche distintive del Centro sono l’approccio multidisciplinare in cui tutte le specialità cliniche necessarie al percorso di cura sono disponibili al letto del paziente; lo sviluppo di piani di cura personalizzati; l’organizzazione dei percorsi in base all’età specifica; la condivisione di tutte le informazioni sulle attività in corso tra tutti gli operatori sanitari e amministrativi interessati; la presa in carico della persona con malattia in tutte le fasi della patologia.

 

 
IV TEMPO – INCONTRO CONFERENZA: LO SPORT E I DIRITTI UMANI PDF Print E-mail
CSR
Thursday, 10 November 2016 16:26
There are no translations available.

IMG-20161110-WA0007Roma - Si è tenuto a Roma - presso il Teatro Vittoria -  un incontro tra: rappresentati del rugby, Amnesty International, studenti delle scuole superiori e gli allievi del Centro di Formazione Permanente U18 ,”Lorenzo Sebastiani” ( giovane rugbista morto durante il terremoto che colpì L’Aquila nel 2009), con lo scopo di sensibilizzare i giovani ai temi legati alla tutela dei diritti umani ed al rispetto dei valori di condivisione e diversità.

I ragazzi sono stati stimolati alla riflessione sulle tematiche oggetto della conferenza, dopo aver assistito allo spettacolo teatrale Mar del Plata, in scena al Teatro Vittoria fino al 13 novembre. La rappresentazione  è tratta da una storia vera: la squadra La Plata Rugby formata da un gruppo di ragazzi che, alla fine degli anni ’70, nell’Argentina della dittatura dei militari, venne decimato dalla ferocia degli emissari di Videla ma che rimase in campo a giocare fino alla fine del campionato.

Read more...
 
RUGBY, MOVEMBER E L'IST. ONCOLOGICO VENETO INSIEME PER LA PREVENZIONE DEL TUMORE ALLA PROSTATA PDF Print E-mail
CSR
Thursday, 03 November 2016 16:54
There are no translations available.

 

movemember-minDurante tutto il mese di Novembre 2016, lo IOV e il mondo del Rugby si uniscono per una serie di eventi rivolti al mondo della palla ovale per diffondere la cultura della prevenzione nell’ambito del tumore alla prostata e raccogliere fondi per sostenere la ricerca scientifica. La Conferenza Stampa, che si è tenuta oggi presso l’Aula Magna dell’Istituto Veneto (Padova), ha presentato i contenuti di MOVEMBER (che giunge alla sua terza edizione) ed i suoi appuntamenti, che copriranno il Veneto per tutto il mese, dal 3 al 26 novembre.

 

MOVEMBER 2016: IN SINTESI 

24 squadre di rugby, 12 appuntamenti, 10 città: questi i numeri di MOvember for IOV 2016, la campagna di sensibilizzazione, prevenzione e raccolta fondi sul tumore alla prostata, promossa dall'Istituto Oncologico Veneto durante mese di novembre in collaborazione con i rugbisti di tutta la Regione, da Verona a Treviso, passando per Vicenza e Padova, per Vittorio Veneto e Belluno.

MOVEMBER: DI COSA SI TRATTA

MOvember nasce a Melbourne, Australia nel 2003, dalla fusione tra MOustache e November: i baffi che nel mese di novembre i rugbisti si lasciano crescere per richiamare l'attenzione sul tumore della prostata, la neoplasia maggiormente diffusa tra gli uomini. Dal 2014 l'iniziativa viene anche proposta dall'Istituto Oncologico Veneto in collaborazione con il movimento rugbystico regionale e nazionale, con un coinvolgimento sempre maggiore di squadre, atleti, federazioni.

Read more...
 


Page 2 of 5
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR

banner-ticketing

banner-hospitality

300x250

Banner Sito Federugby

HOF 2017

 

I cookie vengono utilizzati per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo si utilizza. I cookies necessari per il funzionamento essenziale del sito sono già stati impostati. Per maggiori dettagli vai qui privacy policy.

Ho letto e accetto i cookies di questo sito