Joom!Fish config error: Default language is inactive!
 
Please check configuration, try to use first active language

FIR per il Sociale
FIR per il Sociale

Ogni anno FIR sostiene numerose iniziative sociali  collaborando con enti/associazioni che attraverso la loro attività danno espressione ai Valori che FIR promuove.



PRESENTATA AL CONI L'INIZIATIVA "INSIEME PER LA META" PDF Print E-mail
CSR
Thursday, 09 June 2016 19:56
There are no translations available.

 

insieme per la meta fotoRoma – “Insieme per la Meta” è il progetto del comune di Catania sviluppato in sinergia con I Briganti di Librino, club da anni impegnato in una delle periferie con maggiori complessità del territorio. L’iniziativa vedrà il suo inizio sabato 11 giugno sul campo “San Teodoro Liberato” con un torneo a cui prenderanno parte giovani rugbisti della categoria U12.

Il progetto è stato presentato oggi a Roma, presso la Sala Giunta,  alla presenza  del presidente del Coni Giovanni Malagò, del vicepresidente della FIR Antonio Luisi, dell'assessore allo Sport di Catania Valentina Scialfa e del Procuratore Generale di Roma Giovanni Salvi. 

Presenti anche il direttore eventi di FIR Pierluigi Bernabò, il Presidente del Comitato Regionale siciliano Orazio Arancio ed il Presidente dei Briganti di Librino, Piero Mancuso.

Dopo il saluto di benvenuto di Giovanni Malagò, che ha sottolineato l'importanza dei valori del rugby sostenendo la causa del comune di Catania e del club siciliano. Il testimone è passato all'assessore allo sport del Comune di Catania, Valentina Scialfa, che ha portato i saluti del Sindaco di Catania Enzo Bianco, e successivamente ha evidenziato l'impegno dell'amministrazione verso la promozione dello sport affermando: "Questo progetto mira a sviluppare la pratica sportiva coniugandola all'altissimo valore sociale ed aggregativo che essa ha. Scuola e sport devono andare a braccetto e il nostro impegno, che continueremo a sostenere in futuro, è quello di poter fornire ai giovani gli strumenti adatti per poter esprimere al meglio le proprie potenzialità per prevenire disagio giovanile e dispersione scolastica ”.

Antonio Luisi, vicepresidente della FIR, ha rimarcato l'impegno della federazione: “La FIR è sempre in prima linea a sostegno delle cause sociali. Praticare sport è un diritto di ogni cittadino e noi come federazione facciamo il massimo per garantirne il corretto svolgimento. L’impegno che mettono in campo i ragazzi di Librino, così come altre realtà impegnate nel sociale, è encomiabile”. Pierluigi Bernabò, direttore dell'area eventi della Federazione Italiana Rugby, si sofferma sulla seconda tappa del torneo “Insieme per la meta”: “L’RBS 6 Nazioni, oltre ad offrire uno spettacolo di alto livello dal punto di vista tecnico, rappresenta anche un’opportunità per dare spazio a tante iniziative sociali come quella di Librino. In occasione della partita contro la Francia, in calendario l’11 marzo 2017, ospiteremo allo Stadio dei Marmi un triangolare al quale parteciperanno, oltre ai Briganti di Librino, ragazzi provenienti da realtà similari come Scampia e Corviale. Daremo ai giovani partecipanti la soddisfazione e l’emozione di scendere in campo allo Stadio Olimpico nel cerimoniale prepartita a cantare l’inno insieme ai nostri Azzurri”

“Potessi tornare indietro giocherei a rugby” - ha esordito Giovanni Salvi, già procuratore generale di Catania attualmente in carica a Roma. “Lo sport ha un altissimo valore sociale e come espressione di legalità ed il rugby ne è certamente una delle testimonianze  migliori”. Dello stesso avviso è il professor Pierluigi Matera, vice procuratore generale dello sport presso il Coni: “Sport e cultura rappresentano un binomio perfetto per dare la possibilità a molti ragazzi di crescere in modo sano. Già in altre occasioni ho avuto la fortuna di sedermi al tavolo dei relatori con esponenti della Federazione e gli intenti sono unanimi. L'impatto che ha il rugby nel sociale è forte ed è tangibile”.

“Sono commosso per la partecipazione a questo evento – ha esordito Orazio Arancio, presidente del comitato regionale FIR della Sicilia -. Ho a cuore tutto il territorio siciliano e non posso che essere orgoglioso per quanto si sta cercando di fare a sostegno dei Briganti. Fornire delle strutture adatte a chi vuole fare sport è fondamentale e noi faremo il possibile per dare la possibilità, a chi si avvicina al rugby, di praticarlo nel migliore dei modi”.

 

 
CARLO DAMASCO, SABATO ULTIMA DIREZIONE DI GARA AL CARCERE DI TORINO PDF Print E-mail
CSR
Wednesday, 27 April 2016 16:26
There are no translations available.

attachmentL’INTERNAZIONALE PARTENOPEO CHIUDE LA CARRIERA DIRIGENDO I DETENUTI DE LA DROLA CONTRO L’ACQUI TERME 

 

Si concluderà sabato 30 Aprile  la carriera di Carlo Damasco - primo arbitro italiano professionista, con alle spalle una lunga carriera internazionale - che per l’ultima partita è stato designato a dirigere il match tra La Drola e L’Acqui Terme (Serie C, girone piemontese) che avrà luogo presso la casa circondariale di Torino.

Dopo 14 anni sulla scena europea, con all’attivo due Rugby World Cup e la Finale di Shield europeo del 2005, un gran numero di test-match come TMO e quattro direzioni di gara nella finale di Eccellenza, Carlo Damasco esprime il proprio entusiasmo nell’aver scelto di portare a termine il proprio percorso professionale scendendo in campo a fianco di un progetto che va ben oltre la semplice attività sportiva.

 “Ho scelto di concludere la mia carriera arbitrando in un carcere – commenta Carlo Damasco, che lo scorso 12 Marzo era già stato direttore di gara nella casa circondariale “Dozza” a Bologna – per ripetere un’esperienza che mi ha regalato le stesse emozioni vissute dirigendo le finali dei campionati maggiori”.

La Drola, squadra iscritta al Campionato Regionale Serie C, è composta da soli detenuti grazie, al progetto dell’associazione “Ovale oltre le sbarre”.

La Onlus fondata nel 2010, si pone l’obiettivo di perseguire – attraverso il gioco del rugby – il recupero fisico, sociale ed educativo di detenuti e giovani disagiati. Presieduta dall’ex rugbista azzurro Walter Rista, riunisce al suo interno sportivi e professionisti che, attraverso la promozione dei valori del rugby, presso le strutture carcerarie e le periferie metropolitane ad alto rischio devianza, intendono rinforzare i percorsi finalizzati al reinserimento sociale dei detenuti e al contenimento del disagio giovanile.

“La particolarità della partita disputata a Bologna è stata vedere sugli spalti ed, a seguire nel terzo tempo, i parenti dei detenuti che - grazie ad un’apposita autorizzazione - hanno avuto modo di assistere all’incontro e spero, che questo, possa ripetersi anche per il match di sabato. In quest’occasione, così come nella precedente – continua Damasco - regalerò, al capitano del La Drola, una mia maglia indossata durante uno dei test-match internazionali”.

“Il rugby mi ha dato tanto, prosegue Damasco, vorrei quindi concludere la mia carriera sul campo restituendo a questo sport quanto ricevuto in questi anni”.

 

 
ANDIAMO INSIEME A FARE META PDF Print E-mail
CSR
Friday, 08 April 2016 10:01
There are no translations available.

 

insieme fare metaRoma -  Dopo la positiva esperienza dei precedenti anni l’Agenzia Nazionale per la Sicurezza delle Ferrovie (ANSF), la Polizia di Stato e la Federazione Italiana Rugby (FIR) tornano a far squadra in una campagna di educazione alla legalità.

L’iniziativa, ideata e sostenuta dall’ANSF, promossa e realizzata in collaborazione con la Polizia Ferroviaria e la FIR, nel 2014 ha coinvolto oltre 7.000 bambini con feste di piazza che hanno attraversato tutta la penisola: da Catania a Jesolo, da Senigallia a Torino, da Bari a Scampia (Na) per concludersi a Firenze. I giovani rugbisti si sono contesi lealmente la palla ovale imparando allo stesso tempo, attraverso il gioco, alcune semplici regole per la propria sicurezza nelle stazioni e ai passaggi a livello. Un’esperienza che verrà rinnovata nel 2016: è stato sottoscritto il nuovo protocollo d’intesa tra ANSF, Polizia Ferroviaria e FIR che darà modo di organizzare altrettante manifestazioni distribuite su tutto il territorio nazionale.

Read more...
 


Page 8 of 13
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR

banner-ticketing

banner-hospitality

300x250

Banner Sito Federugby

 

I cookie vengono utilizzati per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo si utilizza. I cookies necessari per il funzionamento essenziale del sito sono già stati impostati. Per maggiori dettagli vai qui privacy policy.

Ho letto e accetto i cookies di questo sito