Joom!Fish config error: Default language is inactive!
 
Please check configuration, try to use first active language

Italia
Italia


RUGBY WORLD CUP 2019, ANNUNCIATE LE SEDI DEI RITIRI AZZURRI PDF Print E-mail
Nazionali Azzurre
Friday, 20 April 2018 14:05
There are no translations available.

 

1326332 ERTV TAB MAIN

 

O’SHEA: “AL TOUR ESTIVO PER SVILUPPARE NOSTRE PRESTAZIONI”

Tokyo – Sono state annunciate oggi da World Rugby le sedi di allenamento provvisorie delle Nazionali per la Rugby World Cup giapponese del 2019.

52 le sedi potenzialmente identificate in grado di soddisfare gli alti standard qualitativi richiesti da Rugby World Cup al termine di un processo iniziato nel 2016 e che ha visto oltre 90 municipalità e prefetture avanzare la richiesta per ospitare una delle venti Nazionali impegnate nella rassegna iridata.

Tra i criteri necessari per le sedi dei raduni delle Nazionali un campo di allenamento all’aperto e uno al coperto, una piscina, una palestra e strutture alberghiere idonee.

L’Italia, inserita nella Pool B con i Campioni del Mondo in carica della Nuova Zelanda, il Sudafrica, la vincente del processo di qualificazione del continente africano (Africa 1) e la vincente dei ripescaggi (Repechage Winner), farà base principalmente a Fukuoka City, mentre sedi di ritiro secondarie in vista dei vari incontri della fase a gironi saranno Shizuoka City, Toyota City e Sakai City.

L’Italia debutterà a Higashiosaka City il 22 settembre contro Africa 1 per tornare in campo appena quattro giorni dopo a Fukuoka contro Repechage Winner. Il 4 ottobre a Shizuoka gli Azzurri sfideranno il Sudafrica per poi concludere la fase a gironi contro gli All Blacks il 12 ottobre a Toyota City.

“I Mondiali 2019 diventano una realtà concreta giorno dopo giorno, e l’annuncio delle sedi di allenamento li rende ancor più vicini. Non vediamo l’ora di partecipare al tour estivo di giugno quest’anno, un impegno che ci permetterà di prendere confidenza con la realtà locale ed il popolo giapponese. Il tour di quest’anno sarà veramente importante per noi, sentiamo che il percorso del rugby italiano sta prendendo la giusta direzione e lavoreremo duro su noi stessi per portare le nostre performance ad un livello superiore” ha dichiarato il CT dell’Italia, Conor O’Shea. 

 

 

 
ANDREA MANICI ANNUNCIA IL RITIRO DAL RUGBY GIOCATO PDF Print E-mail
Nazionali Azzurre
Wednesday, 18 April 2018 13:15
There are no translations available.

 

fotosportit 39342 pr-2VENTOTTO ANNI, 16 CAPS, HA DISPUTATO LA RUGBY WORLD CUP 2015
Parma – Andrea Manici, tallonatore delle Zebre Rugby Club, 16 caps con la Nazionale Italiana Rugby tra il giugno 2013 e l'ottobre 2015, ha annunciato oggi il ritiro dal rugby agonistico. 

Ventotto anni, nato a Parma il 28 aprile del 1990, il numero due bianconero e dell'Italia - con cui ha debuttato a Nelspruit contro Samoa nel tour estivo di cinque anni fa dopo aver completato la propria formazione presso l'Accademia Nazionale "Ivan Francescato" – Manici ha ufficializzato la conclusione della proposta carriera ad oltre due anni da un infortunio al legamento crociato anteriore della gamba destra riportato poco tempo dopo la conclusione della Rugby World Cup inglese del 2015.

Read more...
 
IL FLANKER DI ITALIA E ZEBRE RC MAXIME MBANDA' OPERATO AL GINOCCHIO A ROMA PDF Print E-mail
Nazionali Azzurre
Friday, 30 March 2018 08:24
There are no translations available.

fotosportit 64501 pr-2

Roma – Il terza linea della nazionale italiana e dello Zebre Rugby Club Maxime Mbandà si è sottoposto ad intervento chirurgico in seguito alla rottura del legamento crociato anteriore e del legamento collaterale mediale del ginocchio destro.

Mbandà si è infortunato durante la gara del NatWest Sei Nazioni 2018 contro il Galles dell’11 Marzo scorso al Principality Stadium di Cardiff.

Il giocatore della franchigia federale di base a Parma, è stato operato lunedì scorso alla Clinica Villa Stuart di Roma. L’equipe medica del Dott.Pier Paolo Mariani ha dunque ricostruito il legamento crociato anteriore, suturato la lesione meniscale interna e riparato la rottura del legamento collaterale mediale. 

Il 15 volte Azzurro ha cominciato la riabilitazione presso la struttura subito dopo l’intervento ed è stato dimesso in data odierna. I tempi di recupero verranno valutati durante il processo riabilitativo.

 


Page 9 of 607

facebook bar2 Facebook Twitter YouTube

  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR

ticketing2018

Banner Sito Federugby

keep_rugby_clean
 

I cookie vengono utilizzati per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo si utilizza. I cookies necessari per il funzionamento essenziale del sito sono già stati impostati. Per maggiori dettagli vai qui privacy policy.

Ho letto e accetto i cookies di questo sito