Joom!Fish config error: Default language is inactive!
 
Please check configuration, try to use first active language

News
News
IL RICORDO DI REMIGIO STURARO PDF Print E-mail
La FIR Informa
Friday, 19 May 2017 08:57
There are no translations available.

 

Un gravissimo lutto ha colpito il Petrarca Rugby ed il rugby italiano. E’ scomparso infatti Remigio Sturaro, una delle principali figure della nostra società. Mimmo, come era conosciuto da tutti, è stato giocatore e poi dirigente per più di sessant’anni. Una vita in bianconero caratterizzata da una passione, una competenza e una schiettezza immutate dal primo al suo ultimo giorno da petrarchino.

Mimmo, nato il 2 giugno del 1940, ha giocato per una decina di stagioni, dal 1958 al 1967, collezionando 94 presenze in Prima Squadra e partecipando a due partite internazionali, e ricoprendo poi senza soluzione di continuità, dopo aver avviato una brillante carriera professionale come ragioniere commercialista, i ruoli di dirigente accompagnatore delle squadre giovanili, quello di Presidente del Petrarca nell’anno dello scudetto 1983/84 e poi dal 1990 al 1992.

Mimmo è sempre stato a fianco di Memo Geremia, prima come compagno di squadra e poi come dirigente, in tutte le scelte più importanti della società.

Innumerevoli gli incarichi ricoperti in vari ambiti della vita di Padova, da quello professionale a quello sportivo. Da sempre consigliere del Petrarca Spa, la società che gestisce il “Centro Geremia”, è stato anche negli anni ’80 Revisore dei Conti della Federazione Italiana Rugby, e poi figura preziosa nel Comitato Regionale, nella direzione del Centro Giovanile Antonianum, dell’Unione Sportiva Petrarca dei tempi d’oro, della quale fu anche Presidente, e della Fondazione Petrarca.

Sua grande dote quella di essere stato la vera “memoria storica” del Petrarca. Conosceva tutti i dettagli di ogni situazione,  dai piccoli atleti della junior fino alle vicende della Prima Squadra.

Con la sua scomparsa la società perde un vero punto di riferimento. Un ultimo esempio l’istituzione della Cena dei Capitani, da lui ideata e concretizzata, ormai tradizione nelle ultime stagioni.

Alla Famiglia Sturaro ed al Petrarca vanno le condoglianze del Presidente federale e di tutto il Consiglio.

 

 
COMUNICATO STAMPA FIR SULL'HEAD INJURY ASSESSMENT PDF Print E-mail
La FIR Informa
Wednesday, 17 May 2017 17:46
There are no translations available.

Roma – La Federazione Italiana Rugby informa che il protocollo sperimentale per la verifica di eventuali traumi cranici (HIA – Head Injury Assessment), già utilizzato nel corso del turno d’andata delle semifinali del Campionato Italiano d’Eccellenza, tornerà ad essere utilizzato come previsto, sempre in via sperimentale e sotto la supervisione della Commissione Medica Federale, anche in occasione delle gara di ritorno in programma sabato 20 e domenica 21 maggio e in occasione della finale. 

FIR desidera ribadire come il protocollo HIA costituisca un imprescindibile strumento di tutela per la salute dei giocatori, applicato con successo a livello internazionale, e la sua implementazione sperimentale nelle fasi finali del massimo campionato nazionale rappresenti un nuovo passo avanti nella sensibilizzazione dell’intero sistema rugbistico italiano al tema dei traumi concussivi.

La salute dei propri tesserati è al cuore dell’operato di FIR e della sua Commissione Medica, così come la volontà di ricercare ed offrire un gioco più sicuro ad ogni livello per i propri praticanti.

Infine, FIR intende sottolineare una volta di più come l’applicazione del protocollo HIA nei cinque incontri della fase finale del Campionato Italiano d’Eccellenza 2016/2017 è avvenuta e avverrà in fase totalmente sperimentale, come strumento di formazione per future implementazioni, senza alcuna rilevanza sui risultati degli incontri.

 
COMUNICATO FEDERALE N.9 S.S. 2016/2017 PDF Print E-mail
La FIR Informa
Wednesday, 17 May 2017 11:39
There are no translations available.

E' stato pubblicato nelle sezioni COMUNICATI FEDERALI 2016/2017 e ALBO FEDERALE il Comunicato Federale n.9-2016/2017. 

 
"SEMPLICE", IL LIBRO DI GIORGIO TERRUZZI PDF Print E-mail
La FIR Informa
Wednesday, 17 May 2017 09:42
There are no translations available.

 

TerruzziSEMPLICE06Semplice. Come il gioco. Come l’amore.

Ci sono persone che restano con noi anche quando se ne sono andate, e a volte basta un gesto minimo, tuo figlio che si sfiora le labbra con un dito mentre gioca, per ricordarti che non sei mai riuscito ad archiviarne il ricordo. È quello che succede a Luciano: il pensiero corre subito ad Alex, il suo capitano di vent’anni prima. Stesso campo, stesso amore, il rugby. Alex, forte, generoso, cuore della squadra e mattatore dello spogliatoio, Alex, il campione che li aveva abbandonati troppo presto. Sei amici, fratelli in campo e nella vita. Sembravano indivisibili. Invece erano rimasti in cinque e avevano finito col perdersi. Oggi, superati i quarant’anni, a unirli c’è una ferita che non si è mai fatta cicatrice. Ma quando il passato torna a presentare il conto con quella che sembra una strana convocazione, è come se l’amicizia che li legava da ragazzi non si fosse mai spenta. È la miccia, l’inizio di un viaggio inatteso e necessario che permetterà a ciascuno di loro di ritrovare l’altro, restituendo un senso doloroso ma pieno allo schiaffo che li aveva colpiti e disorientati. ConSemplice Giorgio Terruzzi ci racconta gli inciampi e la forza dei sentimenti dell’adolescenza, e ci ricorda che c’è sempre tempo per riscoprire un’amicizia autentica, perché una squadra che ha lottato davvero non abbandona nessun compagno.

Giorgio Terruzzi (Milano, 1958), giornalista, scrive per il “Corriere della Sera”, Mediaset, “Icon” e “GQ”. Ha imparato il mestiere – e molto altro – da Beppe Viola, è dirigente dell’A.S. Rugby Milano.  Tra i suoi libri Suite 200 (2014, vincitore del Premio Bancarella Sport) e Caro Valentino (Rizzoli, 2015).

 

 
A FOLIGNO OLTRE 250 STUDENTI PER LA FESTA DELLE SCUOLE PDF Print E-mail
La FIR Informa
Monday, 15 May 2017 10:08
There are no translations available.

under12umbriaL’iniziativa è organizzata dalla FIR Umbria e faceva parte del “progetto scuola”, che ha coinvolto molte scuole umbre per un totale di circa 500 studenti

FOLIGNO - Grande successo per la "Festa delle scuole" di rugby, disputata sabato mattina (13 maggio) presso il Campo di Marte di Foligno ed organizzata dal Comitato Umbro della Federazione Italiana Rugby in collaborazione con il Foligno Rugby del presidente Andrea Gubbini. Sono scesi in campo oltre 250 ragazzi che hanno gareggiato suddivisi nelle categorie under 10-12-16. L'iniziativa è stata organizzata a conclusione del progetto scolastico che anche quest'anno ha visto protagonisti molti istituti umbri.

"Questo progetto è la strada giusta per farci conoscere dalle famiglie - afferma Tullio Rosolen, responsabile scuola per la Federazione Italiana Rugby - e per far apprezzare ai ragazzi di impegnarsi a far fatica per divertirsi. L'Umbria, rispetto il panorama nazionale, è una delle regioni che ha fatto un'evoluzione più importante, con un grande lavoro da parte del Comitato e dei tecnici. Il progetto parla di proporre alle famiglie un itinerario per la formazione dei propri figli attraverso il rugby. E, dal mio punto di vista ,mi sembra che ci sia quello che serve affinché le famiglie siano contente di noi".

Read more...
 


Page 8 of 213
 

logo-nado

integrazione-fir


I cookie vengono utilizzati per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo si utilizza. I cookies necessari per il funzionamento essenziale del sito sono già stati impostati. Per maggiori dettagli vai qui privacy policy.

Ho letto e accetto i cookies di questo sito