SUCCESSO DELLE PECORE NERE DEL CARCERE DI LIVORNO CONTRO LO ZOO VASARI DI AREZZO NEL CAMPIONATO OLD Stampa
Impegno Sociale
Venerdì 17 Gennaio 2020 08:13

pecore nereNel pomeriggio di questo assolato secondo sabato del 2020, la rappresentativa delle ‘Pecore Nere’ - la squadra composta da atleti detenuti nel carcere livornese de ‘Le Sughere’ - al proprio terzo impegno ufficiale nella pool B del campionato Old toscano, ha superato 6-0 gli aretini dello Zoo Vasari. Alla presenza, tra gli altri di Carlo Alberto Mazzerbo, Direttore dell’istituto penitenziario labronico, e di Germana De Angelis, del Progetto Carceri Rugby nel Sociale, fondatrice del progetto Bisonti del carcere di Frosinone e attualmente responsabile del progetto di Rebibbia a Roma, le due compagini hanno dato vita ad una partita ricca di spunti. L’incontro, arbitrato dal livornese Claudio Castagnoli, si è svolto sulla distanza di 50’ (due tempi da 25’ l’uno).

Le ‘Pecore Nere’ hanno impiegato appena 18 secondi dopo il calcio d’inizio per sbloccare la situazione con la meta, in azione personale, del proprio primo centro. La seconda meta è giunta al 17’, in velocità: a bersaglio sull’out destro il mediano di apertura. 2-0 all’intervallo. Nella ripresa, altre quattro marcature per la scatenata formazione allenata dal terzetto Soriani - Niccolai - Lenzi. Hanno schiacciato l’ovale oltre la fatal linea bianca, sempre al termine di attacchi dinamici, l’estremo, nuovamente il primo centro, il seconda linea (spostato nella ripresa nel ruolo di secondo centro) ed il trequarti ala sinistra. Al termine, a bordo campo, ottimo ‘terzo tempo’ preparato dagli stessi detenuti. Per le ‘Pecore Nere’ - che nella circostanza nell’arco del confronto hanno ruotato 23 atleti; solo 13 quelli a referto per gli avversari - si tratta della seconda vittoria consecutiva.,dopo il pareggio, 2-2 colto nella giornata di apertura del campionato con gli Allupins Prato, si è imposta 4-1 sui Sorci Verdi Prato e, appunto, ha liquidato 6-0 lo Zoo Vasari Arezzo.

Dal 2014, gli allenatori dei Lions Amaranto, Manrico Soriani e Michele Niccolai (poi affiancati da Mario Lenzi), si prodigano settimanalmente, sul campo in sintetico situato all’interno del carcere stesso, per far crescere - a livello sportivo e non solo - questi giocatori ‘speciali’. Dopo essersi limitati, fino alla scorsa annata, a ‘semplici’ amichevoli, la grande novità è giunta all’inizio di questa stagione. Grazie all’opera dei Lions, che hanno fin da subito abbracciato il lodevole progetto, grazie alla sensibilità della direzione e dei dipendenti del carcere, che hanno sempre agevolato l’attività, grazie all’opera dell’Associazione Amatori Rugby Toscana, che lavora con rara abnegazione nell’ambito del rugby nel sociale, e grazie al concreto interessamento del comitato toscano della FIR, che ha accolto la richiesta in merito e che - con varie deroghe al regolamento - ha permesso l’iscrizione della squadra in un proprio campionato ufficiale, le ‘Pecore Nere’ stanno disputando, in questa stagione 2019/20, il torneo amatoriale toscano ‘Old’. E’ un campionato ‘vero’, con punti in palio: vengono attribuiti quattro punti alla squadra che vince, viene assegnato un punto alla squadra che perde e in caso di pareggio, vengono assegnati due punti per ciascuna formazione. E’ la prima volta in senso assoluto in Toscana (e tra le prime volte a livello nazionale) nella quale una formazione di atleti che stanno scontando una pena detentiva, è protagonista di gare di un campionato federale. Le ‘Pecore Nere’ giocheranno, nel campionato Old, altre tre partite: sabato primo febbraio con i Ribolliti Firenze, sabato 7 marzo con i Magnaorecchi Massa e nell’ultimo turno (il 4 aprile), in un ‘derby cittadino’ atteso con impazienza, con i Rino..Cerotti, la squadra degli Old dei Lions Amaranto Livorno. Tutte le gare della formazione dei detenuti del carcere livornese vengono disputate sul campo sportivo de ‘Le Sughere’. Anche ammesso che la squadra riesca ad ottenere il primo posto nella classifica, non parteciperà in ogni caso alla fase successiva del torneo. I giocatori delle Pecore Nere sono tesserati Associazione Amatori Rugby Toscana. Nel campionato Old potrebbero militare solo atleti che hanno già compiuto 35 anni: è evidente che per alcuni (giovani) elementi della squadra dei detenuti, è prevista una deroga. Le partite, viste le dimensioni del campo, piuttosto ridotte, sono disputate con soli 13 elementi, con mischie prive dei flankers. Le ‘Pecore Nere’ hanno dimostrato, contro lo Zoo Vasari Arezzo di essere in grande crescita.