ANDREA RINALDO CONFERMATO RAPPRESENTANTE DI PRO14 NEL BOARD DI EPCR Print
Campionati
Tuesday, 20 April 2021 10:57
There are no translations available.

AndreaRinaldoIL PRESIDENTE INNOCENTI: “SEGNALE DI FIDUCIA NELLA FIGURA E NEL MOVIMENTO”

Roma - La Federazione Italiana Rugby ha preso atto con soddisfazione della conferma del Professor Andrea Rinaldo quale rappresentante di Celtic Rugby DAC, le Federazioni socie del PRO14, presso il Comitato Esecutivo di European Professional Club Rugby, organismo responsabile delle Coppe Europee.  

Il rugby italiano consolida il proprio posizionamento al di là dei confini, con una sempre più riconosciuta capacità dei propri dirigenti nel rappresentare con efficacia gli interessi comuni dei propri partner internazionali.

In carica a partire dal 2019, Rinaldo continuerà a rappresentare la FIR e le altre Unions membre del Guinness PRO14  - Galles, Irlanda  Scozia e presto Sudafrica - all’interno del Board di governo di Heineken Champions Cup e Challenge Cup, contribuendo ad indirizzarne le strategie.

La scelta di Celtic Rugby DAC di mantenere l’ex seconda linea del Petrarca Padova e della Nazionale è stata assunta in deroga al processo di rotazione del ruolo tra le varie Union, un riconoscimento concreto dell’operato di Rinaldo e di FIR nel biennio di partecipazione all’Esecutivo delle Coppe Europee.

Professore e Direttore del laboratorio di Ecoidrologia al Politecnico di Losanna e membro dell’Accademia dei Lincei, Rinaldo continuerà a dividersi tra l’insegnamento presso il prestigioso istituto elvetico ed il proprio ruolo di membro dell’esecutivo EPCR, sempre nel capoluogo del Cantone di Vaud, sul lago di Ginevra.

La scelta del PRO14 di confermare il Prof. Rinaldo, chiedendogli la disponibilità a rimanere in carica per un secondo mandato nell’esecutivo di EPCR, è una tangibile testimonianza dell’apprezzamento che il rugby internazionale ha per l’uomo di rugby e di scienza, nonché un forte segnale di fiducia per il movimento che rappresenta. Il rugby internazionale sta attraversando cambiamenti profondi che, grazie alla conferma di Andrea, potremo concorrere ad orientare nei migliori interessi del nostro sport. Gli auguro buon lavoro e lo ringrazio per aver accettato di mettersi nuovamente al servizio del rugby italiano” ha dichiarato il Presidente della FIR, Marzio Innocenti.