[YOUTUBE] ORLANDI: "ORGANIZZAZIONE DI GIOCO, LA CHIAVE PER BATTERE FIJI" Stampa
Nazionali Azzurre
Lunedì 22 Novembre 2010 14:24

Orlandi_Carlo_F8A9978Modena – Da questa mattina la Nazionale Italiana Rugby prepara a Modena il test di sabato 27 al “Braglia” contro le Isole Fiji, terza ed ultima tappa del trittico novembrino dei Cariparma Test Match.

Carlo Orlandi, assistant coach degli Azzurri e responsabile degli avanti, ha analizzato oggi la partita persa a Firenze contro l’Australia e, incontrando i media nell’abituale incontro del lunedì, tracciato la rotta verso la sfida di Modena contro il XV del Sud Pacifico, reduce da un convincente pareggio per 16-16 in casa del Galles.

Con l’Argentina avevamo avuto una conquista molto efficace – ha detto il tecnico piacentino – ma non avevamo saputo sfruttare con la massima efficacia i nostri possessi. Contro l’Australia abbiamo avuto più difficoltà in rimessa laterale, ma la mischia ordinata è stata di enorme aiuto alla squadra nell’economia generale del match, conquistando numerose punizioni a favore soprattutto nel primo tempo”.

Nel secondo tempo, invece, sono state molte le penalità fischiate dal direttore di gara nei confronti degli avanti azzurri: “Nel primo tempo l’Australia ha commesso quattro penalità sanzionate dall’arbitro nei primi nove minuti: penso potesse starci un cartellino giallo per i Wallabies. Complessivamente, su dodici mischie con nostra introduzione non siamo mai riusciti a sviluppare il gioco con un punto d’incontro successivo: l’Australia ha sempre rotto il nostro gioco dopo una mischia”.

Le Fiji, battute 32-14 dalla Francia il 13 novembre, hanno fermato sul 16-16 il Galles a Cardiff venerdì sera: “Non sono Fiji più forti di quanto pensassimo, ma sicuramente stanno giocando un rugby più intelligente che in passato, non prendono rischi nella loro metà campo e hanno come sempre delle grandi individualità, ma l’organizzazione generale non è particolarmente marcata. Da parte nostra dovremo avere buoni palloni per i nostri attacchi, giocare con tanta organizzazione e non avere fretta di segnare, ma costruire la nostra vittoria palla dopo palla, minuto dopo minuto”.

Credo che lo Stadio Braglia – ha concluso Orlandi – sarà pieno e sosterrà la squadra in questa gara contro le Fiji: a Verona e Firenze abbiamo avuto tanto supporto da parte del pubblico, segno che questa Nazionale piace sia agli appassionati di lungo corso che a chi, magari, si è avvicinato più di recente al nostro mondo”.

Nota
La video-intervista completa a Carlo Orlandi, di libero utilizzo, può essere scaricata dal link sottostante: 

Intervista a Carlo Orlandi – Modena, 22 novembre 2010

http://www.youtube.com/watch?v=A10xCy2nJxU