Sala Stampa
ALLRUGBY, IN EDICOLA IL NUMERO 154 PDF Stampa E-mail
Sala Stampa
Lunedì 11 Gennaio 2021 16:46

Cover 154
Lo sguardo è sì rivolto al ventiduesimo Championship per gli azzurri ma anche alla stagione appena conclusa, la prima dal 1988 senza neanche una vittoria. Ne abbiamo parlato con Gianluca GuidiUmberto CasellatoCraig GreenCarlo Orlandi, oltre a dare voce a tutta la redazione, per ragionare su cosa si può salvare e cosa no dell’esordio di Franco Smith sulla panchina della Nazionale.

A seguire schede approfondite per ogni partecipante al torneo più antico del mondo, il Sei Nazioni, arricchite da interviste agli italiani Michele Lamaro e Marco Lazzaroni, oltre all’ex ala dell’Irlanda Tommy Bowe - ora presentatore televisivo (e non solo di rugby) - benevolo con gli azzurri ma anche critico sul nostro approccio al gioco “Se fate a sportellate troverete sempre qualcuno più bravo e abituato di voi. Avete bisogno di più flair e improvvisazione”. 

A proposito di gioco, da segnalare l’articolo di Luciano Ravagnani sul rugby attuale, fatto di tanti, troppi, calci, una tendenza che ha fatto storcere il naso a tanti addetti ai lavori, dal’ex ct dell’Inghilterra del 2003 Clive Woodward in giù.

Il 2021 è anche l'anno del Mondiale femminile in Nuova Zelanda, con l'Italia in corsa per una qualificazione, forse più sofferta del necessario. Giacomo Bagnasco fa il punto della situazione del movimento insieme a Maria Cristina Tonna in vista del Sei Nazioni cui le ragazze arriveranno con poche partite nelle gambe.

Dopo il Pro12 nella stagione 2013/2014, l'Autumn Nations Cup ha riportato il rugby sui canali Mediaset. Con buoni risultati, sia in chiaro sia OTT su Mediaset Player. Stefano Semeraro ne ha parlato con Federico Di Chio, direttore marketing strategico delle reti Mediaset e con Alberto Brandi, direttore di Sport Mediaset.


Cancellata la Coppa del Mondo di categoria 2020 e fortemente a rischio anche la prossima ventura, l’unica certezza per l’U20 è proprio il Sei Nazioni. Ne abbiamo parlato con Massimo Brunello, allenatore degli azzurrini, e con il classe 2001 Luca Andreani.

Chiudono le consuete rubriche di Giancarlo VolpatoMaurizio Vancini e Giorgio Cimbrico.

 
FIR E MEDIA, ISTITUITA LA BORSA DI STUDIO “GABRIELE REMAGGI” PDF Stampa E-mail
Sala Stampa
Lunedì 04 Gennaio 2021 13:15

20150908125953-remaggiRoma - Una borsa di studio dedicata alla memoria di Gabriele Remaggi, rugbista, giornalista e scrittore prematuramente scomparso nel 2015, è stata istituita dal Consiglio Federale della FIR nella riunione del 29 dicembre. 

La borsa di studio è stata deliberata dall’organo di governo del rugby italiano accogliendo con favore la richiesta di alcune tra le firme più conosciute del panorama rugbistico italiano che, con Remaggi, avevano condiviso la passione per la narrazione del Gioco. 

Un Comitato Scientifico di prossima costituzione, composto da rappresentanti di FIR e dei media nazionali, avrà il compito, dal 2021 e per gli anni a venire, di identificare uno tra atlete e atleti più meritevoli che abbiano dimostrato di eccellere sia a livello sportivo che accademico.

Alla borsa di studio contribuiranno sia la Federazione Italiana Rugby che le donazioni volontarie dei giornalisti italiani aderenti all’iniziativa.

Gabriele Remaggi - cenni biografici
Genovese, pilone destro del CUS Genova negli Anni ’90 e ’00 e giornalista professionista, ha lavorato per numerose testate tra cui Repubblica, Gazzetta dello Sport, La Stampa, Il Secolo XIX, il Corriere Mercantile e televisioni locali del capoluogo ligure.

Legatissimo al rugby anche dopo il ritiro agonistico, aveva continuato a collaborare con il CUS Genova come addetto stampa, ruolo ricoperto sino alla sua improvvisa scomparsa a soli 48 anni nel 2015, ed aveva realizzato a quattro mani con Marco Bollesan la biografia dello storico capitano e CT azzurro, “Una meta dopo l’altra”, pubblicato nel 2012.

 
EPCR E SKY ITALIA, ACCORDO PER LA MESSA IN ONDA DI HEINEKEN CHAMPIONS CUP E CHALLENGE CUP PDF Stampa E-mail
Sala Stampa
Lunedì 07 Dicembre 2020 12:11

f0689ec012ac129a26fe0ffd586d49ae

EPCR, organo responsabile dell’organizzazione dell’Heineken Champions Cup e dell’European Rugby Challenge Cup, ha ufficializzato un accordo per la cessione dei diritti televisivi con Sky Italia. 

L’accordo biennale con l’emittente satellitare italiana consentirà la messa in onda di cinque incontri settimanali delle due competizioni europee su Sky Sport e in streaming su NowTV, incluse le due partite che, in ogni turno, vedranno impegnate nella fase a gironi della Challenge Cup Benetton Rugby e Zebre Rugby Club. 

Sky Sport 24 e il sito skysport.it garantiranno inoltre ampia copertura editoriale per la nuova stagione 2020/21 al via venerdì 11 dicembre e che si concluderà a Marsiglia con il weekend dedicato alle Finali a maggio 2021.

Il Direttore Generale di EPCR Vincent Gaillard ha detto: “Siamo felici che, per le prossime due stagioni, l’accordo co Sky Italia consenta alla vasta e fedele comunità del rugby italiano di seguire in diretta le Coppe Europee. Il nostro obiettivo è di garantire una grande esperienza in diretta, attraverso una gamma di piattaforme di messa in onda lineari e OTT, e l’accordo con Sky Italia ci permette di raggiungerlo in un mercato molto importante per EPCR”.

Marzio Perrelli, VP Esecutivo di Sky Sport, ha dichiarato: “L’accordo con EPCR sottolinea la grande importanza che da sempre il rugby riveste per Sky: una disciplina che incarna valori sportivi essenziali e coinvolge un vasto numero di appassionati. Le due principali competizioni europee rafforzeranno la programmazione di Sky Sport, portando sugli schermi alcuni tra i migliori giocatori e competizioni di altissimo livello. Questo accordo assicura una grande copertura per le due franchigie italiane e agevola la diffusione del Gioco nel nostro Paese. E’ un contenuto che contribuisce allo sviluppo dei grandi sport italiani e internazionali, dal calcio ai motori, dal basket al tennis e molto altro ancora”.

 


Pagina 1 di 33

facebook bar2 Facebook Twitter YouTube

Media Guide Six Nations 2020

media-guide-2020

Media Guide TOP 10

banner-media-guide-top-10-2020

covid-faq-fir

banner-assemblea-fir2021

Banner 300x150

banner cattolica

banner sitofederugby

AREA COMUNICAZIONE
Federazione Italiana Rugby
Stadio Olimpico - Foro Italico - 00135 - Roma

  Andrea Cimbrico
  Tel. +39.0645213114
  Mobil. +39.320.7877687

  @ andrea.cimbrico@federugby.it 

  Simona De Toma
  Tel. +39.0645213112 
  Mobil. +39.339.3786245

  @ simona.detoma@federugby.it 

  Antonio Pellegrino
  Tel. +39.06 45213180
  Mobil. +39.328.9171062
  @ antonio.pellegrino@federugby.it 

  Claudia Parola
  Tel. +39 0645213114
    @ claudia.parola@federugby.it 

accredito_online
 

banner-newsletter-2020

seguici su Spotify


I cookie vengono utilizzati per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo si utilizza. I cookies necessari per il funzionamento essenziale del sito sono già stati impostati. Per maggiori dettagli vai qui privacy policy.

Ho letto e accetto i cookies di questo sito