Nazionali Azzurre
SMITH: "STESSO PIANO DI GIOCO, LA FRANCIA LO HA ESEGUITO MEGLIO" PDF Stampa E-mail
Nazionali Azzurre
Domenica 29 Novembre 2020 00:26

 

SmithBigi2020BIGI: "DOPO IL CARTELLINO GIALLO NON ABBIAMO REAGITO, UNA LEZIONE DA APPRENDERE"

Parigi - “Abbiamo commesso degli errori che a questo livello si pagano cari. Se ci basiamo solo sul punteggio del campo abbiamo mosso dei passi indietro, ma anche lezioni come quelle di questa sera fanno parte del percorso che abbiamo intrapreso. Siamo frustrati, ma se la settimana prossima dimostreremo di aver imparato dalla sconfitta contro la Francia avremo comunque compiuto un nuovo passo nel nostro cammino” commenta il capo allenatore dell’Italia in conferenza stampa allo Stade de France dopo la sconfitta nella terza e ultima giornata della fase a gironi dell’Autumn Nations Cup.

“La Francia è scesa in campo con un piano di gioco pressoché identico al nostro, profondamente basato sull’utilizzo del piede. Hanno eseguito meglio di noi, sono stati più pazienti e abbiamo perso la battaglia dei calci. Contro la Scozia avevamo dominato in quest’area del gioco, stasera invece abbiamo commesso un passo indietro. Abbiamo anche provato ad attaccare palla in mano, sarebbe ingeneroso dire che non abbiamo provato altre soluzioni se non quelle del gioco tattico al piede” ha aggiunto il tecnico sudafricano dell’Italia.

“Stiamo vivendo una fase di rinnovamento del gruppo, due terzi degli atleti in campo stasera non erano con noi pochi mesi fa. Ogni gara per noi è una grande sfida, dobbiamo essere realisti e sapere che oggi misurare la nostra crescita solo coi risultati può rivelarsi frustrante. Noi lavoriamo per portare questo gruppo a vincere, e anche le sconfitte fanno parte del processo che porterà questo gruppo di atleti a costituire l’ossatura della Nazionale per i prossimi sei-otto anni, ed a essere un avversario difficile da sfidare per chiunque” ha detto Smith.

“Il cartellino giallo di Trulla ci ha messo in difficoltà, dobbiamo essere consistenti ed efficaci per tutti gli ottanta minuti, reagire a una decisione come quella di questa sera. Oggi abbiamo imparato una lezione, ma questo gruppo lotta quotidianamente per i propri obiettivi, il mio ora è tenere viva l’energia del gruppo in vista della prossima partita” ha dichiarato Luca Bigi, tallonatore e capitano degli Azzurri.

“Sapevamo di avere di fronte un pack pesante e competente in rimessa laterale, e credo che i primi otto uomini abbiano retto bene il confronto. Ma torniamo a casa con una sconfitta e ciascuno di noi deve farsi un esame di coscienza sulla propria prestazione. Credo la mischia abbia lavorato a un buon livello ma la gara è stata persa e, indipendentemente dal ruolo di ciascuno di noi, tutti dobbiamo capire cosa non ha funzionato e lavorare duro in vista della partita di settimana prossima per chiudere al meglio l’Autumn Nations Cup” ha concluso la conferenza stampa Bigi.

 

 

 
AUTUMN NATIONS CUP, A PARIGI LA FRANCIA VINCE 36-5 E VOLA IN FINALE PDF Stampa E-mail
Nazionali Azzurre
Sabato 28 Novembre 2020 23:10

 

9fc91cd6-0076-43ff-9cd7-d7cb0bbd52a9

DECIDE IL CARTELLINO GIALLO A TRULLA: ITALIA AI PLAY-OFF PER IL QUINTO POSTO

Parigi - Un cartellino giallo forse troppo severo contro l’ala italiana Jacopo Trulla al dodicesimo della ripresa, per un in avanti giudicato volontario dal TMO e sanzionato da Nigel Owens con il sin.-bin spiana la strada alla vittoria francese allo Stade de France di Parigi nella terza e conclusiva giornata della Pool B della Autumn Nations Cup.

In vantaggio di misura 10-5 sino a quel momento sull’Italia di Franco Smith, la formazione transalpina sfrutta nel migliore dei modi i dieci minuti di superiorità numerica, inanellando tre mete durante l’assenza di Trulla dal campo: prima il capitano della nazionale Seven transalpina Villiere mostra tutte le proprie doti di velocità su una touche recuperata su lancio italiano, poi capitan Serin e l’ala Thomas prima sfruttano i varchi che improvvisamente si creano in una retroguardia azzurra sino a quel momento implacabile nel contenere gli assalti della squadra di casa.

Tre mete che stordiscono un’Italia sino a quel momento sempre in partita e, come in occasione della meta del temporaneo vantaggio nel primo tempo costruita sull’asse Garbisi-Canna, di mettere in difficoltà la retroguardia francese.

Equilibrato in ogni fase di gioco il primo tempo, con i padroni di casa che passano in apertura con un piazzato di Jalibert a cui l’Italia risponde prima della mezzora con l’invenzione di Garbisi che manda in meta Canna. Un equilibrio che non mostra crepe nemmeno quando, poco prima dello scadere, il primo centro transalpino Danty carica a testa bassa dopo essere stato servito dalla base di mischia ordinata, rompe il placcaggio di Garbisi e Trulla e permette ai suoi di andare all’intervallo in vantaggio per 10-5 dopo che, allo scadere, l’Italia rinuncia a piazzare ed accorciare le distanze per cercare a sua volta la marcatura da penaltouche, perdendo il possesso.

I primi dieci minuti della ripresa continuano a non vedere una netta supremazia di una squadra sull’altra sino a quando, al dodicesimo, Trulla cerca l’intercetto a una mano, perde il pallone in avanti e viene sanzionato: è l’episodio che cambia il match, facendo pendere totalmente l’inerzia dalla parte del XV di casa che con tre azioni cambia la storia della partita. L’Italia non riesce più a reagire e la quinta meta transalpina a tempo ormai scaduto firmata da Macalou rende ancora più pesante il passivo per gli Azzurri. 

L’Italia rientrerà domani a Roma dove Bigi e compagni prepareranno la sfida di sabato prossimo contro la terza classificata della Pool A, che sarà decisa dalla sfida di domani tra Irlanda e Georgia: il Galles a Llanelli sembra essere l’avversario più probabile. 

La Francia chiude la Pool B al primo posto e affronterà domenica a Twickenham l’Inghilterra nella finalissima del torneo.

Parigi, Stade de France - sabato 28 novembre
Autumn Nations Cup, III giornata
Francia v Italia 36-5
Marcatori: p.t. 3’ cp. Jalibert (3-0); 26’ m. Canna (3-5); 36’ m. Danty tr. Jalibert (10-5); s.t. 14’ m. VIlliere tr. Jalibert (17-5); 20’ m. Serin tr. Jalibert (24-5); 22’ m. Thomas (29-5); 41’ m. Macalou tr. Carbonel (36-5)
Francia: Dulin; Thomas, Barraque (29’ st. Moefana), Danty, Villiere; Jalibert (30’ st. Carbonel), Serin (cap, 30’ st. Coullioud); Jelonch, Macalou, Woki; Pesenti (34’ st. Rebbadj), Geraci (19’ st. Cazeaux); Aldegheri (12’ st. Atonio), Mauvaka (12’ st. Baubigny), Neti (12’ st. Kolingar)
all. Galthiè 
Italia: Minozzi; Trulla, Zanon (12’ st. Allan), Canna (2’ st. Mori), Sperandio; Garbisi, Violi (27’ st. Varney); Steyn, Meyer, Mbandà (21’ st. Lamaro); Cannone, Lazzaroni (35’ st. Stoian); Zilocchi (21’ st. Ceccarelli), Bigi (c, 12’ st. Ghiraldini), Fischetti (21’ st. Ferrari)
all. Smith
arb. Owens
Cartellini: 12’ st. giallo Trulla
Calciatori: Jalibert (Francia) 4/5; Garbisi (Italia) 0/1; Carbonel (Francia) 1/1
Note: esordio in Nazionale per Michele Lamaro (Azzurro 696) e Cristian Stoian (697). 
Player of the match: Dulin (Francia)

 

 
ITALRUGBY, CANNA: "ABBIAMO UN GRUPPO PIENO DI TALENTI" PDF Stampa E-mail
Nazionali Azzurre
Venerdì 27 Novembre 2020 16:30

carlo canna novembre 2020Parigi – Arrivata a Parigi la Nazionale Italiana Rugby che alle 17.30 odierne si sposterà verso lo Stade de France per il Captain’s Run, il consueto allenamento di rifinitura alla vigilia del match contro i padroni di casa della Francia in calendario domani alle 21.10 su Mediaset Canale 20, partita valida per la terza giornata della Autumn Nations Cup.

Lo Stade de France non è uno stadio qualunque per Carlo Canna che all’inizio del 2016 ha fatto il suo esordio al Sei Nazioni con l’Italia (prima partita in assoluto nell’agosto nel 2015 contro la Scozia nei Test Match pre mondiali) condita da una meta e una partita combattuta fino all’ultimo istante.

“Una vita da mediano” (di apertura) – citando Ligabue – che pian piano sta subendo un cambiamento in maglia Azzurra con l’atleta beneventano che sotto la guida di Franco Smith ha iniziato a indossare la maglia numero 12 spostandosi nel ruolo di centro. Classe 1992, Canna è il nono marcatore della storia dell’Italrugby con i suoi 147 punti segnati in 45 presenze che, contro la Francia nel match di domani, gli valgono il “titolo” di giocatore con più caps nel XV che scenderà in campo dall’inizio.

Leggi tutto...
 


Pagina 8 di 494

facebook bar2 Facebook Twitter YouTube

  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR

covid-faq-fir

banner-assemblea-fir2021

Banner 300x150

sportpertutti-2021

Sito FIR Banner 300X300

banner sitofederugby

keep_rugby_clean
 

banner-newsletter-2020


I cookie vengono utilizzati per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo si utilizza. I cookies necessari per il funzionamento essenziale del sito sono già stati impostati. Per maggiori dettagli vai qui privacy policy.

Ho letto e accetto i cookies di questo sito