PRESENTATA AL CONI L'INIZIATIVA "INSIEME PER LA META" PDF Stampa E-mail
Impegno Sociale
Giovedì 09 Giugno 2016 18:56

 

insieme per la meta fotoRoma – “Insieme per la Meta” è il progetto del comune di Catania sviluppato in sinergia con I Briganti di Librino, club da anni impegnato in una delle periferie con maggiori complessità del territorio. L’iniziativa vedrà il suo inizio sabato 11 giugno sul campo “San Teodoro Liberato” con un torneo a cui prenderanno parte giovani rugbisti della categoria U12.

Il progetto è stato presentato oggi a Roma, presso la Sala Giunta,  alla presenza  del presidente del Coni Giovanni Malagò, del vicepresidente della FIR Antonio Luisi, dell'assessore allo Sport di Catania Valentina Scialfa e del Procuratore Generale di Roma Giovanni Salvi. 

Presenti anche il direttore eventi di FIR Pierluigi Bernabò, il Presidente del Comitato Regionale siciliano Orazio Arancio ed il Presidente dei Briganti di Librino, Piero Mancuso.

Dopo il saluto di benvenuto di Giovanni Malagò, che ha sottolineato l'importanza dei valori del rugby sostenendo la causa del comune di Catania e del club siciliano. Il testimone è passato all'assessore allo sport del Comune di Catania, Valentina Scialfa, che ha portato i saluti del Sindaco di Catania Enzo Bianco, e successivamente ha evidenziato l'impegno dell'amministrazione verso la promozione dello sport affermando: "Questo progetto mira a sviluppare la pratica sportiva coniugandola all'altissimo valore sociale ed aggregativo che essa ha. Scuola e sport devono andare a braccetto e il nostro impegno, che continueremo a sostenere in futuro, è quello di poter fornire ai giovani gli strumenti adatti per poter esprimere al meglio le proprie potenzialità per prevenire disagio giovanile e dispersione scolastica ”.

Antonio Luisi, vicepresidente della FIR, ha rimarcato l'impegno della federazione: “La FIR è sempre in prima linea a sostegno delle cause sociali. Praticare sport è un diritto di ogni cittadino e noi come federazione facciamo il massimo per garantirne il corretto svolgimento. L’impegno che mettono in campo i ragazzi di Librino, così come altre realtà impegnate nel sociale, è encomiabile”. Pierluigi Bernabò, direttore dell'area eventi della Federazione Italiana Rugby, si sofferma sulla seconda tappa del torneo “Insieme per la meta”: “L’RBS 6 Nazioni, oltre ad offrire uno spettacolo di alto livello dal punto di vista tecnico, rappresenta anche un’opportunità per dare spazio a tante iniziative sociali come quella di Librino. In occasione della partita contro la Francia, in calendario l’11 marzo 2017, ospiteremo allo Stadio dei Marmi un triangolare al quale parteciperanno, oltre ai Briganti di Librino, ragazzi provenienti da realtà similari come Scampia e Corviale. Daremo ai giovani partecipanti la soddisfazione e l’emozione di scendere in campo allo Stadio Olimpico nel cerimoniale prepartita a cantare l’inno insieme ai nostri Azzurri”

“Potessi tornare indietro giocherei a rugby” - ha esordito Giovanni Salvi, già procuratore generale di Catania attualmente in carica a Roma. “Lo sport ha un altissimo valore sociale e come espressione di legalità ed il rugby ne è certamente una delle testimonianze  migliori”. Dello stesso avviso è il professor Pierluigi Matera, vice procuratore generale dello sport presso il Coni: “Sport e cultura rappresentano un binomio perfetto per dare la possibilità a molti ragazzi di crescere in modo sano. Già in altre occasioni ho avuto la fortuna di sedermi al tavolo dei relatori con esponenti della Federazione e gli intenti sono unanimi. L'impatto che ha il rugby nel sociale è forte ed è tangibile”.

“Sono commosso per la partecipazione a questo evento – ha esordito Orazio Arancio, presidente del comitato regionale FIR della Sicilia -. Ho a cuore tutto il territorio siciliano e non posso che essere orgoglioso per quanto si sta cercando di fare a sostegno dei Briganti. Fornire delle strutture adatte a chi vuole fare sport è fondamentale e noi faremo il possibile per dare la possibilità, a chi si avvicina al rugby, di praticarlo nel migliore dei modi”.

 

 
"UN BEL CORAGGIO" PDF Stampa E-mail
Impegno Sociale
Martedì 07 Giugno 2016 12:53

bel coraggioAssociazione Sportiva Rugby Milano
In collaborazione con Edison e Banca Popolare di Milano
È lieta di invitarvi all’evento

“Un bel coraggio”
Sabato 11 giugno, dalle 16,30 - Centro Sportivo “Prof. G.B. Curioni” – Circonvallazione Idroscalo 51, Milano

Partita tra AS Rugby Milano e Barbari Bollate, eccezionalmente impegnati in trasferta
Presentazione del documentario “Un Bel coraggio – Rugby al carcere di Bollate”

Regia di Marcello Pastonesi
Soggetto e sceneggiatura di Marcello Pastonesi e Giorgio Terruzzi

Leggi tutto...
 
“IL RUGBY OLTRE LE SBARRE” A TARANTO PDF Stampa E-mail
Impegno Sociale
Mercoledì 01 Giugno 2016 10:23

 

rugby oltre sbarre 1Taranto - Se il rugby è scuola di vita, qualsiasi scenario può essere adatto a rappresentarne i valori e la sua valenza ricreativa e al contempo formativa.

È anche per questo che il Presidente del Club Amatori Taranto Rugby, congiuntamente a Grazio Menga, Presidente del Comitato Regionale Pugliese Federazione Rugby, hanno dato vita al progetto di integrazione e recupero “Il rugby oltre le sbarre”, all’interno della Casa Circondariale di Taranto.

A partire dall’ultima settimana di maggio, infatti, ogni martedì per cinque settimane, un gruppo di diciotto detenuti parteciperà a lezioni teoriche e pratiche sul gioco del rugby, assieme allo staff tecnico dell’Amatori Taranto.

Leggi tutto...
 
AMATORI RUGBY TORRE DEL GRECO INSIEME ad A.I.M. PDF Stampa E-mail
Impegno Sociale
Mercoledì 25 Maggio 2016 12:40

 

vesuv 1Domenica 22 maggio, sul campo Liguori di Torre del Greco si è svolta l’ultima giornata di Coppa Italia Seniores Femminile a sette del girone Campano - Calabro. Il risultato sportivo è passato in secondo piano, per molti sul campo e non solo, si conosceva per la prima volta una parola nuova “MIASTENIA”.

L’Amatori Rugby Torre del Greco, insieme con l’A.I.M. (Asssociazione Italiana Miastenia ,una giornata dedicata alla conoscenza della Miastenia.

La Miastenia Gravis è una malattia autoimmune, ciò significa che il corpo diventa nemico di stesso e colpisce il sistema neuromuscolare.

In Italia si stima che siano circa 10.000 i pazienti affetti da tale patologia e il 30% dei pazienti aspetta circa un anno per avere una diagnosi correttta. La Miastenia se riconosciuta in tempo può essere curata e circa il 70% dei pazienti conduce una vita sostanzialmente normale. Quando non viene riconosciuta può diventare anche letale.

I sintomi spesso possono venire confusi con altri tipi di patologie e solo esami specifici riescono a diagnosticare la malattia, anche alcuni medici tutt’ora non sono in grado di riconoscerlla subito.

L’A.I.M. È un associazione volontaria che intende divulgare sia al pubblico, sia alle itituzione e agli stessi operatori sanitari la conoscenza della Miastenia.

I sintomi più frequenti sono: caduta delle palpebre,visione doppia, voce nasale, difficoltà nella masticazione, nella deglutizione, nella deambulazione, nella respirazione o stanchezza generalizzata. Tali sintomi possono manifestarsi sia singolarmente che associati.

Lo scopo della giornata, era quello di far conoscere la malattia e il numeroso pubblico presente, sicuramente oggi “conosce” una nuova parola.

Leggi tutto...
 
GLI AZZURRI AL FIANCO DELLA REGIONE TOSCANA PDF Stampa E-mail
Impegno Sociale
Lunedì 16 Maggio 2016 20:28

 

 

 

donazione-sangue-rugby by stefano casati 600Firenze, 16 Maggio 2016 – Si è svolta stamane nella sede della Regione Toscana a Firenze la presentazione di un’importante campagna comunicativa “Per vincere bisogna dare il sangue” voluta dall’ente regionale e volta a sensibilizzare la popolazione sulla donazione del sangue. Protagonisti in qualità di testimonials tanti sportivi facenti parte delle più prestigiose società sportive della regione. Anche il rugby ha risposto presente grazie alla sinergia tra la Federazione Italiana Rugby ed il proprio comitato regionale toscano –rappresentato alla conferenza dal presidente Riccardo Bonaccorsi- e le Zebre Rugby.

Sono stati infatti quattro giocatori del XV del Nord-Ovest a posare come testimonials della palla ovale in una della tante declinazioni grafiche che campeggeranno sulla stampa e nelle pubblicità stradali in tutta la regione. I quattro atleti bianconeri hanno vestito i colori azzurri della nazionale italiana rappresentata in campo durante la loro carriera: la seconda linea George Biagi, l’apertura Carlo Canna, il flanker Paul Derbyshire ed il pilone Andrea Lovotti. Tra gli altri Biagi e Derbyshire sono anche due toscani doc, il primo nativo di Barga (LU) ed il secondo di Piombino (LI).

E’ stato proprio il capitano delle Zebre Rugby Biagi a rappresentare i propri compagni oggi nella sala Pegaso della Regione Toscana insieme a tanti campioni del mondo dello sport toscano di tante discipline sportive coordinate grazie al supporto del CONI: calcio, basket, pallanuoto, pallavolo e scherma.

Il commento di George Biagi ai microfoni della stampa presente alla conferenza di presentazione :”E’ un piacere per noi atleti prestare la nostra immagine di sportivi per spingere i giovani verso campagne importanti come questa.  Noi rugbisti il sangue lo doniamo anche in campo ogni fine settimana. Quest’anno il Sei Nazioni non è andato bene, ma tra pochi giorni la nazionale andrà in un’importante tournée nel continente americano cercando di raccogliere qualche vittoria”.

Soddisfatto il presidente del Comitato Regionale Toscano della FIR Riccardo Bonaccorsi :”Siamo contenti di questo invito fatto dalla Regione Toscana. Siccome nel nostro sport il sostegno è una parte fondamentale, siamo stati contenti di poter dare il nostro contributo per questa nobile iniziativa”.

Tante le associazioni di donatori del territorio a supporto dell’iniziativa: ANPAS, AVIS, CROCE ROSSA e FRARES tutte unite in una squadra a sostegno della campagna per la donazione rivolta soprattutto ai giovani.

Tutte le info sul sito ufficiale: www.regione.toscana.it/donareilsangue

 

 


Pagina 24 di 28
 

banner-community-2019

seguici su Spotify


I cookie vengono utilizzati per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo si utilizza. I cookies necessari per il funzionamento essenziale del sito sono già stati impostati. Per maggiori dettagli vai qui privacy policy.

Ho letto e accetto i cookies di questo sito