PROGETTO MIGRANTI, LE LETTERE DE LE TRE ROSE DURANTE L'IMPEGNO DA VOLONTARI PDF Print E-mail
Impegno Sociale
Saturday, 20 June 2020 10:56
There are no translations available.

 

trerosenerelettereIl Rugby con i suoi valori di sportività, sostegno e rispetto promuove l’integrazione sociale.

Il Progetto Migranti ha lo scopo di promuovere, attraverso il Rugby, l’integrazione di coloro che sono stati costretti a fuggire dal proprio paese, dopo aver perso i propri familiari ed essere stati vittima di abusi e persecuzioni. La FIR attraverso deroghe alle regole Federali, che normalmente limitano la presenza di giocatori stranieri nelle squadre, assegna a tutti i richiedenti asilo la formazione Italiana permettendo, quindi, l’esistenza ufficiale di squadre composte soltanto da richiedenti asilo o squadre miste, ovvero formate da richiedenti asilo e atleti italiani. I richiedenti asilo parlano lingue differenti, hanno perso tutto e sono spesso completamente soli. Grazie al Rugby essi entrano a far parte della stessa squadra, diventano un gruppo e imparano a comunicare tra di loro. Il Rugby offre loro speranza e li aiuta a sentirsi parte della comunità. Infatti, il progetto ha anche l’obiettivo di abbattere i pregiudizi contro i richiedenti asilo. La conoscenza dell’altro abbatte la paura. La popolazione locale, allarmata dall’arrivo dei migranti impara a conoscerli attraverso il Rugby.

Grazie alle deroghe concesse dalla FIR, le squadre che partecipano al progetto possono giocare il Campionato di serie C2, avendo così l’opportunità di allenarsi per un obiettivo concreto. Il campionato offre alle altre squadre partecipanti l’opportunità di venire a contatto con i migranti, con le loro storie e la loro cultura. Se non conosci il Rugby, pensi che se hai la palla tra le mani puoi fare punto da solo, ma nel momento in cui capisci che puoi andare a meta soltanto con il sostegno degli altri, allora l’integrazione arriva automaticamente. 

Read more...
 
LA FEDERAZIONE ITALIANA RUGBY CON SAVE THE CHILDREN PDF Print E-mail
Impegno Sociale
Monday, 25 May 2020 15:54
There are no translations available.

 

stcGLI AZZURRI SCENDONO IN CAMPO PER SUPPORTARE I BAMBINI NELL’EMERGENZA COVID

Continua l’impegno della Federazione Italiana Rugby (FIR) a favore di Save the Children, l’Organizzazione che da oltre 100 anni lotta per salvare i bambini a rischio e garantire loro un Futuro: la Federazione, in partnership con Save the Children ormai da due anni, ha infatti affidato a CharityStars, piattaforma italiana di digital fundraising specializzata in aste a favore del no profit, una serie di cimeli autografati dai campioni della Nazionale Italiana di Rugby, insieme ad esperienze uniche da mettere all’asta. 

Read more...
 
IL GENEROSO TERZO TEMPO DEL RUGBY COLORNO: 2500 PASTI IN SOSTEGNO DELL'OSPEDALE MAGGIORE DI PARMA PDF Print E-mail
Impegno Sociale
Thursday, 21 May 2020 15:53
There are no translations available.

pastit colornoDopo oltre un mese di consegne e 2500 pasti totali tra brasati, tortelli, lasagne e altri piatti della cucina tipica parmigiana, si chiude l'avventura del Rugby Colorno e della Club House "Al Travacon" a sostegno dell' Ospedale Maggiore di Parma.

Ogni giorno, per oltre un mese, il Rugby Colorno ha consegnato pasti a tutti i reparti Covid dell’Ospedale Maggiore secondo una turnazione coordinata dal settore Alberghiero dell’Azienda. Lasagne, tortelli, brasati, piatti cucinati secondo la migliore tradizione parmigiana che hanno conquistato il cuore ma soprattutto il palato di molti. “Dipendesse da noi del personale sanitario gli assegneremmo una stella Michelin, se la sono guadagnata sul campo!”, ha commentato la coordinatrice infermieristica della degenza internistica del padiglione Barbieri Tiziana Vallara di fronte all’ultima consegna. L’apprezzamento va proprio alla cucina della Club House «Al Travacon», punto nevralgico del club colornese, che aveva preso a cuore questo impegno con grande motivazione: “Facciamo quel che possiamo per cercare di restituire qualcosa alle persone che mettono a rischio le proprie vite per salvare le nostre” aveva commentato la responsabile del locale Corina Signifredi ad inizio avventura. 

Read more...
 
12 MAGGIO GIORNATA MONDIALE DEGLI INFERMIERI: UN GRAZIE SPECIALE DA RUGBY LYONS PDF Print E-mail
Impegno Sociale
Friday, 15 May 2020 09:13
There are no translations available.

lyons infermieriSono persone sorridenti quelle che accolgono i ragazzi dei Lyons nella giornata di martedì 12 maggio 2020 presso l’Ospedale “Guglielmo da Saliceto” di Piacenza. Non a caso, la giornata mondiale degli infermieri vede i nostri leoni rendere omaggio a questi veri e propri eroi moderni.

Abbiamo vissuto momenti tragici, ma non abbiamo mai perso il sorriso e siamo pronti ad affrontare ciò che ci aspetta. Nel bene e nel male non ci abbatteremo. Così il direttore generale, Luca Baldino, riassume questi tre mesi di emergenza che hanno visto il territorio piacentino piegarsi senza mai cadere.

I bianconeri hanno voluto ringraziare gli operatori sanitari per tutto ciò che hanno fatto per la comunità donando loro una selezione di prodotti a marchio Lyons di Pureco. Un gesto di vicinanza e di gratitudine che li vede scendere in ‘campo’ anche in questa occasione.

La pressione a cui gli operatori sanitari sono stati sottoposti è stata altissima, sono passate settimane senza che potessero uscire all’aria aperta e vedere i propri cari, ma ora l’ottimismo è protagonista.

Che si parli di calo o aumento si dicono comunque pronti ad affrontare quello che sarà, ora non si faranno trovare impreparati.

Hanno partecipato all’iniziativa di solidarietà Lyons i giocatori L. M. Bruno, R. Acosta, G. Via, M. Guillomont, F. Canderle, M. Conti, P. Parlatore e L. Cemicetti accompagnati dai membri del consiglio Guido Pattarini e Paolo Via.

Non tutti erano presenti fisicamente, ma il calore e i ringraziamenti arrivano dall’intera famiglia Lyons.

 
[VIDEO] LE TRE ROSE, L’ESEMPIO DI MAXIME MBANDA’ E L’IMPEGNO PER I MALATI COVID PDF Print E-mail
Impegno Sociale
Monday, 11 May 2020 13:16
There are no translations available.

Squadra 2019 2

 

Roma - De “Le Tre Rose”, la squadra di Casale Monferrato in provincia di Alessandria formata in larga parte da richiedenti asilo nel nostro Paese, la comunità del rugby italiano conosce numerosi aspetti.

E’ stato il Club guidato da Paolo Pensa, nelle passate stagioni, a creare le condizioni per la nascita del Progetto Migranti, una delle numerose iniziative di CSR supportate attivamente dalla Federazione Italiana Rugby, ispirando la nascita di altre realtà analoghe sino ad indurre l’organo di governo del rugby italiano a modifiche regolamentari per la partecipazione a pieno titolo all’attività nazionale.

Come tutte le Società d’Italia, anche Le Tre Rose sono state costrette a interrompere l’attività sportiva durante il lockdown per coronavirus, ma questo non ha impedito a molti degli atleti tesserati per il Club piemontese - seguendo l’ispirazione del flanker azzurro Maxime Mbandà, divenuto negli anni amico e ambasciatore del Club  - di attivarsi al servizio della comunità del Monferrato. Con la collaborazione della Società, sono molti i tesserati de Le Tre Rose impegnati nel servizio civile o in altre attività di supporto al territorio ad essere scesi in campo durante la pandemia da Covid-19: Mohamed Jobe e Abdoul Gafarou sono due degli atleti de Le Tre Rose che ci hanno voluto raccontare, insieme a Paolo Pensa, come il rugby ha cambiato la propria vita e come li abbia aiutati nella scelta di impegnarsi come volontari.

Li abbiamo intervistati per la nostra rubrica “Mondo ovale responsabile” che, in questi due mesi, ci ha raccontato alcune iniziative di responsabilità sociale dei nostri Club e dei nostri tesserati.

 

 

 



“Le Tre Rose Rugby ringraziano Samanta Duca e DUCA’S per il supporto alla propria attività”

 

 

 



 
  • «
  •  Start 
  •  Prev 
  •  1 
  •  2 
  •  3 
  •  4 
  •  5 
  •  6 
  •  7 
  •  8 
  •  9 
  •  10 
  •  Next 
  •  End 
  • »


Page 1 of 28
 

banner-community-2019

seguici su Spotify


I cookie vengono utilizzati per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo si utilizza. I cookies necessari per il funzionamento essenziale del sito sono già stati impostati. Per maggiori dettagli vai qui privacy policy.

Ho letto e accetto i cookies di questo sito