FIRTALKS, TUTTE LE RISPOSTE PER LA RIPARTENZA - ONDEMAND PDF Stampa E-mail
Slide
Mercoledì 24 Marzo 2021 10:27

 

firtlk250321


Roma - Si avvicina la data dell’1 aprile, individuata dalla Federazione Italiana Rugby per la ripresa degli allenamenti con contatto per le categorie di interesse nazionale, e torna l’appuntamento con i FIRTalks.


La rubrica in diretta online che ha accompagnato il movimento durante i primi mesi della pandemia, ispirando successivamente prodotti come #Relive e #StudiOvale, riparte alle 19.30 di giovedì 25 marzo con il Direttore Tecnico ad interim di FIR Daniele Pacini ed il Consigliere Federale Vittorio Musso ad illustrare i principi che hanno guidato verso la ripresa degli allenamenti con contatto e che porteranno le Società alla ripresa dell’attività agonistica facoltativa del prossimo giugno. 

Il FIRTalks,  e sul , offre a tutte le Società ed agli appassionati la chance di partecipare in prima persona, porre domande e chiarire ogni possibile dubbio in vista della ripartenza del movimento, approfondendo se necessario quanto già chiarito sul portale dedicato all’emergenza coronavirus, Covid-19.federugby.it

 

 

 
SEI NAZIONI FEMMINILE 2021, DEFINITI CALENDARIO E COPERTURA TELEVISIVA PDF Stampa E-mail
Slide
Martedì 23 Marzo 2021 15:28

fotosportit 86967 prNuovi dettagli sul Sei Nazioni Femminile 2021 sono stati svelati oggi con l’annuncio degli orari di calcio d’inizio e delle sedi della fase a gironi del Torneo.

Dopo essere stato inizialmente posticipato, il Sei Nazioni Femminile è stato ristrutturato a causa della pandemia da Covid-19 e gli appassionati potranno ora gustarsi quattro sabati consecutivi di competizione, dal 3 al 24 aprile.

La formula vedrà due gironi da tre squadre ciascuno. Ogni squadra giocherà una partita in casa e una in trasferta con le componenti dello stesso girone, e avrà un fine settimana di pausa durante la prima fase. Una volta completati gli incontri della prima fase, le squadre sfideranno la squadra classificatasi nella stessa posizione nel girone opposto nel weekend delle Finali.

Leggi tutto...
 
FIR, NUOVO PROTOCOLLO: CONTATTO DALL'1 APRILE, ATTIVITA' AGONISTICA DALL'1 GIUGNO PDF Stampa E-mail
Slide
Martedì 23 Marzo 2021 11:09

 

FB 1200x900
SU COVID-19.FEDERUGBY.IT TUTTE LE FAQ AGGIORNATE IN VISTA DELLA RIPARTENZA

La Federazione Italiana Rugby ha pubblicato la versione aggiornata del protocollo per la ripresa delle attività e definito le procedure e le tempistiche per l’organizzazione dell’attività facoltativa, primo step concreto verso un ritorno all’attività agonistica del rugby nazionale dopo la sospensione dei Campionati del 26 marzo 2020.  

Leggi tutto...
 
DANIELE PACINI DIRETTORE TECNICO AD INTERIM DELLA FIR PDF Stampa E-mail
Slide
Lunedì 15 Marzo 2021 21:34

 

FB 1200x900Roma - Daniele Pacini è stato nominato oggi Direttore Tecnico ad interim della Federazione Italiana Rugby.

Il cinquantunenne tecnico romano sostituisce Franco Ascione, continuando contestualmente a rivestire il ruolo di Responsabile del rugby nazionale in vista di una più ampia ristrutturazione dell’Area Tecnica. 

Marzio Innocenti, Presidente della Federazione Italiana Rugby, ha dichiarato: “Desidero innanzitutto ringraziare Franco per lo straordinario impegno che ha profuso negli anni al servizio della Federazione Italiana Rugby, guidando il settore tecnico per lungo tempo con competenza e passione che continuerà a mettere a disposizione del movimento e della struttura.
L’obiettivo del nuovo Consiglio Federale è di indirizzare l’intero movimento attraverso un percorso di rilancio che non può non tenere in considerazione il delicato momento storico che stiamo vivendo, le istanze della base che ci ha concesso la propria fiducia, la necessità di ridare in tempi brevi competitività alla Nazionale Maggiore Maschile”.

Leggi tutto...
 
RUGBY: SEI NAZIONI. SMITH "TUTTI DELUSI, ITALIA DEVE CRESCERE ANCORA" PDF Stampa E-mail
Slide
Sabato 13 Marzo 2021 18:47

ita wal21Franco Smith fa fatica a commentare la pesante
sconfitta rimediata dall'Italrugby nel Sei Nazioni contro il
Galles. Ad un certo punto, in conferenza stampa, si ferma in preda
alla commozione. "Sono una persona di cuore, do tutto ogni volta,
sono umano - spiega il ct azzurro senza trattenere qualche lacrima
- Facciamo tanti sacrifici e stiamo lavorando molto duro. Mi
spiace per i ragazzi, ci mettono sempre cuore e sudore, e vengono
sempre criticati. Nello staff tecnico ci sono uomini come De Carli
e Troncon, anche loro hanno fatto questo tipo di percorso, che non
e' una novita' per l'Italia. Il mio impegno non cambia, sono
pronto e carico per affrontare la prossima gara nel miglior modo
possibile". Il ko con i 'Dragoni', pero', sara' difficile da
digerire, anche se gia' incombe il match con la Scozia. "Siamo
tutti delusi, non posso nasconderlo - prosegue il 48enne coach
sudafricano - E' difficile dire se oggi e' stata la nostra
peggiore performance, di certo le aspettative attorno alla squadra
erano cresciute. Abbiamo finito lottando e placcando, in certi
periodi della partita questi ragazzi, che lavorano per rendervi
orgogliosi, hanno giocato molto bene. Anche dentro il nostro
percorso di crescita questa sconfitta pesa: c'e' tanto lavoro duro
da fare, fisicamente siamo migliorati e con il Galles abbiamo
pagato a caro prezzo i due cartellini gialli, subendo cinque mete
in 14".

Al pronti e via, e' sembrato che l'Italia abbia sbagliato
l'approccio: "Non e' una questione di poca concentrazione,
l'errore viene perche' i ragazzi vogliono fare troppo ed essere
precisi. Un atleta puo' sbagliare cosi' come si puo' saltare un
semaforo, ma non c'era nemmeno uno che oggi volesse commettere un
errore. Purtroppo non siamo ancora al livello che volevamo
essere". Nonostante tutto, Smith prova a vedere il bicchiere mezzo
pieno: "La mischia e' andata bene, anche se non riusciamo a
segnare con la maul. A meta' tempo ai ragazzi ho detto che
dovevamo lavorare collettivamente, non individualmente: anche sul
Galles, qualche mese fa, c'era qualche dubbio sulle loro
prestazioni, ma sono stati uniti e hanno continuato a lavorare. Se
oggi vediamo solo il punteggio allora sono distrutto e frustrato,
pero' ricordiamo che a noi mancano ancora anni di esperienza e
alcuni giocatori hanno gia' fatto una grande crescita. Non posso
dare soluzioni adesso, l'Italia deve fare il suo percorso".

"Come si riparte? Il gruppo ha un'integrita' importante e sta ai
giocatori piu' esperti farlo sentire ancora piu' unito - le parole
di capitan Luca Bigi - Non e' nascondersi dietro un'ovvieta': ci
ritroveremo come gruppo ancora una volta per riguardare questa
partita e preparare una settimana di Sei Nazioni per avere
un'altra opportunita'. La squadra ha osato molto, cercando di
imporre il proprio gioco, ed ha preso dei rischi, perdendo anche
palloni importanti. In attacco pero' abbiamo creato senza
concretizzare, come successo in altre occasioni. Non siamo stati
consistenti in tutti gli 80 minuti - conclude il 29enne
tallonatore delle Zebre - e squadre come il Galles riescono a
punire la mancanza di concentrazione. Pero' non siamo stati
spenti".

 


Pagina 6 di 41

facebook bar2 Facebook Twitter YouTube

  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR

covid-faq-fir

Banner 300x150

sportpertutti-2021

banner sitofederugby

 

banner-newsletter-2020


I cookie vengono utilizzati per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo si utilizza. I cookies necessari per il funzionamento essenziale del sito sono già stati impostati. Per maggiori dettagli vai qui privacy policy.

Ho letto e accetto i cookies di questo sito