“GIOVANI ED ETICA DEL LAVORO, L'ITALIA RIPARTE DA QUI” PDF Stampa E-mail
Slide
Giovedì 09 Luglio 2020 13:04

 

smithradunoparmaSMITH CONCLUDE IL RADUNO DI PARMA: “VINCERE E SVILUPPARE I GIOCATORI” 

Parma - Una serie di riunioni mattutine incentrate sulla revisione degli allenamenti effettuati a partire da lunedì ha concluso il primo raduno della Nazionale Italiana Rugby per la stagione 2020/21.  

Per i trentasei atleti che, tra convocati e invitati, hanno preso parte ai tre giorni di ritiro tra l’NH Hotel di Parma e la Cittadella del Rugby è stata l’occasione per tornare in dettaglio sui principi del lavoro svolto dallo staff tecnico guidato da Franco Smith. 

Una direzione precisa ed una altrettanto precisa identità sono quanto il capo allenatore sudafricano intende garantire per un gruppo di atleti profondamente rinnovato.

Leggi tutto...
 
PUBBLICATO IL NUOVO PROTOCOLLO PER LA RIPRESA DEGLI ALLENAMENTI IN SICUREZZA PDF Stampa E-mail
Slide
Mercoledì 01 Luglio 2020 13:21

FB 1200x900La Federazione Italiana Rugby ha pubblicato oggi la versione aggiornata del Protocollo per la ripresa degli allenamenti in sicurezza. 

La nuova versione del protocollo, disponibile su federugby.it e su covid-19.federugby.it, è redatta in conformità con il DPCM 11.06.2020 e, ai sensi dell’articolo 1 lettera G, delle eventuali disposizioni adottate da ordinanze regionali per lo svolgimento degli sport di contatto. 

Leggi tutto...
 
Guinness PRO14, LA RIPARTENZA PROGRAMMATA PER IL 22 AGOSTO PDF Stampa E-mail
Slide
Giovedì 18 Giugno 2020 12:33

inpho 01355490-1024x685Roma - Sabato 22 agosto è la data selezionata per la ripartenza del Guinness PRO14 2019/20 nei cinque territori coinvolti.
 
La data è stata alla riunione del Board di PRO14 di martedì 9 giugno, sulla base delle informazioni allo stato disponibili in ciascuno dei cinque Paesi dove si disputa il Guinness PRO14.
Dal momento dell’annuncio della sospensione indeterminata in Marzo, il gruppo di lavoro del PRO14 ha lavorato insieme ai responsabili medici delle Federazioni e delle squadre partecipanti, così come con stakeholders chiave come World Rugby, per definire il ritorno al gioco.
 
Con protocolli rigorosi definiti per l’allenamento, la logistica dei giorni di gara e l’incontro stesso, PRO14 Rugby è fiduciosa che la proposta inviata dalle Federazioni partecipanti ai rispettivi governi in Regno Unito, Irlanda, Italia e Sudafrica consentirà alle squadre di tornare in campo. Discussioni con i rispettivi governi saranno avviati dalle singole Federazioni.
Leggi tutto...
 
FIR, TRENTINO MARKETING E APT VALSUGANA #INSIEME PER UN'ESTATE DI ALLENAMENTI PDF Stampa E-mail
Slide
Mercoledì 17 Giugno 2020 10:12

 

pergineshootingAZZURRE E AZZURRI, ALLENAMENTI ONLINE NELLA PALESTRA NATURALE DELLA VALSUGANA

Pergine Valsugana, casa dell’Italrugby la scorsa estate per la preparazione alla Rugby World Cup, apre idealmente a tutta la comunità rugbistica italiana la propria palestra a cielo aperto per l’estate 2020. 

Roma - Dopo aver lanciato nella Fase 1 della pandemia la piattaforma "Allenati con FIR”, la Federazione Italiana Rugby ed i propri partner - Trentino Marketing e APT Valsugana Lagorai - propongono una nuova serie di allenamenti che potranno integrare il lavoro dei Club durante la sosta estiva, offrendo ad atlete ed atleti di ogni età e livello, così come ai semplici appassionati, un piano di allenamento completo sviluppato dal preparatore atletico della Nazionale Maggiore Maschile Giovanni Sanguin ed integrato da lavori di skills individuali e collettive proposte dagli stessi atleti delle Nazionali FIR.

Un programma di otto sedute di fitness e condizionamento, tutte sostenibili individualmente e con equipaggiamento ridotto, per chi ancora non ha ripreso l’attività con il proprio Club, desidera integrarlo o semplicemente vuole mettersi alla prova con la stessa programmazione seguita dagli atleti delle Nazionali nelle settimane passate.

Protagonisti degli otto allenamenti, tutti divisi tra attivazione, ipertrofia o forza e fitness, unitamente a sedute di stretching e skills, le atlete e gli atleti dell’Italdonne e dell’Italrugby: Aura Muzzo, Braam Steyn, Marco Riccioni, Maxime Mbandà e capitan Luca Bigi saranno i personal trainer per migliaia di appassionati che potranno accedere gratuitamente al programma di allenamento su facebook.com/Federugbyinstagram.com/italrugby e su youtube.com/fedrugby

Tutte le sedute di allenamento porteranno la community del rugby italiano a mantenersi in forma e, al tempo stesso, alla scoperta delle infinite opportunità offerte dal Trentino e dalla Valsugana per una vacanza all’insegna dell’allenamento all’aria aperta in spazi ampi e sicuri a contatto con la natura: il Lago di Caldonazzo, il Castello di Pergine o la suggestiva piazza di Pergine Valsugana che aveva salutato gli Azzurri prima della partenza verso la rassegna iridata giapponese sono solo alcune delle location che sarà possibile scoprire insieme alle Azzurre e agli Azzurri, allenandosi insieme a loro in vista della stagione 2020/21. 

Carlo Checchinato, Direttore Commerciale FIR, ha dichiarato: “Nel 2019 Pergine e la Valsugana hanno accolto con calore la Nazionale Maschile in vista dei Mondiali giapponesi. Moltissimo è cambiato negli ultimi dodici mesi, la stagione internazionale si è chiusa anticipatamente ma, insieme a Trentino Marketing e APT Valsugana abbiamo voluto comunque contribuire in modo attivo a testimoniare il desiderio di tutti noi di tornare quanto prima al rugby giocato. La comunità online del rugby italiano potrà allenarsi insieme agli Azzurri e, al tempo stesso, avere un assaggio delle straordinarie opportunità di turismo sportivo in sicurezza che la Valsugana offre”. 

Per Maurizio Rossini, CEO di Trentino Marketing, “Il Trentino e la Valsugana ripartono  affidandosi soprattutto ad un territorio ricchissimo di grandi spazi nella natura, dove tutti gli appassionati possono praticare sport e attività all’aria aperta nella massima sicurezza. Una proposta nella quale spiccano i laghi - nuovamente premiati dalle bandiere blu dell’Europa - la montagna con centinaia di percorsi accessibili ad un’ampia fascia di utenti, ideali per rigenerarsi in un abbraccio con la natura, i percorsi ciclabili che raggiungono borghi ricchi di fascino e storia e attraversano paesaggi e ambienti dei più suggestivi.  Ringrazio la Federazione Italiana Rugby che, con autentico spirito di squadra, ha voluto essere vicina al nostro territorio in questa fase di nuova ripresa.”

Stefano Ravelli, Direttore APT Valsugana: “Dopo la bellissima ed entusiasmante esperienza del ritiro azzurro del 2019 in Valsugana, visto il periodo particolare nel quale stiamo vivendo, abbiamo voluto, assieme all’Amministrazione Comunale di Pergine, portare avanti una collaborazione con la Federazione Italiana Rugby per testimoniare che la Valsugana è una vera e propria palestra naturale a cielo aperto dove potersi allenare ma anche divertirsi…una vera “valle da terzo tempo”. 

 

 
ALESSANDRO ZANNI LASCIA IL RUGBY GIOCATO PDF Stampa E-mail
Slide
Martedì 16 Giugno 2020 11:58

 

fotosportit 73960
GIOVEDI’ ALLE 19 IL TRIBUTO IN DIRETTA SU FACEBOOK E YOUTUBE FIR

Roma - 
Alessandro Zanni ha sempre parlato poco. 

In campo e fuori, con buona pace di chi ha provato ad estorcergli interviste lungo una carriera che ha attraversato - con un ruolo da protagonista - gli ultimi quindici anni del rugby italiano.

Da bravo “furlan”, ha preferito mettere giù la testa e macinare lavoro, fossero infinite sedute di palestra, ripetute di corsa sul campo, schemi in touche.  

Così, adesso che è arrivato il momento di dire basta, diventa facile rimettere ordine nei numeri che hanno contraddistinto una delle carriere più prestigiose nel panorama del rugby internazionale, anche se il diretto interessato probabilmente preferirebbe fare finta di niente. 

Il flanker udinese dell’Italia e della Benetton Rugby ha annunciato oggi il ritiro dal rugby giocato dopo aver difeso la maglia azzurra in centodiciannove occasioni, il biancoverde di Treviso in centotrentasei, il giallonero di Calvisano in ottantasei: fanno trecentoquaratuno partite ad alto livello. 

Trecentoquarantadue, contando l’apparizione con il bianconero dei Barbarians nel 2013 a Twickenham contro l’Inghilterra: un onore che non poteva non essere concesso a chi ha saputo incarnare perfettamente la sportmanship che ha sempre contraddistinto il club a inviti nato nel 1890 a Bradford.

Nel mezzo, quattro partecipazioni alla Rugby World Cup (Francia 2007, Nuova Zelanda 2011, Inghilterra 2015, Giappone 2019), quattordici campagne del Sei Nazioni, una candidatura a MVP del Torneo nel 2013, tre uscite da Man of the Match con l’Italia, le sorprendenti cinquantotto apparizioni consecutive per la Nazionale tra novembre 2008 e febbraio 2014, un record che assume un valore ancor più rilevante per chi vive nella trincea della terza linea.

E, ancora, la capacità di reinventarsi seconda linea a trentaquattro anni, dopo un lungo stop per infortunio, cedendo la maglia numero sei in favore della numero quattro. Sino all’ultima uscita il 22 febbraio scorso all’Olimpico, contro la Scozia, in coppia con Niccolò Cannone: a dividerli, quattordici anni di differenza. 

Alfredo Gavazzi, Presidente della Federazione Italiana Rugby, ha reso omaggio alla carriera di Alessandro Zanni: “Conosco Alessandro sin da quando, giovanissimo, arrivò a Calvisano da Udine dopo essersi messo in mostra con le Nazionali giovanili. Educato, serio, determinato: fu chiaro da subito che era un giovane destinato a grandi cose nel nostro sport. Avrebbe esordito in Nazionale pochi mesi dopo, a Prato, contro Tonga: da allora, sino ad oggi, un punto di riferimento. Quindici anni di carriera internazionale. Mai sopra le righe, sempre al servizio dell’azzurro. Un professionista esemplare, un uomo di grande serietà. A Treviso nel nuovo ruolo di preparatore atletico saprà conquistare da subito il rispetto di atleti vecchi e nuovi, non ho dubbi. Per esperienza e per approccio, una grande risorsa per tutto il movimento. Ci mancherà vederlo in campo, parlo a nome di ogni appassionato. Il rugby italiano gli è grato e debitore”.

Ricordo i primi raduni con l’Italia sotto John Kirwan, l’esordio con Tonga con Pierre Berbizier al comando, la vittoria al Flaminio contro la Francia sotto Nick Mallett, la gioia provata a Roma insieme a Jacques Brunel quando battemmo l’Irlanda davanti a settantacinquemila spettatori. Momenti indelebili, come tanti altri che hanno contraddistinto gli ultimi due anni con Conor prima e con Franco, negli ultimi mesi: hanno creduto in me in un ruolo al quale sono arrivato nella fase finale della mia carriera e di questo non posso che ringraziarli.Ho sempre lavorato per ripagare la fiducia di tutti i tecnici che mi hanno concesso il privilegio di vestire la maglia della Nazionale. A trentasei anni è arrivato il momento di guardare oltre, ringrazio la Benetton Rugby per queste undici stagioni in cui ha creduto in me come atleta e per aver deciso di continuare a farlo nel mio nuovo ruolo di assistente preparatore: spero di poter scendere in campo in agosto nei due derby con le Zebre che dovrebbero concludere il Guinness PRO14, per salutare il pubblico di Monigo. Sopratutto, vorrei ringraziare l’Italia, il pubblico del Flaminio e dell’Olimpico, le migliaia di tifosi che ci hanno sempre fatto sentire il loro affetto in ogni parte del mondo. Grazie a loro ho vissuto un’avventura unica, la stessa che spero rappresenti il sogno di ogni bambina o bambino che prende per la prima volta in mano una palla ovale” ha detto Alessandro Zanni commentando il proprio ritiro dal rugby agonistico.

Alessandro Zanni
Nato a: Udine
il: 31 gennaio 1984
Ruolo: flanker/seconda linea
Esordio in Nazionale: Italia v Tonga 48-0 (Prato, 12 novembre 2005)
Punti segnati: 20 (4 mete)
Caps: 119
Caps Sei Nazioni: 54
Caps Rugby World Cup: 11
Honours: Italia, Barbarians, Italia “A”, Italia U21, Italia U19
Man of the Match internazionali: 3 (Ita v Eng 2010, Ita v Ire 2013, Ita v Fji 2013)

Giovedì 18 giugno alle ore 19 Alessandro Zanni sarà il protagonista del FIRTalks settimanale, in onda in diretta sulla pagina  e sul canale  ufficiali della FIR, per ripercorrere insieme agli appassionati la propria carriera e rispondere alle domande dei sostenitori della Nazionale.

 

 


Pagina 1 di 28

facebook bar2 Facebook Twitter YouTube

  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR

covid-faq-fir

allenati-con-fir

banner cattolica

ticketing2018

banner sitofederugby

 

banner-community-2019

seguici su Spotify


I cookie vengono utilizzati per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo si utilizza. I cookies necessari per il funzionamento essenziale del sito sono già stati impostati. Per maggiori dettagli vai qui privacy policy.

Ho letto e accetto i cookies di questo sito