Nazionali Azzurre
ITALDONNE VERSO LA SCOZIA, STEFAN: "FIDUCIA NELLE NOSTRE CAPACITA'" PDF Print E-mail
Nazionali Azzurre
Tuesday, 13 April 2021 16:13
There are no translations available.

 

stefan sillariParma – Prosegue la marcia di avvicinamento della Nazionale Italiana Femminile verso la terza giornata del Women’s Six Nations 2021 – secondo impegno nel torneo per l’Italdonne – in calendario sabato 17 aprile contro la Scozia alle 17 locali (18 ITA) allo Scotstoun di Glasgow, partita che sarà trasmessa in diretta su Eurosport 2 e Eurosport Player con il commento di Andrea Gardina e Antonio Raimondi.

Diversi gli appuntamenti odierni nell’agenda delle Azzurre: allenamenti sul campo presso la Cittadella del Rugby di Parma sia divise per reparti che collettivo, riunioni interne e incontri stampa hanno scandito la giornata di lavoro.

Read more...
 
ITALDONNE, MADIA: "CONTRO LA SCOZIA CON L'OBIETTIVO DI RISCATTARCI" PDF Print E-mail
Nazionali Azzurre
Monday, 12 April 2021 15:53
There are no translations available.

madia scoziaParma – Una giornata dal tipico sapore autunnale ha accompagnato l’allenamento odierno della Nazionale Italiana Femminile presso la Cittadella del Rugby di Parma.

Le Azzurre sul campo della città ducale proseguono la preparazione verso la terza giornata – secondo impegno per l’Italdonne – del Women’s Six Nations 2021 che vedrà la squadra guidata da Andrea Di Giandomenico affrontare sabato alle 17 locali (18 ITA) la Scozia allo Scotstoun Stadium di Glasgow, partita che sarà trasmessa in diretta su Eurosport 2 e Eurosport Player.

“Il risultato contro l’Inghilterra ci ha lasciato l’amaro in bocca – ha esordito Veronica Madia nel consueto incontro stampa organizzato via web – e in vista del prossimo impegno andremo a lavorare ancora più intensamente per mostrare il nostro vero valore.

Read more...
 
LA FIR PIANGE LA SCOMPARSA DI MASSIMO CUTTITTA PDF Print E-mail
Nazionali Azzurre
Sunday, 11 April 2021 19:34
There are no translations available.

fotosportit 876 prL’EX CAPITANO E PILONE DELLA NAZIONALE SCOMPARE A 54 ANNI

Roma - E’ stato con il più profondo sgomento che la Federazione Italiana Rugby e l’intero movimento rugbistico nazionale hanno appreso della prematura scomparsa di Massimo Cuttitta, avvenuta domenica 11 aprile ad Albano Laziale all’età di 54 anni per complicazioni insorte a seguito della positività al Covid-19. 

Massimo, Azzurro n. 423, aveva debuttato con l’Italia a Napoli nel 1990 contro la Polonia, indossando poi la maglia della Nazionale in altre sessantanove occasioni sino al 2000, anno del suo ritiro internazionale dopo aver vissuto da protagonista il debutto nel Sei Nazioni contro la Scozia, nell’indimenticabile successo del 5 febbraio al Flaminio. 

In ventidue occasioni, Cuttitta aveva guidato come capitano la Nazionale Italiana Rugby. 

Nato a Latina, ma cresciuto rugbisticamente in Sudafrica al pari del gemello Marcello, Massimo aveva indossato in carriera le maglie de L’Aquila, dell’Amatori Calvisano e del Milan e quella degli Harlequins londinesi, prendendo parte nel mentre a due edizioni della Coppa del Mondo e vestendo in più occasioni il bianconero dei Barbarians.

Conclusa l’esperienza d’Oltremanica, aveva ricoperto il ruolo di giocatore-allenatore per numerosi club italiani - Bologna, Rugby Roma, Alghero e Leonessa - prima di approdare come tecnico degli avanti ad Edimburgo e, da lì, alla federazione scozzese, rilanciando con il proprio lavoro il pack Highlander sulla scena internazionale.

Più recentemente, aveva messo la propria esperienza di allenatore della mischia al servizio di Nazionali emergenti come Romania, Canada e Portogallo, svolgendo incarichi di consulente per i rispettivi staff tecnici.

Tutto il rugby italiano è intimamente toccato dalla scomparsa di Massimo, uno dei simboli della Nazionale che, grazie a una straordinaria generazione di giocatori, conquistò l’accesso al Torneo delle Sei Nazioni con una serie di indimenticabile prestazioni negli Anni ’90” ha dichiarato il Presidente della FIR, Marzio Innocenti.

Non abbiamo avuto la possibilità di condividere la maglia azzurra, ma l’amore per i nostri colori aveva costituito tra noi un forte, naturale legame. Cuttitta non è stato solo un incredibile servitore del rugby italiano ed un eccellente interprete del ruolo di pilone sinistro, ma anche un apprezzato ambasciatore del nostro movimento all’estero, allenatore degli avanti per la Scozia e per altre Nazionali che ha contribuito a portare sul palcoscenico della Rugby World Cup”.

“In questo tragico momento - ha concluso il Presidente federale - i miei pensieri, quelli del Consiglio e di tutto il rugby italiano vanno a Marcello ed a tutta la famiglia Cuttitta, già profondamente toccata pochi giorni fa dalla scomparsa della mamma di Massimo, Marcello e Michele”.

In memoria di Massimo Cuttitta il Presidente federale ha disposto che un minuto di silenzio venga osservato nel prossimo fine settimana prima del calcio d’inizio degli incontri del Campionato Italiano Peroni TOP10.

 


Page 10 of 507

facebook bar2 Facebook Twitter YouTube

  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR

covid-faq-fir

Banner 300x150

sportpertutti-2021

Sito FIR Banner 300X300

banner sitofederugby

keep_rugby_clean
 

banner-newsletter-2020


I cookie vengono utilizzati per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo si utilizza. I cookies necessari per il funzionamento essenziale del sito sono già stati impostati. Per maggiori dettagli vai qui privacy policy.

Ho letto e accetto i cookies di questo sito