Guinness PRO14


ZEBRE ANCORA SCONFITTE IN GALLES: ALL’ARMS PARK IL SUCCESSO VA AI CARDIFF BLUES PDF Print E-mail
Campionati
Sunday, 04 November 2018 18:12
There are no translations available.

Brummer Cardiff Zebre 1819

 

Cardiff (Galles), Cardiff Arms Park – 4 Novembre 2018

Guinness PRO14 2018/19, Round 8

Cardiff Blues vs Zebre Rugby Club 37-0 (p.t. 11-0)

Marcatori: 2’ cp Shingler (3-0); 17’ Williams T. (8-0); 27’ cp Shingler (11-0); s.t. 8’ m Myhill tr Shingler (18-0); 25’ m Williams N. tr Shingler (25-0); 29’ m Lee-Lo tr Shingler (32-0); 40‘ m Lee-Lo (37-0);

Cardiff Blues: Williams T. (30’ s.t. Fish); Summerhill, Smith (21’ s.t. Millard), Lee-Lo, Harries; Shingler, Williams L. (18’ s.t. Jones); Williams N., Robinson, Turnbull, Davies, Earle (10’ Down, 18’ s.t. Manoa), Andrews (21’ s.t. Assiratti), Myhill (18’ s.t. Dacey), Thyer (18’ s.t. Jenkins) All.Mulvihill

Zebre Rugby Club: D’Onofrio (33’ s.t Venditti), Di Giulio, Boni (14’ s.t. Elliott), De Battista, Balekana, Brummer (18’ s.t Azzolini), Raffaele; Koffi, Tauyavuca (23’ s.t. Ruggeri), Bianchi, Krumov (23’ s.t. Ortis), Sisi (cap), Bello (18’ s.t. Tenga), Luus (14’ s.t. Manfredi), Ah-Nau (14’ s.t. Rimpelli) All.Bradley

Arbitro: George Clancy (Irish Rugby Football Union)

Assistenti: Stuart Gaffikin (Irish Rugby Football Union) e Mike English (Wales Rugby Union)

TMO: Brian MacNeice (Irish Rugby Football Union)

Calciatori: Shingler (Cardiff Blues) 4/5 , Jenkins (Cardiff Blues) 0/1

Man of the match:  Williams N. (Cardiff Blues)

Punti in classifica: Cardiff Blues 5,  Zebre Rugby Club 0

Note: Pomeriggio di piogga. Temperatura 13°. Terreno sintetico. 6426 spettatori. Esordio con le Zebre e nel Guinness PRO14 per il centro Jamie Elliott, la terza linea del Rugby Calvisano Antoine Koffi, il tallonatore del Rugby Calvisano Marco Manfredi e la terza linea dell’Accademia Nazionale “Ivan Francescato” Davide Ruggeri.

Cronaca: sono i gallesi a sbloccare il risultato all’Arms Park col piazzato di Shingler da 40 metri dopo il tenuto fischiato a  Tauyavuca. Al 10° le Zebre subiscono la pressione al piede dei gallesi e giocano alla mano dai propri 22. Arriva il fallo contro Nick Williams che fa risalire i bianconeri. Al 17° dopo una mischia a favore i Blues vanno in meta con l’estremo Williams innescato dal grubber di Shingler a superare la linea difensiva italiana. A metà primo tempo arriva il 4° fallo gallese in ruck, le Zebre possono lanciare una touche ai 10 metri dopo il bel calcio di Brummer. Il lancio di Luus é però rubato ed il pallone liberato. Zebre nuovamente nei 22 con un bel break. Bravo D'Onofrio a riciclare per Boni ma il possesso é perso ai 5 metri sul punto d'incontro. Arriva il fallo per i gallesi col placcaggio senza possesso di Bianchi. Shingler decide per i pali e porta i suoi sull’ 11-0 al 27°. Alla mezz’ora arriva un altro fallo dei Blues sul punto d'incontro ed un’altra rimessa in attacco per gli ospiti. Il drive avanzante é fermato in modo irregolare. La seconda touche non é controllata dai saltatori italiani e sfuma la seconda occasione nei 22 gallesi. Al 39° un errore di trasmissione tra Brummer e Tauyavuca frutta una mischia in attacco ai gallesi. Il lungo multifase si chiude con un altro grubber non controllato a tempo scaduto.

Il 3° fallo delle Zebre Rugby per fuorigioco ad inizio ripresa porta alla rimessa nei 22 per i Cardiff Blues. L'attacco gallese é intercettato da Brummer che ricalcia. Il nuovo assalto si chiude con Tauyavuca che fa scoppiare il pallone ad un avversario. Al 48° arriva un tenuto contro Balekana, così i Blues possono giocare un'altra touche nei 22 italiani. La maul dei blu-celesti avanza e porta in meta Myhill con Shingler che centra i pali per il 18-0. I Blues vengono sanzionati per un sostegno laterale sulla metà campo dal fischietto irlandese, ma l'ovale è recuperato dai gallesi sul punto d'incontro. Al 53° le Zebre vanno vicine alla meta con D'Onofrio fermato ai 5 metri: sale la difesa gallese che concede solo una mischia agli ospiti, non sfruttata. Un fallo dei padroni di casa per un placcaggio di spalla su Di Giulio riporta i bianconeri nei 22 prima dell’ingresso in campo tra gli applausi dell’Arms Park del pilone Jenkins, alla sua ultima gara della carriera. Le Zebre non riescono ad avanzare, fermate ancora dal tenuto fischiato da Clancy. Cardiff va vicino alla terza meta ma riceve una mischia ai 5 metri per pallone ingiocabile sulla linea di meta; il pack gallese avanza dopo l’ingaggio e porta in meta Nick Williams. Al 70° arriva anche la meta del bonus per il XV di coach Mulvihill con Lee-Lo bravo a superare la linea difensiva italiana dopo una maul avanzante. A 4° dalla fine un fuorigioco della linea italiana sulla metà campo ridà territorio ai gallesi che sono nei 22. Sale la difesa delle Zebre che però concede il fallo per un placcaggio sul mediano di mischia in ruck. Dopo la rimessa la maul é arginata. Ci provano ancora al piede col grubber i Blues ma l'ovale esce in rimessa ai 5 metri. Sisi e compagni risalgono col drive nell'ultima azione della sfida: il possesso si chiude con un calcio di Azzolini recuperato dall'attacco gallese che sventaglia l'ovale al largo opposto dove Lee-Lo trova la sesta meta. A tempo scaduto il pilone Jenkins prova la trasformazione che non è precisa. La seconda trasferta in Galles della stagione si chiude ancora senza punti per le Zebre per la classifica del girone A dove, grazie alla vittoria nello scontro diretto, i Blues staccano i bianconeri ora a -7 dai gallesi.

Le Zebre si ritroveranno lunedì 12 Novembre 2018 alla Cittadella del Rugby di Parma per preparare la prossima gara ufficiale. Domenica 25 Novembre i bianconeri ospiteranno gli irlandesi del Munster al Lanfranchi di Parma nel nono turno del Guinness PRO14.

 
I LEONI POCO CINICI SUBISCONO LA RIMONTA DELL’ULSTER PDF Print E-mail
Campionati
Saturday, 03 November 2018 19:58
There are no translations available.

7D2 4176

Marcatori: 3’ meta Faiva tr. Allan, 30’ p. Burns, 44’ meta Reidy, 54’ meta Herring tr Burns, 63’ p. Allan,

Note: 53’ giallo a Lamaro

Benetton Rugby: 

15 Jayden Hayward (32’ Antonio Rizzi), 14 Ratuva Tavuyara (60’ Angelo Esposito), 13 Ignacio Brex, 12 Alberto Sgarbi, 11 Tommaso Benvenuti, 10 Tommaso Allan, 9 Dewaldt Duvenage (70’ Edoardo Gori), 8 Marco Barbini, 7 Michele Lamaro, 6 Dean Budd (c) (60’ Giovanni Pettinelli), 5 Alessandro Zanni, 4 Irné Herbst (72’ Niccolò Cannone), 3 Simone Ferrari (49’ Marco Riccioni), 2 Hame Faiva (49’ Tomas Baravalle), 1 Derrick Appiah (70’ Alberto De Marchi)

Head coach: Kieran Crowley

Ulster: 

15 Peter Nelson, 14 Robert Baloucoune (32’ Angus Kernohan), 13 James Hume, 12 Stuart McCloskey, 11 Henry Speight, 10 Billy Burns, 9 Dave Shanahan, 8 Nick Timoney, 7 Sean Reidy (64’ Greg Jones), 6 Marcell Coetzee (74’ Clive Ross), 5 Kieran Treadwell, 4 Alan O’Connor (c), 3 Marty Moore (64’ Tom O’Toole), 2 Rob Herring (64’ John Andrew), 1 Eric O’Sullivan (64’ Andy Warwick)

Head coach: Dan McFarland

I Leoni biancoverdi partono subito nel migliore dei modi, al 1’ ostruzione di Ulster e possibilità per Allan di calciare in touche dentro i 22 irlandesi. Rimessa laterale affidata a Faiva, fallo commesso dagli ospiti e n.10 che calcia nuovamente fuori questa volta sui 5 loro.

Dalla seconda ripartenza i Leoni organizzano un ottimo drive che li conduce in meta con il tallonatore neozelandese che schiaccia oltre la linea, Allan trasforma dalla piazzola. Ritmi di gioco elevati e bel gioco quello mostrato nella prima decina di minuti da Budd e compagni.

Al 13’ nuova occasione per i biancoverdi di entrare in zona rossa, questa volta purtroppo viene commesso in avanti ed il possesso torna in favore dell’Ulster. Poco dopo i Leoni sembrano andare in meta con Tavuyara ma il direttore di gara Adamson sostiene che la palla non sia stata schiacciata oltre la linea.

Al 23’ altra avanzata organizzata dagli uomini di Crowley che sull’out di sinistra provano a rendersi pericolosi con Tavuyara, l’ala viene portata fuori sui 22 dell’Ulster. Alla mezz’ora Herbst non rotola via e l’arbitro assegna un calcio di punizione in favore degli ospiti. Burns da quasi metà campo accorcia le distanze.

Sono i Leoni a dominare la gara per possesso e territorio, poco prima dello scadere vanno vicini alla meta con Benvenuti ma l’ovale scivola dalle mani dell’ala biancoverde che non riesce quindi a marcare.

La prima frazione di gioco termina così 7 a 3 in favore del Benetton Rugby.

Nella ripresa è l’Ulster a cominciare meglio la gara, al 44’ gli ospiti vanno subito in meta con Reidy ma Burns sbaglia dalla piazzola.

Al 50’ i nordirlandesi sembrano allungare le distanze, dopo un consulto con il TMO Pennè, Adamson annulla la meta di McCloskey poiché l’ovale era scappato dalle mani del centro prima dell’impatto sul terreno di gioco.

Tre minuti più tardi i Leoni restano in 14 per il giallo estratto ai danni di Lamaro, Ulster ne approfitta ed al 54’ va in meta in tallonatore Herring; questa volta Burns è preciso dalla piazzola.

I Leoni fanno di tutto per rimanere attaccati al match ed al 63’conquistano un calcio di punizione che permette ad Allan di aggiungere tre punti al tabellino accorciando le distanze sotto il break.

Gli ultimi minuti, nonostante un lungo possesso dei biancoverdi, sono purtroppo caratterizzati da numerosi errori che lasciano così il risultato invariato.

Ulster batte Benetton Rugby 15 a 10

 
SARA’ DAVID SISI A CAPITANARE LE ZEBRE NELLA TRASFERTA DI DOMENICA A CARDIFF CONTRO I BLUESCINQUE I PERMIT PLAYERS PER LA GARA DELL’ARMS PARK, PRIMA CONVOCAZIONE PER ELLIOTT PDF Print E-mail
Campionati
Friday, 02 November 2018 13:50
There are no translations available.

Sisi Zebre Edinburgh 1819

[Sisi s'invola in meta nella gara di sabato scorso a Parma contro Edinburgh - Delfrate]

CINQUE I PERMIT PLAYERS PER LA GARA DELL’ARMS PARK, PRIMA CONVOCAZIONE PER ELLIOTT

Parma, 2 Novembre 2018 – Le Zebre hanno concluso stamane la rifinitura alla Cittadella del Rugby di Parma in vista della sfida del prossimo fine settimana. Per l’ottavo turno del Guinness PRO14 i bianconeri saranno in campo in Galles per sfidare i Cardiff Blues nella sfida di ritorno tra le due formazioni inserite nel girone A. Per la gara sul sintetico dell’Arms Park –dove arrivò nel 2013 la prima storica vittoria della franchigia federale nel torneo celtico- lo staff tecnico delle Zebre ha rimescolato le carte, schierando una formazione iniziale con ben 11 cambi rispetto al XV schierato a Parma sabato scorso nella vittoria contro gli scozzesi dell’Edinburgh.

Mancheranno diversi atleti tra infortuni e convocazioni in nazionale: saranno infatti dieci i giocatori della rosa bianconera che domani sera alle 21 italiane difenderanno i colori dell’Italia nel primo dei 4 test match di Novembre. Gli Azzurri saranno in campo al Soldier Filed di Chicago per sfidare l’Irlanda, campione in carica del Sei Nazioni.

Per la sfida ai gallesi, sconfitti a metà settembre al Lanfranchi con la meta di Fabiani all’ultimo assalto, coach Bradley ha infatti convocato cinque permit players tesserati con altri club: le due Fiamme Oro Rugby Bianchi e D’Onofrio, i due giocatori del Rugby Calvisano Manfredi e Koffi ed il giovane atleta dell’Accademia Nazionale “Ivan Francescato” Ruggeri.

Per il flanker cremisi Bianchi –prodotto del Vasari Arezzo- si tratta di una conferma dopo l’ottima prova all’esordio assoluto dello scorso fine settimana; mentre per gli altri quattro di tratta della prima convocazione stagionale col XV del Nord-Ovest. D’Onofrio ha già vestito la maglia zebrata tre volte sempre come permit players nelle ultime due stagioni; prima convocazione invece con la franchigia federale per gli altri tre giocatori col numero 8 del Rugby Calvisano Koffi –cresciuto nell’Amatori Parma Rugby- che partirà titolare all’Arms Park.

Siederanno in panchina invece il tallonatore italo-tedesco Manfredi cresciuto nel Rugby San Donà ed il flanker comasco Ruggeri, al suo secondo anno con l’Accademia Nazionale Ivan Francescato a Remedello (BS). Insieme a loro, pronto ad entrare a gara in corso, anche l’ultimo arrivo nella rosa bianconera: il centro inglese Elliott arrivato in settimana a Parma dai Bedford Blues.

Nella linea dei trequarti le uniche due conferme riguardano Di Giulio e Brummer, col sudafricano che si sposta da estremo ad apertura. Negli avanti invece, oltre a Bianchi -23 placcaggi nei suoi primi 80 minuti da zebra- l’unica conferma riguarda la seconda linea Sisi. L’italo-inglese capitanerà per la prima volta lo Zebre Rugby Club alla sua 32esima presenza ufficiale.

La formazione dello Zebre Rugby Club che domenica 4 Novembre 2018 alle ore 15.45 italiane scenderà in campo contro gli i gallesi Cardiff Blues all’Arms Park di Cardiff (Galles) nell’ottavo turno del Guinness PRO14:

15 Giovanni D’Onofrio (permit player tesserato con le Fiamme Oro Rugby)

14 Gabriele Di Giulio*

13 Tommaso Boni*

12 Nicolas De Battista

11 Paula Balekana

10 Francois Brummer

9 Riccardo Raffaele*

8 Antoine Koffi* (permit player tesserato col Rugby Calvisano)

7 Apisai Tauyavuca

6 Jacopo Bianchi* (permit player tesserato con le Fiamme Oro Rugby)

5 Leonard Krumov*

4 David Sisi (cap)

3 Eduardo Bello

2 Luhandre Luus*

1 Cruze Ah-Nau

a disposizione

16 Marco Manfredi (permit player tesserato col Rugby Calvisano)

17 Daniele Rimpelli*

18 Roberto Tenga

19 Samuele Ortis*

20 Davide Ruggeri* (permit player tesserato con l’Accademia Nazionale Ivan Francescato)

21 Maicol Azzolini*

22 Jamie Elliott

23 Giovanbattista Venditti*

All. Michael Bradley

Non disponibili per infortunio: Massimo Ceciliani*, Giovanni Licata*, Maxime Mbandà*, Matteo Minozzi*, Edoardo Padovani*, Marcello Violi*

Convocati con la nazionale italiana: Mattia Bellini, George Biagi, Giulio Bisegni, Carlo Canna, Tommaso Castello, Oliviero Fabiani, Andrea Lovotti*, Renato Giammarioli*, Johan Meyer, Guglielmo Palazzani, Jimmy Tuivaiti, Giosué Zilocchi*

*è/è stato membro dell’Accademia FIR “Ivan Francescato”

Cardiff Blues: Williams T.; Summerhill, Smith, Lee-Lo, Harries; Shingler, Williams L.; Williams N., Robinson, Turnbull, Davies, Earle, Andrews, Myhill, Thyer (A disposizione: Dacey, Jenkins, Assiratti, Down, Manoa, Jones, Fish, Millard) All. Mulvihill

Arbitro: George Clancy (Irish Rugby Football Union)

Assistenti: Stuart Gaffikin (Irish Rugby Football Union) e Mike English (Wales Rugby Union)

TMO: Brian MacNeice (Irish Rugby Football Union)

La gara trasmessa in diretta streaming in Italia su DAZN all'indirizzo www.dazn.com su Smart TV, PC, smartphone, tablet e console di gioco. Abbonati a DAZN e vedi il primo mese di gare di Guinness PRO14 gratis.

Diretta testuale del punteggio sull'account Twitter ufficiale delle Zebre Rugby con hashtag della gara #CBLvZEB

 
  • «
  •  Start 
  •  Prev 
  •  1 
  •  2 
  •  3 
  •  4 
  •  5 
  •  6 
  •  7 
  •  8 
  •  9 
  •  10 
  •  Next 
  •  End 
  • »


Page 1 of 163

facebook bar2 Facebook Twitter YouTube

ticketing2018

banner live TOP12 neg

banner sitofederugby

banner_pdf

 


I cookie vengono utilizzati per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo si utilizza. I cookies necessari per il funzionamento essenziale del sito sono già stati impostati. Per maggiori dettagli vai qui privacy policy.

Ho letto e accetto i cookies di questo sito