Guinness PRO14


MARCO BORTOLAMI SARA' IL NUOVO HEAD COACH PER I PROSSIMI TRE ANNI PDF Print E-mail
Campionati
Monday, 25 January 2021 15:48
There are no translations available.

inpho 01506766 1

Il Benetton Rugby è lieto di annunciare che, a partire dalla prossima stagione e sino al 30 giugno 2024, Marco Bortolami ricoprirà il ruolo di head coach dei Leoni.

Nato a Padova il 12 giugno 1980, Bortolami ha iniziato la propria carriera rugbistica al Petrarca, dove ha militato fino all’età di 24 anni vincendo una Coppa Italia nel 2001. Nel 2004 si è trasferito per due stagioni in Francia, al Narbonne in Top 16, prima di essere ingaggiato dagli inglesi del Gloucester, militando per 4 anni in Premiership. Bortolami è poi rientrato in Italia nel 2010 vestendo la maglia degli Aironi, e dopo lo scioglimento del club ha continuato la sua esperienza in Celtic League con le Zebre, squadra della quale è stato anche capitano, come successo già con gli altri club in cui aveva militato.

In Nazionale ha fatto il suo esordio nel 2001 contro la Namibia, un anno più tardi coach Kirwan lo ha nominato capitano dell’Italia nel match che ha visto gli azzurri sfidare gli All Blacks ad Hamilton. Bortolami è così diventato il capitano più giovane della storia dell’Italrugby; nella stessa partita ha siglato la sua prima meta in Nazionale. Nel suo curriculum Marco vanta 112 caps con l’Italia, 12 Sei Nazioni in cui ha collezionato 51 presenze e 3 Mondiali (2003, 2007, 2011), numeri che lo rendono un simbolo della storia recente del movimento rugbistico nazionale.

Professionista di notevole esperienza internazionale e grande carisma, nell’estate del 2016, appena un mese dopo il suo ritiro dal rugby giocato, viene scelto dal Benetton Rugby come assistant coach con delega agli avanti ed alla touche. In biancoverde da cinque anni, Marco ha nel tempo dato prova di meritare la prestigiosa possibilità di essere l’head coach dei Leoni.

“Marco in questi anni ha dimostrato di possedere la serietà e le capacità senza dimenticare l’importante know how internazionale per ricoprire il ruolo che abbiamo deciso di assegnarli. Inoltre l’esperienza accumulata nelle vesti di assistente nelle ultime cinque stagioni gli ha permesso di conoscere alla perfezione il nostro club, la nostra filosofia ed ogni dinamica della nostra squadra. Per tutte queste ragioni, riteniamo Bortolami la figura adatta al nostro progetto ed a riguardo stiamo lavorando per affiancargli uno staff adeguato” queste le dichiarazioni del Presidente biancoverde Amerino Zatta.

Il direttore sportivo Antonio Pavanello ha aggiunto: “Apriamo un nuovo ciclo nel segno della continuità. Come società era nostro obiettivo primario dare consequenzialità e solidità al progetto ed è proprio considerando questi presupposti che abbiamo scelto di elevare Marco a capo allenatore. Un ruolo primario, delicato, oltre che responsabile di convogliare le soggettività del numeroso staff tecnico a nostra disposizione nella filosofia Benetton Rugby. In questi anni Marco si è messo in mostra compiendo un notevole percorso di crescita, dimostrandosi un profilo altamente professionale, propositivo, in possesso delle giuste caratteristiche per essere il nostro nuovo head coach. Infine posso anticipare che al suo fianco costruiremo uno staff di assoluto valore composto da figure esperte che riusciranno a supportarlo al meglio”

“Sono molto onorato della scelta da parte del club di affidarmi la responsabilità e concedermi l’opportunità di essere il prossimo capo allenatore. Credo fermamente nelle qualità della squadra, nel suo potenziale e ciò mi rende estremamente eccitato e motivato per le sfide che andremo ad affrontare. In questi cinque anni abbiamo imparato sia dalle cose che hanno funzionato bene che da quelle che hanno funzionato meno, soprattutto nelle ultime due stagioni. Quest’ultime rientrano comunque in situazioni che possiamo certamente controllare e pertanto non posso che essere fiducioso. In conclusione tengo a sottolineare come il mio focus sino alla fine della stagione rimarrà quello di supportare Crowley e la squadra per provare a vincere ogni gara che avremo da questo fine settimana contro Munster in avanti” ha concluso Marco Bortolami.

 
LA CORSA DELLE ZEBRE SI ARRESTA AL LANFRANCHI: L'EDINBURGH RUGBY PASSA 26-10 E SI AGGIUDICA L'11° TURNO DEL GUINNESS PRO14 PDF Print E-mail
Campionati
Saturday, 23 January 2021 17:16
There are no translations available.

Zebre EdinburghRugby Mori

[Mori lotta al Lanfranchi contro l'Edinburgh Rugby - Amarcord Fotovideo]

LA CORSA DELLE ZEBRE SI ARRESTA AL LANFRANCHI: L’EDINBURGH RUGBY PASSA 26-10 E SI AGGIUDICA L’11° TURNO DEL GUINNESS PRO14

Parma (Italia) – 23 gennaio 2021
Guinness PRO14 2020/21, Round 11

Zebre Rugby Club Vs Edinburgh Rugby 10-26 (p.t. 3-10)

Marcatori: 5’ cp van der Walt (0-3); 26’ cp Canna (3-3); 35’ Bennett tr van der Walt (3-10); s.t. 45’ Kearney tr Canna (10-10), 48’ cp van der Walt (10-13), 54’ cp van der Walt (10-16), 74’ cp van der Walt (10-19), 80’ Farndale tr van der Walt (10-26)

Zebre Rugby Club: Biondelli, D’Onofrio, Mori, Boni (30’ Elliott, 40’ Boni), Bellini (40’ Elliott), Canna (57’ Rizzi), Palazzani (49’ Renton), Giammarioli (33’ Leavasa), Meyer, Mbandà, Kearney (55’ Krumov), Sisi (Cap), Zilocchi (64’ Bello), Bigi (59’ Manfredi), Fischetti (67’ Rimpelli); All. Bradley

Edinburgh Rugby: Blain, Farndale (60’ Berghan), Bennett (64’ Taylor), Dean, Sau, van der Walt, Pyrgos (Co-Cap) (64’ Shiel), Mata, Watson, Crosbie (68’ Haining), Gilchrist (Co-Cap), Hodgson (60’ Bradbury), Nel (70’ Farndale), Cherry (65’ Willemse), Schoeman; All. Richard Cockerill

Arbitro: Gianluca Gnecchi (Federazione Italiana Rugby)
Assistenti: Manuel Bottino (Federazione Italiana Rugby) e Luca Trentin (Federazione Italiana Rugby)
TMO: Stefano Roscini (Federazione Italiana Rugby)

Calciatori: Jaco van der Walt (Edinburgh Rugby) 5/6, Carlo Canna (Zebre Rugby Club) 2/3
Cartellini: 60’ cartellino giallo a WP Nel (Edinburgh Rugby), 69’ cartellino rosso a George Taylor (Edinburgh Rugby)
Player of the match:
Jaco van der Walt (Edinburgh Rugby)

Punti in classifica: Zebre Rugby Club 0, Edinburgh Rugby 4

Note: Cielo sereno. Temperatura 9°. Terreno in buone condizioni. Partita disputata in regime di porte chiuse al pubblico. Esordio con le Zebre Rugby e in Guinness PRO14 per Potu Junior Leavasa.

Cronaca: Allo Stadio Lanfranchi di Parma si arresta la striscia di risultati utili delle Zebre. Dopo il pareggio in casa con Bayonne, il successo di coppa a Brive e le due vittorie nei derby natalizi col Benetton Rugby, i multicolor vengono fermati dall’Edinburgh Rugby che si aggiudica sul 10-26 l’11° turno del Guinness PRO14.

Le Zebre danno avvio agli 80’ ricevendo il drop di inizio gara. Una prima touche sbagliata e il possesso passa nelle mani dell’Edinburgh Rugby che al suo primo fallo a favore sigla i primi tre punti col piede di Jaco van der Walt.

Verso il 10’ gli Scozzesi danno avvio ad un lungo multifase avanzante. I multicolor fanno buona guarda, forzando anche un calcio di punizione a favore che li riporta in zona offensiva. Il lancio di Bigi questa volta è buono ma un errore nella trasmissione dell’ovale fa perdere tanto terreno alla squadra di casa.

Gli ospiti ci riprovano al giro di boa del secondo tempo ma ancora una volta la difesa delle Zebre è superba. Solidi e disciplinati nei placcaggi, Sisi e compagni ottengono la loro seconda penalità a favore e risalgono il campo col piede di Canna.

Tra il 23’ ed il 25’ il XV di coach Bradley guadagna due calci di punizione consecutivi. L’apertura beneventana converte soltanto il secondo dei tentativi dalla piazzola, rettificando lo score sul pari.

Un ingaggio vinto per parte in mischia chiusa altera di poco l’inerzia del match che nei minuti seguenti scivola nelle mani dei Britannici. Dopo l’ingresso in campo e l’esordio con la franchigia federale di Potu Junior Leavasa – che sostituisce Giammarioli, colpito alla testa da un colpo avversario –, l’Edinburgh Rugby trova la via della sua prima meta. Lo fa col centro Mark Bennett che riceve un riciclo da terra e va schiacciare in solitaria sotto i pali. Jaco van der Welt completa il gioco da 7 punti e il primo tempo si chiude sul 3-10.

La ripresa si apre nel miglioriedei modi per la formazione di casa che al 45’ trova la sua prima meta con la carica vincente di Kearney, alla sua prima marcatura col club di base a Parma. Canna incamera ulteriori due punti, ma al 48’ e al 54’ gli ospiti tornano nuovamente in vantaggio siglando due piazzati col solito Jaco van der Walt.

Al 55’ l’ingresso in campo di Antonio Rizzi alimenta la verve offensiva dei multicolor che si rendono autori di una splendida azione palla in mano. Dopo aver ottenuto un calcio di punizione a favore, Sisi e compagni ripartono da mischia impensierendo nuovamente i rivali nella ripresa delle manovre.

Gli Scozzesi si rifugiano nell’indisciplina: al 60’ a farne le spese è il pilone WP Nel che va a sedersi sulla panca dei puniti per dieci minuti.

In situazione di superiorità numerica il XV di coach Bradley fa però fatica ad imporsi sui rivali che al 69’ perdono anche il neoentrato George Taylor, punito con un cartellino rosso per un placcaggio pericoloso.

A muovere il tabellino sono però gli atleti in maglia bianca che al 74’ si portano oltre il break col piazzato del n° 10 Jaco van der Walt, nominato Player of the Match dai telecronisti di Dazn.

Per le Zebre ci sarebbe la chance di trovare la marcatura del punto di bonus difensivo. I multicolor ci provano nell’ultima azione della partita ma Farndale legge bene la trasmissione offensiva, va all’intercetto e regala ai suoi la meta che chiuderà definitivamente i giochi sul 10-26.

La prossima settimana sarà libera da impegni in campionato celtico e in coppa europea. Lunedì 25 gennaio la Federazione Italiana Rugby ufficializzerà la lista di atleti convocati al raduno di preparazione al Sei Nazioni 2021.

 
DUE CAMBI NEL XV DELLE ZEBRE SCELTO PER LA SFIDA DEL LANFRANCHI CON L’EDINBURGH RUGBY PDF Print E-mail
Campionati
Friday, 22 January 2021 12:42
There are no translations available.

Zebre Edinburgh Palazzani

[Palazzani smista l'ovale nell'ultima gara a Parma con l'Edinburgh Rugby - Amarcord Fotovideo]

DUE CAMBI NEL XV DELLE ZEBRE SCELTO PER LA SFIDA DEL LANFRANCHI CON L’EDINBURGH RUGBY

POTU JUNIOR LEAVASA PRONTO ALL’ESORDIO CON I MULTICOLOR, IN CAMPO SABATO POMERIGGIO NEL RECUPERO DELL’11° TURNO DEL GUINNESS PRO14

Parma, 22 gennaio 2021 – Superato il fine settimana di sosta, le Zebre Rugby sono pronte a tornare in azione. Sabato 23 gennaio gli atleti della franchigia federale ospiteranno allo Stadio Lanfranchi di Parma gli Scozzesi dell’Edinburgh Rugby nel match valevole per il recupero dell’11° turno del Guinness PRO14.

Il calcio di inizio della sfida – che sarà trasmessa come di consueto in diretta sugli schermi di Dazn – è in programma alle ore 14:00. In alternativa, sarà possibile seguire la cronaca testuale della partita sull’account Twitter delle Zebre con l’hashtag #ZEBvEDI.

Sarà il 14° incontro ufficiale con i rivali del Girone B del torneo, reduci da una sconfitta di misura lo scorso weekend in casa dei Glasgow Warriors. Sisi e compagni provengono invece da tre successi di fila, oltre che da un fine settimana di riposo che ha certamente contribuito a recuperare al meglio il loro stato di forma in vista dell’appuntamento di sabato.

Per l’occasione i multicolor dovranno però fare a meno di Nicolò Casilio e Jimmy Tuivaiti, entrambi usciti doloranti alla spalla nel loro ultimo impegno di campionato celtico.

Sono questi di fatto gli unici cambi nella formazione scelta del capo allenatore Michael Bradley che conferma lo zoccolo duro del XV schierato nel derby di Parma vinto col Benetton Rugby, sostituendo però il n° 9 aquilano e il terza linea Azzurro rispettivamente col centurione del club Guglielmo Palazzani e col flanker della Nazionale Maxime Mbandà.

La grande novità è la prima convocazione del potente avanti Potu Junior Leavasa, pronto a subentrare a gara in corso. Il 25enne samoano – arrivato a Parma questo gennaio per rinforzare la rosa delle Zebre in vista della seconda metà della stagione 2020/21 – è dunque vicino al suo esordio ufficiale con la franchigia federale, oltre che in Guinness PRO14.

Dirigerà l’incontro Gianluca Gnecchi, alla quinta presenza nel prestigioso torneo internazionale. Il 28enne bresciano sarà coadiuvato dai due assistenti italiani Manuel Bottino e Luca Trentin. Il TMO designato è infine Stefano Roscini.

La formazione dello Zebre Rugby Club che sabato 23 gennaio alle ore 14:00 scenderà in campo contro l’Edinburgh Rugby allo Stadio Lanfranchi di Parma nel recupero dell’11° turno del Guinness PRO14:

15. Michelangelo Biondelli* (19)

14. Giovanni D’Onofrio* (10)

13. Federico Mori* (10) permit player del Rugby Calvisano

12. Tommaso Boni* (94)

11. Mattia Bellini (60)

10. Carlo Canna (97)

9. Guglielmo Palazzani (140)

8. Renato Giammarioli* (50)

7. Johan Meyer (97)

6. Maxime Mbandà* (61)

5. Mick Kearney (24)

4. David Sisi (59) (Cap)

3. Giosuè Zilocchi* (34)

2. Luca Bigi (13)

1.Danilo Fischetti (24)

A disposizione:

16. Marco Manfredi (20)

17. Daniele Rimpelli* (44)

18. Eduardo Bello (54)

19. Leonard Krumov* (54)

20. Potu Junior Leavasa (0)

21. Joshua Renton (38)

22. Antonio Rizzi* (13)

23. Jamie Elliott (40)

All. Michael Bradley

Non disponibili per infortunio: Iacopo Bianchi*, Giulio Bisegni, Nicolò Casilio*, Tommaso Castello, Junior Laloifi, Giovanni Licata*, Ian Nagle, Jimmy Tuivaiti

*è/è stato membro dell’Accademia FIR “Ivan Francescato”

Arbitro: Gianluca Gnecchi (Federazione Italiana Rugby)

Assistenti: Manuel Bottino (Federazione Italiana Rugby) e Luca Trentin (Federazione Italiana Rugby)

TMO: Stefano Roscini (Federazione Italiana Rugby)

La gara sarà prodotta da DAZN e sarà disponibile in diretta streaming all’indirizzo www.dazn.com

Cronaca testuale della sfida sull’account Twitter delle Zebre con l’hashtag #ZEBvEDI.

 
  • «
  •  Start 
  •  Prev 
  •  1 
  •  2 
  •  3 
  •  4 
  •  5 
  •  6 
  •  7 
  •  8 
  •  9 
  •  10 
  •  Next 
  •  End 
  • »


Page 1 of 234

facebook bar2 Facebook Twitter YouTube

logo pro14

covid-faq-fir

banner-assemblea-fir2021

Banner 300x150

banner cattolica

banner sitofederugby

banner_pdf

 

banner-newsletter-2020

seguici su Spotify


I cookie vengono utilizzati per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo si utilizza. I cookies necessari per il funzionamento essenziale del sito sono già stati impostati. Per maggiori dettagli vai qui privacy policy.

Ho letto e accetto i cookies di questo sito