News


PROGRAMMA STAMPA ITALIA - RADUNO PERGINE VALSUGANA PDF Print E-mail
Sala Stampa
Friday, 18 June 2021 13:26
There are no translations available.

Di seguito il programma stampa della Nazionale Italiana Rugby per il raduno di Pergine Valsugana in calendario dal 21 al 25 giugno.

Lo staff della Nazionale farà il possibile per mantenere inalterati gli orari. Ogni aggiornamento al presente programma verrà  comunicato tramite email. 

Ogni richiesta che esuli dal seguente programma deve essere inoltrata al Media Manager della Nazionale Antonio Pellegrino (+39.328.91.71.062,                  This e-mail address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it ).

Per favorire la partecipazione dei colleghi giornalisti saranno previsti incontri stampa da remoto, limitando al contempo l'interazione in persona. Gli interessati sono invitati a registrarsi preventivamente sulla piattaforma Starleaf (https://starleaf.com/). La partecipazione ad ogni singolo incontro stampa virtuale deve essere confermata entro le ore 18 del giorno precedente all’indirizzo          This e-mail address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it  per ricevere il link diretto.

All’interno del Media Bin FIR, accessibile dalla home page del sito internet istituzionale Federugby.it, area “Media”, sarà possibile scaricare materiale audiovisivo di libero utilizzo: le redazioni saranno notificate con appositi comunicati alla messa a disposizione di nuovo materiale.

 

Martedì 22 giugno
Ore 12.30 – Pergine Valsugana, via Starleaf
Incontro stampa da remoto con un giocatore della Nazionale
 
Giovedì 24 giugno
Ore 12.30 – Pergine Valsugana, via Starleaf
Incontro stampa da remoto con un giocatore della Nazionale

 
SEI NAZIONI ANNUNCIA UNA NUOVA PARTNERSHIP CON SKY ITALIA PDF Print E-mail
Sala Stampa
Thursday, 10 June 2021 10:12
There are no translations available.

fallbackRoma - Six Nations Rugby conferma di aver raggiunto una nuova partnership con Sky Italia per i diritti di trasmissione del mercato italiano. L’accordo di massima vedrà Sky Italia diventare il partner televisivo ufficiale di Six Nations Rugby per tutte e tre i Tornei così come per l’Autumn Nations Series.  

In base all’accordo finale la partnership renderà disponibili agli appassionati di rugby tutti gli incontri del Guinness Sei Nazioni, del Sei Nazioni Femminile e del Sei Nazioni U20 maschile, per una copertura totale dei più prestigiosi Tornei di rugby.

La copertura di Sky Sports inizierà dal 19 giugno, con la prima giornata del Sei Nazioni U20 maschile 2021. 

Read more...
 
ALLRUGBY, IN EDICOLA IL NUMERO DI GIUGNO 2021 PDF Print E-mail
Sala Stampa
Monday, 07 June 2021 09:09
There are no translations available.

coverallrugbygiugnoventunoLa copertina è tutta per il nuovo coach della nazionale, ovvero Kieran Crowley ma il dossier di Allrugby 159 è dedicato alle donne, con interviste a Maria Cristina Tonna e Andrea Di Giandomenico, oltre ad articoli di approfondimento su Villorba (Gianluca Galzerano) e sul "Kilo rugby" (Mario Diani).

Il direttore, Gianluca Barca, ragiona di Pro14, un torneo che non ha regalato soddisfazioni e che nel prossimo biennio dovrà per forza vederci protagonisti, pena un cambiamento di rotta e di investimenti. 

Luciano Ravagnani lascia da parte il campionato celtico e lancia una provocazione: perché non strutturare una competizione fra regioni o interregionale, "seguendo l'esempio degli irlandesi, vincitori di 4 Sei Nazioni negli ultimi 12 anni con la Nazionale e d 8 Celtic League con le franchigie?"

A proposito di Irlanda, Federico Meda ha chiacchierato con Ian Madigan, estrosa apertura dalla carriera importante (ora in forza all'Ulster) e dal ricco palmarès. Ma è anche il classico esempio di quanto sia sottile il confine tra giocatore incompiuto e grande campione. 

Abbiamo poi intervistato Michele Dalai, nuovo Presidente delle Zebre, chiamato a rivoluzionare una franchigia che sembrava destinata a Padova e che ora, almeno fino al 2023, rimarrà nella città Ducale; in Liguria è stato eletto presidente del comitato regionale Enrico Mantovani, un passato nel calcio alla guida della Sampdoria ma anche da estremo o terza linea nel periodo universitario.

Giorgio Cimbrico ci racconta l'ennesimo successo dei Crusaders nel campionato neozelandese, mentre Stefano Semeraro tratteggia uno dei migliori prospetti azzurri in campo nel mondiale Under 20, il seconda linea di Mogliano e Benetton Riccardo Favretto.

Prima delle rubriche di Giancarlo Volpato (Un altro sguardo) Maurizio Vancini (Mani in ruck) e Giorgio Cimbrico (West End), Valerio Vecchiarelli ci porta in Cisgiordania per raccontarti la storia dei "Leoni di Beit Jala".

 
La Federazione Italiana Rugby guida Suzuki Hybrid! PDF Print E-mail
Sala Stampa
Thursday, 03 June 2021 16:13
There are no translations available.

SuzukifirhybridDopo essere stata scelta dalla FIR come Partner per la stagione sportiva 2021, Suzuki ha consegnato nei giorni scorsi allo staff federale una flotta di vetture ibride. Le auto Suzuki accompagneranno i tecnici e gli atleti Azzurri per tutti gli spostamenti legati agli impegni ufficiali e per le esigenze di servizio. 

L’accordo di collaborazione rende molto orgogliosa Suzuki, il cui logo con la tipica S rossa ha debuttato sulle divise della Nazionale italiana in occasione del prestigioso Torneo Sei Nazioni. Da una parte, l’Azienda vede infatti riconosciute dalla FIR le qualità della sua gamma 100% ibrida e la sua attitudine a guardare al futuro pur restando nel solco della tradizione. Dall’altra, Suzuki è felice di poter legare la sua immagine a un movimento permeato di positività e che esprime valori in linea con la filosofia del marchio e con la cultura giapponese.

I samurai dello sport
Suzuki ritrova nel rugby e nei suoi praticanti la determinazione e l’impegno che guidano la sua presenza nel motorsport, assieme al senso dell’onore che si traduce in un rigoroso rispetto delle regole e degli avversari. Coraggiosi, leali e spinti da un forte senso di squadra, i rugbisti puntano alla meta come veri e propri samurai dello sport, con un atteggiamento in linea con la cultura giapponese. I loro sforzi in campo ricordano quelli dei tecnici di Hamamatsu, che non si danno mai per vinti e lottano per vincere ogni sfida, con l’obiettivo di sviluppare auto, moto e motori marini sempre più affidabili, efficienti ed emozionanti.

Una gamma ben assortita per passare dall’offload all’offroad
Tra la Federazione Italiana Rugby e Suzuki c’è una sintonia totale, certificata dal fatto che per policy la FIR instaura partnership solo con realtà che sente affini e vicine al suo spirito. La dirigenza federale ha voluto Suzuki al suo fianco apprezzando in primis il dinamismo del brand e i profondi legami che Suzuki mantiene con le sue radici. A guidare la scelta federale è stata però anche la capacità della Casa di Hamamatsu di creare vetture ibride rispettose dell’ambiente e performanti in ogni condizione d’impiego. 

Proprio come una squadra vincente di rugby, la gamma 100% ibrida di Suzuki è ben assortita in tutti i ruoli: spaziando dal Suv ultra compatto IGNIS Hybrid, all’ammiraglia ACROSS Plug-In, l’offerta Suzuki è pronta a rispondere a ogni bisogno di mobilità. 

Tutti i modelli di Hamamatsu si distinguono nelle rispettive categorie come autentici fuoriclasse grazie a consumi ed emissioni ridotti, a una grande vivacità e a uno straordinario piacere di guida, che si avvertono sia quando c’è da divincolarsi negli spazi stretti, sia quando si procede veloci verso la meta.

Ciò che rende unico il listino Suzuki è poi il fatto di proporre su ciascun modello - di serie o a richiesta - il pratico cambio automatico e la trazione integrale. Questa tecnologia viene sviluppata ad Hamamatsu da oltre mezzo secolo e, grazie alle quattro ruote motrici, i clienti Suzuki sanno di potersi muovere in modo agile e sicuro anche su erba, terra e fango, oltre che sui fondi innevati e gelati. 

 

 
ALLRUGBY, LA COPERTINA DI MAGGIO PER RICORDARE BOLLESAN E CUTTITTA PDF Print E-mail
Sala Stampa
Tuesday, 04 May 2021 08:46
There are no translations available.

 

copertinamaggio158Ad aprile ci hanno lasciato due giganti, Marco Bollesan e Massimo Cuttitta. E a onor del vero anche Leonardo Riccioni e Salvatore Amato hanno passato la palla. Un mese terribile per il rugby azzurro. Con l'aiuto di amici e colleghi, su tutti Luciano RavagnaniGiorgio Cimbrico e Valerio Vecchiarelli, abbiamo messo in fila i ricordi, raccontando le gesta di questi alfieri dell'ovale italiano. 

A seguire spazio all'attualità, ovvero Rainbow Cup Top 10. Corniel Els e Tommaso Boni sono le interviste di Federico Meda e Gianluca Barca, incentrate su nuove regole e l'orizzonte sudafricano per un torneo che sarà stravolto a partire dalla prossima stagione. 

Per i playoff del domestic abbiamo pensato a quattro dossier, uno per squadra per analizzare RovigoPadovaValorugby e Calvisano ascoltando diversi protagonisti: coach, presidenti, direttori sportivi, uffici stampa, tifosi. Una bella presentazione, come si diceva una volta, dell'atto conclusivo del campionato italiano.

In appendice, altro termine desueto, una riflessione sulla formula che da 33 anni è protagonista del finale di stagione: i playoff. "Che non piacciono a tutti", spiega Luciano Ravagnani nel suo articolo, "che da tempo si trascinano stancamente, con le prime quattro squadre della classifica – quelle appunto destinate a giocarsi il titolo – orientate più a evitare un avversario che a conquistare una posizione che non sia la prima [...] servono idee nuove". Il dibattito è aperto.

Giacomo Bagnasco ha intervistato una delle poche azzurre che, nonostante la pandemia, hanno continuato a giocare. Ilaria Arrighetti dello Stade Rennais.

 

Si chiude con le consuete rubriche di Giancarlo Volpato (Un altro sguardo) Maurizio Vancini (Mani in ruck) e Giorgio Cimbrico (West End).

 

 
  • «
  •  Start 
  •  Prev 
  •  1 
  •  2 
  •  3 
  •  4 
  •  5 
  •  6 
  •  7 
  •  8 
  •  9 
  •  10 
  •  Next 
  •  End 
  • »


Page 1 of 52
 

I cookie vengono utilizzati per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo si utilizza. I cookies necessari per il funzionamento essenziale del sito sono già stati impostati. Per maggiori dettagli vai qui privacy policy.

Ho letto e accetto i cookies di questo sito