Italia


ITALIA, IL XV IDEALE PER I VENT’ANNI DEL SEI NAZIONI: BERBIZIER L’ALLENATORE PDF Stampa E-mail
Nazionali Azzurre
Venerdì 15 Maggio 2020 11:59

xvidealeitaliaseinazioniDOMINGUEZ-TRONCON IN MEDIANA, CASTROGIOVANNI E PARISSE OLTRE L’80% DI VOTI

 

Roma - Oltre cinquemila appassionati hanno partecipato al sondaggio per il XV ideale dell’Italia nel Sei Nazioni lanciato nelle scorse settimane dalla Federazione Italiana Rugby attraverso Fanize, la piattaforma di fan engagement accessibile dal portale federugby.it

La migliore Italia del Torneo è stata scelta dai tifosi azzurri tra una rosa potenziale di cinquantacinque candidati tra i centonovanta giocatori che, dal 5 febbraio 2000 ad oggi, hanno rappresentato l’Italia nel più antico e prestigioso Torneo rugbistico internazionale. 

Il XV del ventennale della partecipazione italiana attraversa tutte le epoche e le gestioni tecniche che si sono susseguite, con il ruolo di allenatore affidato dai fans azzurri a Pierre Berbizier, il coach francese che ha guidato gli tra l’estate del 2005 e l’autunno del 2007, centrando il quarto posto nel Sei Nazioni 2007 grazie alla vittoria esterna in Scozia ed a quella del Flaminio in Galles: l’allenatore transalpino, con il 26,2% dei voti, ha preceduto John Kirwan (22%) e Nick Mallett (20%).

Andrea Masi, MVP del 6 Nazioni 2011, tra i protagonisti della vittoria di Roma che valse la prima conquista del “Trofeo Garibaldi”, ha dominato le preferenze per il ruolo di miglior estremo con il 67,7% dei voti. 

Leggi tutto...
 
SERGIO PARISSE INSERITO NEL XV IDEALE DA PLANET RUGBY PDF Stampa E-mail
Nazionali Azzurre
Lunedì 11 Maggio 2020 12:17

 

parisse italrugby 2019Roma – Un nuovo – importante – riconoscimento per Sergio Parisse. L’ex capitano azzurro – leader nella classifica delle presenze all time con Italrugby con ben 142 caps – è stato inserito nel XV ideale dal noto portale rugbistico Planet Rugby.

Nel sondaggio, che ha visto menzionati tutti i giocatori che hanno disputato almeno metà della loro carriera dopo il 1995, l’attuale n.8 del Tolone nelle preferenze ha preceduto tre colleghi di reparto Campioni del Mondo, quali Lawrence Dallaglio (Inghilterra), Kieran Ried (All Blacks) e Duane Vermuelen (Sudafrica).

“Sergio Parisse, probabilmente, è il giocatore più dotato tecnicamente ad aver giocato a rugby negli ultimi 25 anni, un atleta incredibilmente talentuoso” scrive il portale.

Il prossimo 16 maggio sarà svelato – su federugby.it – il XV ideale dell’Italia per il ventennale di partecipazione al Sei Nazioni con Sergio Parisse tra i 5 candidati in lizza per il ruolo di numero 8.

 

 
RELIVE, QUEGLI INDIMENTICABILI TRECENTOCINQUANTA SECONDI PDF Stampa E-mail
Nazionali Azzurre
Venerdì 08 Maggio 2020 12:25

 

scovitareliveedinSCOZIA v ITALIA 17-37, LA PRIMA VITTORIA ESTERNA NEL SEI NAZIONI
Roma - 
E’ il 24 febbraio 2007, il prato è quello di Murrayfield, la casa della Scozia.  

L’Italia, allenata da Pierre Berbizier, ha iniziato il Sei Nazioni con una brutta sconfitta interna al Flaminio contro la Francia (3-39) ma ha fatto sudare gli inglesi a Twickenham due settimane prima, quando solo il piede di Johnny Wilkinson ha fatto la differenza: una meta a testa, quindici punti per l’uomo dal piede infallibile, 20-7 finale per il XV della Rosa ma il pack italiano sugli scudi, diretto da un Alessandro Troncon in versione Man of the Match.

Nella capitale scozzese Bortolami e compagni arrivano sull’onda lunga di quella prestazione, un gruppo maturo e che negli ultimi mesi ha centrato agevolmente la qualificazione iridata in ottobre e messo in difficoltà l’Australia a novembre: lontano da casa, però, l’Italia nel Sei Nazioni non ha ancora vinto dall’ingresso nel Torneo, nel febbraio del 2000. 

La Scozia, dopo aver perso 42-20 con gli inglesi all’esordio in trasferta, ha vinto contro il Galles a Murrayfield e, per gli Azzurri, si preannunciano ottanta minuti in trincea. Ma, dopo nemmeno sei minuti di gioco, gli Azzurri conducono 0-21: un calcio di liberazione scozzese fermato da Mauro Bergamasco dopo pochi istanti dall’avvio e due intercetti a firma di Andrea Scanavacca e Kaine Robertson nel turbinio di appena trecentocinquantasecondi diventano le fondamenta su cui l’Italia costruisce la prima, indimenticabile vittoria fuori casa nel Torneo. Finirà 17-37, con una nuova prestazione monumentale di Troncon, ancora migliore in campo.

Sabato 9 maggio alle 15 il “Relive” di una delle partite simbolo del rugby italiano del XXI secolo, sulla pagina Facebook e sul canale Youtube della FIR, sarà preceduto dallo studio virtuale: ospiti il capitano azzurro Marco Bortolami, il numero dieci e recordman di punti del massimo campionato Andrea Scanavacca e Domenico Calcagno che raccontò l’impresa azzurra sulle colonne del Corriere della Sera.

 

 
MANOA VOSAWAI SALUTA IL RUGBY GIOCATO: "VISSUTE EMOZIONI INTENSE CON LA MAGLIA AZZURRA" PDF Stampa E-mail
Nazionali Azzurre
Giovedì 30 Aprile 2020 12:26

vosawaiRoma – Manoa Vosawai appende le scarpe al chiodo. L’ex flanker azzurro, 17 caps e 5 punti con la maglia di Italrugby, chiude la sua carriera da giocatore dopo la sua ultima esperienza con il Vannes.

Nato il 12 agosto del 1983, ha iniziato la sua carriera nella penisola italiana con l’Overmarch Parma nel 2004 per poi lasciare la città ducale nel 2010 approdando a Treviso. Indossa la casacca dei Leoni biancoverdi fino al 2014 per poi passare ai Cardiff Blues. Nel 2016 decide di spostarsi in Francia giocando con il Vannes, suo attuale club.

Leggi tutto...
 
SPECIAL OLYMPICS, PRESENTATI GLI "SMART GAMES". BIGI: "ITALRUGBY SEMPRE PRONTA A SOSTENERVI" PDF Stampa E-mail
Nazionali Azzurre
Mercoledì 29 Aprile 2020 16:55

 

bigi steyn innoRoma – Presentata via web – con connessione simultanea di circa 750 partecipanti durante la conferenza stampa – l’edizione 2020 degli Smart Games targati Special Olympics.

“Everywhere We Play”: questo è il messaggio che caratterizza gli “Smart Games”, emblematico della determinazione che da sempre contraddistingue gli atleti Special Olympics e, di conseguenza, l’intero Movimento di cui ne rappresentano il cuore pulsante. Le gare della competizione si svolgeranno dal 10 al 31 maggio in casa propria dove gli atleti Special Olympics, in tutta Italia, potranno cimentarsi in 17 discipline sportive: Atletica, Badminton, Basket, Bocce, Bowling, Calcio, Canottaggio, Karate, Ginnastica, Golf, Nuoto, Equitazione, Pallavolo, Racchette da neve, Rugby, Snowboard e Tennistavolo.

Presenti in conferenza stampa il presidente del Coni Giovanni Malagò, il presidente della Camera dei Deputati Roberto Fico, il Ministro dello Sport Vincenzo Spadafora e il padrone di casa, Angelo Moratti, presidente di Special Olympics Italia.

Tra i vari personaggi del mondo dello sport, anche Luca Bigi – capitano della Nazionale Italiana Rugby – ha voluto far sentire la propria vicinanza a tutti gli atleti coinvolti: “E’ un onore, oltre che un piacere, sostenere Special Olympics in particolar modo in una situazione complicata come quella che stiamo vivendo tutti. Gli Smart Games saranno un nuovo, ed importante, momento che confermerà come lo Sport possa essere uno dei punti fermi da cui ripartire in futuro. Tanti atleti si andranno a confrontare in un torneo a distanza che, oltre dal punto di vista della sana competizione sportiva, assume una grande rilevanza sociale dimostrando che si può essere forti e uniti anche a distanza. Io e i miei compagni di squadra della Nazionale Italiana Rugby siamo pronti a sostenervi in attesa di poter assistere dal vivo alle vostre performance nelle rispettive discipline che continuate a rappresentare ed onorare con voglia e spirito di sacrificio che sono da esempio per tutti” ha concluso il tallonatore Azzurro e delle Zebre Rugby Club.

 

 


Pagina 4 di 451
 

I cookie vengono utilizzati per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo si utilizza. I cookies necessari per il funzionamento essenziale del sito sono già stati impostati. Per maggiori dettagli vai qui privacy policy.

Ho letto e accetto i cookies di questo sito