Italia


91 ANNI DAL DEBUTTO AZZURRO SULLA SCENA INTERNAZIONALE PDF Print E-mail
Nazionali Azzurre
Wednesday, 20 May 2020 10:34
There are no translations available.

primamagliaazzurraRIAPRE LA SEDE FEDERALE DI ROMA DOPO IL LOCKDOWN PER COVID-19

Roma - Il 20 maggio 1929 la Nazionale Italiana Rugby scendeva in campo, a Barcellona, affrontando la Spagna nel primo test-match della propria storia.

Novantuno anni dopo, simbolicamente, la sede della Federazione Italiana Rugby torna ad accogliere i primi dipendenti federali, al rientro in ufficio dopo aver operato in smart-working nelle scorse settimane in coincidenza con il lockdown per la pandemia da COVID-19.

Per celebrare il compleanno della maglia azzurra, i canali social della FIR offrono oggi una visita virtuale al Museo del Rugby di Artena: Corrado Mattoccia, curatore della struttura che ospita maglie e cimeli provenienti da tutto il pianeta ovale, ci porta alla scoperta della maglia di Uberto Modonesi, mediano di mischia della prima nazionale italiana a scendere in campo. 

 

 




 
RELIVE: SABATO ALLE 15 IL CATTOLICA TEST MATCH CON LA GEORGIA PDF Print E-mail
Nazionali Azzurre
Wednesday, 20 May 2020 08:12
There are no translations available.

ReliveItavGeoRoma - Una partita recente, resa ancor più attuale dal riaccendersi del dibattito intorno alla revisione della global-season del rugby internazionale: “Relive - le partite della nostra storia”, la rubrica che ogni sabato su Facebook e YouTube FIR propone partite simbolo delle Nazionali italiane, ci riporta questo fine settimana al novembre del 2018.

A Firenze, dove due anni prima gli Azzurri di Conor O’Shea hanno scritto una delle pagine più belle in novantuno anni di Italrugby, questa volta arriva la Georgia per il Cattolica Test Match che inaugura - dopo la parentesi di Chicago contro l’Irlanda - la stagione internazionale 2018/19 dell’Italrugby.

Una partita che la Nazionale della repubblica ex-sovietica ha chiesto a gran voce nelle ultime stagioni, dopo aver dominato dieci delle ultime dodici edizioni del Campionato Rugby Europe, la vecchia “Coppa Europa”, divenuto nell’immaginario collettivo una sorta di Sei Nazioni “B”.

Read more...
 
ITALIA, IL XV IDEALE PER I VENT’ANNI DEL SEI NAZIONI: BERBIZIER L’ALLENATORE PDF Print E-mail
Nazionali Azzurre
Friday, 15 May 2020 11:59
There are no translations available.

xvidealeitaliaseinazioniDOMINGUEZ-TRONCON IN MEDIANA, CASTROGIOVANNI E PARISSE OLTRE L’80% DI VOTI

 

Roma - Oltre cinquemila appassionati hanno partecipato al sondaggio per il XV ideale dell’Italia nel Sei Nazioni lanciato nelle scorse settimane dalla Federazione Italiana Rugby attraverso Fanize, la piattaforma di fan engagement accessibile dal portale federugby.it

La migliore Italia del Torneo è stata scelta dai tifosi azzurri tra una rosa potenziale di cinquantacinque candidati tra i centonovanta giocatori che, dal 5 febbraio 2000 ad oggi, hanno rappresentato l’Italia nel più antico e prestigioso Torneo rugbistico internazionale. 

Il XV del ventennale della partecipazione italiana attraversa tutte le epoche e le gestioni tecniche che si sono susseguite, con il ruolo di allenatore affidato dai fans azzurri a Pierre Berbizier, il coach francese che ha guidato gli tra l’estate del 2005 e l’autunno del 2007, centrando il quarto posto nel Sei Nazioni 2007 grazie alla vittoria esterna in Scozia ed a quella del Flaminio in Galles: l’allenatore transalpino, con il 26,2% dei voti, ha preceduto John Kirwan (22%) e Nick Mallett (20%).

Andrea Masi, MVP del 6 Nazioni 2011, tra i protagonisti della vittoria di Roma che valse la prima conquista del “Trofeo Garibaldi”, ha dominato le preferenze per il ruolo di miglior estremo con il 67,7% dei voti. 

Read more...
 
SERGIO PARISSE INSERITO NEL XV IDEALE DA PLANET RUGBY PDF Print E-mail
Nazionali Azzurre
Monday, 11 May 2020 12:17
There are no translations available.

 

parisse italrugby 2019Roma – Un nuovo – importante – riconoscimento per Sergio Parisse. L’ex capitano azzurro – leader nella classifica delle presenze all time con Italrugby con ben 142 caps – è stato inserito nel XV ideale dal noto portale rugbistico Planet Rugby.

Nel sondaggio, che ha visto menzionati tutti i giocatori che hanno disputato almeno metà della loro carriera dopo il 1995, l’attuale n.8 del Tolone nelle preferenze ha preceduto tre colleghi di reparto Campioni del Mondo, quali Lawrence Dallaglio (Inghilterra), Kieran Ried (All Blacks) e Duane Vermuelen (Sudafrica).

“Sergio Parisse, probabilmente, è il giocatore più dotato tecnicamente ad aver giocato a rugby negli ultimi 25 anni, un atleta incredibilmente talentuoso” scrive il portale.

Il prossimo 16 maggio sarà svelato – su federugby.it – il XV ideale dell’Italia per il ventennale di partecipazione al Sei Nazioni con Sergio Parisse tra i 5 candidati in lizza per il ruolo di numero 8.

 

 
RELIVE, QUEGLI INDIMENTICABILI TRECENTOCINQUANTA SECONDI PDF Print E-mail
Nazionali Azzurre
Friday, 08 May 2020 12:25
There are no translations available.

 

scovitareliveedinSCOZIA v ITALIA 17-37, LA PRIMA VITTORIA ESTERNA NEL SEI NAZIONI
Roma - 
E’ il 24 febbraio 2007, il prato è quello di Murrayfield, la casa della Scozia.  

L’Italia, allenata da Pierre Berbizier, ha iniziato il Sei Nazioni con una brutta sconfitta interna al Flaminio contro la Francia (3-39) ma ha fatto sudare gli inglesi a Twickenham due settimane prima, quando solo il piede di Johnny Wilkinson ha fatto la differenza: una meta a testa, quindici punti per l’uomo dal piede infallibile, 20-7 finale per il XV della Rosa ma il pack italiano sugli scudi, diretto da un Alessandro Troncon in versione Man of the Match.

Nella capitale scozzese Bortolami e compagni arrivano sull’onda lunga di quella prestazione, un gruppo maturo e che negli ultimi mesi ha centrato agevolmente la qualificazione iridata in ottobre e messo in difficoltà l’Australia a novembre: lontano da casa, però, l’Italia nel Sei Nazioni non ha ancora vinto dall’ingresso nel Torneo, nel febbraio del 2000. 

La Scozia, dopo aver perso 42-20 con gli inglesi all’esordio in trasferta, ha vinto contro il Galles a Murrayfield e, per gli Azzurri, si preannunciano ottanta minuti in trincea. Ma, dopo nemmeno sei minuti di gioco, gli Azzurri conducono 0-21: un calcio di liberazione scozzese fermato da Mauro Bergamasco dopo pochi istanti dall’avvio e due intercetti a firma di Andrea Scanavacca e Kaine Robertson nel turbinio di appena trecentocinquantasecondi diventano le fondamenta su cui l’Italia costruisce la prima, indimenticabile vittoria fuori casa nel Torneo. Finirà 17-37, con una nuova prestazione monumentale di Troncon, ancora migliore in campo.

Sabato 9 maggio alle 15 il “Relive” di una delle partite simbolo del rugby italiano del XXI secolo, sulla pagina Facebook e sul canale Youtube della FIR, sarà preceduto dallo studio virtuale: ospiti il capitano azzurro Marco Bortolami, il numero dieci e recordman di punti del massimo campionato Andrea Scanavacca e Domenico Calcagno che raccontò l’impresa azzurra sulle colonne del Corriere della Sera.

 

 
  • «
  •  Start 
  •  Prev 
  •  1 
  •  2 
  •  3 
  •  4 
  •  5 
  •  6 
  •  7 
  •  8 
  •  9 
  •  10 
  •  Next 
  •  End 
  • »


Page 1 of 449
 

banner-community-2019

seguici su Spotify


I cookie vengono utilizzati per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo si utilizza. I cookies necessari per il funzionamento essenziale del sito sono già stati impostati. Per maggiori dettagli vai qui privacy policy.

Ho letto e accetto i cookies di questo sito