Italia


ITALRUGBY, GLI AZZURRI CONVOCATI PER PREPARARE IL MATCH CONTRO IL GALLES PDF Stampa E-mail
Nazionali Azzurre
Martedì 02 Marzo 2021 14:46

smith braley radunoRoma – Franco Smith, Capo Allenatore della Nazionale Italiana Rugby, ha ufficializzato la lista dei giocatori convocati per il prossimo raduno – a partire da giovedì 4 marzo a Roma presso l’NH Collection Vittorio Veneto – in preparazione della quarta giornata del Guinness Sei Nazioni 2021 in calendario sabato 13 marzo alle 15.15 contro il Galles allo Stadio Olimpico di Roma, partita che sarà trasmessa in diretta su DMAX, canale 52 del digitale terrestre.

Trentadue i giocatori convocati dallo staff tecnico azzurro con l’ossatura del gruppo confermata. Tre i cambi rispetto alla precedente lista: torna in prima linea Daniele Rimpelli, pilone sinistro che ha fatto il suo esordio nel match inaugurale del torneo contro la Francia.

In mediana si rivede Marcello Violi che, al rientro in campo con le Zebre, ha conquistato il premio di “Player of the Match” nell’ultimo incontro vinto in PRO14 con la franchigia federale.

Rientro nel gruppo Azzurro anche per Edoardo Padovani la cui ultima presenza con l’Italrugby risale a Ottobre 2020 nel secondo recupero del Guinness Sei Nazioni – allo Stadio Olimpico contro l’Inghilterra – quando il trequarti del Benetton subì un infortunio al polpaccio che gli impedì di terminare la partita.

Leggi tutto...
 
BOLLETTINO MEDICO NAZIONALE ITALIANA RUGBY PDF Stampa E-mail
Nazionali Azzurre
Domenica 28 Febbraio 2021 12:05

traore irlanda 2021Roma – Lo staff medico della Nazionale Italiana Rugby ha rilasciato il seguente Bollettino Medico a conclusione della terza giornata del Guinness Sei Nazioni 2021 giocata contro l’Irlanda il 27 febbraio allo Stadio Olimpico di Roma.

Stephen Varney – che ha interrotto nel finale il riscaldamento pre-partita non potendo scendere in campo contro l’Irlanda – ha riportato la lussazione del quinto dito della mano sinistra. Nei prossimi giorni saranno valutati i tempi del suo recupero.

Cherif Traorè, uscito al minuto 68 in seguito ad uno scontro di gioco, ha subito la frattura del radio destro. In collaborazione con lo staff medico del suo club di appartenenza nei prossimi giorni sarà valutata l’eventualità di un intervento chirurgico.

Marco Lazzaroni, uscito al minuto 44, ha riportato un trauma distorsivo del ginocchio sinistro. Nei prossimi giorni saranno valutati i tempi del suo recupero.

 
SMITH: "ANCORA MOLTISSIMO LAVORO DA FARE, SIAMO DELUSI" PDF Stampa E-mail
Nazionali Azzurre
Sabato 27 Febbraio 2021 18:48

fotosportit 89103 pr
Roma -
"Siamo veramente delusi soprattutto per il risultato, penso che passi avanti ne facciamo avanti, anche seoggi siamo battuti nei punti di incontro, forse per colpa nostra o per merito dell'Irlanda, che si e' dimostrata molto forte". Cosi' il ct dell'Italrugby, Franco Smith, commenta la sconfitta per
48-10 contro l'Irlanda maturata all'Olimpico di Roma nella terza giornata del Sei Nazioni 2021. "Quando noi dovevamo segnare, dopo tanto lavoro duro, hanno rallentato il gioco o rubato palla -
racconta il 48enne allenatore sudafricano - Dopo una sconfitta del genere bisogna capire cosa migliorare, ma bisogna dar credito all'Irlanda, che era sotto pressione dopo due sconfitte ed e' venuta a Roma con una grande determinazione. Dobbiamo capire che abbiamo affrontato una squadra forte anche dal punto di vista fisico. In difesa fisicamente non si poteva chiedere di piu',
abbiamo fatto degli errori ma lavoriamo duro: oggi non abbiamo compiuto un passo in avanti ma l'impegno della squadra non e' mancato, cosi' come l'organizzazione di gioco, contro una delle
migliori squadre del Torneo".

Smith fa anche il punto su un'Italrugby che ha incassato il 30esimo ko di fila nel Sei Nazioni: "In Italia, a questo livello, tanti ragazzi devono imparare a giocare e ad essere fisicamentepronti. Sono fieri e lavorano duro, si riprenderanno: l'esperienza devono farla in campo, ogni settimana cerchiamo di migliorare. Garbisi sta crescendo di partita in partita, cosi' come Trulla, e piano piano imparano: e se tutta Italia ci chiede di vincere una partita, noi ci proviamo sempre, con cuore e preparazione. Ma per adesso loro sono meglio di noi, anche se stiamo facendo di tutto per diventare come l'Irlanda". "Queste sconfitte non passano ma bruciano: e' duro, ma abbiamo bisogno del sostegno di tutti per compiere un passo ulteriore. Quando in un giocatore sorge il dubbio, e' ancora piu' difficile. Prima di camminare dovremo gattonare e per farlo abbiamo bisogno di avere tutta l'Italia dalla nostra parte".

"Il pacchetto di mischia oggi fisicamente ha un po' subito ma abbiamo lottato a viso aperto per tutti gli ottanta minuti, anche con la doppia inferiorita' numerica - assicura capitan Luca Bigi - Dobbiamo essere piu' cinici quando creiamo le nostre opportunita' ma siamo una squadra giovane che deve crescere: purtroppo commettiamo tanti errori e oggi l'inferiorita' numerica c'e' costata cara contro una squadra superiore". "E' frustrante ed ilgruppo e' deluso, ma la nostra crescita passa anche attraverso queste situazioni. L'unione della squadra e il credo con cui lavoriamo daranno i frutti, e quando accadra' sara' ancora piu' bello: siamo attaccati da ogni parte ma il cuore e lo spirito che
abbiamo all'interno sono esemplari", conclude il tallonatore delle Zebre.

 
GLI AZZURRI POSANO ALL’OLIMPICO CON LE MAGLIE DEI LORO CLUB D’ORIGINE PDF Stampa E-mail
Nazionali Azzurre
Venerdì 26 Febbraio 2021 15:42

itavirefotoclubSMITH: “IN CAMPO PER TUTTO IL RUGBY ITALIANO”
CAPITAN BIGI: “UNA FORTE EMOZIONE PER TUTTI NOI”
Roma - Una foto di squadra diversa dal solito quella scattata oggi pomeriggio allo Stadio Olimpico dalla Nazionale Italiana Rugby prima del Captain’s Run.

Arrivati nello spogliatoio, Bigi e compagni hanno trovato nei propri armadietti non le tradizionali maglie azzurre ma un arcobaleno di divise da gioco inviate nei giorni scorsi dai Club di primo tesseramento di tutti gli atleti convocati dal capo allenatore Franco Smith per la partita contro l’Irlanda. 

Ed è stato indossando la maglia con cui hanno preso per la prima volta in mano un pallone ovale che gli Azzurri hanno scattato la foto ufficiale del match, rinnovando il legame tra la base ed il vertice del movimento: dal Benevento dove ha mosso i primi passi Carlo Canna al Bombo Rugby che ha dato i natali rugbistici a Niccolò Cannone, passando per Società storiche del rugby italiano come l’Argos Petrarca Padova di Mattia Bellini o per il vivaio della Primavera Rugby che ha lanciato Michele Lamaro e per le franchigie che hanno accolto gli atleti equiparabili come Ioane o Meyer, un mosaico di colori che ha sorpreso ed emozionato gli Azzurri, tenuti all’oscuro dell’iniziativa sino all’arrivo in spogliatoio.

Costruire il nostro DNA e la nostra identità vuol dire guardare al futuro di questa squadra - ha detto il capo allenatore azzurro Franco Smith - ma anche mantenere una forte connessione con l’intero movimento. Ogni volta che la Nazionale scende in campo, lo fa sapendo di poter contare sul supporto di ogni singolo appassionato, di ogni bambino che sogna un giorno di scendere in campo all’Olimpico in una gara del Sei Nazioni.
Ricordare ad ogni atleta le proprie radici ed il senso di responsabilità che ciascuno di noi ha nei confronti del movimento, ma anche il percorso mosso da ogni atleta dal primo pallone preso in mano sino al palcoscenico internazionale fa parte della storia che vogliamo raccontare e di cui vogliamo essere protagonisti”.

Luca Bigi, capitano degli Azzurri, dopo lo scatto ha dichiarato: “Ognuno di noi sente un forte legame con il proprio Club di origine ed è stato emozionante tornare ad indossare quei colori allo Stadio Olimpico, prima di una partita di Sei Nazioni. E’ stato come rivivere in pochi istanti tutti la propria carriera, da quel primo giorno al campo sino al debutto in Nazionale. Siamo qui per dare lustro e rendere orgoglioso ogni singolo rugbista italiano, un dovere che non dobbiamo dimenticare in nessun istante”. 

Didascalia
In alto da sx: Brex (Rugby Viadana 1970), Lucchesi (Lions Amaranto), Lamaro (Primavera Rugby), Mori (Livorno Rugby Speranze), Garbisi (Mogliano Rugby 1969), Trulla (Rangers Vicenza), Varney (Gloucester Rugby), Ioane (Benetton Rugby)
Al centro da sx: Riccioni (Amatori Rugby Teramo), Sperandio (Rugby Casale), Meyer (Zebre Rugby Club), Zilocchi (Rugby Gossolengo), Sisi (Zebre Rugby Club), Cannone N. (Florentia Rugby), Traorè (Rugby Viadana 1970), Braley (Benetton Rugby)
Seduti da sx: Lazzaroni (Leonorso Rugby Udine), Negri (Benetton Rugby), Lovotti (Rugby Gossolengo), Bigi (Rugby Reggio), Canna (US Rugby Benevento), Bellini (Rugby Petrarca), Mbandà (Amatori&Union Minirugby Milano)

 
ITALRUGBY, SMITH VERSO L'IRLANDA: "VOGLIAMO ESSERE COMPETITIVI IN OGNI PARTITA" PDF Stampa E-mail
Nazionali Azzurre
Venerdì 26 Febbraio 2021 10:41

 

smith conferenzaRoma – Vigilia della terza giornata del Guinness Sei Nazioni 2021 per la Nazionale Italiana Rugby che nel primo pomeriggio odierno si sposterà – per il Captain’s Run – verso lo Stadio Olimpico che domani alle 15.15 sarà teatro del match tra Italia e Irlanda, partita che sarà trasmessa in diretta su DMAX, canale 52 del digitale terrestre.

“Quella di domani sarà una battaglia contro una squadra piena di voglia. Noi siamo ben preparati per questo incontro – ha esordito Franco Smith nella conferenza stampa alla vigilia del match – e ogni settimana il lavoro fatto qui in allenamento migliora giorno dopo giorno. Entriamo sempre in campo per vincere in ogni partita. E’ uno dei nostri obiettivi: essere competitivi in ogni match che affrontiamo”.

“Nel nostro gioco ci sono due fasi che vanno evidenziate: gioco con palla in mano in attacco e senza palla in mano in difesa. Proviamo a concretizzare maggiormente tutte le azioni che creiamo per aumentare la pressione sulla squadra avversaria. Vogliamo essere più imprevedibili in attacco e i giocatori sono in linea con questa mentalità”.

Leggi tutto...
 


Pagina 1 di 475
 

banner-newsletter-2020


I cookie vengono utilizzati per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo si utilizza. I cookies necessari per il funzionamento essenziale del sito sono già stati impostati. Per maggiori dettagli vai qui privacy policy.

Ho letto e accetto i cookies di questo sito