Cookie Consent by Free Privacy Policy website
ROMA ABBRACCIA IL GUINNESS SEI NAZIONI 2023 PDF Stampa E-mail
Slide
Mercoledì 18 Gennaio 2023 14:51

 

seinazionicampagna
UN TORNEO SOSTENIBILE PER CONTAMINARE LA CAPITALE CON I VALORI DEL GIOCO

ACCESSO AI MUSEI CAPITOLINI CON I BIGLIETTI DI GARA E TRASPORTI SOSTENIBILI

Roma - Il 5 febbraio lo Stadio Olimpico torna ad ospitare il Guinness Sei Nazioni, con il turno inaugurale che mette in palio il “Trofeo Garibaldi” tra gli Azzurri di capitan Michele Lamaro e la Francia che si accinge ad ospitare da favorita, in autunno, la Rugby World Cup.

Al suo ventiquattresimo anno, il più antico e prestigioso Torneo di rugby al mondo è divenuto un punto di riferimento nell’inverno sportivo italiano in generale e di Roma in particolare, con la Capitale pronta a mobilitarsi ancora una volta per vivere l’atmosfera e lo spettacolo che rendono unico il Sei Nazioni romano.

 

Il Campidoglio ed i Musei Capitolini, dunque, non potevano che essere la sede naturale per l’incontro dedicato al Torneo che, questa mattina, ha visto l’Assessore allo Sport di Roma Capitale Alessandro Onorato, il Vice-Presidente federale Antonio Luisi, il Direttore Generale di Sport&Salute Diego Nepi Molineris, il Direttore Eventi di FIR Pier Luigi Bernabò ed il capitano degli Azzurri Michele Lamaro condividere iniziative, appuntamenti e soprattutto la visione comune che caratterizzerà, fuori dal campo, l’imminente edizione del “Championship”.

La campagna di comunicazione 2023
L’edizione 2023 ha cominciato da dicembre a contaminare la città, con il lancio di una campagna di comunicazione fortemente incentrata sul simbolismo tipico dell’epos gladiatorio, dove Michele Lamaro e compagni scendono simbolicamente in campo nell’arena del Colosseo: l’obiettivo sportivo di un’Italia giovane e ambiziosa si fonde in una narrativa accattivante visivamente, ma coerente con una strategia di ticketing che vede gli sportivi di Roma e del Lazio come primo pubblico.

Dal pennone del Foro Italico garantito da Sport&Salute alle maxiaffissioni digitali in collaborazione per Urban Vision, passando per le centinaia di affissioni statiche e dinamiche garantite dalla partnership con Roma Capitale, tutto è pensato per far respirare agli sportivi romani lo spirito che permea il Torneo.
Uno spirito che caratterizzerà, con colori ed energia, anche lo Stadio Olimpico, per l’occasione caratterizzato da uno speciale allestimento per renderlo, sempre di più, la Casa della Nazionale.


Terzo Tempo, il fascino di Roma
Lo Stadio Olimpico, la Sala della Protomoteca e Terrazza Caffarelli. Tre luoghi simbolo di Roma ospiteranno le cene ufficiali post-partita del 5 e 25 febbraio e dell’11 marzo, rafforzando ulteriormente il legame tra la Nazionale e Roma e aprendo le bellezze della Capitale alle delegazioni di Francia, Irlanda e Galles le cene in smoking che da sempre rappresentano uno dei tanti momenti iconici del Torneo.

Un evento sostenibile
La Federazione Italiana Rugby promuove i valori caratterizzanti del Gioco di Rugby: rispetto, coraggio, tradizione, sportività, sostegno e divertimento. 

Player attivo nel campo della responsabilità sociale e determinata a rispondere in modo tangibile alle istanze della società civile, FIR ha avviato da anni un graduale percorso volto a promuovere la sostenibilità dei propri eventi, ponendosi come modello di riferimento per il movimento e lo sport italiano.

Consulta la poltiica di sostenibilità del Torneo

Nel 2022 l’impegno di FIR si è indirizzato a compiere un ulteriore passo verso la sostenibilità, ottenendo - prima Federazione in Italia - la certificazione ISO 20121, standard internazionale per la gestione sostenibile delle partite interne della Squadra Nazionale nel Torneo. Un risultato reso possibile dal raggiungimento di una serie di obiettivi perseguiti da FIR insieme ai propri partner e sponsor, da Sport&Salute a Roma Capitale passando per Peroni Nastro Azzurro, title del celebre Villaggio Terzo Tempo:

  • Gestione responsabile dell’evento: un sistema coerente con gli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile dell’Agenda 2030 delle Nazioni Unite, finalizzato a perseguire  anche nelle edizioni successive traguardi ambientali ed etico-sociali in un’ottica di miglioramento continuo.
  • Impronta ecologica: azioni mirate a ridurre gli impatti diretti e indiretti associati all’evento, con particolare attenzione agli approvvigionamenti, alla mobilità, ai rifiuti e alle emissioni di CO2. Misurare e comunicare i risultati raggiunti.
  • Inclusione e promozione sociale: promuovere nuove iniziative sociali e potenziare le attività di coinvolgimento e ascolto nei confronti degli stakeholder per una migliore e più serena fruizione dell’evento.
  • Cultura della sostenibilità: dare avvio, sulla base del modello Sei Nazioni, a iniziative di sensibilizzazione e confronto per incrementare la cultura della sostenibilità nell’Organizzazione e nei principali stakeholder coinvolti nell’evento e nel movimento rugby.
  • Villaggio Terzo Tempo Peroni Nastro Azzurro
    Un’altra grande stagione di rugby internazionale è alle porte e Birra Peroni continua a sostenere FIR e l’Italrugby nelle nuove sfide in programma per il prossimo Sei Nazioni ma da quest’anno con una novità importante: l’iconico Terzo Tempo si tingerà di azzurro, grazie al nuovo partner ufficiale Peroni Nastro Azzurro. 

    In occasione dell’edizione 2023 del Torneo Sei Nazioni, il Terzo Tempo Peroni Nastro Azzurro attiverà il villaggio situato all’interno del Foro Italico con una experience unica e memorabile ispirata alla campagna “Vivi Ogni Momento” che ha reso il brand icona di stile e Made in Italy nel mondo.

    Rugby&Cultura
    Apprezzatissima dai tifosi, italiani e stranieri, che scelgono Roma per un weekend all’insegna del rugby e del turismo, “Rugby e cultura” offre, grazie alla collaborazione con Roma Capitale e le sue associate, la possibilità a tutti i possessori di un biglietto per le partite interne dell’Italia nel Guinness Sei Nazioni l’accesso gratuito per due persone ai Musei Capitolini, in continuità con le precedenti edizioni. 

    Avis, dona il sangue allo Stadio Olimpico
    Per attivare in modo tangibile la partnership sottoscritta a novembre con AVIS, il Villaggio Terzo Tempo ospiterà un’autoemoteca ed un box informativo, consentendo al pubblico di donare il sangue in occasione delle tre gare interne dell’Italia nel Guinness Sei Nazioni. 

    Servizio Civile
    Uno stand istituzionale FIR dedicato al Servizio Civile sarà allestito al Villaggio Terzo Tempo in occasione del match inaugurale tra Italia e Francia, per promuovere l’adesione dei giovani a partecipare al bando in scadenza il 10 febbraio.

    Maggior informazioni sul Servizio Civile Universale presso FIR, le strutture periferiche ed i Club affialiati sono disponibili in home page su Federugby.it

    Movember…a febbraio e marzo
    Il rugby internazionale va da sempre a braccetto con la sensibilizzazione che tutte le componenti del Gioco attuano per sensibilizzare alla prevenzione e alla diagnosi anticipata dei tumori urologici. Dopo aver portato le visite urologiche a Padova in autunno, la FIR ha deciso insieme all’associazione Mo4Mo di offrire anche allo Stadio Olimpico, a chiunque lo desideri, una visita di controllo urologica a prostata e testicoli, offrendo così un semplice quanto efficace strumento diagnostico e rendendo l’impegno del rugby italiano verso Movember quanto mai concreto.

     

     

     

    facebook bar2 Facebook Twitter YouTube

    • Sponsor FIR
    • Sponsor FIR
    • Sponsor FIR
    • Sponsor FIR
    • Sponsor FIR
    • Sponsor FIR
    • Sponsor FIR
    • Sponsor FIR
    • Sponsor FIR
    • Sponsor FIR
    • Sponsor FIR
    • Sponsor FIR
    • Sponsor FIR
    • Sponsor FIR
    • Sponsor FIR
    • Sponsor FIR
    • Sponsor FIR

    Banner 300x150

    banner-ticketing-2021

    banner sitofederugby

    banner-community-fir