Cookie Consent by Free Privacy Policy website
UN CUORE PIACENTINO PER LA NAZIONALE DEL BURKINA FASO PDF Stampa E-mail
Impegno Sociale
Martedì 21 Giugno 2022 10:59

burkina faso 1FONTE: UFFICIO STAMPA SITAV RUGBY PIACENZA

Piacenza - Nella mattinata di sabato 18 giugno presso l’Errea Play Store di Piacenza si è tenuta la consegna della divisa di rappresentanza della Nazionale del Burkina Faso al giocatore di Sitav Rugby Lyons Nourou Bance, che è in partenza per la Coppa d’Africa del prossimo mese.

Un'iniziativa voluta fortemente da Sitav Rugby Lyons per sostenere la nazionale di Bance, che nel suo staff presenta anche l’ex bianconero Aristide Barraud, e dare il giusto risalto all’avventura di Bance e del suo compagno Cisse, anche lui impegnato nel torneo con la Nazionale del Senegal. 

Un grosso ringraziamento va dato ad Errea Play Piacenza, che una volta ricevuta la proposta si è resa subito disponibile a partecipare all’iniziativa, fornendo il materiale tecnico e ospitando la cerimonia di consegna e la conferenza stampa dei due giocatori bianconeri. Il titolare di Errea Play Piacenza Nicola Gobbi ha così commentato: “Da anni siamo partner di Rugby Lyons per i materiali di tutte le squadre, e ci consideriamo veri e propri amici, avendo sviluppato insieme a loro anche progetti esterni al campo da gioco. Quando ci è stato proposto di affiancarci alla Nazionale del Burkina Faso non abbiamo esitato, avendo già conosciuto Nourou e Aristide in passato. Siamo molto fieri di poter aiutare concretamente questa realtà supportando anche altri progetti di crescita del rugby nel paese con l’aiuto di Aristide. Devo quindi ringraziare il consigliere di Rugby Lyons e del Comitato Regionale Emilia Romagna Rugby Marco Castagnola per averci presentato questa idea, e siamo qui oggi a realizzarla concretamente.”

Protagonista della cerimonia è stato ovviamente Nourou Bance, che si è prestato anche come modello per la divisa che indosserà nella prossima competizione. A fare gli auguri per il torneo a lui e Cisse erano presenti in prima fila i due capitani bianconeri, Lorenzo Maria Bruno (prima squadra) e Dario Petrusic (seconda squadra), con quest’ultimo che è cresciuto insieme a Bance nel settore giovanile, fino ad arrivare all’esordio in prima squadra insieme e alla vittoria condivisa del Premio “concarotti” nel 2011. 

Nourou Bance torna in nazionale dopo le qualificazioni della scorsa estate, che si tennero proprio in Burkina Faso. Un grande onore per il veterano dei Lyons, che è rimasto molto legato ai suoi compagni di squadra e promuove diverse iniziative di beneficenza per la propria terra di origine insieme all’ex giocatore dei Lyons Aristide Barraud. “I miei compagni sono in Francia da inizio giugno - racconta Bance - perchè grazie al lavoro di Aristide abbiamo organizzato uno stage presso le strutture dello Stade Toulousain. Sarà fondamentale avere un gruppo ben affiatato in vista della sfida con la Namibia, che sulla carta ci è superiore. Ma dopo il grande risultato dell’anno scorso, quando battemmo il Camerun per qualificarci a questo torneo, siamo fiduciosi e vogliamo ancora crescere come squadra. Saranno dieci giorni molto intensi e divertenti, e speriamo di portare a casa un risultato importante. Raggiungerò i miei compagni il 29 giugno, e non vedo l’ora di ritrovarmi con questo gruppo speciale.” 


burkina faso 2




 

 







Per Khadim Cissè il periodo lontano dalla propria nazionale è stato ancora più lungo, dovuto  al brutto infortunio subito quattro anni fa che lo ha condizionato sia dentro che fuori dal campo. Ora è pronto a vestire la maglia della sua nazionale di origine, dopo aver vestito anche quella della Nazionale U20 italiana in gioventù: “Non ho mai giocato per il Senegal in competizioni ufficiali, e riuscire a farlo dopo tanti anni nel mondo del rugby e le tante difficoltà superate mi riempie di orgoglio. Nel 2017 avevo dovuto rinunciare alla Coppa d’Africa a causa di una modifica del regolamento della Federazione Italiana Rugby, che mi avrebbe privato dello status di Giocatore di Formazione Italiana nel caso avessi giocato con la Nazionale del Senegal, compromettendo la mia carriera nel rugby. Poi il grave infortunio alla mano mi ha tenuto lontano dai campi per molto tempo, e finalmente riesco a togliermi anche questa soddisfazione, di giocare con la maglia del paese in cui sono cresciuto fino ai 14 anni. Non vedo l’ora di scendere in campo e conoscere i miei compagni di squadra, e sono anche molto felice che alcuni tifosi Lyons ci raggiungeranno a Marsiglia per sostenerci nelle nostre partite. Sarà fondamentale partire subito bene contro l’Algeria, che è una squadra in crescita con molti giocatori che militano in Francia, e anche se sarà difficile ottenere il pass per la Coppa del Mondo vogliamo dare il massimo per arrivare al risultato migliore possibile. E poi, chissà, magari mi toccherà giocare contro Nourou, che sarebbe molto divertente!” 

I due Leoni sono pronti a partire, e la famiglia bianconera li sosterrà in questa avventura. Ieri un gruppo di tifosi li ha salutati, convinti che terranno alto il nome dei Leoni anche a livello internazionale.

 

community-fir