Zebre straordinarie in difesa ma improduttive in attacco: il Leinster si aggiudica per 0 a 3 il match del Lanfranchi PDF Print E-mail
Campionati
Saturday, 26 October 2019 20:17
There are no translations available.

Fischetti Zebre Leinster

[Danilo Fischetti carica contro il Leinster - Amarcord Fotovideo]

Parma –26 ottobre 2019
Guinness PRO14 2019/20, Round 4

Zebre Rugby Club Vs Leinster Rugby 0-3 (p.t. 0-3)

Marcatori: 20’ cp Byrne R. (0-3)

Zebre Rugby Club: Biondelli (53’ Boni), Padovani, Bisegni (51’ Elliott), Lucchin, Bellini, Canna, Renton (62’ Violi), Sisi (51’ Giammarioli), Meyer, Licata, Biagi (Cap), Kearney (69’ Krumov), Zilocchi (62’ Tarus), Manfredi (66’ Fabiani), Fischetti (53’ Rimpelli); All. Bradley

Leinster Rugby: Keenan, Byrne A., O’Loughlin, Tomane (63’ O’Brien), Kelleher, Byrne R., Gibson-Park (63’ O’Sullivan), Deegan (51’ Doris), Penny, Murphy (62’ Baird), Fardy (Cap), Molony, Bent (48’ Abdaladze), Tracy (48’ Byrne B.), Dooley (48’ Milne); All. Leo Cullen

Arbitro: Craig Evans (Welsh Rugby Union)
Assistenti: Manuel Bottino (Federazione Italiana Rugby) e Chris Williams (Welsh Rugby Union)
TMO: John Mason (Scottish Rugby Union)
Calciatori: Ross Byrne (Leinster Rugby) 1/1
Cartellini:
Man of the match: Marco Manfredi (Zebre Rugby Club)
Punti in classifica: Zebre Rugby Club 1, Leinster Rugby 4

Note: Cielo sereno. Temperatura 19°. Terreno in ottime condizioni. Spettatori 2500.

Cronaca: Superato il turno di sosta, le Zebre hanno dato il via lunedì scorso al percorso di preparazione alla sfida contro gli Irlandesi del Leinster, reduci da tre vittorie piene in questo avvio di stagione in campionato celtico. La settimana di allenamenti della rosa multicolor si è aperta con due importanti novità: la prima è stata il rientro dalla Rugby World Cup degli Azzurri nel gruppo allargato agli ordini dell’head coach della franchigia federale; sei di loro hanno quindi trovato spazio nel XV di partenza scelto per l’incontro di oggi. La seconda buona notizia è stata il recupero dai rispettivi infortuni dei due trequarti della Nazionale Italiana Marcello Violi e Tommaso Boni. Entrambi gli atleti sono stati convocati per l’occasione in panchina.

E’ il piede di Ross Byrne ad aprire gli 80’ del match. Le Zebre ricevono il drop di inizio gara al 6’ si trovano già a difendere i propri 22, complice un fallo di punizione commesso in attacco. La difesa dei multicolor regge il lungo multifase offensivo e, dopo aver forzato un turnover in ruck, riccaccia indietro al piede i rivali. Il Leinster non fatica a riguadagnare terreno e al 8’ riprende a giocare da una touche in zona rossa. L’azione sciupa però sull’in-avanti commesso da Ross Byrne sul raccogli-e-vai della potenziale meta. Le Zebre si presentano nella metà campo offensiva per la prima volta al 16’. I multicolor provano ad esplorare gli spazi alla mano, ma gli Irlandesi fanno buona guardia e tornano padroni del possesso, schiacciando la formazione italiana nei suoi 10 metri. Ancora una volta però la tenuta difensiva del XV di Michael Bradley e forzerà un ulteriore tenuto alto in area di meta. C’era però il vantaggio e Ross Byrne allunga sul + 3 dalla piazzola quando siamo al 20’. Le Zebre provano a reagire immediatamente: Canna detta il ritmo lanciando prima la carica di Lucchin e pescando poi il clean break di Bellini, ma è nulla di fatto sull’in-avanti di Meyer lungo l’out di sinistra. Partita che sale di colpi e che vede entrambe le squadre darsi battaglia a cavallo della linea di metà campo con mischie e lanci in rimessa laterale alternati. Il primo tempo si chiuderà col parziale invariato, coronando l’ottima prova difensiva e la grande attitudine messa in campo dai padroni di casa.

Inizio ripresa con gli ospiti che alzano il ritmo e provano ad azzannare la gara. Le Zebre sono decise nel non regalare punti ai rivali e riprendono a giocare nella metà campo offensiva ispirate dalle invenzioni di Canna. Il Leinster si rifugia nell’indisciplina concedendo un lancio in touche a ridosso dei 22, tornando però nuovamente padrone di possesso e territorio. Copione della partita che rimane invariato nei primi 10’ del secondo tempo: il Leinster è costantemente nella meta campo offensiva, ma i padroni di casa negano ai rivali ogni tentativo di concretizzare punti. Un fallo al 56’ nei 22 degli Irlandesi regalerebbe a Canna 3 facili punti, ma il numero 10 in maglia multicolor sceglie di appoggiarsi in touche. Dopo un lunghissimo multifase, l’azione si spegne sull’in-avanti di Zilocchi e gli avversari d’Oltremanica liberano al piede da mischia chiusa. Girandola di cambi da entrambe le parti e trend della gara che non decolla: al 67’ le panchine sono svuotate e le Zebre si trovano ancora a caccia dei loro primi punti nel match. I loro tentativi sono però fruttuosi e l’inerzia della gara scivolerà pian piano verso un insolito 0 a 3 per gli Irlandesi.

Le Zebre si ritroveranno alla Cittadella del Rugby lunedì 28 ottobre aprendo la settimana di allenamenti in vista del 5° turno di Guinness PRO14, in programma venerdì 1 novembre al Kingsholm Stadium di Belfast contro l’Ulster Rugby.

 

facebook bar2 Facebook Twitter YouTube

ticketing2018

banner sitofederugby

 

banner-community-2019

seguici su Spotify


I cookie vengono utilizzati per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo si utilizza. I cookies necessari per il funzionamento essenziale del sito sono già stati impostati. Per maggiori dettagli vai qui privacy policy.

Ho letto e accetto i cookies di questo sito