L’ITALDONNE CHE AFFRONTERA' L’INGHILTERRA NEL 4° TURNO DEL SEI NAZIONI PDF Stampa E-mail
Nazionali Azzurre
Giovedì 07 Marzo 2019 12:29

 

ingvitaDi Giandomenico: “La classifica ci motiva, anche se siamo consapevoli che affronteremo un avversario di livello. Il nostro non è un sogno, è il risultato di un lungo lavoro”

Bologna – Le Azzurre da ieri a Bologna per preparare il match contro l’Inghilterra di sabato prossimo, 9 marzo, ad Exeter (calcio d’inizio 12.05 locali, le 13.05 in italia), hanno lasciato nella tarda mattinata di oggi l’Italia per raggiungere la sede del match.

Immediatamente prima della partenza Andrea Di Giandomenico ha annunciato il XV titolare in campo contro le Red Roses nel quarto turno del Torneo Femminile delle Sei Nazioni con tre cambi rispetto alla formazione che due settimane fa’ a Parma ha conseguito la storica vittoria sull’Irlanda: Beatrice Rigoni lascia il posto fra i trequarti a Jessica Busato per subentrare all’apertura mentre fra le atlete a disposizione di Di Giandomenico rientra Maria Magatti.

L’Italia arriva ad Exeter sulla scorta di un percorso iniziato in novembre che ha segnato una costante crescita non solo in termini di risultati ma anche nella qualità del gioco, portando le Azzurre al secondo posto in classifica nel Torneo dopo i primi tre turni, a tre lunghezze di distanza proprio dalle inglesi, leader della classifica a punteggio pieno. Sabato, però, affronterà la seconda potenza al mondo: l’Inghilterra che occupa il secondo posto nel ranking mondiale dopo la Nuova Zelanda; l’Italia è settima. Giocherà al Sandy Park di fronte ad un pubblico da record: la RFU ha annunciato che per la sfida di sabato sono stati già venduti 9.400 biglietti ed è la prima volta che accade fra le mura di casa al di fuori di una partita di Coppa del Mondo. L’impianto, sede dei Chief, capolisti di Premiership inglese, ospita fino a 12.800 spettatori.  

 

“È entusiasmante leggere la classifica ad oggi” – esordisce Di Giandomenico – “Ci motiva fortemente a continuare sulla strada intrapresa. Allo stesso tempo, però, siamo consapevoli che ci attende una sfida estremamente impegnativa. Finora abbiamo lavorato focalizzandoci sulla nostra prestazione e siamo soddisfatti. L’analisi della partita di Lecce (Italia-Galles, 3-3, ndr) ci ha fornito uno spunto importante per affrontare l’Irlanda in maniera più efficace. Continuiamo in questa direzione. Sognando, come ho letto spesso in questi giorni, anche se il nostro non è un sogno ma un lavoro che portiamo avanti allenamento dopo allenamento, partita dopo partita, che ha come obiettivo quello di continuare ad elevare la qualità della nostra prestazione”.

“L’Inghilterra” – continua Di Giandomenico – “è estremamente efficace e potente nel reparto degli avanti; ha dei tre quarti molto veloci e allo stesso tempo molto fisici ed una grande capacità di alternare il gioco al piede con quello alla mano. Sarà importante mettere pressione con la difesa togliendo spazio e tempo alle avversarie ed essere consistenti nelle fasi statiche e sui punti d’incontro”.

CLICCA QUI PER L’INTEVISTA INTEGRALE AD ANDREA DI GIANDOMENICO

Inghilterra-Italia Femminile sarà trasmessa in diretta streaming su Eurosport Player ed in differita alle 20.15 su Eurosport 2 con il consueto commento di Andrea Gardina.

Dirigerà il match l’arbitro francese Aurelie Groizeleau.

A guidare l’ingresso delle Azzurre al Sandy Park sarà Michela Sillari che conquisterà il 50esimo caps con l’Italdonne. Azzurra n.123, ha disputato il primo Test Match internazionale il 12 febbraio 2012 a Recco contro l’Inghilterra. Arrivata al rugby giovanissima, all’età di 8 anni, Michela ha giocato con l’Amatori Parma, con Le Lupe Piacenza e con il Rugby Accademy Noceto prima di esordire nel massimo campionato femminile con il Rugby Colorno. Nel 2016 è migrata in Inghilterra conquistando con le Aylesford Bulls, club associato ai London Harlequins, il Titolo d’Inghilterra, superando in finale le Bristol Ladies e realizzando due mete.

ITALIA FEMMINILE

15 Manuela FURLAN (Iniziative Villorba Rugby, 71 caps) - CAPITANO
14 Aura MUZZO (Iniziative Villorba Rugby, 10 caps)
13 Michela SILLARI (Rugby Colorno, 49 caps)
12 Jessica BUSATO (Iniziative Villorba Rugby, 7 caps)
11 Sofia STEFAN (Valsugana Rugby Padova, 48 caps)
10 Beatrice RIGONI (Valsugana R. Padova, 35 caps)
9 Sara BARATTIN (Iniziative Villorba Rugby, 87 caps)
8 Elisa GIORDANO (Valsugana Rugby Padova, 35 caps)
7 Giada FRANCO (Rugby Colorno, 9 caps)
6 Ilaria ARRIGHETTI (Stade Rennais, Francia, 40 caps)
5 Giordana DUCA (UR Capitolina, 10 caps)
4 Valentina RUZZA (Valsugana R. Padova, 27 caps)
3 Lucia GAI (Valsugana Rugby Padova, 60 caps)
2 Melissa BETTONI (Stade Rennais, Francia, 51 caps)
1 Gaia GIACOMOLI (Rugby Colorno, 16 caps)

A disposizione
16 Lucia CAMMARANO (Belve Rugby NeroVerdi, 19 caps)
17 Silvia TURANI (Rugby Colorno, 8 caps)
18 Sara TOUNESI (Rugby Colorno, 8 caps)
19 Valeria FEDRIGHI (Stade Toulousain, Francia, 13 caps)
20 Francesca SBERNA (Kawasaki Robot Calvisano, (2 caps)
21 Francesca SGORBINI (Rugby Colorno, esordiente)
22 Maria MAGATTI (CUS Milano, 26 caps)
23 Camilla SARASSO (Biella Rugby Club, 2 cap)

Così l'Italia nel Torneo
Scozia - Itala, 7-28
Glasgow, Scotstoun Stadium, 1 febbraio 2019
 
Italia - Galles, 3-3
Lecce, Stadio Via del Mare, 9 febbraio 2019

Italia - Irlanda, 29-27
Parma, Stadio S. Lanfranchi, 23 febbraio 2019

Inghilterra - Italia
Exeter, Sandy Park, 9 marzo 2019, 12.05 locali 

Italia - Francia
Padova, Stadio Plebiscito, 17 marzo 2019, 14.30 

La classifica del Torneo: Inghilterra 15; Italia 12; Francia 11;  Irlanda 7; Galles 2; Scozia 0

 

 
 

I cookie vengono utilizzati per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo si utilizza. I cookies necessari per il funzionamento essenziale del sito sono già stati impostati. Per maggiori dettagli vai qui privacy policy.

Ho letto e accetto i cookies di questo sito