Joom!Fish config error: Default language is inactive!
 
Please check configuration, try to use first active language

Nazionali Azzurre
Nazionali Azzurre
RBS 6 NAZIONI, A TWICKENHAM L'INGHILTERRA SUPERA 36-15 UNA BUONA ITALIA PDF Print E-mail
Nazionali Azzurre
Sunday, 26 February 2017 19:06
There are no translations available.

meta campagnaroTwickenham (Inghilterra) – Nel terzo turno dell’RBS 6 Nazioni, dopo un ottimo primo tempo chiuso in vantaggio dagli Azzurri, l’Inghilterra supera 36-15 l’Italia.

 

Inizio arrembante degli Azzurri che non concedono nulla agli avversari e ripartono prontamente conquistando un calcio piazzato al 5’ che Tommaso Allan non realizza. L’Inghilterra non riesce a giocare il suo miglior rugby, frutto anche del piano di gioco dell’Italia che mette in costante difficoltà il XV di Eddie Jones costringendoli a ripetuti errori. Al 19’ Allan ha sui piedi il pallone per sbloccare il risultato ma per la seconda volta consecutiva non centra i pali. Gli inglesi provano a tuffarsi in avanti e sbloccano il risultato con Cole che concretizza una maul sul lato destro d’attacco. Farrell sbaglia la trasformazione e il parziale si sposta sul 5-0. Gli Azzurri non si demoralizzano e vanno ad un passo dalla meta al 29’ ma Itoje è riesce a recuperare l’ovale ad un metro dalla realizzazione. I primi punti italiani sono nell’aria e arrivano al 33’ con un drop di Tommaso Allan che riesce ad accorciare le distanze. La pressione azzurra non accenna a calare e sul finale di tempo arriva il sorpasso: il numero 10 azzurro centra il palo su calcio piazzato ma Venditti è il più lesto di tutti a recuperare l’ovale e andare in meta. Allan trasforma e il primo tempo si chiude sul 10-5 in favore dell’Italia.

Nella ripresa i padroni di casa attaccano a spron battuto e riescono ad andare in meta in due occasioni tra il 44’ e il 47’ con Care, che sfrutta la prima disattenzione difensiva del match degli azzurri, e Daly che si invola sul lato mancino del campo portando il parziale sul 17-10. L’Italia soffre la fisicità inglese ma rialza prontamente la testa e, in concomitanza con l’infortunio di Allan, Michele Campagnaro si mette in proprio e supera tre avversari tornando in meta con la maglia Azzurra e accorciando le distanze sul 17-15 con Padovani che sbaglia la trasformazione del possibile pareggio. Il XV di Eddie Jones si riporta in attacco, ma l’Italia si difende a pieno organico dopo una touche nata in seguito a un recupero last minute di Carlo Canna. L’azione prosegue per un paio di minuti fino a quando gli inglesi cambiano fronte di gioco pescando il neo entrato Nowell che porta a distanza di sicurezza per i padroni di casa il risultato. Due minuti più tardi Te’O sullo stesso lato chiude un match che ha visto gli Azzurri per 70 minuti in partita riuscendo per gran parte a esprimere al meglio il proprio piano di gioco. La meta al 79’ di Nowell inchioda il risultato sul 36-15.

Prossimo appuntamento con l’Italrugby nel quarto turno dell’RBS 6 Nazioni contro la Francia allo Stadio Olimpico di Roma in calendario sabato 11 marzo alle 14.30.

 

CLICCA QUI PER LE FOTO DEL MATCH RIGHTS FREE

 

 

 

Twickenham, Twickenham Stadium – domenica 26 febbraio 2017, ore 15 (16 italiane)
RBS 6 Nazioni, III giornata

Inghilterra v Italia 36-15 (5-10)

Marcatori: p.t. 25’ m. Cole (5-0); 33’ drop  Allan (5-3); 40’ m. Venditti tr. Allan (5-10); s.t. 44’ m. Care (10-10): 47’ m. Daly tr. Farrell (17-10);  61’ m. Campagnaro (17-15) ; 70’ m. Nowell (22-15); 73’ m. Te’o tr. Farrell (29-15); 79’ m. Nowell tr. Farrell (36-15)

Inghilterra: Brown; May (56’ Nowell), Te’o (76’ Slade), Farrell, Daly; Ford, Care (52’ Youngs); Hughes (72’ Clifford), Haskell (72’ Wood) , Itoje; Lawes, Launchbury; Cole (72’ Sinckler), Hartley (cap) (56’ George), Marler (56’ Vunipola M.)

all. Jones

Italia: Padovani; Bisegni (52’ Benvenuti), Campagnaro, McLean, Venditti; Allan (62’ Canna), Gori (35’ Bronzini); Parisse (cap), Favaro (58’ Mbandà), Steyn; Van Schalkwyk, Fuser (71’ Biagi) ; Cittadini (52’ Ceccarelli), Gega (73’ D’Apice), Lovotti (58’ Rizzo)

all. O’Shea

arb. Poite (Francia)

Calciatori: Allan (Italia) 1/4; Farrell (Inghilterra) 3/7; Padovani (Italia) 0/1

Punti conquistati in classifica: Inghilterra 5; Italia 0

Man of the match: Launchbury (Inghilterra)

 

 
PARISSE: “BASTA POLEMICHE, NOI PENSIAMO SOLO ALLA NOSTRA PRESTAZIONE” PDF Print E-mail
Nazionali Azzurre
Saturday, 25 February 2017 19:45
There are no translations available.

fotosportit 50549 prRBS 6 NAZIONI, DOMANI A TWICKENHAM INGHILTERRA v ITALIA (DMAX DA 15.20)

Twickenham (Inghilterra) – Una vigilia tranquilla, con la consueta passeggiata sul prato che domani sarà teatro della sfida all’Inghilterra, terza giornata dell’RBS 6 Nazioni 2017.

L’Italrugby ripassa sul terreno di gioco di Twickenham il piano di gioco per la partita contro il XV della Rosa, attuale capolista del Torneo (diretta DMAX dalle 15.20 di domani, domenica 26 febbraio) e si appresta ad affrontare la seconda forza del ranking mondiale in fondo ad una settimana caratterizzata dal dibattito sul posizionamento degli Azzurri e su eventuali modifiche alla formula del Torneo.

Conor O’Shea, CT della Nazionale, affianca Sergio Parisse nella conferenza stampa della vigilia, al Lensbury di Teddington: “E’ frustrante per tutti sentire sempre discorsi su retrocessioni o promozioni. Io, tutti noi, siamo qui per migliorare il rugby italiano, per sviluppare il grande potenziale che c’è in Italia: lo dico da irlandese e da amante di questo sport. Un rugby che si espande e migliora è la chiave per evitare che, tra vent’anni, questo sport diventi orribile. Il resto sono discussioni che vanno bene per un titolo di giornale”.

L’Italia, in questi anni, è cresciuta perché ha avuto la possibilità di confrontarsi con squadre di alto livello. Credo sia qualcosa a cui tutti abbiano diritto, ma non sono decisioni che spettano a me o a Conor o a nessuno d noi. Detto questo – gli ha fatto eco il capitano dell’Italia Sergio Parisse, domani al cap numero 124 – tutto quello che è stato scritto e detto in queste settimane è aria fritta. Quello che a me, a tutti noi da fastidio è il secondo tempo contro il Galles, in una partita che avrebbe potuto prendere una direzione diversa dopo i primi quaranta minuti, e l’ultimo quarto d’ora contro l’Irlanda, con tre mete che hanno reso il passivo troppo pesante, anche se gli irlandesi sono stati migliori di noi”.

Parisse si è poi concentrato sulla partita di domani: “L’Inghilterra è una grande squadra, con atleti eccezionali. Come sempre, noi dobbiamo rimanere concentrati su noi stessi, sul nostro gioco, sulla nostra prestazione. Dobbiamo preoccuparci esclusivamente delle cose che possiamo controllare. Non giocheremo meglio o peggio per le cose che sono state dette e scritte in questi giorni, noi pensiamo solo alla gara di domani”.

Sulla stessa lunghezza d’onda coach O’Shea: “Cosa ho chiesto alla squadra? Come al solito, ottanta minuti di prestazione e di adesione al piano di gioco. Centriamo questi obiettivi e mi riterrò soddisfatto”.

Queste le formazioni in campo domani a Twickenham:

Twickenham, Twickenham Stadium – domenica 26 febbraio 2017, ore 15 (16 italiane)
RBS 6 Nazioni, III giornata – diretta DMAX canale 52 dalle 15.20 italiane
INGHILTERRA v ITALIA

Inghilterra: Brown; May, Te’o, Farrell, Daly; Ford, Care; Hughes, Haskell, Itoje; Lawes, Launchbury;
Cole, Hartley (cap), Marler
a disposizione: George, Vunipola M., Sinckler, Wood, Clifford, Youngs, Slade, Nowell
all. Jones
Italia: Padovani; Bisegni, Campagnaro, McLean, Venditti; Allan, Gori; Parisse (cap), Favaro, Steyn; Van Schalkwyk, Fuser; Cittadini, Ghiraldini, Lovotti
a disposizione: Gega, Rizzo, Ceccarelli, Biagi, Mbandà, Bronzini, Canna, Benvenuti
all. O’Shea
arb. Poite (Francia)

 
NON RIESCE LA RIMONTA ALL'ITALDONNE: A LONDRA L'INGHILTERRA VINCE 29-15 PDF Print E-mail
Nazionali Azzurre
Saturday, 25 February 2017 17:49
There are no translations available.

 

inghilterra italdonneLondra (Inghilterra) – Non riesce la rimonta all’Italdonne nel terzo turno del Women Six Nations. Al Twickenham Stoop dove l’Inghilterra vince 29-15 nonostante un gran secondo tempo della squadra di Andrea Di Giandomenico.

Inizio intraprendente per le Azzurre che sbloccano il risultato al 4’ grazie ad una bella azione corale con Beatrice Rigoni che pesca sull’ala la Stefan che va in meta nell’angolo d’attacco mancino. Sillari sbaglia la trasformazione e al 5’ il parziale è di 0-5. L’Italia tiene bene il campo ma le padroni di casa si tuffano in attacco alla ricerca del pareggio che arriva al 14’ con la meta di Wilson bissata tre minuti più tardi da Wilson-Hardy che vale il sorpasso. Le Azzurre si difendono bene, ma il giallo rimediato da Pillotti al 25’ viene sfruttato al meglio dal XV di Middleton che va due volte in meta con Fleetwood chiudendo la prima frazione di gioco sul 24-5.

Read more...
 


Page 10 of 342

facebook bar2 Facebook Twitter Google plus YouTube Sound Cloud Rss Feed Dailymotion

  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR

ticketing2017

banner-hospitality

fir-store2016

Banner-italia-scozia

Banner Sito Federugby

WRU20 17 COVER1

HOF 2017

keep_rugby_clean
 

I cookie vengono utilizzati per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo si utilizza. I cookies necessari per il funzionamento essenziale del sito sono già stati impostati. Per maggiori dettagli vai qui privacy policy.

Ho letto e accetto i cookies di questo sito