Joom!Fish config error: Default language is inactive!
 
Please check configuration, try to use first active language

Guinness PRO14
Guinness PRO14


BENETTON RUGBY VS SOUTHERN KINGS, LA FORMAZIONE DEI LEONI BIANCOVERDI PDF Print E-mail
Campionati
Friday, 06 October 2017 14:56
There are no translations available.

2017 10 07-FORMAZIONE-SITO

Domani sera, dopo la sconfitta contro i Glasgow Warriors nonostante la buona prestazione mostrata, i Leoni biancoverdi torneranno a giocare allo Stadio di Monigo affrontando la franchigia sudafricana dei Southern Kings.

L’inedito match, valido per il 6° round di Guinness PRO14, andrà in scena alle ore 20.00 e verrà trasmesso in diretta sulla piattaforma Eurosport Player ed in differita su Eurosport 2 domenica mattina alle ore 9:45. La gara sarà diretta dall’arbitro irlandese Gallagher e dagli assistenti gallesi Thomas e Hardy.

Queste le dichiarazioni di Marco Barbini alla vigilia del match: “Ci attende una gara con molto ritmo e con altrettanta fisicità. Dovremo sin da subito imporre il nostro gioco, ci auguriamo di ricevere il supporto di uno Stadio Monigo gremito di persone”.

La linea dei trequarti sarà composta dal triangolo allargato con Jayden Hayward ad estremo ed Angelo Esposito e Luca Sperandio sulle ali. La coppia di centri sarà formata da Ignacio Brex, esordio in PRO14 per l’italoargentino arrivato quest’anno in biancoverde, ed Alberto Sgarbi.

Confermata la linea mediana occupata dal duo Marty Banks – Tito Tebaldi.

Nel reparto degli avanti la prima linea sarà composta da Federico Zani, Luca Bigi e Simone Ferrari. In seconda ci saranno Marco Lazzaroni e capitan Dean Budd. Infine Sebastian Negri, Abraham Steyn e Marco Barbini completeranno il XV biancoverde.

BENETTON RUGBY:
15 Jayden Hayward, 14 Angelo Esposito, 13 Ignacio Brex, 12 Alberto Sgarbi, 11 Luca Sperandio, 10 Marty Banks, 9 Tito Tebaldi, 8 Marco Barbini 7 Abraham Steyn, 6 Sebastian Negri, 5 Dean Budd (C), 4 Marco Lazzaroni, 3 Simone Ferrari, 2 Luca Bigi, 1 Federico Zani.

A disposizione:
16 Tomas Baravalle, 17 Cherif Traore, 18 Tiziano Pasquali, 19 Marco Fuser, 20 Robert Barbieri, 21 Edoardo Gori, 22 Tommaso Benvenuti, 23 Ian McKinley

Head Coach: Kieran Crowley

Indisponibili: Tommaso Allan, Andrea Bronzini, Andrea Buondonno, Alberto De Marchi, Whetu Douglas, Ornel Gega, Irné Herbst, Tommaso Iannone, Engjel Makelara, Luca Morisi, Nicola Quaglio, Marco Riccioni, Michael Tagicakibau, Alessandro Zanni e Matteo Zanusso.
 
Arbitro: Sean Gallagher (IRFU)
Assistenti: Rhys Thomas (WRU), Jonathan Hardy (WRU)
Citing Commissioner: Claudio Giacomel (FIR)
TMO: Sean Brickell (WRU)

Copertura TV: diretta sulla piattaforma Eurosport Player ed in differita su Eurosport 2 domenica mattina alle 9:45.

LIVE – La partita potrà essere seguita testualmente sull’applicazione Benetton Rugby e sulla pagina Twitter ufficiale di Benetton Rugby.

Clicca qui per scaricare dall’App Store l’app ufficiale del Benetton Rugby per iOS

Clicca qui per scaricare da Google Play l’app ufficiale del Benetton Rugby per Android

BIGLIETTERIA – Le biglietterie dello Stadio Monigo saranno aperte dalle 18.30, orario di apertura dei cancelli, compatibilmente con le indicazioni della Questura di Treviso.

EVENT SPONSOR – Event sponsor di giornata sarà CANTINA PIZZOLATO, che personalizzerà l’area hospitality e premierà i tifosi estratti al termine del match.

CORRIDOIO – A fare il corridoio nel pre partita e giocare nell’intervallo saranno le categorie Under 10-12 dello Junior Rugby Piazzola e del San Marco Rugby Venezia Mestre

BABYSITTING GRATUITO (2-10 ANNI) CON POLPETTA dalle ore 18.45 alle 22.30 i bambini avranno la possibilità di partecipare ai laboratori ed alle attività con lo staff di Oro Basilico.

 

 
VENDITTI TITOLARE PER LE ZEBRE CHE FANNO VISITA A EDINBURGH IN SCOZIA PDF Print E-mail
Campionati
Thursday, 05 October 2017 11:27
There are no translations available.

 Violi Zebre Ulster 201718

[Il mediano Violi trasforma una meta allo Stadio Lanfranchi di Parma - INPHO]

VENDITTI TITOLARE PER LE ZEBRE CHE FANNO VISITA A EDINBURGH IN SCOZIA

Parma, 5 Ottobre 2017 – Stamane le Zebre hanno lasciato Parma per affrontare la quarta trasferta della loro stagione: dopo la visita agli Ospreys e la tournée sudafricana i bianconeri saranno di scena per la prima volta in stagione in Scozia. Ad attendere Castello e compagni ci sarà Edinburgh, formazione battuta la scorsa stagione proprio nella capitale scozzese dalle Zebre nel loro primo storico successo in Scozia. Lo scorso 28 Ottobre il teatro della sfida

fu Murrayfield –casa della federazione e della nazionale del Cardo- mentre domani sera il XV di coach Bradley affronterà i rossoneri al Myreside Stadium, casa del club locale Watsonian RFC usato da Gennaio 2017 dalla franchigia federale scozzese per le proprie gare interne. L’impianto da 5.500 posti terrà a battesimo le Zebre dopo aver ospitato l’altra formazione italiana del Benetton Treviso lo scorso tre settimane fa.

Le squadre arrivano alla sfida con un record diametralmente opposto: se il XV del nuovo head coach Cockerill –ex Leicester Tigers e Toulon- è reduce da tre sconfitte consecutive dopo il buon avvio fatto di due successi, le Zebre hanno invece colto due successi consecutivi che mancavano nel torneo celtico dall’Aprile scorso. La franchigia federale di base a Parma infatti ha superato prima i Southern Kings in Sudafrica e poi ha vinto sabato scorso contro gli imbattuti nord-irlandesi dell’Ulster al Lanfranchi cogliendo il primo sucesso interno stagionale.

Sarà una gara speciale per molti Azzurri che tra sei mesi affronteranno avversari che ritroveranno contro la Scozia a Roma nell’edizione 2018 del Sei Nazioni; ancor di più per il nuovo head coach bianconero Bradley, che ritorna a Edimburgo dove è stato capo allenatore per due anni dal 2011 al 2013. Con i rossoneri scozzesi il coach irlandese è stato avversario anche delle Zebre Rugby nella loro prima stagione di Guinness PRO12 2012/13. Sotto la guida dell’ex mediano di mischia del Munster i gunners hanno guadagnato la loro prima storica semifinale dell’allora Heineken Cup, la più prestigiosa coppa europea per club.

Un solo cambio nel XV iniziale delle Zebre per la sfida: Venditti ritrova la maglia da titolare alla sua seconda apparizione della stagione e partirà all’ala destra. Il triangolo allargato sarà completato da Bellini –quattro mete consecutive per il padovano topscorer stagionale del club- e dall’estremo Minozzi, uno dei più pericolosi contro Ulster sabato scorso. Coppia di centri confermata con Boni a fare reparto con capitan Castello mentre in mediana fiducia a Canna e Violi.

Il pacchetto di mischia è dunque lo stesso visto all’opera dal primo minuto a Parma contro Ulster: Lovotti recupera dal colpo subito sabato ed è regolarmente in prima linea al pari di Fabiani e Chistolini. In seconda linea i saltatori saranno Biagi e Sisi, entrambi inseriti nella squadra della settimana da Sky Sports: l’italo-scozzese contro Ulster e l’italo-inglese contro i Kings. In terza linea i flanker saranno Meyer e Licata, permit player tesserato con le Fiamme Oro Rugby. A chiudere il reparto degli avanti il due volte metaman e migliore in campo consecutivo: Giammarioli.

Arbitro della sfida sarà l’italiano Marius Mitrea alla sua 72esima gara nel Guinness PRO14. Il fischietto azzurro –arbitro anche della stessa sfida della passata stagione finita col successo delle Zebre per 19-14- sarà altresì coadiuvato da due guardalinee italiani nella sua settima direzione ufficiale con il XV del Nord-Ovest.

La formazione dello Zebre Rugby Club che venerdì 6 Ottobre alle ore 20.35 italiane scenderà in campo controgli scozzesi dell’Edinburgh al Myreside Stadium di Edimburgo (Scozia) nel sesto turno del Guinness PRO14:

15 Matteo Minozzi*

14 Mattia Bellini

13 Tommaso Boni*

12 Tommaso Castello (cap)

11 Giovanbattista Venditti*

10 Carlo Canna

9 Marcello Violi*

8 Renato Giammarioli*

7 Johan Meyer

6 Giovanni Licata* (permit player tesserato con le Fiamme Oro Rugby)

5 George Biagi

4 David Sisi

3 Dario Chistolini

2 Oliviero Fabiani

1 Andrea Lovotti*

A disposizione:

16 Luhandre Luus*

17 Andrea De Marchi

18 Eduardo Bello

19 Leonard Krumow*

20 Derick Minnie

21 Guglielmo Palazzani

22 Serafin Bordoli

23 Ciaran Gaffney

All. Michael Bradley

Non disponibili per infortunio: Giulio Bisegni, Tommaso D’Apice*, Andrea Manici*, Maxime Mbandà*, Sami Panico, Riccardo Raffaele*

*è/è stato membro dell’Accademia FIR “Ivan Francescato”

Edinburgh: All. Cockerill

Arbitro: Marius Mitrea (Federazione Italiana Rugby)

Assistenti: Andrea Piardi e Manuel Bottino (Federazione Italiana Rugby)

Nessuna produzione televisiva della sfida. Diretta testuale del punteggio sul sito del torneo www.pro14rugby.org e sull'account twitter ufficiale delle Zebre Rugby https://twitter.com/ZebreRugby con hashtag della gara #EDIvZEB

 

 
LE ZEBRE BATTONO L’IMBATTUTA ULSTER E COLGONO IL SECONDO SUCCESSO CONSECUTIVO NEL GUINNESS PRO14 PDF Print E-mail
Campionati
Saturday, 30 September 2017 21:35
There are no translations available.

Licata Zebre Ulster 1718

 

 

[Una carica di Licata -permit player delle Fiamme Oro Rugby- nelal gara tra Zebre Rugby e Ulster - INPHO]

Parma (Italia) – 30 Settembre 2017

Guinness PRO14 2017/18, Round 5

Zebre Rugby Club Vs Ulster 27-23 (p.t. 6-13)

Marcatori: 4’ cp Canna (3-0); 20’ m Trimble tr Cooney (3-7); 25’ cp Canna (6-7); 37’ cp Cooney (6-10); 40’ cp Cooney (6-13); s.t. 9’ m Licata tr Canna (13-13); 13’ m Bellini tr Violi (20-13); 23’ cp Cooney (20-16); 32’ m Giammarioli tr Violi (27-16);  38’ m Cave tr Cave (27-23);

Zebre Rugby Club: Minozzi, Bisegni (39’ s.t. Palazzani), Boni (24’ s.t. Venditti), Castello (cap) Bellini, Canna (34’ s.t. Bordoli), Violi; Giammarioli (35’ s.t. Sarto), Meyer, Licata, Biagi, Sisi (15’ s.t. Krumov), Chistolini (22‘ s.t. Bello), Fabiani (28’ s.t. Luus), Lovotti (1‘ s.t. Panico) All. Bradley

Ulster: Piutau, Trimble (cap), Cave, Marshall, Ludik (10’ s.t. Lyttle), Lealiifano, Cooney (24’ s.t. Shanahan); Deysel (14’ s.t. Timoney), Reidy, Rea, Henderson, Browne (31’ Tradwell), Ah You (10’ s.t. Herbst), Andrew (37’ s.t. McBurney), Black (10’ s.t. Warwick) (Non entrato: Nelson) All. Kiss

Arbitro: Mike Adamson (Scottish Rugby Union)

Assistenti: Andrea Piardi e Manuel Bottino (Federazione Italiana Rugby)

TMO: Neil Paterson (Scottish Rugby Union)

Calciatori: Canna (Zebre Rugby) 3/5, Violi (Zebre Rugby) 2/2, Cooney (Ulster) 4/4, Cave (Ulster) 1/1,

Man of the match: Giammarioli (Zebre Rugby Club)

Punti in classifica: Zebre Rugby Club 4, Ulster 1

Note: Pomeriggio  Temperatura 19°. Terreno in ottime condizioni. Spettatori 3100. Esordio con le Zebre Rugby e nel Guinness PRO14 per il pilone argentino Bello e per il tallonatore azzurro Luus.

Commento e cronaca: Seconda gara interna per le Zebre che oggi hanno ospitato al Lanfranchi la formazione nord-irlandese dell’Ulster, capolista del Girone B del Guinness PRO14 ed imbattuta con quattro successi consecutivi. Castello e compagni, reduci dalla positiva campagna in Sudafrica chiusa con 6 punti all’attivo in due gare, hanno trovato il primo successo interno stagionale davanti al caldissimo pubblico dello Stadio Lanfranchi. I più di 3000 spettatori hanno potuto gioire per la prima volta dopo aver visto i bianconeri prima andare in vantaggio, poi rincorrere ed alla fine superare con merito una delle squadre più attrezzate del nuovo torneo celtico. Per il XV di coach Bradley è arrivata così la seconda vittoria stagionale a sette giorni dal successo di Port Elizabeth: successo che porta a dieci i punti delle Zebre, al momenti quarte nella classifica del Girone A davanti a Connacht, Ospreys e Cardiff Blues.

Fallo in ruck sui 22 metri al primo assalto delle Zebre dopo un calcio di Canna recuperato da Trimble: l’apertura azzurra centra i pali e porta avanti i suoi al 4°. I bianconeri provano a risalire alla mano dai propri 22: bravo Bellini a trovare il break nella propria metà campo. Un tenuto nord-irlandese poco dopo porta al seconda fallo: dalla stessa posizione di prima Canna calcia però largo. Molto aggressiva la difesa italiana che argina bene l’attacco ospite concedendo però un fallo sul punto d’incontro non sfruttato dalla rimessa di coach Kiss al 10°. Pasticcia Ulster con la palla in mano: un in avanti porta alla prima mischia introdotta da Violi, con spinta anticipata della franchigia di Belfast. Bella l’azione di Ulster al 18° con l’ovale ben gestito dalla destra alla sinistra di tutto il fronte d’attacco: quando Lealiifano sembra vicino a segnare viene fermato dall’ottimo Licata. Il fischietto scozzese Adamson torna su un vantaggio precedente con Ulster che rifiuta il piazzato sui 22 per andare in touche. Dopo aver fermato la maul arriva però la meta ospite segnata da Trimble dopo alcuni bei ricicli in avanzamento. Rispondono le Zebre subito nei 2 con un altro break di Bellini che ruba 10 metri: Il multifase porta al terzo fallo di Ulster, questa volta per fuorigioco. Il beneventano Canna accorcia dai 22 metri a metà tempo. Il piano di gioco bianconero è chiaro: si gioca ogni pallone alla mano, anche nei propri 22 con Licata che ricicla modello pallacanestro per Canna che varca la metà campo prima del nuovo fuorigioco nord-irlandese. Al 28° Canna fallisce l’opportunità di riportare avanti le Zebre. Il XV del Nord-Ovest attacca a testa bassa con palloni giocati veloci tra le mani dei propri trequarti; sui 22 però Fabiani è fermato dal tenuto. Il terzo fallo bianconero arriva al 35° porta alla rimessa in attacco per Ulster che frutta un'altra penalità: questa volta capitan Trimble decide per i tre facili punti dalla piazzola. Tra i più attivi per le Zebre è l’ala Bellini: terzo break del padovano che però non riesce nel riciclo per il sostegno. A tempo scaduto arriva il fallo in mischia contro le Zebre con Cooney che riporta a +7 Ulster.

Dopo una rimessa in attacco è Bisegni ad infiammare il Lanfranchi con un bell’angolo di corsa che porta il vantaggio sui 5 metri: l’ala è fermata con un in avanti. Poco dopo è un calcio di Canna a mettere pressione a Ludik con Licata in pressione. L’azione si ripete nuovamente e questa volta il flanker delle Fiamme Oro Rugby raccoglie il pallone calciato dall’apertura per segnare la prima meta in maglia bianconera. Canna trasforma e riporta il risultato in parità al 50’. Dura solo due minuti il 13-13 con Bellini a segnare la sua quarta meta consecutiva: l’ala segna di forza a sostegno del bell’avanzamento di Minozzi; con Violi che trasforma. Le Zebre, sorrette dal pubblico di Parma, gestiscono bene l’impeto di Ulster con la mediana brava a gestire al piede due volte l’ovale mettendo pressione alla retroguardia nord-irlandese. Ulster si ritrova a lanciare una rimessa al l’ora di gioco sfruttando il fallo contro Panico che non rotola via in ruck. Il drive ospite è arginato ma avanza l’attacco di Trimble e compagni che commette un in avanti. Dopo l’ingaggio è sul punto d’incontro che i bianco-rossi –oggi in maglia nera- trovano il fallo che Cooney trasforma per il 20-16 al 63°.  Entra Venditti e subito l’ala porta fuori il proprio avversario con l’ovale guadagnando la rimessa in attacco. Lo sforzo offensivo si chiude però con Fabiani sanzionato per un sostegno irregolare sui 22 dell’Ulster. Sull’altro fronte arriva la seconda meta dei nord-irlandesi che trovano il varco con Lealiifano dopo diversi raccogli e vai nei 5 metri italiani. Adamson chiede il supporto del TMO che vede un distacco della precedente maul che vanifica la segnatura del possibile vantaggio. Un altro fallo in mischia contro il pack bianconero riporta Ulster nei 22 di casa a 10 dal termine. Il drive è ben fermato con Giammarioli ottimo a intercettare la trasmissione ospite ai 10 metri e involarsi per 90 metri a segnare la sua seconda meta dopo quella ai Kings. Violi trasforma portando i bianconeri oltre il break. A 4’ minuti dalla fine le Zebre ottengono un fallo per fuorigioco: Castello chiede la rimessa nei 22 ospiti con i bianconeri che attaccano alla mano alla ricerca della meta del bonus. L’azione è però vanificata da Ulster che recupera l’ovale con Lealiifano che porta ad una mischia. Dopo la rimessa storta, l’attacco nord-irlandese trova spazio sul largo opposto segnando la meta con Cave, che trasforma lui stesso a 1 minuto dalla fine. Non c’è più tempo per i nord-irlandesi che così devono inchinarsi per la prima volta in stagione dopo quattro successi consecutivi. Per le Zebre invece é la prima vittoria stagionale davanti al pubblico del Lanfranchi, la seconda della propria storia contro Ulster in sei incontri a Parma.

 

Le Zebre si ritroveranno lunedì 2 Ottobre alla Cittadella del Rugby di Parma per preparare la trasferta scozzese di venerdì sera quando i bianconeri saranno di scena per le prima volta della loro storia al Myreside Stadium di Edimburgo contro Edinburgh nel sesto turno del Guinness PRO14. 

 

 

 


Page 7 of 130

facebook bar2 Facebook Twitter Google plus YouTube Sound Cloud Rss Feed Dailymotion


I cookie vengono utilizzati per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo si utilizza. I cookies necessari per il funzionamento essenziale del sito sono già stati impostati. Per maggiori dettagli vai qui privacy policy.

Ho letto e accetto i cookies di questo sito