Joom!Fish config error: Default language is inactive!
 
Please check configuration, try to use first active language

Guinness PRO14
Guinness PRO14


ESORDIO STAGIONALE PER MEYER NELLE ZEBRE CHE OSPITANO I CAMPIONI IN CARICA DEL GUINNESS PRO14 PDF Print E-mail
Campionati
Friday, 08 September 2017 12:53
There are no translations available.

 

Meyer Zebre Dragons 1718

[Il flanker Meyer in azione a Parma nella sfida ai Dragons della stagione 2016/17 - Amarcord FotoVideo]

Parma, 8 Settembre 2017 – Domani alle ore 20.30 lo Stadio Lanfranchi di Parma riaprirà i battenti per ospitare la sua sesta stagione del torneo celtico Guinness PRO14, da quest’anno cresciuto di numero con 14 formazioni ai nastri di partenza. Per il secondo turno del nuovo torneo che include anche le due formazioni sudafricane dei Cheetahs e dei Southern Kings –avversari delle Zebre nella prossima doppia trasferta- i bianconeri ospitano a Parma i campioni in carica della competizione: i gallesi Scarlets che hanno alzato il trofeo lo scorso Maggio a Dublino battendo il Munster.

Per il XV del Nord-Ovest si tratta dell’esordio casalingo dopo la sconfitta di misura di sabato scorso a Swansea contro gli Ospreys, nonostante un’ottima prova sul campo del Liberty Stadium. Per l’occasione il nuovo Zebre Rugby Club, rispetto alla formazione scesa in campo sette giorni fa, potrà contare sul rientro a disposizione del flanker sudafricano Johan Meyer che farà così il suo esordio stagionale dopo aver recuperato dall’infortunio che gli ha impedito di scendere in campo in Galles. Non sarà invece della gara di domani sera a Parma l’estremo Minozzi, esordiente con la maglia zebrata nel Guinness PRO14 contro gli Ospreys.

Sono in totale otto i cambi nel XV iniziale per la sfida alla franchigia di base a Llanelli decisi dallo staff tecnico diretto dall’irlandese Michael Bradley; equamente suddivisi nei due reparti.

In particolare ad estremo per le Zebre partirà l’irlandese Gaffney mentre sulle ali è confermato Bisegni che farà reparto con il permit player D’Onofrio, tesserato con l’Accademia Nazionale “Ivan Francescato” nel campionato di Serie A. Il giovane beneventano –un cap con la franchigia di base a Parma l’anno scorso in EPCR Champions Cup- bagnerà così domani il suo esordio nel Guinness PRO14 a 19 anni. Castello sarà il capitano dei bianconeri contro Ken Owens e compagni, al suo fianco partirà con la maglia numero 13 Boni. In mediana confermato all’apertura Canna –autore di tutti e 13 i punti delle Zebre contro gli Ospreys- mentre a mediano di mischia agirà dal primo minuto Palazzani.

Il pacchetto di mischia bianconero vede confermati in prima line ai due piloni Lovotti e Chistolini mentre chiuderà il reparto con la maglia numero due il tallonatore D’Apice. In seconda linea fiducia a Sisi col veterano Bernabò a fare coppia con l’inglese nella prima gara ufficiale della sua ottava stagione di Guinness PRO14. Novità anche in terza linea dove ai fianchi del confermato Licata –permit player tesserato con le Fiamme Oro Rugby nel campionato Eccellenza- giocheranno i due flanker Sarto ed il rientrante Meyer.

In panchina prima convocazione stagionale per l’apertura argentina Bordoli.

La formazione dello Zebre Rugby Club che sabato 9 Settembre alle ore 20.30 scenderà in campo contro i gallesi Scarlets allo Stadio Lanfranchi di Parma nel secondo turno del Guinness PRO14:

15 Ciaran Gaffney

14 Giulio Bisegni

13 Tommaso Boni*

12 Tommaso Castello (cap)

11 Giovanni D’Onofrio* (permit player tesserato con l’Accademia Nazionale “Ivan Francescato”)

10 Carlo Canna

9 Guglielmo Palazzani

8 Giovanni Licata* (permit player tesserato con le Fiamme Oro Rugby)

7 Johan Meyer

6 Jacopo Sarto

5 Valerio Bernabò

4 David Sisi

3 Dario Chistolini

2 Tommaso D’Apice*

1 Andrea Lovotti*

A disposizione:

16 Oliviero Fabiani

17 Andrea De Marchi

18 Roberto Tenga

19 George Biagi

20 Derick Minnie

21 Marcello Violi*

22 Serafin Bordoli

23 Mattia Bellini

All. Michael Bradley

Non disponibili per infortunio: Luhandre Luus*, Andrea Manici*, Maxime Mbandà*, Matteo Minozzi*, Matteo Pratichetti, Riccardo Raffaele*, Giovanbattista Venditti*

*è/è stato membro dell’Accademia FIR “Ivan Francescato”

Scarlets: All. Pivac

Arbitro: David Wilkinson (Irish Rugby Football Union)

Assistenti: George Clancy (Irish Rugby Football Union) e Vincenzo Schipani (Federazione Italiana Rugby)

TMO: Leo Colgan (Irish Rugby Football Union)

La gara sarà messa in onda in diretta su Eurosport 2 in Italia. Diretta testuale del punteggio sul sito del torneo www.pro14rugby.org e sull'account twitter ufficiale delle Zebre Rugby https://twitter.com/ZebreRugby con hashtag della gara #ZEBvSCA


I prezzi dei biglietti per assistere alla sfida allo Stadio Lanfranchi di Parma:

  • Tribuna Ovest: € 10
  • Tribuna Est, Curve, Donne e Over 65: € 5
  • Under 18 : € 2
  • Under 6: gratis
  • Come acquistare i biglietti per le singole sfide delle Zebre Rugby:

  • Sito internet biglietteria Ciaotickets nella pagina: www.ciaotickets.com/organizzatore/zebre-rugby    
  • Rivendite autorizzate CiaoTickets consultabili su: www.ciaotickets.com/punti-vendita
  • Allo Stadio “Lanfranchi” nel giorno gara a partire da 1h e mezza prima del calcio d’inizio

  • I punti di pre-vendita abilitati Ciaotickets a Parma e provincia sono:

    Bar Tabaccheria Lottici
    Piazza Ghiaia, 33/D - 43121 Parma (PR) Tel. +39 0521 235692

    Tabaccheria Al Campus
    Via Bruno Schreiber, 15/H - 43124 Parma (PR) Tel. +39 0521 708011

    Tabaccheria Mille Idee
    Via Giuseppe Garibaldi, 69 - 43017 San Secondo Parmense (PR) Tel. +39 0521 874071

    Tabaccheria Palestrina
    Via Camillo Benso Conte di Cavour, 25 - 43036 Fidenza (PR) Tel. +39 0524 520207

    Serendipità Game People
    Via S. Martino, 12 - 43029 Traversetolo (PR) Tel. +39 0521 844148

     

     
    LE ZEBRE SPAVENTANO GLI OSPRYES SFIORANDO LA VITTORIA NELLA PRIMA SFIDA DEL GUINNESS PRO14 PDF Print E-mail
    Campionati
    Saturday, 02 September 2017 17:43
    There are no translations available.

     

    Ospreys Zebre 1718

    Swansea (Galles), Liberty Stadium – 2 Settembre 2017

    Guinness PRO14 2017/18, Round 1

    Ospreys Vs Zebre Rugby Club 22-13 (p.t. 15-3)

    Marcatori: 6‘ m Giles (5-0); 8‘ cp Canna (5-3); 20‘ cp Hook (8-3); 37‘ m Fia tr Hook (15-3); s.t. 2‘ cp Canna (15-6); 30‘ m Canna tr Canna (15-13); 39‘ m Giles tr Davies S. (22-13);

    Ospreys: Evans , Giles, John, Allen, Hassler (28’ s.t. Fonotia), Hook (18’ s.t. Davies S.), Habberfield (cap) (39’ s.t. Morgan-Williams); Baker (28’ King), Tipuric, Cracknell, Thornton (26’ s.t. Ashley), Davies B., Fia (4’ s.t. Jones), Parry (13’ s.t. Otten), James (13’ s.t. Smith) All.Tandy

    Zebre Rugby Club: Minozzi, Bisegni, Bellini, Castello (cap) (28’ s.t. Gaffney), Di Giulio (1’ s.t. Boni), Canna, Violi (30’ s.t. Palazzani); Licata, Giammarioli, Minnie (10’ s.t. Sarto), Biagi, Sisi (30’ s.t. Krumov), Chistolini (25‘ s.t. Tenga), Fabiani (25‘ s.t. D’Apice), Lovotti (25‘ s.t. De Marchi) All. Bradley

    Arbitro: Quinton Immelman (South African Rugby Union)

    Assistenti: Stuart Berry (South African Rugby Union) e Robert Price (Welsh Rugby Union)

    Calciatori: Hook (Ospreys) 2/3, Davies S. (Ospreys) 1/1, Canna (Zebre Rugby) 3/4,

    Cartellini: al 11° giallo a John (Ospreys), 11’ s.t. giallo a Biagi (Zebre Rugby Club)

    Man of the match: Allen (Ospreys)

    Note: Cielo coperto . Temperatura 16° .Terreno in buone condizioni. Spettatori 6826. Esordio nel Guinness PRO14 per Krumov, Licata, Minozzi, Sisi e Tenga.

    Commento e cronaca: Come 12 mesi fa, la stagione ufficiale delle Zebre è partita quest’oggi da Swansea dove i bianconeri hanno giocato il primo turno del nuovo Guinness PRO14, l’ex torneo celtico arricchito da quest’anno di due franchigie sudafricane che hanno portato il novero delle partecipanti a 14, suddivise in due gironi da 7. Avversari dei bianconeri capitanati quest’anno dalla coppia Biagi-Castello sono stati i gallesi Ospreys, sempre vittoriosi davanti alle mura amiche contro la franchigia di base a Parma. Il nuovo Zebre Rugby Club si è presentato al Liberty Stadium forte di uno staff tecnico completamente rinnovato e guidato dall’esperienza dell’irlandese Michael Bradley coadiuvato dai due ex tecnici dell’Under 20 Azzurra Orlandi e Troncon. Due i cambi nel XV del Nord-Ovest rispetto alla formazione iniziale che ha superato il Benetton a Treviso sette giorni fa in amichevole: Di Giulio all’ala al posto dell’infortunato Venditti ed l’esordiente permit player Licata –tesserato con le Fiamme Oro Rugby nel campionato Eccellenza- in terza linea al posto di Krumov; uno degli altri quattro esordienti assoluti sia nel torneo che con la maglia bianconera insieme a Tenga, Minozzi e Sisi. Dalla parte gallese invece tante le assenza, soprattutto tra i British & Irish Lions ancora a riposo dopo l’epica serie in Nuova Zelanda di Luglio chiusa in parità. Rientra il flanker Tipuric con l’ex Hook che, dopo la parentesi di sei anni a Gloucester- torna a vestire la maglia numero 10 degli Ospreys dando il via alla sfida ed alla stagione ufficiale.

    Al settimo arriva la prima nota al tabellino: meta dei padroni di casa con Giles ben servito da Tipuric dopo diverse fasi gallesi ben orchestrate da Hook che però fallisce la trasformazione. Rispondono le Zebre che con un fallo dopo diverse fasi trovano la touche sui 22 portando poi il vantaggio sui 5 metri. Sul secondo fallo gallese capitan Castello decide per i pali: Canna li centra ed accorcia il divario parziale. Al 12° i gallesi rimangono in 14: cartellino giallo sacrosanto per John reo di un placcaggio aereo scorretto su un avversario. Nonostante l’inferiorità i gallesi sono nei 22 italiani al 15° ma é brava la difesa ospite a trovare il fallo per risalire col pack gallese a trovare il fallo in mischia poco dopo. Un altro fallo della difesa italiana da a Hook la possibilità di riportare a +5 i suoi dalla piazzola, poco prima del rientro di John che ristabilisce la parità numerica. Inerzia della gara sempre in mano ai padroni di casa che vanno vicino a segnare al 23° prima con Giles poi sull’ala opposta con Hassler. L’indisciplina italiana costa un’altra touche nei 22 di Parry: le Zebre difendono però bene la maul gallese. Alla mezz’ora, dopo la pausa per la sostituzione di Baker –sospetta concussion poi confermata per il n°8 gallese-, le Zebre costruiscono un buon multifase nella metà campo ospite chiuso però con un in avanti. Dopo una fase di confronto al piede tra le due retrovie, crescono le Zebre che prima rubano una rimessa e poi trovano il fallo ai 40 m. Canna ci prova al 35° ma il suo calcio è largo. Tipuric suona la carica per il XV di Tandy con un ottimo turnover che da possesso agli Ospreys che, sfruttando anche un altro fallo a favore in mischia, si ritrovano in touche nei 22 italiani. Dopo diversi raccogli e vai è Fia a trovare la seconda meta gallese sotto i pali con la trasformazione di Hook che porta gli Ospreys oltre al break all’intervallo.

    La ripresa vede Boni per Di Giulio e subito un fallo in ruck contro i gallesi: Canna lo sfrutta ed accorcia il parziale. Castello e compagni continuano a cercare di giocare ogni pallone chiudendo però ancora un’altra lunga azione con una trasmissione dell’ovale non precisa. Anche dalla parte gallese sono tanti gli errori di handling che rendono il ritmo della gara non molto alto. Ci riprovano le Zebre con la fase più lunga della loro gara al 51° chiusa però con un fallo sul punto d’incontro che costa il giallo a Biagi reo di un colpo al collo su Tipuric. Ci provano subito i padroni di casa a sfruttare l’uomo in più ma Hassler perde il possesso a 5 metri dalla meta: le Zebre ingaggiano bene e liberano la minaccia. Non riescono a stabilirsi nella metà campo avversaria le Zebre che, nonostante il primo fallo a favore in mischia, si fanno rubare la rimessa in attacco al 55°. Spingono però le Zebre in costante crescita guadagnando campo a Swansea: si entra in area di meta ma l'ovale é tenuto alto. Prosegue la carica del XV di Bradley ma è brava la difesa gallese a difendere la propria linea di meta all’ora di gioco. Gli Ospreys liberano al piede e altra pressione bianconera. Lo sforzo è premiato a 10 dal termine con la prima meta stagionale bianconera segnata da Canna dopo un veloce contrattacco ospite di Gaffney che riporta sotto break le Zebre. Trasformata dallo stesso numero 10 la segnatura con le Zebre a -2 a 9 dal termine. Rispondono però gli Ospreys che al 79° trovano la terza meta, ancora segnata da Giles che recupera un pallone aereo e s’invola in meta. La trasformazione di Sam Davies allo scadere toglie il meritato punto di bonus alle Zebre che sfiorano la vittoria al Liberty Stadium ma tornano a Parma senza punti per la classifica del girone A del Guinness PRO14 nonostante un’ottima prestazione.

    Le Zebre si rtiroveranno lunedì 4 Settembre alla Cittadella del Rugby di Parma per preparare la prima gara interna stagionale. Sabato 9 Settembre alle ore 20.30 i bianconeri ospiteranno i gallesi Scarlets –campioni in carica del Guinness PRO14- allo Stadio Lanfranchi di Parma.

     

    Leonardo Mussini

    Media Manager 

    Zebre Rugby Club

     
    AL MUNSTER BASTA UN TEMPO: BENETTON BATTUTO 34-3 PDF Print E-mail
    Campionati
    Saturday, 02 September 2017 08:13
    There are no translations available.

     

    IMG 5748Si è giocato ieri sera all’Irish Independent Park di Cork contro i padroni di casa del Munster il primo match di Guinness PRO14 del Benetton Rugby.

    I biancoverdi partono sin da subito con due cambi in formazione: fuori Buondonno e Traore al loro posto De Marchi e Pasquali. Per i due atleti sostituiti si è trattato rispettivamente di una riacutizzazione della sindrome nefrosica dalla quale era stato colpito nella passata stagione e di un risentimento muscolare accusato nella rifinitura svolta nel pomeriggio di ieri.

    Sono i Leoni di coach Crowley a cominciare meglio la gara sia in attacco che in fase difensiva con Tebaldi che scippa l’ovale dalle mani dei padroni di casa al loro primo attacco. Munster non si scompone ed al 9’ trova la meta con Kleyn che resiste al doppio placcaggio biancoverde, Bleyendaal trasforma.

    Passano pochi minuti e sono ancora gli irlandesi a trovare la via della meta con il loro n.10 Bleyendaal che schiaccia oltre la linea, lo stesso sbaglia la prima di quattro successive trasformazioni. I biancoverdi però non si arrendono ed al 19’ conquistano un calcio di punizione da posizione ravvicinata, Banks indica i pali e li centra accorciando di fatto le distanze.

    Da un placcaggio di Allan ad un avversario in aria nasce il calcio di punizione che Munster sfrutta per andare in touche dentro i 22 biancoverdi. I padroni di casa colgono l’occasione e con una giocata al largo trovano la meta con Sweetnam, Bleyendaal sbaglia ancora.

    Al 31’ una buona presa in aria di Conway crea per i suoi una superiorità numerica. L’ovale viene servito a Bleyendaal che a sua volta serve Wootton il quale vola in meta, il n.10 di casa non trasforma.

    Prima dello scadere del primo tempo, è ancora l’estremo irlandese a mettersi in mostra grazie ad un bella giocata personale che lo porta dritto in meta; errore di Bleyendaal nel trasformare.

    La prima frazione di gioco di chiude con i padroni di casa avanti 27 a 3.

    Il secondo tempo ricomincia con Munster che cerca di mettere sotto pressione gli uomini di Crowley. I biancoverdi si difendono bene ma al 47’ Minto viene ammonito dal direttore di gara Davies.

    Munster sfrutta la superiorità numerica e non appena riprende il gioco va in meta ancora con Kleyn, questa volta Bleyendaal è preciso. Da questo momento in avanti sono i biancoverdi ad avere il possesso dell’ovale ed a provarci con un alcune buone giocate ma il risultato non cambia.

    All’Irish Independent Park termina 34 a 3 in favore dei padroni di casa.

    Cork, 1 settembre 2017

    Marcatori: 9’ meta Kleyn tr. Bleyendaal, 13’ meta Bleyendaal, 20’ p. Banks, 26’ meta Sweetnam, 32’ meta Wootton, 35’ meta Conway, 48’ meta Kleyn tr. Bleyendaal

    Note: 47’ giallo a Minto
     

    Munster:

    15 Andrew Conway, 14 Darren Sweetnam, 13 Chris Farrell (66’ Dan Goggin), 12 Jaco Taute (49’ Ian Keatley), 11 Alex Wootton 10 Tyler Bleyendaal (C), 9 Duncan Williams (55’ James Hart) , 8 Jack O’Donoghue, 7 Tommy O’Donnell, , 6 Sean O’Connor, 5 Billy Holland, 4 Jean Kleyn (61’ Fineen Wycherley), 3 Stephen Archer, 2 Rhys Marshall (41’ Mike Sherry), 1 Liam O’Connor (69’ Brian Scott)

    A disposizione: 18 Ciaran Parker, 20 Robin Copeland

    Director of rugby: Rassie Erasmus
     
    Benetton Rugby:

    15 Ian McKinley,14 Angelo Esposito, 13 Tommaso Benvenuti, 12 Tommaso Allan, 11 Edoardo Gori, 10 Marty Banks, 9 Tito Tebaldi (49’ Giorgio Bronzini), 8 Whetu Douglas, 7 Sebastian Negri (63’ Abraham Steyn), 6 Francesco Minto, 5 Dean Budd (C) (62’ Federico Ruzza) 4 Marco Lazzaroni (67’ Alberto Sgarbi), 3 Simone Ferrari (54’ Marco Riccioni), 2 Luca Bigi (49’ Engjel Makelara), 1 Federico Zani (49’ Alberto De Marchi)

    A disposizione: 19 Tiziano Pasquali

    Head Coach: Kieran Crowley

     

     


    Page 5 of 123

    facebook bar2 Facebook Twitter Google plus YouTube Sound Cloud Rss Feed Dailymotion


    I cookie vengono utilizzati per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo si utilizza. I cookies necessari per il funzionamento essenziale del sito sono già stati impostati. Per maggiori dettagli vai qui privacy policy.

    Ho letto e accetto i cookies di questo sito