Joom!Fish config error: Default language is inactive!
 
Please check configuration, try to use first active language

RUGBY, MOVEMBER E L'IST. ONCOLOGICO VENETO INSIEME PER LA PREVENZIONE DEL TUMORE ALLA PROSTATA
RUGBY, MOVEMBER E L'IST. ONCOLOGICO VENETO INSIEME PER LA PREVENZIONE DEL TUMORE ALLA PROSTATA PDF Print E-mail
CSR
Thursday, 03 November 2016 16:54
There are no translations available.

 

movemember-minDurante tutto il mese di Novembre 2016, lo IOV e il mondo del Rugby si uniscono per una serie di eventi rivolti al mondo della palla ovale per diffondere la cultura della prevenzione nell’ambito del tumore alla prostata e raccogliere fondi per sostenere la ricerca scientifica. La Conferenza Stampa, che si è tenuta oggi presso l’Aula Magna dell’Istituto Veneto (Padova), ha presentato i contenuti di MOVEMBER (che giunge alla sua terza edizione) ed i suoi appuntamenti, che copriranno il Veneto per tutto il mese, dal 3 al 26 novembre.

 

MOVEMBER 2016: IN SINTESI 

24 squadre di rugby, 12 appuntamenti, 10 città: questi i numeri di MOvember for IOV 2016, la campagna di sensibilizzazione, prevenzione e raccolta fondi sul tumore alla prostata, promossa dall'Istituto Oncologico Veneto durante mese di novembre in collaborazione con i rugbisti di tutta la Regione, da Verona a Treviso, passando per Vicenza e Padova, per Vittorio Veneto e Belluno.

MOVEMBER: DI COSA SI TRATTA

MOvember nasce a Melbourne, Australia nel 2003, dalla fusione tra MOustache e November: i baffi che nel mese di novembre i rugbisti si lasciano crescere per richiamare l'attenzione sul tumore della prostata, la neoplasia maggiormente diffusa tra gli uomini. Dal 2014 l'iniziativa viene anche proposta dall'Istituto Oncologico Veneto in collaborazione con il movimento rugbystico regionale e nazionale, con un coinvolgimento sempre maggiore di squadre, atleti, federazioni.

 

 

MOVEMBER 2016: TUTTI GLI APPUNTAMENTI

 

In Veneto la campagna 2016 (che giunge alla sua terza edizione), ha avuto inizio il 1 Novembre con il FlashBaffoMob, un'irruzione per le vie del centro di Padova dei giocatori di Roccia Rubano Rugby, Petrarca Padova, Valsugana Rugby e delle Valsugirls, le campionesse nazionali del rugby femminile; il tutto vivrà la sua tappa finale al Caffè Diemme che, nella sua sede di Strada Battaglia, ospiterà il 23 novembre l'Aperibaffo, in compagnia di Rugby Monselice, Selvazzano Rugby, Petrarca Rugby, Roccia Rubano Rugby e Valsugana Rugby.

Quali sono le tappe previste nell'agenda Movember 2016? Eccole: il 4 novembre è la volta di Treviso con il Terzo Tempo con il Baffo ospitato dalla Benetton Rugby, per proseguire sabato 5 novembre con un "avamposto" nel parmense, dove le Zebre Rugby hanno creato una t-shirt ad hoc, acquistabile anche online, il cui ricavato sarà devoluto all'Istituto. Nello stesso giorno non mancherà nemmeno il sostegno del Mogliano Rugby che, fin dalla prima edizione, ha abbracciato l'iniziativa con molto entusiasmo, coinvolgendo i propri giocatori e tifosi in memorabili "Terzo Tempo con il Baffo", formula adottata anche dal Verona Rugby domenica 6 novembre.

Il Comitato Old Rugby Veneto, in prima linea fin da subito a sostegno della manifestazione, quest'anno ha schierato ben 11 squadre di rugbisti “old” che, in occasione dell'ormai famoso Scampionato el 19 novembre, raccoglieranno fondi per la ricerca sul tumore alla prostata sui campi da rugby di Mirano (VE), Silea (TV) e Belluno. Nello stesso giorno i giocatori del Rugby Alto Vicentino si riuniranno per un Aperibaffo e Cena con il Baffo presso la loro Club House.

Anche il minirugby regionale risponde alla campagna di sensibilizzazione sul tumore alla prostata: da un lato i "mini" giocatori del Vittorio Veneto Rugby e le loro famiglie organizzeranno una Castagnata coi baffi a Vittorio Veneto (pomeriggio del 20 novembre), dall'altro gli affezionati mini rugbisti di Checco l'Ovetto Camposampiero   Rugby, dopo la visita allo IOV e il selfie con il Baffo delle precedenti edizioni, sono impegnati nel concorso di creatività coi baffi.

TEST MATCH: ITALIA-TONGA 26 NOVEMBRE

Grazie al sostegno della Federazione Italiana Rugby e del Comune di Padova, il fitto elenco di appuntamenti di Movember 2016 con la prevenzione e la solidarietà si concluderà il 26 novembre a Padova, presso lo Stadio Euganeo dove, in occasione del Test Match Italia Vs. Tonga, sarà allestito uno stand IOV all'interno del Villaggio Sportivo.

L'ISTITUTO ONCOLOGICO VENETO

L'Istituto Oncologico Veneto I.R.C.C.S. (IOV) è il centro d'eccellenza regionale per la ricerca, la prevenzione, la diagnosi e la cura dei tumori. Voluto dalla Regione Veneto nel 2005, lo IOV ha ricevuto dal Ministero la qualifica di I.R.C.C.S., Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico, in quanto associa alla prevenzione e alla terapia delle patologie oncologiche una rigorosa ricerca traslazionale, che mira a trasferire direttamente alla pratica clinica i risultati ottenuti in laboratorio. Obiettivo primario dell'Istituto è la promozione del benessere del malato. Sono elementi fondamentali: la centralità del paziente, l’approccio multidisciplinare alla patologia, la creazione di una rete di collaborazione/condivisione tra le oncologie del territorio. Grazie alla generosità di quanti hanno creduto in noi e ci hanno sostenuto, siamo oggi tra i cinque migliori IRCCS.

 

 
 

I cookie vengono utilizzati per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo si utilizza. I cookies necessari per il funzionamento essenziale del sito sono già stati impostati. Per maggiori dettagli vai qui privacy policy.

Ho letto e accetto i cookies di questo sito