Joom!Fish config error: Default language is inactive!
 
Please check configuration, try to use first active language

A PADOVA IL SUDAFRICA BATTE L’ITALIA 35-6 NEL TERZO DEI TEST MATCH DI NOVEMBRE
A PADOVA IL SUDAFRICA BATTE L’ITALIA 35-6 NEL TERZO DEI TEST MATCH DI NOVEMBRE PDF Print E-mail
Slide
Saturday, 25 November 2017 18:01
There are no translations available.

 

parisse sitoPadova- Allo Stadio "Euganeo" gli Springboks si aggiudicano il terzo dei Crèdit Agricole Cariparma Test Match di Novembre battendo l'Italrugby 35 a 6. Buon avvio dell’Italia nel primo tempo, che con il piede di Canna si portava in vantaggio al 10’ dopo numerose azioni nei 22 ospiti. Il Sudafrica reagiva prontamente allo svantaggio e si portava avanti con tre mete di ottima fattura, due delle quali segnate dai potenti uomini di mischia sudafricani. Dopo il calcio di punizione realizzato al 20’ il mediano d’apertura azzurro Carlo Canna non riusciva a centrare nuovamente i pali al termine della prima frazione, chiusa in vantaggio dal Sudafrica per 21-6. Ad inizio ripresa gli Springboks trovavano la quarta meta nuovamente con un drive da touche, successivamente trasformata dal man of the match Handrè Pollard per il 28 a 6 ospite. Un’Italia propositiva per tutto il secondo tempo non riusciva però a trovare la meta per accorciare le distanze a causa dell’attenta difesa sudafricana. Sul finire della ripresa gli Springboks chiudevano definitivamente il match con la meta su ripartenza del subentrato seconda linea Mostert per il 35 a 6 conclusivo. 

LA CRONACA DEL MATCH: Il drop di Carlo Canna apre a Padova il terzo dei Crèdit Agricole Cariparma Test Match di Novembre. Parte subito forte l’Italrugby che si propone a più riprese nella metà campo sudafricana. Marcello Violi con un calcio dalla base sposta subito il gioco nei 5 metri degli ospiti, trovando un’ottima touche in attacco. Dopo aver recuperato l’ovale il Sudafrica si riporta successivamente sulla linea di metà campo con un calcio di liberazione dell’apertura Handrè Pollard. Al 10’ Italia vicinissima al vantaggio con il trequarti ala Mattia Bellini che schiaccia l’ovale oltre la linea su un’apertura al largo degli Azzurri. Il direttore di gara Romain Poite ferma però il gioco per un in avanti e comanda un calcio di punizione a favore dell’Italia al centro dei pali, successivamente trasformato da Carlo Canna per il 3-0 iniziale. Quattro minuti più tardi arriva la prima marcatura dell’incontro di firma sudafricana: il terza linea Francois Louw su una ripartenza assistita vicino alla meta porta l’ovale oltre la linea per il vantaggio ospite. La successiva trasformazione di Handrè Pollard porta dunque il Sudafrica a condurre il match per 7-3 allo Stadio Euganeo di Padova. Alla fine del primo quarto Carlo Canna concretizza ancora un calcio di punizione guadagnato dagli azzurri, riportando l’italia sotto nel punteggio 7-6. Al 25’ gli ospiti trovano la seconda marcatura dell’incontro, questa volta con un drive da touche concretizzato dal tallonatore Bongi Mbonambi. Handrè Pollard trasforma la segnatura, portando il Sudafrica sopra break 14-6. Al 37’ la squadra guidata da Allister Coetzee si rende ancora pericolosa nei 22 azzurri: sugli sviluppi di un calcio alto il primo centro Francois Venter recupera un pallone sfuggito alla presa aerea azzurra e schiaccia in meta la terza meta ospite. Handrè Pollard è ancora preciso al piede da posizione defilata, portando il Sudafrica a condurre sugli azzurri 21 a 6 sul finire della prima frazione. Al termine del primo tempo il mediano d’apertura Carlo Canna non riesce a trovare la via dei pali per riportare sotto nel punteggio gli azzurri; allo stadio “Euganeo” all’intervallo il Sudafrica conduce il match sull'Italia 21-6. Ad inizio ripresa il Sudafrica trovava la quarta meta nuovamente con un drive da touche a firma di Steven Kitshoff, successivamente trasformata dal man of the match Pollard per il 28 a 6 ospite. Nella parte centrale del secondo tempo sono gli Azzurri a condurre la partita nella metà campo degli Springboks, ma la performante difesa sudafricana e alcuni errori di handling non permettono agli Azzurri di riaprire il match. Sul finire della ripresa gli Springboks chiudono definitivamente il match con la meta su ripartenza del subentrato seconda linea Mostert per il 35 a 6 finale.  

 

Padova, Stadio Euganeo – sabato 25 novembre 2017, ore 15.00

Crédit Agricole Cariparma Test Match

Italia v Sudafrica 6-35 (6-21)

Marcatori: p.t.10’ cp Canna (3-0), 14’ m Louw tr Pollard (3-7), 20’ cp Canna (6-7), 25’ m. Mbonambi tr Pollard (6-14), 37’ m Venter tr Pollard (6-21) s.t. 44’ m Kitshoff tr Pollard (6-28), 76’ m Mostert tr Jantjies (6-35)

Italia: Hayward; Esposito, Boni, Castello (72’ Minozzi), Bellini; Canna (56’ Mckinley), Violi (48’ Gori); Parisse (cap), Steyn (48’ Giammarioli), Licata; Budd, Fuser (70’ Minto); Ferrari (61’ Pasquali), Bigi (48’ Ghiraldini), Lovotti (48’ Zani)

all. O’Shea

Sudafrica: Coetzee; Leyds, Kriel, Venter, Skosan (61’ Gelant); Pollard (68’ Jantjies), Cronje (55’ Paige); Vermeulen, du Toit (75’ Du Preez), Louw F.; De Jager, Ezzebeth (cap) (61’ Mostert); Louw W. (66’ Louw), Mbonambi (61’ Ralepelle), Mtawarira (30’ Kitshoff)

all. Coetzee

arb. Poite (Francia)

Calciatori: Canna (Italia) 2/3, Pollard (Sudafrica) 4/4, Jantjies (Sudafrica) 1/1

Note: Giornata piovosa, cielo coperto.  Spettatori presenti: 23.595

Crèdit Agricole Cariparma Man of the Match: Handrè Pollard (Sudafrica)

 

 

 

facebook bar2 Facebook Twitter Google plus YouTube Sound Cloud Rss Feed Dailymotion

  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR

banner-ticketing

Banner Sito Federugby

 

I cookie vengono utilizzati per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo si utilizza. I cookies necessari per il funzionamento essenziale del sito sono già stati impostati. Per maggiori dettagli vai qui privacy policy.

Ho letto e accetto i cookies di questo sito